jump to navigation

Piccolo stop luglio 5, 2009

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Mafalda
Una piccola e breve pausa .. il blog riapre il giorno 14/07/2009.

Laura

Commenti

1. nicoletta - luglio 6, 2009

Laura, buone vacanze!!!😀

2. Armando - luglio 7, 2009

Buon riposo e buone vacanze! 🙂

3. daniele - luglio 8, 2009

tutti al mare….tutti al mare…. ciaooo

4. Les - luglio 9, 2009

mi permetto di avviare il thread “Speranze per l’autunno”.
—————–
Speriamo che con settembre arrivino le dichiarazioni e le azioni concrete contro il degrado, Roma è a pezzi nella sua stagione turistica!
Le cose le conosciamo: niente è tenuto bene, marciapiedi sconnessi, erbacce lungo gli stessi, le famose “aiuole” negli spartitraffico che era meglio se ci mettevano l’asfalto visto che di piante non vi è l’ombra.
Giardini pubblici ridotti in una maniera irrealistica ma purtroppo reale, per la nostra città: erba secca, immondizia per terra, arredo e muri coperti di scritte, i cestini pieni o rotti.

Metropolitana da terzo mondo, piena che rimane la gente sulla banchina con gli occhi sgranati a vedere le persone stipate in quei carri bestiame.

Le scritte sui muri stanno sempre lì, anzi aumentano ogni giorno, il clima è veramente surreale con i palazzi di una città storica ridotti alla rovina da incomprensibili firme e graffiti di bassa lega.
Io lo dico sempre: guardate, la prima cosa che vedono gli stranieri sono le scritte sui muri.
Ma ci decidiamo a cancellarle o no?

La brutta sensazione è che non c’è scampo, non un palazzo, non una strada, non un giardino è al riparo dell’inciviltà dei nostri concittadini.

Il centro non vi rassicurerà, anzi.
Se passate nelle zone centrali proverete rabbia e sconforto perché non cambia niente rispetto agli altri “sfortunati” quartieri della nostra città.
Anche al centro ci sono le affissioni abusive sui muri e sui pali, anche in centro ci sono i muri imbrattati, anche in centro ci sono i cestini stracolmi.
In centro ci sono le strade sconnesse e i cartelli stradali storti e con gli adesivi sopra.
Trastevere è un insulto a come dovrebbe essere tenuto un quartiere tipico e la movida non è una scusa, anzi.
Più movida c’è, più attenzione degli abitanti e del Comune ci deve essere per mantenere pulito e gradevole il quartiere.
State sicuri che se gli stranieri vedono che il quartiere è ben presentato, non gli verrà in mente si lasciare le firme sui muri o gettare le cartacce per terra.

Un’annotazione: è così difficile, cari romani, capire che i vasi ornamentali sono una cosa che serve per abbellire l’aspetto delle strade e non delle pattumiere dove gettare di tutto?

Gli edifici scolastici, che dovrebbero essere esempio di educazione civica, sono invece tra i più brutti in circolazione, con scritte sui muri, manifesti abusivi e le bandiere mai visibili, arrotolate su sé stesse, il più delle volte ridotte a un vecchio straccio incolore e sfilacciato.
Questo l’esempio di amore per la Patria che diamo.
E gli stranieri lo vedono, eccome se lo vedono.

Riassunto: il paese detentore dei maggiori tesori artistici e storici del mondo e simbolo di eleganza nel vestire, si presenta agli occhi dei turisti e dei diplomatici stranieri come un paese incivile, maleducato, ignorante, un paese che non rispetta sé stesso e la sua vocazione turistica, una nazione senza amor proprio.
E’ PER IL DEGRADO URBANO DELLE NOSTRE CITTA’ D’ARTE CHE NON VENIAMO RISPETTATI ALL’ESTERO.
Ma i giornalisti e gli intellettuali di casa nostra non lo capiscono.
Voglio dirlo agli antipatizzanti di Berlusconi: per quanto imbarazzanti siano le sue gaffe, la vera immagine della nazione la diamo con il rispetto delle nostre città.
Ma come fate a non capirlo, cari intellettuali, cari giornalisti?
Non dico che dovete diventare berlusconiani, anzi continuate a fare opposizione e lobbying contro il Cavaliere, ma non fate credere agli italiani che il solo, unico problema dell’immagine dell’Italia sia Berlusconi.
Perché non è vero.
Gli stranieri si fanno un’idea del nostro paese quando vengono da noi per lavoro o vacanza.
E quello che vedono gli stranieri una volta arrivati qui è un paese pieno di straordinarie ricchezze paesaggistiche e artistiche ridotto a immensa periferia di quart’ordine, con graffiti su ogni superficie disponibile, immondizia ovunque, monumenti non valorizzati.
Insomma diamo l’idea di persone ignoranti, senza amor proprio e amor di patria.
E’ per questo che ci guardano con sufficienza e sussiego la maggior parte degli stranieri, non per le vicende di politica interna.
Quando i politici, i giornalisti, gli intellettuali capiranno questa realtà saremo già a un buon punto nella lotta al degrado urbano.

5. Armando - luglio 10, 2009

Pienamente d’accordo…..Les sono stato a San Lorenzo un quartiere ridotto a pattumiera a cielo aperto, scritte e manifesti sui muri da tutte le parti.

Una città da quinto mondo….. indescrivibile.

6. monuska - luglio 10, 2009

Scusate l’OT, ma qualcuno di voi nsa darmi un indirizzo o link o qualche altro riferimento della società immobiliare parkers’ group.
Hanno aperto 2 settimane fa una filiale e già hanno tappezzato il quartiere di loro annunci.
A chi diamine posso rivolgermi? grrrrrrrrrrr

7. Les - luglio 11, 2009

notizia:
Michele Serra parla male dei graffiti nella Repubblica di due giorni fa!
Un piccolo miracolo.
Che sia un segno che gli intellettuali (specie di sinistra) si stanno accorgendo finalmente del degrado urbano?
Magari, spero proprio di si!

8. degradodiroma - luglio 11, 2009

Per Monuska : In internet se cerchi Parkers’ group rispondono diverse immobiliari, sta a te ritrovare tramite il logo, quella cui fai riferimento.

Per Les : Mi sembra che sia “gli intellettuali” di sinistra che la “Repubblica” (sempre di sinistra), si siano svegliati da circa 1 anno da quel torpore durato 15 anni.

Certo meglio tardi che mai.

Laura

9. Les - luglio 12, 2009

Ecco, adesso tocca agli intellettuali di destra…

10. Armando - luglio 12, 2009

E’ ora che “tutti” si rendano conto del degrado che regna purtroppo ancora sovrano in questa città.

Per quanto mi riguarda se venisse un marziano come sindaco e facesse un buon lavoro andrebbe benissimo!

11. monuska - luglio 12, 2009

Grazie Laura del suggerimento, ma non trovo niente ugualomente😦
Purtroppo questa pare una ditta così retrograda da non avere neanche un sito internet!
Cmq ora manderò segnalazione a qualcuno della circoscrizione per quanto ci creda poco….
Nel frattempo si sono aggiunte altre agenzie e privati pecoroni, che appena vedono uno “spavaldo” attacchino gli si accodano.
E’ il caso di http://www.bottiglieriimmobiliare.it/ che ha messo quegli odiosi cartelli plastificati su ogni palo del quartiere ma anche dei prmotori di eventi ostia antica, ecc.
Che ne dite, sarebbe possibile se ognuno di noi postasse le società zozzone e tutti noi massiccciamente inviassimo mail di protesta minacciandoli di fare loro pubblicità negativa qualora non assumessero un atteggiamento più rispettoso?
Penso che ricevendo decine di mail di gente arrabbiata forse capirebbero.
Dite che si possa fare?
Se avete segnalazioni fatemi sapere…

12. degradodiroma - luglio 12, 2009

Per Les : “Ecco, adesso tocca agli intellettuali di destra…”
🙂😀 8)

.. ah ! ma allora esistono !!!😉

Laura

13. monuska - luglio 13, 2009
14. Riprendiamoci Roma - luglio 13, 2009

LAURA! Mi servirebbe sapere come fare a postare foto in forma di slideshow. Precisamente, non so dove copiare il codice html. Sapresti darmi qualche delucidazione? Grazie!

15. manuele - luglio 13, 2009

Parole SANTE Les !
la penso esattamente come te !

16. degradodiroma - luglio 13, 2009

Per RiprendiamociRoma : c’è posta per te ..

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: