jump to navigation

Tutela e sicurezza dei pedoni febbraio 2, 2010

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Segnaletica.
trackback

Quello che sto notando io nel IX e nel I Municipio e che vorrei potesse essere confermato anche da chi frequenta altre zone di Roma, ossia che nei mesi di Dicembre 2009 e Gennaio 2010 sono state ridipinte innumerevoli strisce pedonali e di delimitazione delle corsie, ed ancora segnali di precedenza a terra ed in alcuni casi anche di indicazione delle aree di parcheggio.

Questa sensazione era già stata manifestata in un commento in un post di qualche tempo fa da Pierfrancesco (12/2009),  anche se era stata accompagnata da una dichiarazione di insoddisfazione di queste “opere” in quanto inutile spreco di denaro pubblico visto che le strade stesse avevano bisogno ancor prima della manutenzione.

Certamente le strade hanno bisogno di manutenzione, ma produrre le giuste segnalazioni a tutela dei pedoni, a mio avviso è cosa indispensabile e urgente che forse non può attendere tutti i rifacimenti attesi. 

Forse questo tipo di sicurezza stradale, rudimentale e poco duratura (2/5 anni sulla carta, 2/5 mesi nella realtà )  sarà un giorno superata dal sopraggiungere delle strisce pedonali al LED .. e quella sarà certamente la sicurezza che l’Europa del futuro imporrà a tutti i paesi membri …

Laura

Commenti

1. manuele mariani - febbraio 2, 2010

a varese ho fatto mettere dei led in alcuni attraversamenti pedonali per renderli più visibili.. purtroppo con le prime nevicate, i mezzi spazzaneve li hanno raschiati via ! non so come facciano all’estero che di led e “occhi di gatto” ne sono pieni !

2. Peter Stride - febbraio 4, 2010

Effettivamante nel III Municipio è stata rifatta in modo generalizzato la segnaletica come mai in precedenza. Constatato anche nel XII Municipio e un po’ in tutta Roma.

3. pierfrancesco - febbraio 8, 2010

Vorrei chiarire che non ero insoddisfatto delle opere, tutto cio che migliora una città è il benvenuto, ma mi permetto di ribadire il concetto che le case si incominciano dalle fondamenta e non dal tetto.
Non ho fatto le foto ma ognuno può controllare (e questo è solo un esempio),
Via Veneto:
segnaletica orizzontale completamente rifatta…..un mese dopo la corsia dedicata ai mezzi pubblici riasfaltata con la conseguente copertura delle striscie pedonali e altre appena fatte.
Ecco questo intendevo.
A chi non piacerebbe vedere una città che funziona, a prescindere da chi la guida, perchè in fondo i fruitori siamo noi!

4. Alessandro - febbraio 9, 2010

Il problema, a mio avviso, è anche sulla qualità dei materiali usati. Troppo spesso a Roma (a differenza delle altre città occidentali) viene usata semplice vernice per la segnaletica. Questo tipo, con il traffico che abbiamo, si annerisce nel giro di 1-2 mesi rendendo invisibile la segnaletica stessa.

SI DEVE usare vernice a pasta smaltata/plastica, che rimane leggermente in rilievo sull’asfalto e dura un’eternità.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: