jump to navigation

Tromba d’aria ottobre 13, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

La tromba d’aria di ieri pomeriggio ha fatto diversi danni tra cui questo in Piazzale Ponte Lungo, e che cade un albero è nulla in confronto alla perdita di una vita …. Il Messaggero

Immag0048

Immag0049 Immag0050

Laura

Commenti

1. Andrea Rossi - ottobre 13, 2009

Da ex scooterista mi permetto di consigliare ai piu’ giovani di non prendere assolutamente il motorino quando c’e’ un vento cosi’ forte.

2. theDRaKKaR - ottobre 14, 2009

comunque non c’è stata nessuna tromba d’aria: la tromba d’aria non è che un tornado de noarti, cioè in scala ridotta ma sempre devastante

quello che c’è stato il 12 è “solo” un temporale con forte vento

e gli alberi cadono giù quasi sempre perché non manutenuti (e non asportati quando le radici e la base sono compromessi)

insomma ennesimi morti in carico all’amministrazione pubblica

tutto già visto…

3. capacità - ottobre 14, 2009

È una grande tristezza. La più grande capacità di un’amministrazione deve essere la PREVENZIONE. Lo so, la prevenzione costa, ma le vite costano molto di più.

4. daniela - ottobre 14, 2009

Tromba o non tromba d’aria, le strade della città ora sono tutto un tappeto di fogliame, aghi di pino, cartacce, residui vari.
Per i prossimi giorni sono previste precipitazioni.
Tentare di dare una pulita, prima che si creino inevitabili intasamenti di tombini e quindi allagamenti?

5. Gothic666 - ottobre 14, 2009

@theDRaKKaR
Solo per dovere di cronaca.
Ieri c’è stato un tornado o tromba d’aria. Il vento a 90 km/h
dalla tabella di classificazione per gradi di distruttività del fenomeno si evince che 64-116 km/h corrispondono a F0 ossia debole.
Questo mi mette ancora più apprensione, infatti se un tornado base, da principianti, a Roma fa tutti questi danni, non oso pensare un tornado F2 che danni possa provocare.
fonte:
http://it.wikipedia.org/wiki/Tornado

6. Lorenzo - ottobre 17, 2009

Dai ora ci penseranno gli alemanni a fare terra bruciata di tutti gli alberi fino alle falde dell’appennino. Estirpiamo il verde tronco vile e traditor. Permettiamo a tutte le ditte di scavare i cunicoli a 50cm dal fusto delle piante distruggendo le radici per permetterne una sana instabilità. Il deserto dentro Roma avanza. Al posto di ogni albero pericoloso un cartellone pubblicitario, magari più pericolante, ma fa ugualmente ombra..


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: