jump to navigation

Ordinanze auspicate settembre 28, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Manuele Mariani

volantinaggioAnche Roma come Tradate avrebbe bisogno di una ordinanza anti volantini così come emessa dal sindaco Candiani che rilascerà autorizzazione di distribuzione solo per comunicazioni di tipo pubblico o sociale e quindi :

Guerra ai volantini in città. Multa da 500 euro.

Commenti

1. Gualtiero - settembre 28, 2009

Appoggio su tutti i fronti

2. Nic - settembre 28, 2009

Ma si, perchè non 5.000 o 50.000 euro di multa?
Tanto non costa nulla fare un’ordinanza così stupida e così tanto “leghista”. Poi però bisogna farla rispettare e qui invece viene fuori il bello:
è GIA’ VIETATO sporcare
è GIA’ VIETATO gettare cartacce in terra
è GIA’ VIETATO fare pubblicità senza permesso o volantinare
LE ORDINANZE DI QUESTI SCERIFFI SONO RIDICOLE QUANTO LORO

3. Bruno - settembre 28, 2009

Salve!

In effetti….. Nic

Mi ricorda la lunghissima campagna mediatica di alcuni anni fa affinchè in Italia fosse varata una legge che puniva il reato di “tortura” sino ad allora sconosciuto al nostro ordinamento (legge poi varata e portata ad esempio di civiltà).

Da allora i condannati sono stati ….0.

In compenso (sic) sono diminuiti i condannati per lesioni gravi e gravissime….

Salutoni

4. Bruno - settembre 28, 2009

Sempre informarsi PRIMA!

Il reato di tortura è stato lasciato cadere in occasione della penultima crisi di governo.

Faccio ammenda

5. degradodiroma - settembre 28, 2009

Io sono convinta che a Tradate questa ordinanza sarà fatta rispettare.

Certo occorrono controlli, controlli, multe, controlli, taglio delle mani, controlli, taglio delle falangi, multe, condanne, controlli …

Tutto quello che ci circonda sarebbe multabile e condannabile, e così ancora c’è gente che telefona durante la guida, chi va contro mano, chi parcheggia in tripla fila, chi usa la corsia di emergenza, chi fuma nei locali, chi mangia sugli autobus, chi schiamazza a tutte le ore, … e potrei andare avanti per ore ed ore. Ma le leggi devono esistere così come le regole altrimenti sarebbe anarchia ed ancora oggi sono tutti lì a proporre nuove regolamentazioni per colmare vuoti legislativi perchè nuove situazioni si affacciano nella vita di tutti i giorni ed occorre poter intervenire.

Ricordo una ordinanza municipale ad hoc per un municipio di Roma nella quale fu stabilito il divieto di sosta a camper e roulotte col risultato di poter allontanare i camping di rom che stazionavano in aree parcheggio in modo stanziale.

Laura

6. theDRaKKaR - settembre 29, 2009

ma scusate… la gente che prende il volantino dal parabrezza e lo getta per terra non dovrebbe essere perseguita severamente?

7. Riprendiamociroma - settembre 29, 2009

Alemanno l’aveva promessa anche a Roma, a seguito delo studio dell’AMA che individua nel volantinaggio la prima causa di sporcizia delle strade.
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2009/07/03/ama-arriva-il-netturbino-di-quartiere-stop.html
Ci voleva uno studio per capirlo… noi lo diciamo da sempre e lo scriviamo sul nostro blog da almeno un anno.

8. Gualtiero - settembre 29, 2009

Senza tagliare le mani a nessuno dovrebbero vietare di fare pubblicità tramite volantinaggio cosa che penso non sia proibita ad oggi.

9. Nic - settembre 29, 2009

Invocare nuovi (altri) divieti:

La cultura del divieto serve a poco o a nulla, serve l’educazione.

Ci sono già i limiti di velocità, ma pochi li rispettano.
Ci sono già i divieti di sosta, ma pochi li rispettano.
Non si può fumare in molti luoghi ma tanti se ne fregano.
Ci sono centinaia e centinaia di divieti, anche quelli più idioti (quasi tutti di matrice leghista) che proibiscono i kebab o i massaggi sulle spiagge o il permanere in un parco dopo il tramonto se si è in più di tre persone, ma durano lo spazio tra Natale e Santo Stefano e il veloce passaggio sulle pagine di qualche giornale di provincia.

10. peterstride - settembre 29, 2009

Il quartiere Nomentano-Italia è devastato da questa forma di pubblicità.
Il senso civico delle persone che gettano a terra il volantino trovato sul parabrezza delle auto è quello che è……..vento ed intemperie fanno il resto.
Invoco anche il diritto di non trovare il parabrezza di un veicolo utilizzato in questo modo se non per il preavvisio di contravvenzione (peraltro atto non obbligatorio in quanto non previsto dal codice della strada) o per comunicazioni pubbliche.
Aggiungiamoci anche l’evasione della tassa per ogni singolo volantino prevista dalle norme sull’affissione e pubblicità.

11. theDRaKKaR - settembre 29, 2009

Invoco anche il diritto di non trovare il parabrezza di un veicolo utilizzato in questo modo

sicuro, son d’accordo! egualmente ho il diritto di vedere la gente buttare i rifiuti negli appositi contenitori…

12. theDRaKKaR - settembre 29, 2009

a favore del volantinaggio,comunque, se ci pensate c’è un punto:

tutti i volantini prodotti (se avessero la tassa saldata) assegnerebbero un consistente contributo alle casse comunali

Per esposizione di messaggi pubblicitari a mezzo volantinaggio occorre presentare:

– comunicazione su apposito modello in doppia copia –
– 2 copie del volantino;
– fotocopia dell’eventuale autorizzazione di vendita, già presentata all’Ufficio Commercio;
– pagamento dei diritti d’istruttoria e di segreteria di € 16,00 –
– contestuale pagamento del canone iniziativa pubblicitaria ( € 0,05 a volantino Delibera n. 92 del 15/4/2008)-

pagina del Comune sull’argomento

ovviamente la maggior parte delle persone dovrebbe conferire negli appositi cassonetti la pubblicità non usufruita.. cosa che succede al contrario oggi dì

io mi chiedo, perché doversi piegare a proibire la pubblicità solo perché la gente fa schifo?

13. upliftingtrance - settembre 29, 2009

ma poi verranno rispettate le leggi?? e verranno sanzionati veramente? in Italia non capita molto spesso purtroppo.

14. upliftingtrance - settembre 29, 2009

Invoco anche il diritto di non trovare il parabrezza di un veicolo utilizzato in questo modo

>>>
Giustissimo, io (da postino) invoco anche il diritto di non trovare le buche della posta SOMMERSE da materiale pubblicitario every day, che palle dover ogni volta toglierle, in un giorno possono metterne anche 5 diverse pubblicità. in una settimana si crea una discarica E basta!

15. manuele mariani - settembre 30, 2009

e quanto spreco di carta poi ! verrà ricilcata ? non credo proprio_

16. peterstride - settembre 30, 2009

Tanto per informazione……il Commissario Straordinario del Comune di Roma nel periodo in cui la precedente Giunta si era dimessa, con delibera n. 92 del 15.04.2008 (vedere sito http://www.comune.roma.it), ha previsto una tariffa di 5 centesimi di euro a manifestino diffuso.
Ma ci sarà qualcuno che lo fa ?


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: