jump to navigation

Mercato abusivo della Moschea di Roma novembre 5, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Massimo Inches
espressoIl settimanale L’Espresso ha “scoperto” che il mercato davanti la moschea di Roma è abusivo, come riportato nel numero del 30/10.

Speriamo che lo leggano anche le forze dell’ordine, oltre alla Procura della Repubblica cui ho già inviato esposto.

20/09/2009 «La proposta del Sulpm in merito al mercato abusivo della moschea di Monte Antenne è piena di buon senso ed occorre lavorarci immediatamente. Ho già segnalato in più occasioni alle forze dell’ordine la situazione di grave illegalità, rimasta inascoltata, sul mercato abusivo della moschea di Monte Antenne, ed ho comunicato l’inadempienza alla Procura Regionale della Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica, per il danno erariale che subisce il Comune di Roma per il mancato introito dei pagamenti della tassa per l’occupazione del suolo pubblico». Lo afferma in una nota il consigliere del Pdl del II municipio, Massimo Inches. «Il ramadan è finito, adesso le forze dell’ordine e l’amministrazione comunale devono prendere provvedimenti per il mercato che si svolge da 20 anni davanti la moschea di Roma. Dopo l’ultimo fatto di sangue avvenuto nella comunità marocchina, dove un padre non ha esitato a sgozzare la propria figlia per le sue abitudini troppo occidentali, è evidente ch molti cittadini stranieri non vogliono integrarsi nella nostra società che li ospita, e chi di loro non segue le regole rischia la morte. Non è la prima volta che succede, come accaduto anche per la ragazza pakistana Hiina, che per lo stesso motivo è stata decapitata e sepolta in giardino dai familiari maschi – dice Inches – Le forze dell’ordine ed i cittadini romani hanno il diritto di conoscere il numero e l’identità degli operatori di nazionalità araba che aprono le numerose bancarelle, sapere cosa commerciano ed avere spiegazioni perché possono cucinare sulla strada e lasciare i loro furgoni in sosta in terza fila, organizzando nelle tendopoli delle trattorie, con tavoli, sedie e barbecue. Respingo qualsiasi attenuante religioso-culturale, chiedo un censimento di tutti gli ambulanti, l’istituzione di un bando per un numero limitato di operatori, che dovranno pagare le tasse, emettere gli scontrini fiscali e rispettare le leggi igienico-sanitarie, ripristinando la legalità su questo territorio italiano del 2° municipio, dove adesso regna l’anarchia. Le forze dell’ordine applichino le leggi anche davanti la moschea, così come avviene in prossimità della Città del Vaticano, delle parrocchie e della Sinagoga, trattando tutti i cittadini nello stesso modo».

Commenti

1. Nic - novembre 5, 2009

L’altro ieri era il turno di Santori, oggi ariecco l’ammazzatutti Inches.
Ormai in questo blog solo marchette politiche.

2. P&D - novembre 5, 2009

Ha ragione Nic, il problema vero da risolvere sono le marchette politiche che infestano i blog, è inutile parlare dei mercati abusivi che tanto non danno fastidio a nessuno e che anzi rappresentano un occasione di integrazione culturale…😀

3. Nic - novembre 5, 2009

infatti, sempre meglio che la politica dell’Annunciaziò-annunciaziò…

http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=79206

4. Gualtiero - novembre 5, 2009

Emettere scontrini ? pagare le tasse? mettersi in regola con le norme igenico-sanitarie? . Perchè non ti fai un giro negli altri mercati su sede impropria che la fanno da padroni in città. Rimango a disposizione per ogni chiarimento in merito.

5. xoana - novembre 5, 2009

Però a dirla tutta, i mercati regolari in fondo pagano le tasse e l’occupazione del suolo pubblico, e sono anche controllati nell’igiene certo sempre il liniea di principio (sicuramente ci saranno molte carenze e molti evasori). Ma in un mercato abusivo come quello manca tutto anche in linea di principio .

Poi sui blog politicizzati avete ragione, ma andatelo a scrivere anche agli altri ( unob in particolare è stato umiliato da un consigliere del centro destra, e da quel momento non dice nulla contro la giunta, se non in rari episodi contro il sindaco).

6. P&D - novembre 5, 2009

Piccola precisazione, i blog politicizzati NON sono un problema visto e considerato che nessuno paga un canone obbligatorio a Laura (checché ne dicano certi…). Per quanto riguarda altri mercati in sede impropria, embé? Dieci abusi già esistenti non sono certo una giustificazione per un ulteriore abuso (pure bello grosso).

7. degradodiroma - novembre 5, 2009

Annunciaziò annunciaziò

Per il resto ammiro Inches e sostengo le sue battaglie e questo per tornare al tema del post, cosa assai difficile quando nei paraggi circola Nic.

Laura

8. Che discorsi allucinanti - novembre 5, 2009

per chi mi ha preceduto, se vi danno fastidio certi interventi non li leggete no?🙂
integrazione culturale? senza pagare tasse, occupazione pubblica, e senza rispettare le norme igieniche? quindi secondo voi è giusto che esistano 2 categorie di persone: i polli che rispettano le regole, e i “bravi” abusivi che fanno come gli pare…bene, buono a sapersi, avete un ottimo senso civico, con questi ragionamenti Roma continuerà a essere il porcile che è, lontana anni luce dalle civili capitali europee.

9. P&D - novembre 5, 2009

“integrazione culturale” era ironico contro il commento di Nic, eh…
In Italia quando dici cose assurde stranamente ti prendono sul serio, segno dei tempi😀

10. Che discorsi allucinanti - novembre 5, 2009

chiedo venia, purtroppo c’è chi la pensa veramente in quel modo, quindi seppur assurde in una città come questa diventano normali😀

11. Les - novembre 5, 2009

Inches ha ragione, il mercato va regolarizzato e in caso cambiato per necessità legali (numero dei banchi, tipo di prodotti venduti).
Il blog è politicizzato ma Inches ha ragione.
Non dimentichiamoci che l’integrazione bisogna volerla e io credo che il Comune dovrebbe chiedere spiegazioni ai venditori ambulanti davanti la Moschea, fino a prova contraria quello è territorio italiano.

Detto ciò, è impossibile non vedere che gli italiani abusivi, quelli delle bancarelle e dei camion bar, agiscono indisturbati.
Bancarelle in mezzo ai marciapiedi con i furgoni della merce scadente in tripla fila che poi quando se ne vanno lasciano cartacce e rifiuti, i proprietari sono italiani che sottopagano extracomunitari tutti in regola coi contributi, immagino…
e i camion-bar imperanti nel centro storico con le loro dubbie licenze?
Chi li gestisce è italiano, a loro però non diciamo niente.

12. xoana - novembre 5, 2009

Inches ha ragione, il mercato va regolarizzato e in caso cambiato per necessità legali (numero dei banchi, tipo di prodotti venduti).
Il blog è politicizzato ma Inches ha ragione.”

Les mi sa che non hai capito bene quello che dice Inches ! Il mercato va regolarizzato ? Inches li vuole semplicemente mandare altrove .Comunque a mio avviso devono stare tranquilli perchè se vi muovete come contro gli zingari …

Les il blog è politicizzato come tutti gli altri, almeno degradodiroma ci crede e non pensa a tornaconti personali !

vi segnalo questo bell’articolo (sulle olimpiadi in Germania 1936) sul corriere della sera e spero che persone ingenue comincino a ragionare con la propria testa. Les mi riferisco soprattutto a te, vai in tutti i blog a dar ragione al padrone di casa e al consigliere municipale di turno !

http://www.corriere.it/cultura/09_novembre_01/berlino-pregiudizio-olimpiadi-mieli_df9a127c-c6c3-11de-b8db-00144f02aabc.shtml

La parte bella è : «Per quel che riguarda la persecuzione degli ebrei in Germania io non sono affatto favorevole alla sud­detta azione ma comprendo perfettamente che era necessario introdurre un cambiamento. In Germania, infatti, gran parte della nazione era guidata dagli ebrei e non dai tedeschi stessi. Per­sino negli Stati Uniti potrebbe venire il giorno in cui dovrete porre fine alle attività degli ebrei» Parole dette dall’espo­nente del Cio svedese, Sigfrid Edstrøm.

13. Nic - novembre 6, 2009

di fronte a certi commenti

“Per quel che riguarda la persecuzione degli ebrei in Germania io non sono affatto favorevole alla sud­detta azione ma comprendo perfettamente che era necessario introdurre un cambiamento…”

non funziona neanche il più potente antiemetico

14. Les - novembre 6, 2009

xoana, non credo di averti capito.
Ho detto che Inches vuole che il mercato vada regolarizzato

“chiedo un censimento di tutti gli ambulanti, l’istituzione di un bando per un numero limitato di operatori, che dovranno pagare le tasse, emettere gli scontrini fiscali e rispettare le leggi igienico-sanitarie, ripristinando la legalità su questo territorio italiano del 2° municipio”

parole di Inches.
Dice questo, no?
Poi che io dia ragione ai blogmaster non è scontato, nemmeno ai consiglieri, ad esempio ho detto che Inches e PdL non fanno niente contro bancarellari e camion-baristi abusivi.

Riguardo l’articolo, veramente scioccante e mi ha fatto conoscere cose che non sapevo.
Ma non ho capito il nesso con la discussione, ci stai dicendo che siamo razzisti?

15. xoana - novembre 6, 2009

Nic probabilmente non sai leggere, quelle sono le parole di uno svedese membro del cio nel 34, volevo dimostrare che a parole erano tutti contro il nazismo…ma nei fatti stavano tutti con loro (anche svedesi e amiricani). Leggiti l’articolo, ho forse ne hai già letto uno ( ti spiego che è ironia, dire ho già letto un articolo significa che non leggi mai…). Tra l’altro c’è anche un bel libro,…hai letto anche un libro , vero ?

Les, Ho letto quello che dice Inches,a parole vuole regolarità ma ne fatti vuole tutt’altro . E ora che prendi posizione ! Si è vero attacchi ambulanti ma sempre con la finalità che sono inferiori e li attaccano tutti i giornali !
Perchè non dici qualcosa sui progetti stadio: anzi seondo Giro non c’è nessun progetto….. !

16. Nic - novembre 6, 2009

So leggere Xoana, so leggere…, so leggere anche la situazione attuale di questa città incattivita e arida, grondante di strisciante razzismo che pervade i commenti “anche di molti” che intervengono in questo Blog…

17. Pablito - novembre 6, 2009

Si hai ragione la città si è incattivita notevolmente, questo lo si può vedere anche nei blog antidegrado, che sia chiaro parlo in generale , non mi riferisco a qualcuno in particolare . Considero Veltroni il peggior sindaco degli ultimi periodi, ma quello che si vede con Alemanno ormai non ha più limiti. Vera anche la storia degli stadi, se c’era Veltrons che avremmo detto ?
Credo che Alemanno voglia battere Veltroni….

18. Massimo Inches - novembre 6, 2009

17 Inches. Scusate se mi permetto di intervenire, forse anche in difesa del mio comportamento, vorrei precisare di cosa mi sto occupando, con l’entusiasmo di cittadino del 2° municipio e l’esperienza di capitano della polizia municipale: 1 togliere le pedane dalla carreggiata stradale nella zona P. Alessandria, come chiedono i residenti 2 obbligare gli arabi davanti la moschea a mettersi in regola e farli lavorare solo se pagano le tasse, l’occupazione del suolo pubblico e smettono di cucinare in strada – vietato dalle leggi sanitarie 3 sgomberare i nomadi del Foro Italico e portare l’acqua alla comunità degli 80 filippini di via Foce dell’Aniene, che pagano il pizzo ai rom di €uro 20 al mese ognuno di loro e che con le mi denunce la magistratura sta per emettere 4 ordini di arresto per associazione a delinquere 4 sgomberare i sottopassi occupati di Porta Pia, le uscite di sicurezza dal Muro Torto, impraticabili e pericolosi. Per questo mio atteggiamento sono stato isolato dal resto del PdL, mi è stata revocata la delega al decoro e sicuramente non sarò più ricandidato, perchè io farei una politica tipica dell’opposizione!!! Detto questo, continuerò a fare ciò che il centro-destra aveva promesso in campagna elettorale, perchè una sola parola, senza alcuna mira di carriera politica. Ho 58 anni e la mia forza è che non mi serve nulla da nessuno, ho visto Alemanno una sola volta e sono stato in Campidoglio solo nel 2003 quando ho ricevuto da Veltroni la medaglia d’argento al valor civile. Non partecipo a ricevimenti, non mi frega niente dell’Auditorium (c’è una convenzione col municipio) e sono entrato nell’aula consiliare ben 9 volte da solo, mentre tutto il PdL era assente, e boicottava i lavori per beghe interne che hanno portato alla sfiducia del presidente del consiglio Patrizio di Tursi, che io ho sempre sostenuto (da solo, contro il volere del partito) Scusatemi lo sfogo, per chi non ama il PdL, si tranquillizzi, la prossima volta sicuramente non mi ritroverà nella lista dei candidati. Cordialmente Massimo Inches

19. Gothic666 - novembre 7, 2009

@Nic
Per cortesia, se hai del tempo libero, dedicheresti una passeggiata mattudina, intorno alle 10 in via del quadraro partendo dall’inizio, ossia incrocio con via Tuscolana? Magari se certe cose le vedi e le vivi in modo obiettivo potrai anche capire il perchè dell’esasperazione delle persone oneste che pagano le tasse. C’è anche un mio articolo in merito sul mio blog, non politicizzato e non lottizzato, non prendo soldi da nessuno, parlo di quello che voglio come voglio, cultura, cronaca, musica, cinema e fotografia. E poi è normale che se nella mia città c’è qualcosa che non va lo debba denunciare ai politici che ricoprono i vari incarichi, e questo non significa essere politicizzati, e comunque la politica fa e dovrebbe far parte della vita di ogni cittadino, anche tu, con i tuoi interventi fai politica, cosa c’è di male?

20. Nic - novembre 9, 2009

@666
Ma che c’hai il fegato ingrossato pure te? Ma che è na malattia?

21. Gualtiero - novembre 9, 2009

Spero che alle prossime elezioni si possa dare la preferenza al candidato oltre che al partito.

22. Gothic666 - novembre 9, 2009

@Nic
Io non capisco una cosa, questo è un blog dove chi scrive denuncia i problemi di Roma, i tuoi interventi sono sempre fuori tema e fuori luogo, sempre rivolti a chi non la pensa come te. Il fegato ingrossato non ce l’ho, ma le palle gonfie, quelle si.

23. Nic - novembre 9, 2009

allora, caspita, hai un altro bel problema…

24. Gothic666 - novembre 9, 2009

Eh si, ma sempre meglio di quelli psicologici😉

25. Nic - novembre 9, 2009

parole sante

26. degradodiroma - novembre 13, 2009

da Massimo Inches ricevo queste 2 righe : “Oggi, venerdi 13 Nov. dopo tanti anni di abusivismo, il mercato davanti la moschea di Roma non è stato fatto aprire dalle forze dell’ordine.
Le mie denunce sono andate a buon fine ed ha trionfato la legalità.”

accompagnate da questa notizia Mercato Moschea: Blitz della Municipale ma i banchi, dopo 14 anni, non ci sono

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: