jump to navigation

Sgombero insediamento nomadi Viadotto Valli settembre 26, 2009

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Buone notizie, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Massimo Inches

COMUNICATO STAMPA DEL CONSIGLIERE PDL MASSIMO INCHES (2° Municipio   26/09/2009) 

OGGETTO: Insediamento nomadi viadotto Valli, 160 – sgombero e bonifica dell’area

A seguito delle denunce inviate dal consigliere Massimo Inches PdL 2° municipio ed ampiamente riportato e documentato da organi di stampa romana, oggi sabato 26 Settembre alle ore 7,30 siamo intervenuti sul ponte delle Valli, 160 e sono stati sgomberati i nomadi che si erano insediati sul marciapiede  e nell’area circostante le giostre.

I cittadini avevano reclamato per l’ingombrante presenza di 12 rom, di origine romena, che si erano appropriati di questa area, al confine tra il 2° ed il 4° municipio, creando disagi ai pedoni che dovevano camminare sulla carreggiata stradale, con il pericolo di essere investiti dai veicoli che sfrecciano sul viadotto delle Valli, per evitare le loro insistenti richieste di denaro, aggravate dalla presenza di bambini in tenere età.  Tutta l’area  verde, fino alla golena del fiume Aniene, risultava ricoperte da un unico, enorme, cumulo d’immondizia, carrelli della spesa, masserie, avanzi di  cibo, infestata da ratti, emanando un odore nauseabondo.

Durante il giorno le donne chiedevano l’elemosina in viale Libia, tenendo in braccio i figli, mentre gli uomini andavano alla ricerca di cavi elettrici, per rivenderne il rame, utilizzando furgoni semi-nuovi e lussuose auto BMW, parcheggiate la notte davanti la loro baraccopoli, stranamente fornite anche di antenne paraboliche.

L’intervento delle forze dell’ordine era stato richiesto anche dai gestori di locali pubblici,  della zona Conca D’Oro, che stavano procedendo alla raccolta  firme nel quartiere, per inoltrare una petizione alle istituzioni; la polizia municipale del 4° gruppo, già allertata dall’Inches, è intervenuta autonomamente, senza alcun appoggio di altre forze dell’ordine, pur essendo ancora priva dell’armamento, dimostrando ancora una volta la sua vicinanza ai cittadini romani.

I nomadi, come da loro costume, rifiutavano qualsiasi tipo di assistenza alloggiativa  loro offerta, assicurando che si sarebbero portati sulla Via Cassia, dove avrebbero trovato ospitalità.

Il personale dell’Ufficio Decoro del Gabinetto del Sindaco ripuliva completamente tutta la zona, demolendo i capanni e le recinzioni abusive, con grande impegno di uomini e di mezzi; per completare l’opera, interveniva anche un automezzo “ragno” che col braccio meccanico provvedeva  alla rimozione della discarica che i nomadi avevano causato sul terreno scosceso che degrada verso l’Aniene.

Numerosi cittadini si sono fermati per assistere alla bonifica,  esprimendo soddisfazione per  l’amministrazione comunale, per la velocità con cui è stato rimosso l’insediamento,   ringraziando soprattutto  la Polizia Municipale.

Questo risultato è stato possibile grazie alla collaborazione con i residenti, che non devono più essere spettatori del degrado ereditato dalla precedente amministrazione, ma pretendere che avvenga il cambiamento che il centro-destra aveva promesso e che sta mantenendo.

Commenti

1. Les - settembre 28, 2009

Devo dire che Inches mi sta stupendo positivamente, è veramente molto impegnato negli sgomberi di queste inquinanti baraccopoli e mostra di “vivere” la città sul serio, di avere occhi aperti sulle strade.
Quindi grazie a lui per la fantastica opera di bonifica delle sponde dell’Aniene e del Tevere che sta facendo con l’aiuto dell’AMA, per una volta messa davanti ai suoi impegni.

Detto questo, colleghi di Inches facenti capo al PdL imbrattano in modo inaccettabile i muri di Roma ogni giorno.
Da San Giovanni al Nomentano ho visto decine di manifesti attaccati impunemente su muri e arredo urbano recanti deliranti frasette di propaganda politica.
Questa pratica paleolitica deve finire, ne va della credibilità dei politici, Alemanno in primis.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: