jump to navigation

Proposta ottobre 5, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Smemo73

cane1Ecco, a mio avviso, una valida proposta che andrebbe adottata in tutte le strade della capitale per stimolare i cittadini ad un maggiore senso civico e per un maggior decoro della città :

http://www.dogtoilet.it/

Un sistema tanto semplice quanto efficace, la cui manutenzione (cambio sacchi) potrebbe essere gestita dall’Ama nell’ambito delle normali operazioni di spazzamento delle strade.

da degradodiroma : segnalazione inoltrata in posta al sindaco, a Luca Panariello ed al Decoro Urbano.

Commenti

1. Gothic666 - ottobre 5, 2009

Secondo me improponibile a Roma, per varie ragioni.
A Bolzano sono tedeschi, e questo già dovrebbe bastare a chiarire le idee. Chi è educato si porta già la bustina, chi è cafone rimarrebbe indifferente a qualsiasi novità.

2. Bruno - ottobre 5, 2009

Salve!

Ma se è già, da lungo tempo, obbligatorio portare con se il sacchetto e raccogliere!

Quindi anzichè punire chi lascia sporco (ed incassare) dovremmo spendere altri soldi per queste istallazioni che verrebbero distrutte entro pochi giorni?

Verissimo che fuori d’ Italia e, sopratutto, fuori di Roma esistono dappertutto ma lì la gente li cerca….

E per favore non si ricominci con “bisogna pur iniziare” perchè a fronte di alcune centinaia di migliaia di escrementi abbandonati quotidianamente per le strade le contravvenzioni elevate in un anno sono alcune centinaia.

Direi che di questo si potrà parlare quando le multe saranno 20 milioni ogni anno ed i soldi per l’ istallazione non graveranno su chi si comporta civilmente.

Un saluto

3. theDRaKKaR - ottobre 5, 2009

quoto in toto quel che dice Bruno

basta sanzionare per vedere calare gli illeciti, siamo in Italia il paese dei vigliacchi!

4. fabio - ottobre 5, 2009

Ma non si possono direttamente eliminare i cani in città? Senza fraintendimenti, non eliminarli ma ridurne la presenza. La città è il luogo meno ideale per un cane. Chi è scoperto far scagazzare un cane è obbligato a non portarlo in giro se non in luoghi appositi con l’auto, come l’arma per il poligono.

5. P&D - ottobre 5, 2009

Roma è la città con più cani randagi in Europa dopo Bucarest, notizia dell’altro giorno. Dubito che questi useranno il dogtoilet o simili. Inoltre, in teoria, il sacchetto lo puoi comprare tranquillamente al supermercato o al negozio risparmiando, non servono i distributori (mi spiace per i vandali). Una colossale sanzione amministrativa fatta da vigili in borghese imboscati come viet-cong, sarebbe l’unico modo per “tentare” di risolvere la questione. Però, i vigili non ci sono, le multe non si riscuotono, quindi, in definitiva vale il principio del can che abbaia non morde… ma ****!

6. Bruno - ottobre 5, 2009

Mi sfugge il nesso tra cani randagi e cani con padroni incivili, anche considerando che tra i primi pochi passeggiano sui marciapiedi.

“Una colossale sanzione amministrativa…”

Che so, 2000 €?

Così un padre di famiglia è rovinato peggio di un omicida perchè si è dimenticato un sacchetto.

Credo sarebbe meglio 20/30 € da pagare IMMEDIATAMENTE pena 48 ore di camera di sicurezza (con cane al seguito) a partire dal momento dell’ infrazione, 2 litri di acqua e 4 rosette.

Stessa cosa per chi scarabocchia i muri, per chi lascia le bottiglie etc..

E chi non si trova i 20 € in tasca? – imparerà a stare a casa…

Fabio invece non merita commento…

7. P&D - ottobre 5, 2009

“Mi sfugge il nesso tra cani randagi e cani con padroni incivili”
Ti assicuro che alle ruote della mia macchina il nesso non sfugge affatto…

8. Nic - ottobre 5, 2009

Ragazzi, pe fortuna è arivato PIeDddì, er giustizzziere dei cani…
Dopo i rumeni, spezzeremo le reni ai randagi!!!
😉

9. fabio - ottobre 5, 2009

Bruno merita commento-
Purtroppo non tutti gli uomini capiscono quello che desiderano i cani.
Una di queste è che ai cani di vivere in città non gliene importa nulla, quello è un desiderio umano. È l’egoismo dei padroni che li vuole per compagnia dove loro si trovano. Per me è una barbarie costringere un animale al guinzaglio. Ma in città non se ne può fare a meno. Per questo motivo i cani non dovrebbero per vivere in città. E chi non può permetterselo non se lo compra. Camminare ad altezza di cane, ad altezza di marmitta, con un olfatto sviluppatissimo per odorare l’asfalto e le fogne ed i copertoni e e e che bello, il cane è contento di vivere in città per amore del padrone. Ma la città non gli dice nulla.

10. degradodiroma - ottobre 5, 2009

Per me la proposta è intelligente.

E’ un pò come la vendita con i distributori dei preservativi fuori dalle farmacie o come la vendita nei distributori di sigarette fuori le tabaccherie. Se ha dimenticato o hai finito queste cose “”””necessarie”””” le trovi comodamente ad ogni ora, e dietro ogni angolo.

Se hai dimenticato il sacchetto del cane, o il cane non ha problemi di stipsi ma anzi … , insomma lo acquisti al volo e quindi tu padrone non hai giustificazioni.

Che poi siano pressocchè assenti vigili, controlli, multe e quant’altro .. su questo sfondiamo tutti una porta aperta.

Laura

11. Bruno - ottobre 5, 2009

Forse non ho specificato che io ho ed ho sempre avuto un cane.

“È l’egoismo dei padroni che li vuole per compagnia dove loro si trovano.”

Forse che l’ egoista è più punibile di chi disattende le regole del vivere civile?

“il cane è contento di vivere in città per amore del padrone”

Se è contento….mi sembra contraddittorio.

Guardi che io ho tirato su 3 figli e 5 cani.

X la sig.a Laura

La sfido a trovare un “padrone” senza sacchetto al seguito, sempre lo stesso da anni…magari ben piegato nel portafoglio.

Buonanotte

12. Bruno - ottobre 5, 2009

“e quindi tu padrone non hai giustificazioni.”

E’ la legge penale che deve essere fatta valere tramite “pesi e contrappesi” non il regolamento comunale!

Aribuonanotte!

13. fabio - ottobre 6, 2009

Forse così si capisce meglio.
Il cane è contento di stare dentro una cella per amore dell’uomo.
Allora stiamo a posto, il cane è contento, ma l’uomo dentro una cella non è contento. Ah il cane è un animale e può stare dentro una cella, tanto è contento perché c’è il suo padrone… complimenti. Questo sì che significa amare i cani. Giardini campagne no? un confortevole appartamento metropolitano è più idoneo. Se uno non vive in un luogo che permetta di avere il cane in “movimento naturale” è meglio che non se lo piglia. Questo è il mio pensiero.

Il cane in questa condizione è contento lo stesso perché non ha capacità di discernimento, non perché è deficiente ma perché la cattività gli ha impedito di sviluppare quell’istinto di libertà in nuce che il padrone si guarda bene dal fargli ripristinare.
Il cane non è il miglior amico dell’uomo, è l’animale che più di qualunque altro è stato reso succube dell’uomo.

buongiorno.
i sacchettini li distribuirei gratuitamente, come le bustine del supermercato per prendere la frutta.

14. manuele mariani - ottobre 6, 2009

non è Bolzano, ma Lecco la città del video_ oltretutto li conosco pure i signori Polvara..
ad ogni modo, qui a Varese i distributori per la raccolta delle deiezioni canine ce li abbiamo già dal lontano 1993, ne suggerii infatti io l’acquisto ed il posizonamento al Sindaco, dopo averli visti in funzione a Trento_

15. Gothic666 - ottobre 7, 2009

@manuele mariani
Pardon, l’ho visto al volo e senza audio🙂
Resto dell’idea che chi decide di avere un cane deve anche assumersi delle responsabilità, proprio come chi ha dei figli(così dovrebbe essere)
Installare dei distributori, secondo me, servirebbe a deresponsabilizzare chi ha un cane. Così c’è sempre la scusa pronta, non c’è il distributore, il cane la fa per terra. E’ come dare ragione a chi sale su un autobus a gratis perchè non ha trovato una rivendita di biglietti nel raggio di 20mt
In Italia bisogna sempre dare degli alibi, sempre delle scuse per farla franca, siamo dei professionisti in questo.
Multe, salatissime, così si risolve il problema. Si, 2000€ sei un padre di famiglia? Se puoi permetterti il cane(visite, vaccini, toletta, cibo) puoi permetterti anche di pagare le multe per le tue colpe. Altrimenti 2 ore al giorno di servizi socialmente utili, pena minima un anno.
Penso che a Roma girerebbero pochissimi cani.

16. I cani in città sono felici? - ottobre 9, 2009

[…] spunto da questo post interessante di degradodiroma su una possibile soluzione per il decoro e la pulizia delle città per entrare […]

17. Marco - ottobre 9, 2009

Salve ragazzi, ho preso spunto da questo interessante dibattito nato dalla segnalazione citata per analizzare più vicino la questione cani-città-padroni. Io non sono molto d’accordo con Fabio anche se lo capisco. Ho provato a spiegare perché.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: