jump to navigation

Illegalità mercato davanti moschea di Roma dicembre 2, 2009

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Massimo Inches

COMUNICATO DEL CONSIGLIERE PDL MASSIMO INCHES 2° Municipio (27/11/2009)

OGGETTO: Illegalità mercato davanti moschea di Roma

Oggi le forze dell’ordine sono state impegnate in servizio su viale della moschea, in corrispondenza della nota Moschea romana. A differenza di due settimane fa, quando venne istituito un servizio impeccabile di prevenzione per scoraggiare l’apertura degli operatori abusivi davanti la Moschea, questa volta l’intervento del personale in divisa c’è stato invece per fluidificare la viabilità ed il traffico nella zona.  Visti i privilegi che godono i musulmani, cui è permesso cucinare in strada e commerciare i loro prodotti, ne hanno approfittato i nomadi, che hanno invaso la pista ciclabile ed i marciapiedi circostanti, con un mercatino improvvisato, per la vendita di oggetti usati, rovistati nei cassonetti dell’immondizia. Il consigliere Inches fa sapere: “ Vista la presenza  di pattuglie della polizia di Stato e della polizia municipale,  ho chiesto agli agenti e funzionari del 2° gruppo di poter intervenire per il mercato abusivo, ma  hanno risposto di essere in servizio esclusivamente per la viabilità. Ho telefonato al centralino di viale Parioli, per informare la polizia amministrativa, e mi sono sentivo rispondere che  avrebbero preso nota della  segnalazione.  La sala radio del 112 mi ha confermato che il controllo delle occupazioni del suolo pubblico è demandato ai vigili urbani, e che non sarebbero intervenuti”

Oggi è molto intensa la presenza di fedeli nella Moschea, per la ricorrenza della immolazione, ed alcuni di loro, mi hanno spiegato i riferimenti: Ibraim aveva sognato che Dio voleva una prova della sua fedeltà, chiedendogli di uccidere il proprio figlio Ismail; lo stesso aveva accettato di farsi uccidere dal proprio padre, ma nel momento che stava avvenendo il sacrificio, scese dal cielo un montone, mandando un segnale di fermare l’esecuzione.

Rispetto senza dubbio le tradizioni della loro religione, ma ribadisco con forza che nessuno deve sentirsi autorizzato a calpestare le leggi italiane, avviando attività commerciali abusive sul suolo pubblico romano, strumentalizzando il fatto di trovarsi in prossimità di luoghi di culto.

Chiederò spiegazioni di quanto accaduto presso  gli uffici interessati, per rispondere ai cittadini  che vogliono chiarezza sull’applicazione della legalità nella nostra Città.

Commenti

1. Les - dicembre 2, 2009

ot:
domani sera facciamo una passeggiata antidegrado per levare la cartaccia da Viale Marconi.Se volete darci una mano fateci sapere:
bymail@alice.it


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: