jump to navigation

Promesse sulla mobilità settembre 7, 2009

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Trasporto urbano.
trackback

Un nuovo capolinea tramviario è invece stato inaugurato con un piccolo anticipo rispetto alla data di rilascio, e quindi a fine Luglio è stato smobilitato il cantiere che occupava un’area antistante la Stazione Termini per lasciare  spazio al  passaggio dei tram.

Stazione9

Poi sull’argomento “mobilità” propongo la lettura di questo gustoso elenco di promesse … anzi proclami … cui vale la pena di dare una sbirciata osservando poi che la riga posta alla data del 22/08/2007 ora dovrebbe essere aggiornata …😀

Elenco di opere promesse e mai realizzate dal 1°/1/2000 al 31/3/2008

Laura

Commenti

1. Degrado Esquilino - settembre 7, 2009

Il capolinea di Termini (leggere cartello di cantiere, pliz) doveva essere pronto a Maggio 2009, è stato inaugurato con un paio di mesi di ritardo sui 12 previsti. Un 15% di aumento dei tempi.

2. Nic - settembre 7, 2009

A regà, è ritornato il blogmaster… e vai con un’altra carrellata di Veltroni-notizie…

3. Romina - settembre 7, 2009

a regà, è ricominciata la stagione… e vai con un’altra carrellata dei soliti detrattori…

4. Riprendiamoci Roma - settembre 7, 2009

Molto bello questo intervento urbanistico, restituisce ordine alla zona ed è anche esteticamente gradevole. A questo punto spero in un prolungamento dell’8 fino a Termini, sarebbe una vera manna!

5. degradodiroma - settembre 7, 2009

@1 : Romanotizie .. (pliz ?!?)
————————————–

Se i cantieri avessero, anche fosse, due mesi di ritardo, io, ci metterei la firma !!! .. e voi ???

Laura

6. Gualtiero - settembre 8, 2009

“Scheda progetto “nuovo capolinea Termini”
Costo dell’Opera 6,2 milioni di euro (Iva inclusa)
Finanziamento 6,2 milioni di euro finanziati dal ministero
delle Infrastrutture tramite il Comune di
Roma che li ha conferiti ad Atac a cui vanno i miei complimenti.
Tempi lavori 12 mesi – partiti a luglio 2008
Progetto approvato N.11 del 27/12/2006
A firma del povero Walter.

7. monuska - settembre 8, 2009

Contentissima dell’opera anche se ancora non l’ho testata, unico appunto al sempre arretrato ATAC, incapace di gestire un rapporto trasparentee moderno con i clienti: una domenica sn capitata x caso all’ex capolinea del tram…la strada era chiusa, la prima fermata era, come scritto da un minuscolo pezzo di carta “temporaneamente chiusa”. Insomma ho girovagato disperata in cerca di un modo x rientrare a casa xkè nessuno si era premurato di indicare eventuali navette, capolinea sostitutivi, ecc.

Cmq ora spero che questo nuovo capolinea serva da incentivo al recupero del meraviglioso portico ormai da anni abbandonato al degrado: x 3 anni ogni mattina dovevo fare lo slalom tra immigrati che vendevano la loro chincaglieria, barboni accampati, sbandati che facevano la pipì dietro alle colonne!
Confido in qualche commerciante capace ed intelligente che voglia investire (come hanno fatto con quel bellissimo ed elegante bar aperto lo scorso anno) nella zona per sostituire quella cupa tabaccheria, il discutibile ufficio di cambio/internet point, la ridicola edicoletta arrugginita e il baracchino della lotteria.

Non voglio allargarmi pretendendo controlli maggiori nel kebabbaro e pizzeria nella traversa frequentato da gente poco raccomandabile, nè richiedendo a gran voce il divieto di sosta/fermata davanti all’ingresso della stazione perchè contro gli automobilisti e gli immigrati pare non si possa nulla, ma cmq sotto sotto lo spero…

8. daniela - settembre 8, 2009

Io dico che invece di stare a discutere se il merito va a Veltroni che ha approvato il progetto o Alemanno che l’ha avviato e ha vigilato sull’andamento del cantiere, se i lavori sono finiti 2 mesi prima o dopo rispetto al programma (e per fortuna che parliamo di 2 mesi, in genere i lavori finiscono con BEN ALTRI ritardi!!!!), dobbiamo gioire del fatto che quest’opera è stata realizzata, è utile, restituisce ordine alla zona. PUNTO. Se tutti fossimo un pò meno “di parte” e puntassimo tutti INSIEME DALLA STESSA PARTE ad ottenere il bene di ROMA?

9. Gualtiero - settembre 8, 2009

Nessuno ha detto niente di tutto ciò.

10. daniela - settembre 8, 2009

Il mio commento non era riferito a te Gualtiero…

11. Gualtiero - settembre 8, 2009

Pace fatta

12. Degrado Esquilino - settembre 8, 2009

E’ incredibile come per magnificare la presente amministrazione (che avrebbe concluso i lavori in anticipo, non si sa però in anticipo rispetto a che cosa), la blogger qui -alla disperata ricerca ogni giorno di una buona notizia in una città che sta affondando ancor più giù di quanto non l’avesse affondata la sinistra- si sia perduta l’occasione di attaccare la precedente giunta.
Infatti il progetto è solo in parte accettabile (riduce i tempi di scambio tra tram e treno e metro), visto che obbliga i convogli a passare dalla iper-intasata via Cavour. Insomma i tram, una volta partiti da Piazza dei Cinquecento, svoltano per via Cavour e li -non essendo stata prevista da Atac e Comune una corsia preferenziale- si intasano per lunghissimi minuti…
Una vera genialata che un sito antiveltroniano avrebbe dovuto segnalare. E invece la notizia più pregnante, a quanto pare, era il cantiere chiuso in tempo, anzi no prima del tempo, anzi no con poco ritardo. Ma lei ci metterebbe la firma. E anche noi, per carità, mapperò perché scrivere che era in anticipo?

13. Nic - settembre 8, 2009

Ma chissà com’è che i post contrassegnati dal TAG “Buone Notizie” iniziano dal luglio 2008…

14. degradodiroma - settembre 8, 2009

@12. Per giudicare i benefici o no di questo capolinea ci sarà tempo, e chi ha voluto criticarlo in anticipo lo ha già fatto nelle sedi opportune, ma, come ben spiegato quì, la riorganizzazione della viabilità deve attendere.

@13. A parte il fatto che questo post non è agganciato al tag “Buone notizie” .. leggendo questo vi troverai che la speranza di scrivere su “cose buone e belle” c’era .. e c’è sempre stata …
In passato avrei tanto voluto tagliare il nastro sui cantieri di seguito descritti … peccato che forse solo i miei nipoti potranno farne l’inaugurazione …

Sospesi sul Tevere : arriva a Roma la cabinovia.
I lavori inizieranno entro la prima metà del 2008 e dureranno 12 mesi. E quindi vi ricordate la Cabinovia sul Tevere ?

e il Deposito Stefer di Via Appia, forse questa immagine sintetizza meglio quello di cui sto parlando.

ma chissà perchè i tuoi commenti, tutti dello stesso stampo, iniziano solo dal 02/12/2008 ?

Laura

15. Riprendiamoci Roma - settembre 8, 2009

Il secondo mandato di W si è interrotto prematuramente a seguito dell’intenzione di W di candidarsi a pres. del cons. Logico che molte opere siano rimaste incompiute. In nessun caso le opere proposte vengono integralmente realizzate, alcune non vengono neanche approvate o finanziate. W ha avuto un’ottima media di realizzazioni, al contrario, finora, del suo successore.

E’ vero che Via Cavour è sovraffollata, ma non in tutte le ore del giorno. Comunque una corsia preferenziale avrebbe fatto comodo.

Forse Degrado Esquilino gradiva di più il blog pungente di qualche anno fa (che pure colpiva W), piuttosto che i post, a volte indulgenti, di questo nuovo corso. Ho l’impressione, ma magari mi sbaglio, che a DE interessi Roma, non le markette politiche, e che gradisca di più, di conseguenza, un blog di denuncia piuttosto che un blog compiacente.

16. Riprendiamoci Roma - settembre 8, 2009

Comunque i reportage e le foto sono ottimi, come sempre.

17. Les - settembre 8, 2009

la mia impressione dalla foto?
Banchina che si frantumerà in pochi giorni, barriere di ferro che si staccheranno, pensiline che saranno ridotte a pezzi in 2 mesi massimo.
E visto che siamo in argomento:
sono contrario al prolungamento dell’8 fino a Termini.
Perché temo lavori di scarsa qualità e i cavi terribili che ritorneranno su Via Nazionale.
E ditemi che erano belli, i cavi che c’erano prima!
No, erano orribili!!!
Ora da Piazza Repubblica vedi il Vittoriano, una vista splendida da non deturpare.
Stessa cosa per la bellissima rotonda di Via V Novembre.
E poi niente diminuzione di traffico ma auto dirottate nelle corsie laterali.
E se tolgono gli altri mezzi a Via Nazionale si rischiano attese infernali e capannelli di gente in attesa alle fermate.

Diciamola così: in un’altra nazione, con altre ditte e con l’alimentazione a terra, io sarei d’accordo per l’8 a Termini.
Ma qui a Roma mi vengono i brividi a pensare che scempio potrebbero combinare.

18. Riprendiamoci Roma - settembre 9, 2009

Ma un tram che congiunga Termini, Piazza Venezia, i Lungotevere e Viale Trastevere, con una frequenza media di passaggi di 5 minuti, sraebbe una cosa eccellente. Poi il problema dei cavi può essere superato mettendo dei sensori sui binari, anche se servirebbero lavori su tutta la tratta dlel’8.

19. fabio maximo - settembre 9, 2009

“Il secondo mandato di W si è interrotto prematuramente a seguito dell’intenzione di W di candidarsi a pres. del cons. Logico che molte opere siano rimaste incompiute”

In realtà se Veltroni avesse avuto un pò di buon senso si sarabbe dovuto dimettere un anno in anticipo , quando decise di prendere il comando, la direzione del neonato partito democratico… ma interessi personali gli hanno fatto prendere la sciagurata decisione di rimanere e fare nulla (lo stesso parcheggio del pincio…se lo faceva ci evitava di leggere le sue letterine al corriere ).

20. Nic - settembre 9, 2009

e aridaje co’ Veltroni….
…cortine fumoggggene….

21. Riprendiamoci Roma - settembre 9, 2009

Io mi aspetto da Alemanno il completamento del sottopassino, l’interramento della Colombo e la pedonalizzazione dell’EUR, il nuovo waterfront di Ostia. Finora sono tre promesse, spero arrivi presto un progetto e che sia approvato in tempi rapidi.

22. fabio maximo - settembre 9, 2009

L’interramento della colombo , da quanto ho capito, è collegato al gran premio a Roma…bisogna vedere in quanti gli metteranno i bastoni tra le ruote (e lo stanno già facendo, lega e pd in prima fila).

23. degradodiroma - settembre 9, 2009

@15. Dici … “Ho l’impressione, ma magari mi sbaglio, che a DE interessi Roma, non le markette politiche, e che gradisca di più, di conseguenza, un blog di denuncia piuttosto che un blog compiacente”

… l’argomento DE non mi interessa ma per dovere di cronaca va fatto questo appunto : c’è chi parla e c’è chi fa … politica, e alle ultime elezioni amministrative IO non mi sono presentata mentre DE, SI.

Laura

24. Riprendiamoci Roma - settembre 9, 2009

Ma DE si è candidato con una lista civica, quindi al di fuori dei partiti.

25. monuska - settembre 10, 2009

Oggi ho effettuato un “sopralluogo” al luogo “incriminato” e da decennale utente del tram, mi sento di fare degli appunti:
Aspetti positivi:
il capolinea è bello, largo, arioso, con 2 banchine alte, pensiline con diversi posti a sedere, macchinetta emettitrice di biglietti, indicazioni sul percorso, vicinissima alla stazione (ci evita di doverci intrufolare in stradine buie e mal frequentate) e alla metro, ecc.

Aspetti negativi:
come è buona norma x la politica sensazionalistica degli ultimi tempi, i lavori ultimati sono solo quelli più visibili, mentre nelle retrovie i lavori di rifacimento della linea tramviaria sono completamente in alto mare (a via amendola, via manin stanno ancora trivellando, quindi la deviazione del percorso è luuungi dalla sua realizzazione).

Questa città sembra avere una feroce idiosincrasia verso le transenne (alemanno dixit :”siamo contro la politica dei divieti!”), ovvero alla curva dove il tram deve immettersi nel capolinea (ma anche davanti al portico e all’uscita della metro) non ci sono transenne, la viuzza è stata interamente trasformata in spazio pedonale (forse x non infastidire i kebabbari chiedendo di togliere le sedie sul marciapiede), concededendo a pedoni e motociclisti l’attraversamento selvaggio dei binari (attendo il primo morto e soprattutto il blocco delle corse!).

Le pensiline, belle ma nere (quando in tutta Roma sn bianche, mah!) sn già ricoperte di tag e non hanno incorporato il display indicante la frequenza dei mezzi (come esiste all’estero, ma qui a quanto pare non vale x i tram!)

Su Via Cavour non esiste alcuna segnalazione della presenza o dell’arrivo del tram, quindi, visto che i mezzi sbucheranno all’improvviso dalla curva….attendo il secondo morto!

Una domanda: come trasformeranno Via Amendola? Spero non lascino quell’insulso senso di marcia delle macchine, perchè anche lì ci saranno begli incidenti tra tram che svoltano e macchine che si intrufolano!

26. degradodiroma - settembre 10, 2009

dal sito ATAC

30 Luglio 2009 – ore: 11:01

Nuovo capolinea tranviario
A due passi dalla stazione Termini, dalla metropolitana e dal capolinea dei bus di piazza dei Cinquecento

Con la realizzazione delle banchine di fermata e del binario provvisorio per l´avvio della prima fase di esercizio, ha aperto i battenti il nuovo capolinea tranviario di via Giolitti, dove d´ora in poi potranno attestarsi anche i jumbotram da 31 e 33 metri (serie Roma 1 e Roma 2), climatizzati e molto più capienti degli attuali, con una capacità di trasporto di circa 250 passeggeri a corsa, aumentando quindi l´offerta di posti. I lavori, iniziati nel luglio del 2008, hanno richiesto 6,2 milioni di euro di investimenti, finanziati dal ministero delle Infrastrutture tramite il Comune di Roma che li ha conferiti ad Atac. Il completamento complessivo dell´opera, compresa la riqualificazione urbanistica dell´area, terminerà a fine anno. La scelta della consegna immediata del capolinea è stata dettata dalla possibilità di migliorare subito il servizio tranviario delle linee senza attendere la fine dei lavori di recupero urbanistico della zona.
Le caratteristiche del progetto, le ricadute sull’assetto urbanistico.
Il progetto, voluto dal Campidoglio e affidato ad Atac, è inserito nel quadro più ampio di ammodernamento della rete tranviaria in atto a Roma. Il nuovo capolinea di via Giolitti, è strategico per l´utenza: garantisce lo scambio tra metropolitane, tram, bus e treni regionali. Inoltre, l´intervento è perfettamente compatibile con l´eventuale prolungamento del tram Otto da largo Argentina a stazione Termini.
I nuovi binari sono in materiali fono-assorbenti e anti-vibrazioni.
Altri vantaggi, la valorizzazione urbanistica dell´area e il decongestionamento del traffico, in particolare su Via Gioberti.
La riqualificazione urbanistica interesserà: via Giolitti, parte di via Cavour, via Farini, via Manin, via Amendola, via Principe Amedeo. Gli interventi, ancora in corso e che termineranno a fine 2009, prevedono il rifacimento del manto stradale e i marciapiede, degli attraversamenti pedonali e la riorganizzazione della viabilità riservandola al solo traffico locale. L´opera eliminerà, quindi, tutti i problemi per viabilità ed esercizio tranviario che inevitabilmente causava il vecchio attestamento provvisorio di via Amendola.
Fondamentali gli aspetti della sicurezza, per gli utenti in generale e dell´accessibilità per i diversamente abili, di fermate e viabilità.
Gli incroci stradali e le banchine di fermata del capolinea e di via Farini, comprensive di pensiline, sono dotate di scivoli e rampe per i diversamente abili.
A protezione degli utenti in attesa del tram una ringhiera del tipo classico, cosiddetto “a Croce di Sant´Andrea”.
Due fasi per il percorso dei tram.
L´attuazione del percorso provvisorio e l´inserimento in linea dei jumbo tram avverranno immediatamente.
In questa prima fase le vetture seguiranno un itinerario leggermente diverso da quello definitivo.
Prima fase:
I tram, infatti, percorreranno sempre via Napoleone III, via Gioberti e via Amendola, proseguiranno per via Manin con svolta in direzione Termini anziché Farini, si fermeranno al nuovo capolinea e da lì ripartiranno effettuando una svolta a sinistra su via Cavour per riprendere via Farini, dove effettueranno ancora una fermata e proseguendo per via Napoleone III.
Seconda fase:
Il percorso definitivo invece, sarà il seguente: via Napoleone III, via Farini, via Manin direzione piazza dei Cinquecento, via Giolitti (nuovo capolinea) e da lì svolta per via Cavour, via Farini e via Napoleone III.
Via Amendola, via Principe Amedeo, via Cavour e via Farini: questa la viabilità per 4 mesi.
Anche sul fronte viabilità saranno due le fasi, una provvisoria, che parte oggi e che proseguirà fino a novembre prossimo e la seconda, a fine lavori, quando verrà riorganizzata tutta la viabilità dell´area.
Sino a novembre:
– i veicoli privati non potranno accedere da Via Gioberti a via Amendola per la chiusura di quest´ultima (passa solo il tram ed è permesso solo il carico e lo scarico merci per le attività e l´albergo);
– Via Principe Amedeo resta invariata a senso unico;
– via Cavour resta invariata a doppio senso con svolta a sinistra su Via Farini;
– via Farini a doppio senso di marcia ma solo tra Via Manin e Via Cavour (non si può accedere da Via Napoleone III)
Presumibilmente nei primi giorni di agosto verrà interdetto l´ingresso di Via Amendola da Cavour, per i lavori su Via Manin.

Laura

27. monuska - settembre 11, 2009

Grazie delle precisazioni, ma per quando è previsto l’inserimento dei jumbo tram? Perchè ne ho sentito parlare tantissimo, ma ad oggi se ne vedono solo un paio circolare su questo percorso e su quello del 19 e sn tutti mezzi “vecchi”.
Dimenticavo un’altra cosa, anche se ha a che fare con il nuovo assetto del capolinea solo in parte: c’è una speranza che venga tolta quell’inutile e brutta edicola che ostruisce il passaggio e lo stazionamento pedonale all’angolo con Via Cavour?


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: