jump to navigation

Capolavori artistici in solitudine maggio 29, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Francesca Tiberti

Qualche settimana fa, per motivi di lavoro, ero al centro della nostra ex splendida città; io che sono nata a Piazza della Consolazione e vissuta fra le vie del quartiere San Paolo ,ormai da anni ho scelto di vivere lontano dal centro perché ogni volta che ci torno ho una fitta al cuore nel vederla ridotta il mondezzaio che è oggi, così lontana dai miei ricordi di ragazzina.

rome_pictures_skelEro appunto a Piazza del Popolo e un pomeriggio entro in una delle più belle Chiese del mondo la basilica di Santa Maria del Popolo per ammirare il museo artistico che raccoglie (due splendidi capolavori di Caravaggio nonché diversi affreschi di Pinturicchio, di Annibale Carracci e di Sebastiano del Piombo e molto altro). Insomma entro e scopro che all’interno non c’è nessuno, ma proprio nessuno a limitare il flusso dei turisti o a controllare le tante opere lasciate completamente in solitudine, unica accortezza una targa davanti agli affreschi di Caravaggio che recita NO FLASH, ovviamente tutti hanno fotografato non curanti del timido avviso, i turisti potevano fare qualsiasi cosa come imbrattare le opere e nessuno se ne sarebbe accorto. Per concludere esco dalla chiesa per ammirarla dal di fuori e sul tetto svetta una bellissima pianta orticante in fiore ,visto il periodo!! Che dire: sono tornata a casa depressa.

da degradodiroma : una lettura di approfondimento da RomaViva – Chiesa di Santa Maria del Popolo

Commenti

1. Andrea Rossi - maggio 29, 2009

Roma dispone di una quantita’ enorme di monumenti, chiese ed opere d’arte, la tua preoccupazione la capisco e la condivido tuttavia credo che sia pressoche’ impossibile sorvegliare tutte le chiese ed i monumenti di Roma, ci vorrebbe un esercito.

Certamente si deve comunque fare di tutto pe reivtare che dei pazzi distruggano o danneggino opere d’arte di primaria importanza, si deve evitare cio’ che successe negli anni ’70 quando un pazzo danneggio’ gravemente la Pieta’ di Michelangelo.

2. Audrey - giugno 1, 2009

e come mai nelle altre capitali europee le opere d’arte sono sorvegliatissime (senza l’intervento dell’esercito) e sono anche a pagamento? potrebbe essere un esempio da seguire……il nostro patrimonio artistico è l’unica ricchezza concreta di cui disponiamo. Mi rendo perfettamente conto che sembra un problema secondario rispetto ad altri segnalati su questo sito ma grazie al loro recupero potremo investire in opere di altro genere per la nostra città!!

3. Andrea Rossi - giugno 4, 2009

Roma non e’ pero’ paragonabile alle altre citta’ europee in quanto a monumenti, il numero di monumenti e chiese romane meritevoli di attenzione supera di gran lunga il numero di chiese e monumenti di qualsiasi citta’ europea, cio’ non toglie che sia auspicabile una maggiore sorveglianza.

E’ vero che in molte citta’ europea ti fanno pagare per entrare nelle chiese (ma anche in alcune citta’ europee), ma io sinceramente la trovo una pratica assolutamente sbagliata, mercificare persino la spiritualita’ e’ troppo.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: