jump to navigation

Botta e risposta febbraio 12, 2010

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Massimo Inches

COMUNICATO DEL CONSIGLIERE PDL DEL 2° MUNICIPIO MASSIMO INCHES
OGGETTO: Violenza sessuale e lesioni gravi ai danni di donna italiana

A seguito del comportamento omissivo da parte di chi dovrebbe procedere allo sgombero ed alla bonifica dei sottopassaggi occupati abusivamente su Porta Pia e Corso Italia ed alla totale  assenza dell’illuminazione, ieri un cittadino palestinese ne ha approfittato per violentare una donna italiana, salvata dal tempestivo e provvidenziale intervento del personale del commissariato di P.S. Parioli, cui va il ringraziamento mio personale e dei cittadini residenti.  La donna si è salvata, benché gravemente ferita.

Quanti altri fatti di cronaca nera dovremo aspettare per veder riportare la legalità in questi luoghi, nati come “vie di fuga ed uscite di sicurezza” ma attualmente terra di nessuno, nella totale anarchia e disinteresse da parte degli uffici preposti.
Consigliere Massimo Inches Roma, 10/02/2010

Segnalato da : Ufficio Stampa On. Santori

COMUNICATO STAMPA
CORSO ITALIA, SANTORI: “SESSANTA I SOTTOPASSI CHE ATTENDONO UN RISANAMENTO”

“E’ necessario effettuare una mappatura dello stato di degrado e di insicurezza dei sottopassi della Capitale” – dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza urbana del Comune di Roma in merito al tentato stupro ai danni di una cittadina italiana, avvenuto nel sottopasso di Corso Italia da parte di un uomo di nazionalità palestinese, che ha riportato in primo piano il tema legato ai necessari interventi di riqualificazione e ripristino di un’adeguata illuminazione dei circa 60 tra sottopassaggi pedonali, sottovia ferroviari e veicolari presenti in città.

“Tra gli interventi improcrastinabili dell’amministrazione comunale risulta quanto mai prioritaria la messa in sicurezza del sottopasso di Corso Italia che, come diversi sottopassaggi presenti nei singoli Municipi della città, necessita di interventi strutturali e di ripristino del decoro al fine di consentirne una libera fruizione da parte della cittadinanza, considerata la loro indiscutibile funzione sia come vie di fuga, sia come garanzia per un attraversamento privo di pericoli per l’incolumità pubblica” – continua Santori.

“Da sempre la Commissione sicurezza ha proposto di affidare attraverso bando pubblico i sottovia a privati, affinché attraverso una valorizzazione e ristrutturazione degli stessi, dando spazio ad iniziative commerciali e culturali, si possa contribuire al loro mantenimento, scongiurando che vengano ridotti a dormitori o a zone franche.” – conclude Santori.

Roma, 12 febbraio 2010

Commenti

1. Armando - febbraio 13, 2010

Un copia incolla già fatto ma sempre valido!

Dal Messaggero

di Mauro Evangelisti

Questa fa proprio ridere: da una parte i partiti preparano leggi contro quei delinquenti dei writers che sporcano i nostri muri; dall’altra, gli stessi partiti, in occasione di ogni competizione elettorale, imbrattano i muri con i manifesti dei loro candidati, i cui faccioni spesso sono un po’ più brutti delle immagini colorate disegnate dai più talentuosi fra i writers. Da una parte i partiti minacciano repressione severa contro chi sporca i nostri muri, dall’altra corrono ogni volta ad approvare sanatorie che cancellano le multe che hanno ricevuto per manifesto selvaggio, come raccontato ieri sul Messaggero dal nostro Claudio Marincola.

Come dire, i partiti che vogliono colpire i writers hanno la stessa credibilità di un padre alcolizzato che dice al figlio liceale di non farsi le canne. Più chiaramente: i writers che imbrattano i muri vanno fermati e colpiti, però i partiti – quelli tanto bravi a parlare di legalità – dovrebbero essere i primi a dare l’esempio. Per queste regionali, a Roma, candidati e sindaco hanno promesso maggiore rispetto delle regole. Per ora gli effetti non sono manifesti.

Ritengo manifesta come dice giustamente Laura l’ottusità!

2. Armando - febbraio 13, 2010

Scusate per sopra ho sbagliato post!

3. Massimo Inches - febbraio 14, 2010

Grazie a Fabrizio Santori per le sue dichiarazioni, io mi fido di lui, è un politico di parola. Massimo Inches


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: