jump to navigation

Taxi luglio 15, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Daniele

taxi

Ho visto in giro per le strade di roma, un taxi con questa scritta sul lunotto. Vorrei tanto sapere cos’hanno nella testa i nostri “amati” tassinari. Per chi tifano e per chi stanno. Io sto per la legalità, (e definire poi alemanno il sindaco della legalità mi viene da ridere) e cioè per la sicurezza delle tariffe, che siano quelle giuste, e per la tranquillità di chi viene trasportato (è di pochi gironi fa la notizia di un tassista sotto cocaina). Loro si chiedono al fianco di chi stia il sindaco, e francamente me lo chiedo anche io. Spero che questa classe o lobby assolutamente potente e intoccabile che gira tranquilla per le strade di Roma, venga messa sotto torchio e le venga posto un freno, visto che ce nè assolutamente bisogno.

da degradodiroma : io invece mi trovo daccordo sul tema “Alemanno sindaco della legalità”, .. se non altro è il primo che ci sta provando, e sta affrontando la questione ..

Commenti

1. Les - luglio 15, 2009

ma ho capito bene, cioè, tu hai visto questo taxi OGGI per le strade di Roma?
(non sotto elezioni?)

2. monuska - luglio 15, 2009

Lo so non c’entra niente con questo discorso, ma volevo comunicarvi una splendida novità:
ieri sono stata al policlinico dove ho notato chee il sindaco ha rimosso i parchimetri per sostituirli con una sosta con disco (3 ore).
All’inizio ho pensato, bella iniziativa, perchè è scorretto lucrare sulla malattia delle persone, poi però ho realizzato che l’onestà e la civiltà in questa città/paese sono un’utopia irrealizzabile: la gente usciva ed entrava dai padiglioni per andare a cambiare l’orario del disco. CHE SCHIFO!

3. daniele - luglio 15, 2009

no les, il taxi l’ho visto due settimane fa. E sono veramente confuso, non capisco questa gente che ha per la testa.
Poi soprattutto non ho capito la seconda frase “lui al fianco di chi”. Che vuol dire? Ma per restare in tema ho trovato questo blog interessante http://tassistiladri.blogspot.com/. Il nome è una garanzia…
Per quanto riguarda la tua opinione Laura, io la rispetto in pieno, ma secondo me questo problema si deve risolvere totalmente, e non facendo multe qui o la a qualche tassista che viene beccato con il “sorcio in bocca”, e cioè mentre modifica le tariffe. Devono essere tolte le licenze a tutti coloro che lucrano. Ricordiamoci che nella maggior parte dei casi il taxi è il primo biglietto da visita del turista, e si fa subito un’idea della città attraverso loro.

4. Marco - luglio 15, 2009

Ma chi se ne frega se i tassinari tifano Alemanno o chi gli pare! Non avete altro a cui pensare?

5. Rafhangel - luglio 16, 2009

E bravo Daniele, finalmente uno che dice quello che pensa su questa potentissima lobby !
Suppongo che tu sia un abituale usufruitore di questo servizio, per poterti permettere di chiedere di mettere sotto torchio questa categoria…
E’ vero che alcuni non rispettano le tariffe e speculano sul turismo, ma credo sia un fenomeno piuttosto diffuso in città…
Ristoranti, locali notturni, alberghi, ambulanti vari, sguazzano alla sola idea di approfittarsi del turista, e non sono certo da meno come biglietto da visita, dei tassisti.
Inquadriamo dunque il problema in una visione a 360 gradi, e si mettano ” sotto torchio ” tutti coloro che danno una negativa immagine della città.
Il tassista del quale parli ha dichiarato di essersi fatto un tiro di coca prima del servizio, ma 1 su 7500 non è una grossa percentuale.
Infine, volevo dirti che in tutte le categorie ci sono persone che assumono sostanze stupefacenti, a cui necessitano dei seri controlli poichè le responsabilità che hanno sono anche maggiori di quelle dei tassisti, parlamentari, politici, magistrati, chirurghi, dentisti, operatori sanitari, conducenti di ambulanze, di pubblica sicurezza, piloti di aerei e imbarcazioni, tanto per dirne qualcuno…
Cerchiamo allora di vedere esattamente in quale tipo di sistema viviamo, e chiediamo che tutti si assumano le loro responsabilità.
I controlli anti droga e alcool test devono essere effettuati su tutti, indistintamente, poichè solo così potremo avere l’ occasione di farci una… grossa risata !!!

6. monuska - luglio 16, 2009

Peccato che i tassisti e tutti gli operatori turistici menzionati (il fatto che tutti si comportino in maniera criminiosa non va a loro discolpa, anzi!) stiano contribuendo, assieme al degrado dilagante e all’incapacità degli operatori di offrire servizi di qualità, alla dimunuizione sostanziale del flusso turistico.
Solo che questa gente è ancora così arretrata ed ottusa da non capire che fregare il prossimo alla lunga gli si ritorce contro, perchè se oggi con i blog ci si condividono esperienze ed opinioni, la gente si stufa e snobba Roma.
E della riduzione dei turisti chi ci rimette se non gli stessi tassisti e compagnia lucrante?

7. daniele - luglio 16, 2009

caro Rafhangel, la percentuale che hai detto di 1 su 7500 mi sembra campata in aria! è stato trovato uno sotto effetto di cocaina perche uno ne hanno controllato. Pensi che sia il solo? nei controlli successivi hanno trovato anche tassiti ubriachi, percio sono mooooolti di piu i tassisti farabutti, anche se considero quelli onesti ancora la maggioranza. E poi ci sono altri fattori da considerare, mica solo la droga. Anche le ricevute non emesse, le tariffe “a piacere” ecc.. Il fatto poi che ci siano altre categorie che rubano o fanno di peggio, hai ragione te. Ma cominciamo a colpirne una di categoria e diamo un monito serio alla gente, e vedrai che le cose cambieranno

8. Les - luglio 16, 2009

ecco, Daniele, allora non capisco.
Ma com’è possibile che i tassisti di una moderna città vadano in giro con proclami politici sul lunotto?
Ultimamente ho incontrato tassisti per bene, e questo mi fa piacere visto che ce ne sono tanti che sono insopportabili per non dire peggio!
La cosa che trovo più stupefacente è l’atteggiamento e i discorsi di una parte della lobby tassistica.
Nonostante abbiano un buon lavoro, quando li senti parlare sembrano perseguitati politici, usano frasi violente, parlano dei politici come una frangia dell’estrema destra.
Devo dire che quando ho letto dei controlli della polizia, tutto si è fatto più chiaro.

9. daniele - luglio 16, 2009
10. Lorenzo - luglio 16, 2009

E chi dovrebbe metterglielo il freno, il sindaco tassinaro?

11. Rafhangel - luglio 17, 2009

Sono casi limite Daniele, che vanno risolti a monte applicando dei criteri più severi e selettivi per ottenere l’ iscrizione al ruolo e la licenza.
Il comandante dei vigili Buttarelli, mi pare, è già diverso tempo che sta svolgendo massicci controlli sui tassisti e ncc, alcoltest e antidroga.
Lo stesso ha dichiarato che sembrerebbe una piccola percentuale , quella dei tassisti drogati o ” ubriachi ”.
Sono, ti tipeto quelle percentuali che puoi trovare in qualsiasi tipo di lavoro, il tuo compreso.
Per il fatto che molti altri lo fanno, non è certo una giustificazione per chi lo fa, ma un puro fatto statistico che vuole sottolineare che il problema è molto più ampio di quello che si pensi.
Un saluto.

12. Marco - luglio 18, 2009

Ma e’ legale quella scritta sul lunotto posteriore? Non limita la visuale?

13. Andrea Santosuosso - luglio 18, 2009

In ogni caso credo trattasi di pura schizofrenia post elettorale, visto che i tassisti hanno appoggiato in pieno la campagna elettorale e hanno fatto caroselli in Campidoglio la sera della vittoria…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: