jump to navigation

Dalla stazione metro Garbatella … ottobre 9, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sicurezza, Trasporto urbano.
trackback

Segnalato da : Andrea

Ostiense

Questo è un articolo che ho pubblicato sul mio blog, la situazione è sempre la stessa e con l’accocciarsi delle giornate sarà ancora più pauroso per ragazze e donne sole camminare su questo tratto per andare a prendere la metropolitana.
Una vera odissea, calcolando che Garbatella è la stazione metropolitana più vicina e tanti anziani e disabili si dirigono al palazzo di via Ostiense per richiedere permessi per invalidi e esenzioni atac, nettezza urbana e quant’altro. Una stazione metro irragiungibile per anziani e disabili, piena di barriere architettoniche. Ora resa ancora più inaccessibile dai lavori(non si sa per cosa) in corso che obbligano a fare un giro assurdo invece che tagliare dritto. Molto pericoloso anche per donne e giovani, a causa del luogo molto isolato ed incustodito, si può essere facile preda di malintenzionati.
Anche i lavoratori dei suddetti uffici che per necessità o virtù decidono di andare a lavoro con i mezzi pubblici sono costretti ad affrontare questo percorso di guerra tutti i giorni, col caldo e col freddo.
Bisogna aspettare che accada qualcosa di brutto per muoversi ? Sindaco e Comune di Roma cosa fate ?

Dalla stazione metro Garbatella a Via Ostiense

da degradodiroma : Domenica 04/10 ho scritto a Santori queste due righe :

Il quadro descritto è identico a quello che mi fece una mia amica che abita nei paraggi e che ormai ha rinunciato a quel percorso per problemi di sicurezza.
Come è possibile che ancora ci siano luoghi cittadini, e non di campagna, che versino in queste condizioni ?
Possibile che non si possa fare qualche cosa di più e di meglio ?
Laura

Commenti

1. fabio - ottobre 9, 2009

Anche perché il giorno in cui malauguratamente dovesse capitare qualcosa… a chi dovrebbe andare la responsabilità di non aver fatto nulla per prevenirlo?

Per cui…

Dateve ‘na mossa!!

2. Gothic666 - ottobre 9, 2009

Non appena farà buio si cambierà strada e stazione. Invece di garbatella, autobus per raggiungere Piramide o San Paolo Basilica.
Spero che nessuna donna sola si avventuri da quelle parti per andare a prendere la metro B alla stazione B Garbatella

3. Riprendiamoci Roma - ottobre 9, 2009

Mamma mia che foto, sembra scattata in India

4. Gothic666 - ottobre 9, 2009

La foto è tratta dal mio video, vi suggerisco di vederlo per capire meglio di cosa si sta parlando😉

5. saturno - ottobre 9, 2009

..non c’è da stupirsi , Piazza 12 Otttobre 1492( per chi non lo sapesse dove sta l’Air Terminal Ostiense) che è proprio dietro la fermata Garbatella è da mesi al buio!!

6. Les - ottobre 9, 2009

ot:
L’AMA (chiamiamola così) ha creato la rivista aziendale, leggibile online.
Una iniziativa utile per i dipendenti, ma anche per noi bloggers antidegrado.

http://www.amaroma.it/index.php?option=com_content&task=view&id=791&Itemid=1

rivista@amaroma.it

7. Les - ottobre 9, 2009

da una veloce lettura:
– è presente la foto della ripulitura del Faro del Gianicolo, non ancora completata
– si parla del R.a.d (rilevazione aree degrado), un databse delle discariche abusive tipo Google Earth.
Il sistema è già attivo e le rilevazioni sono state fatte da cosiddetti responsabili di municipio.
La domanda:
la mappatura sarà esauriente?

8. Gothic666 - ottobre 9, 2009

@Les
Non ti seguo, puoi spiegare meglio ed allacciare ciò che dici al mio articolo? Non vorrei che la lettura sia stata troppo veloce, ma soprattutto, bisogna vedere il video😉

9. Andrea Santosuosso - ottobre 9, 2009

Alla Garbatella ci sono nato (Via Alessandro Cialdi), a scuola andavo a Via Libetta (si intravede nella prima parte tuo filmato) e ti assicuro che così come la vedi ora non è nulla rispetto ad anni fa. Era anche peggio.
Nello spazio ora chiuso dalle lamiere di ferro per decenni ci sono stati i Mercati Generali e prima il piazzale, oltre che buio e sporco, era anche un parcheggio per i camion, soprattutto quelli con il motore sempre acceso per far funzionare la cella frigorifera in attesa di scaricare la merce.
Ora si sta (lentamente) ristrutturando l’intera area, c’è in ballo un interessante progetto culturale, la Città dei Giovani.
Il resto del quartiere ha invece già visto una bella rinascita, opere pubbliche, soprattutto in merito alla viabilità, iniziate qualche anno fa e che proseguono abbastanza bene.
Speriamo che i lavori vengano completati al più presto.

10. degradodiroma - ottobre 9, 2009

Per Andrea (Gothic) .. avevo proposto il link al tuo post per la visione del video …😀

Ma io invece mi domando “dove sono finite le femministe ?” e “perchè non arganizzano una fiaccolata nel percorso segnalato ?”

Forse le manifestazioni conto la violenza e per la sicurezza andrebbero fatte prima e … non dopo !!!

Laura

11. Les - ottobre 9, 2009

Gothic, era un fuori argomento secondo me interessante.
Come Andrea sono andato a scuola lì dietro, è così da anni.
Spero che la Città dei Giovani sia il progetto di alta qualità di cui parla il Comune, intanto stanno inaugurando due nuovi edifici di design a Via Ostiense (un hotel e una sede di Roma Tre).
Sono di colore bianco, speriamo rimangano tali.

12. theDRaKKaR - ottobre 9, 2009

avevo visto il video e mi aveva impressionato che quasi venivano schiantate due dalla macchina alla curva.. un tragitto inumano pensato da pazzi per gente ancora più pazza che lo percorre invece di incatenarsi al municipio

13. upliftingtrance - ottobre 10, 2009

Eh forse si sta aspettando che accada qualcosa di brutto per poi intervenire seriamente….:/ in Italia funziona cosi.

14. Les - ottobre 11, 2009

Che percorso incivile, la cosa che mi colpisce è il perché non allestiscano un percorso riconoscibile per i pedoni, con segnaletica orizzontale su asfalto e molte più indicazioni sui pannelli di metallo dei lavori in corso.
Risposta:
non vogliono spendere soldi.
Bene, voglio sperare che nessun cittadino si faccia male su quel tratto e che i lavori in corso dopo mille disagi ci consegnino una meravigliosa struttura costruita in modo impeccabile.

Segnalo due notizie bomba sulla Repubblica di ieri.
Una, quella dei cittadini e commercianti del centro storico che finalmente aiuteranno l’AMA nel mappare le strade degradate.

La seconda, ultra clamorosa, è quella degli abitanti del quartiere Italia che hanno ripulito dalle affissioni abusive l’ufficio postale di Piazza Bologna.
La foto sulla prima di cronaca li vede intenti a staccare con il raschietto i manifesti attaccati alle colonne!

Questi cittadini D.O.C. hanno formato il comitato per il degrado urbano del III° municipio e hanno indetto lo “strappo-day”: una giornata dove decine di residenti decidono di strappare dai muri tutti i manifesti abusivi.

Noi bloggers antidegrado speriamo di collaborare con loro al più presto!

15. Gothic666 - ottobre 12, 2009

C’è gente che mi ha detto “ma non c’hai altro di meglio da fare?”
Le due quasi investite potrebbero evitare di passare lì, lo specifico anche se credo sia ovvio. io passo sempre sul marciapiede, perchè per 2 minuti in più non voglio rischiare la vita. Resta il fatto che prima dei lavori, quando i parcheggi arrivavano fino a ridosso della ferrovia, era comunque un posto degradato pieno di loschi individui, così come l’altro ponte sempre per passare sopra la ferrovia. Purtroppo per chi deve raggiungere via ostiense dalla stazione Garbatella un percorso sicuro non esiste. O si scende a Piramide e si prende un autobus, o si scende a San Paolo e si prende un autobus. A questo sono costrette tante donne e ragazze ogni giorno.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: