jump to navigation

Lavavetri nel II Municipio .. e non solo settembre 10, 2009

Posted by degradodiroma in Altro degrado, Parcheggiatori e lavavetri, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Massimo Inches

COMUNICATO STAMPA del Consigliere PdL Massimo Inches 2 ° Municipio (del 07/08/2009)

OGGETTO : Il Consigliere Inches chiede la sospensione dell’attività di lavavetri su tutto il territorio del 2° Municipio

Il Consiglio del 2° municipio ha votato con il parere favorevole di tutta la maggioranza PdL, il 4 Agosto, affinché venga accelerata la delibera che vieti su tutto il territorio comunale l’esercizio del mestiere girovago di lavavetri; poco prima della votazione l’opposizione di centro-sinistra aveva abbandonato l’aula, mentre il rappresentante della Sinistra Arcobaleno dava voto contrario, dimostrando ancora una volta il loro atteggiamento perbenista-tollerante, che li ha portati  a perdere le elezioni.

La realtà sulla situazione lavavetri è invece molto più grave di quanto si potesse pensare, soprattutto nel 2° municipio,  e se non interverranno immediatamente le Autorità preposte, è molto alto rischio che i cittadini si facciano giustizia da se, non potendo più sopportare l’arroganza e la violenza che gli automobilisti devono subire ad ogni incrocio semaforico, a maggior ragione nel caso vi siano delle donne sole al volante.

Oggi i residenti del quartiere Africano hanno chiesto l’intervento del consigliere Inches Massimo, PdL commissario nella Sicurezza, perché  in viale Somalia – piazza Gondar è tornato il lavavetri nello stesso luogo dove si era verificato il tentativo di stupro il giorno 13 Luglio ai danni di una giornalista Rai; il suo “collega” autore del crimine dovrebbe essere attualmente in carcere, mentre lui ha ripreso tranquillamente la sua attività illegale.

Questo giovane nomade ha sempre lavorato in questo incrocio, spesso accompagnato da una donna della stessa etnia, e si era già distinto per il comportamento risoluto ed arrogante nei confronti degli automobilisti; poi, dal giorno dell’arresto del tentato stupro era sparito, facendo perdere le sue tracce; evidentemente ha capito anche lui che dopo un po’ di tempo che si sono calmate le acqua, non cambia nulla e si può nella nostra Città riprendere a fare tutto come prima, come se nulla fosse stato.

La tecnica che  usa adesso è molto scaltra: il giovane mentre circolano i veicoli  si ferma al lato del marciapiede, tra le auto in sosta, per evitare di dare  nell’occhio, poi, appena scatta il rosso del semaforo, e si fermano gli automobilisti, si getta su di loro, scegliendo con cura le donne al volante, evidentemente prede più deboli per estorcere il denaro; anche davanti al loro rifiuto poggia ugualmente la spazzola nera e sudicia sui parabrezza, riuscendo sempre a ottenere del denaro.

Il consigliere Inches, divenuto oramai un riferimento per molti cittadini, constatava lo stesso atteggiamento prepotente anche da parte dei lavavetri che si trovano in via Nomentana – Via Asmara (due adulti e due minori nomadi) che lavorano indisturbati, nonostante il continuo passaggio sull’importante arteria di pattuglie in servizio delle Forze dell’Ordine e la presenza nelle immediate vicinanze dei militari a guardia delle ambasciate.

La situazione più grave esiste in piazza Fiume, dove una coppia di nomadi adulti comanda militarmente cinque – sei ragazzini divisi in due squadre: una impegnata come parcheggiatori e l’altra come lavavetri all’incrocio adiacente di via Salaria; l’uomo, sui 25 anni, di corporatura atletica, controlla tutto, addirittura in mia presenza aveva rimandato due ragazzini rom a pretendere una mancia da un automobilista, che si rifiutava di pagare in quanto era seduto nella propria auto, nel parcheggio adiacente ai taxi.  Qui gli automobilisti subiscono tre imposizioni di pagamento: dai lavavetri mentre sono fermi al semaforo, dal Comune per il tiket sulle striscie blu e dai nomadi cui vengono assaliti una volta parcheggiato.

Penso proprio che sia arrivato il momento di agire, per far rispettare proprio quella legalità in cui i cittadini romani hanno sperato, dando fiducia all’amministrazione di centro-destra. Io non mi fermerò, senza guardare in faccia nessuno, denunciando ogni forma di degrado e situazioni di pericolo per i miei concittadini.

Commenti

1. theDRaKKaR - settembre 10, 2009

Il “mestiere girovago di lavavetri” oltre ad essere intollerabile per una città che si voglia definire civile e una degradazione per le persone che lo praticano, è anche ingiusto perché non è apertamente praticabile da qualsiasi indigente, ma è regolato dalla primitiva “legge del più forte” che a suon di mazzate e minacce occupa i semafori considerati più “remunerativi” (
È una “regolamentazione”, questa, comune ai mestieri illeciti, di strada e non, che va a colpire difficilmente il cittadino italiano, ma frequentemente il cittadino straniero indigente (cfr. servizio di Le Iene sul “mestiere” di “servitore alla pompa self service” a Roma).
È quindi terribile che chi, come la Sinistra Arcobaleno, ripete in continuazione di essere dalla parte dei più deboli non capisca che i più deboli, nel racket del semaforo, come negli altri racket, sono tagliati fuori nel migliore dei casi, e nel peggiore taglieggiati e sfruttati da singoli e gruppi violenti, se non da vere e proprie organizzazioni criminali

Con buona pace di chi ha a cuore le sorti degli indigenti della città, evidentemente.

2. Nic - settembre 10, 2009

…e dopo Santori arrivò la stagione di Inches…e della guerra al II Municipio…

ricordo ai lor Signori che l’ItaGlia è governata da un Governo di Centro Destra, lo stesso che in qualche modo amministra Roma dal maggio 2008.
Essi (Governo e Amministrazione Capitolina) dispongono di una maggioranza in Parlamento e anche in Consiglio Comunale talmente vasta che potrebbero dichiarare anche guerra alla luna.
Cosa aspettano a fare leggi nelle quali credono così fermamente?
Ancora a sventolare la foglia di fico del buonismo della Sinistra?
Se volete legiferare avete i numeri, se vi manca il coraggio andatevene a casa!!!
Svegliatevi!!!!
(…finalmente spezzeremo le reni ai lavavetri…)

3. Kenpachi - settembre 10, 2009

Leggere anche qui:

http://www.romatoday.it/municipio/2-parioli/pinciano/banda-rom-taglieggiatori-semafori-e-parcheggi-a-piazza-fiume-e-rivolta.html

Forse non tutti hanno compreso che gli effetti del lassismo delle istituzioni vengono pagati soprattutto dalle fasce più deboli, ovvero una guerra tra poveri. Quindi ben venga il pugno duro contro zingari, lavavetri e compagnia.

Per quanto i nomadi, o decidono di vivere come tutte le persone civili oppure possono anche andarsene.

4. Nic - settembre 10, 2009

Ben venga il pugno duro… ma da parte di chi?
Dei Fascio-Bananas mezze seghe che ci governano e ci stanno relegando in un nuovo medio evo romano?
Ripeto il concetto se non fosse chiaro:
in Parlamento, con la maggiornaza a disposizione dei Bananas, per fare una legge ad hoc per risolvere questi pseudo-problemi, servirebbe un quarto d’ora (10 minuti per formularla e 5 per votarla).
Se dovete fare la voce grossa, fatela con chi avete votato…

5. Les - settembre 10, 2009

senti Nic, ma ti reputi serio, io nei blog cerco sempre di essere tranquillo ma tu non ti regoli proprio.
Ma quanti anni hai? Perché sembri un bimbo che fa i dispetti, qui nella rete dei blog antidegrado c’è gente di destra, centro, sinistra e apartitica.
Tutti condividono l’idea che qualcosa debba essere fatto per migliorare il decoro urbano – quindi l’aspetto della città – e migliorare la sicurezza in molti quartieri.

Ok, tutti qui lo sappiamo che la blogmaster è di centro-destra ma accoglie anche i pareri di chi non la pensa come lei e poi questo è un blog storico.
Io sono il primo a sentire entrambe le campane, quella di Degrado di Roma e quella di Degrado Esquilino.
Beh, entrambi fanno un gran bene alla città e io collaboro con “Riprendiamoci Roma” che cerca di lavorare con tutti, basta che abbiano un pensiero democratico.
Detto questo, per quanto pensi di fare ste battutine che non fanno ridere nessuno e- soprattutto – non sono per niente costruttive?

6. daniela - settembre 11, 2009

ragazzi credo sia il caso di abbassare i toni, anche se penso che Nic non abbia tutti i torti. rendiamo merito al consigliere Inches che si sta occupando della faccenda (ma d’altronde cos’altro dovrebbe fare un consigliere di municipio se non adoperarsi per risolvere i problemi del suo territorio?) ma, a mio avviso, non basta fotografare e “constatare l’atteggiamento prepotente dei lavavetri che si trovano in via Nomentana”, questo sappiamo farlo anche noi cittadini, forse un consigliere ha il potere di fare qualcosa di più…..visto che è di maggioranza……. visto che il Sindaco è del suo stesso schieramento (e quindi presumibilmente perseguono gli stessi obiettivi condividendo la stessa strategia per raggiungerli)….. visto che anche il Governo nazionale è dello schieramento e quindi se non bastasse un’ordinanza comunale……. al di là delle polemiche politiche comunque il problema è veramente serio e grave e non si risolve certo abbandonando le votazioni in aula come hanno fatto i rappresentanti del centro-sinistra….

7. theDRaKKaR - settembre 11, 2009

volete la rovina di Roma? dividetevi in fazioni politiche

volete vivere in una città più giusta, che funziona, senza ingiustizie? lasciate FUORI la politica

Rutelli->Veltroni->Alemanno: sindaci diversi, stessi problemi

e ancora volgiamo parlare di fazioni politiche? mah…

8. theDRaKKaR - settembre 11, 2009

@Les

io ho fatto l’intervento contro Sinistra Arcobaleno perché proprio non li capisco.. mentre in questa città i poveracci italiani e stranieri ONESTI affogano nella merda loro che fanno? si impuntano davanti ad una iniziativa per smantellare un racket! cioè pensano che così aiutano i poveracci.. mah

9. Nic - settembre 11, 2009

…Il Consiglio del 2° municipio ha votato con il parere favorevole di tutta la maggioranza PdL, il 4 Agosto, affinché venga accelerata la delibera che vieti su tutto il territorio comunale l’esercizio del mestiere girovago di lavavetri; poco prima della votazione l’opposizione di centro-sinistra aveva abbandonato l’aula, mentre il rappresentante della Sinistra Arcobaleno dava voto contrario, dimostrando ancora una volta il loro atteggiamento perbenista-tollerante, che li ha portati a perdere le elezioni…

Come puoi vedere (estratto al primo commento) non sono io che introduco l’argomento politica. E non vedo perchè altri ne possano parlare a piacimento e io no (con buona pace di Les)

10. degradodiroma - settembre 11, 2009

L’argomento “politico” non è del primo commento ma del post che ci racconta “dal di dentro” cosa è accaduto in un consiglio municipale del 2° municipio. Quando si fa cronaca, come in questo caso, è impossibile schivare questi argomenti e Massimo Inches è un Consigliere Municipale. Che poi questa cronaca non piaccia è un’altra cosa.

Laura

11. mezzaLuna - settembre 14, 2009

ben venga un provvedimento contro i lavavetri ma non credo che tra tutti i problemi di roma sia prioritario. Perchè nessuno alza la voce contro il “racket” dei posteggiatori abusivi a cui i cittadini non riescono a sottrarsi pena ritorsione contro la propria auto?

12. degradodiroma - settembre 14, 2009

La voce la alzano in molti …

Laura
—————————————–
“E’ nato un gruppo su Facebook che, nel richiedere espressamente ad Alemanno l’emanazione dell’ordinanza per ora soltanto annunciata per il mese di settembre, vuole svolgere un’attività di mappatura e di denuncia dei siti della città dove tale fenomeno si manifesta più marcatamente e nelle forme più opprimenti e, in tal senso, si pone l’ulteriore obiettivo (anche una volta emanata l’ordinanza) di continuare a segnalare le zone dove tale ordinanza non viene rispettata. Proprio il coordinamento di diversi consiglieri municipali fa si che le eventuali segnalazioni pervenute siano effettivamente formalizzate attraverso segnalazioni da inoltrare ai comandanti della polizia municipale dei municipi dove insiste il fenomeno segnalato e al gruppo Pronto Intervento Traffico della Polizia Municipale, diretto dal comandante Carlo Buttarelli, nonché alla Commissione Sicurezza del Campidoglio”, così ha dichiarato Augusto Santori, consigliere del Municipio XV e amministratore del gruppo.

“La lotta a questo fenomeno – prosegue la nota dei consiglieri municipali del PDL – unisce realmente romani di destra e di sinistra, senza alcuna differenziazione culturale. Gli abusivi si trovano indegnamente di fronte agli ospedali, ma anche allo stadio, nelle piazze del centro storico, nei luoghi di ritrovo per giovani, addirittura di fronte ai supermercati e ai cinema. Sono una forma di estorsione che colpisce in particolare le categorie più indifese: donne, anziani e chiunque voglia minimamente evitare grane a se stessi e alla propria automobile”.

“Esistono norme che già impediscono tale pratica ma a detta della Polizia Municipale non sono sufficienti e non garantiscono il risolutivo intervento contro tale illegalità. Per questo c’è bisogno di un’ordinanza ad hoc, che solo il Sindaco può emanare”, conclude la nota degli esponenti municipali.

Roma, 30 Agosto 2009

Dott. Augusto SANTORI
—————————————–

13. degradodiroma - ottobre 20, 2009

L’ordinanza è pronta ed entrerà in vigore dal 01/11/2009 … dal Corriere della Sera : Roma dice stop a lavavetri e mendicanti. Ma i servizi sociali aiuteranno i più deboli

Laura

14. degradodiroma - ottobre 21, 2009

Segnalo anche da AbitareaRoma.net il seguente articolo : Firmata in Campidoglio l’ordinanza contro i lavavetri

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: