jump to navigation

Sugli autobus di Roma torna il bigliettaio ottobre 22, 2009

Posted by degradodiroma in Buone notizie, Segnalato da ..., Trasporto urbano.
trackback

Segnalato da : Romina

Biglietto-atac-1970Volevo proporre la lettura di questa sensazionale notizia proposta da il “Messaggero”  il 13/10 . 

Da Novembre e in sperimentazione per un anno, su 7 linee come primo inizio,  e precisamente il 46, 49, 64,  81, 70, 490 e  492

tornerà il bigliettaio !!

 click su  logo_msgr_testata_big

Commenti

1. P&D - ottobre 22, 2009

Iniziativa molto retrò, assolutamente non economica e quindi destinata al fallimento. Molto meglio sarebbe mettere i distributori di biglietti su tutti i mezzi di trasporto pubblico ed incrementare moltissimo i controlli soprattutto nelle linee extraperiferiche.

2. Romina - ottobre 22, 2009

L’iniziativa spero abbia un seguito non solo per i benefici economici ma anche per il maggiore controllo che si avrebbe. Il controllore non serviva solo ad erogare biglietti ma anche a correggere eventuali usi impropri della vettura: per i borseggi, le molestie o anche solo la mancanza di rispetto. Fuori gli impiegati dagli uffici!!!

3. Gothic666 - ottobre 22, 2009

Spero per il meglio, ma mi sorge una domanda. Con gli attuali autobus urbani a disposizione, il bigliettaio dove lo mettono? Sul tetto?

4. theDRaKKaR - ottobre 22, 2009

Iniziativa molto retrò, assolutamente non economica e quindi destinata al fallimento.

intendiamoci… per le aziende che voglioni massimizzare i profitti e minimizzare i costi per il personale allora sarà così come dici tu…

Molto meglio sarebbe mettere i distributori di biglietti su tutti i mezzi di trasporto pubblico ed incrementare moltissimo i controlli soprattutto nelle linee extraperiferiche.

meglio per chi?

5. theDRaKKaR - ottobre 22, 2009

a me quello che spaventa è il fattore tempo: che succederà quando ad ogni fermata dovranno salire frotte di passeggeri?

6. Gothic666 - ottobre 22, 2009

Io c’ero ai tempi del bigliettaio, ero un bombetto ma ricordo tutto benissimo. Frotte di passeggeri? eh eh vedrai che con qualcuno che ti fa comprare il biglietto appena sali le frotte non saranno più tali. Durante le ore di punta ci sono normalmente 2 tipologie di utenti. Scolari e lavoratori, i quali normalmente hanno un abbonamento mensile o annuale e i portoghesi. Eliminati quest’ultimi vedrai che si viaggerà bene e tranquilli, così come era 30 anni fa🙂

7. Gothic666 - ottobre 22, 2009

ops volevo dire bimbetto🙂

8. P&D - ottobre 22, 2009

“meglio per chi?”
Meglio dal punto di vista economico per l’azienda, ovvio!
All’azienda costa di più un bigliettaio ogni autobus circolante o quattro controllori ogni quaranta autobus circolanti? Mumble mumble…
Poi, qualche perplessità sulla sicurezza è inevitabile: il bigliettaio da solo che potrà mai fare contro le bande di… lasciamo perdere sennò Nic ci tira fuori n’arta canzone! :D:D:D

9. Andrea Rossi - ottobre 22, 2009

Bel post.

Anch’io ero piccolo ma i bigliettai me li ricordo bene, mi ricordo persino i biglietti ed anche i giorni successivi alla loro eliminazione, ricordo che quel posto vuoto mi suscitava gia’ un senso di nostalgia anche se mi piaceva l’idea di sedermici sopra.

Certamente il bigliettaio svolgeva una funzione di controllo non indifferente, i costi di un suo ritorno su vasta scala indubbiamente sarebbero alti ecco perche’ si iniziera’ una sperimentazione sugli autobus piu’ frequentati, cosa dire allora ? In linea di principio sono d’accordo ma se i costi fossero troppo alti allora bisognera’ trovare un’altra soluzione per combattere i portoghesi ed allo stesso tempo per dare piu’ sicurezza ai passeggeri.

10. theDRaKKaR - ottobre 22, 2009

P&B

dal punto di vista economico non significa nulla… l’azienda risparmierebbe pure a togliere tutti i sedili. Più passeggeri e meno manutenzione. Perché non lo fa? Ma perché ci sarebbe una folla inferocita sotto gli uffici… Peccato che ‘sta folla non ci sia quando a perderci sono pochi lavoratori… È il futuro…. Ai lavoratori si fa di tutto, ma proprio di tutto e nessuno dice niente. Ormai è normale pensare che i bigliettai sono un costo… Grazie, preferisco l’economia di 30 anni fa: eravamo pure più ricchi, sarà un caso?

11. degradodiroma - ottobre 22, 2009

Presenza del bigliettaio = nuovi posti di lavoro
Presenza del bigliettaio = maggiori controlli
Presenza del bigliettaio = più introiti per l’azienda

Presenza del bigliettaio = aumento costi per l’azienda = aumento prezzo biglietto = OK per me

24 post sull’argomento Trasporti sono stati proposti nel tempo su questo blog, in cui già si è dibattuto sulla necessità di ripristinare la figura del bigliettaio oppure no. Scelgo il primo post in ordine cronologico :
L’Ammazza cristiani

Poi solo per rimanere nel folklore. Autobus linea Magliana. Sale uno zingaro. Trasporta un lavandino sporco ed ingombrante, probabilmente recuperato in qualche discarica o in prossimità di un secchione. L’autista ferma il bus. Lascia la sua postazione di guida e chiede allo zingaro di scendere dal bus. Dopo una accesa ed animata disputa, l’autista si accinge a chiamare la Polizia ed a quel punto lo zingaro con il suo lavandino zozzo scende dal bus.

Morale : forse se c’era il bigliettaio, quello zingaro non saliva sul bus ed i passeggeri non avrebbero avuto un ritardo al lavoro o ad altri impegni programmati.

Laura

12. smemo73 - ottobre 22, 2009

Secondo me la sperimentazione va fatta sulle linee di bus periferiche (es. 128).

Però io invece del bigliettaio su ogni linea, che da solo non credo che potrà contrastare le ondate di gente sul bus abusivi e rom compresi, io metterei una squadra di 3 controllori per ogni linea di bus: il risultato sono contenimento dei costi del personale, controlli più efficaci e comunque molto più frequenti di ora (certezza del controllo su ogni linea, tutto il giorno).

Il bigliettaio fisso su ogni bus lo metterei solo sui bus notturni.

13. Gothic666 - ottobre 22, 2009

Eh poveraccio il bigliettaio che deve fare il turno di notte, a rischio rapina e violenze. Al notturno metterei anche una guardia giurata, non credo sia impossibile, il notturno passa una volta l’ora e le linee sono poche…

14. Andrea Rossi - ottobre 22, 2009

Premesso che in linea di principio sono abbastanza favorevole al ritorno del bigliettaio voglio mettervi a conoscenza della risposta che qualche anno fa l’Atac diede ad un lettore del Corriere della Sera che appunto gli chiedeva di rimettere i bigliettai, ebbene l’Atac sostanzialmente affermava che il costo economico di una tale operazione non sarebbero assolutamente coperti dai maggiori introiti derivanti dal maggior numero di biglietti venduti, insomma secondo l’Atac di 2 o 3 anni fa rimettere i bigliettai su tutte le linee era un’operazione impossibile, l’unica possibilita’ sarebbe stata per l’Atac aumentare il prezzo di biglietti ed abbonamenti.

Personalmente concordo con chi ha affermato che si stava meglio quandi stava peggio e che preferiva l’economia di 30 anni fa, anch’io la penso cosi’ e non solo in tema di trasporto pubblico.

p.s.: ma voi avete mai visto un vigile urbano in divisa su un autobus pubblico ? Io no e non capisco il perche’, forse i mezzi pubblici sono una zona franca ? Sono come le acque internazionali ? Io in ausilio ai controllori dell’Atac vedrei benissimo anche i vigili urbani, non capisco come mai questo corpo di polizia sia cosi’ sottoutilizzato.

15. degradodiroma - febbraio 23, 2010

Manuele Mariani segnala questa buona notizia che ho collocato su questo post in quanto attinente il trasporto urbano Atac, tornano i minibus in centro: meno smog e servizi anti-ingorgo

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: