jump to navigation

Fermali con una foto maggio 11, 2009

Posted by degradodiroma in Elezioni / Affissioni, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Gabriele Mezzetti (Radio Radicale)

In un servizio mandato in onda da Le Iene, si sente dalla viva voce del rappresentante della maggiore agenzia di affissioni di Milano come vengono gestite le campagne elettorali sulle strade della Capitale.

«Il mio consiglio spassionato da tecnico è andare in abusiva, solo in abusiva!»
«Il Comune non riesce a starci dietro. Chiude un occhio. Poi magari te li coprono, però dopo 4-5 giorni. Il Comune lo sa che siamo noi a devastare la città».
«Noi prendiamo multe per 58mila euro – prosegue l’intervista delle Iene – ma paghiamo 1.000 euro ed è finito. Nessuno ha mai pagato una multa da quel punto di vista lì. Aspettano tutti i condoni. Invece quest’anno non devi nemmeno aspettarlo, perché c’è già».
«Giro tutta la notte per controllare che non ci siano sovrapposizioni delle squadre e per risolvere, eventualmente, controversie sul territorio. Come vedi ho una pistola a portata di mano».

Sono le parole letterali del boss dell’organizzazione di attacchinaggio elettorale a Roma riportate dal Corriere della sera in un articolo dell’11 aprile 2008
RadioRadicale è impegnata in questa campagna e ti chiediamo di unirti a noi.
Potresti iniziare con una piccola azione. Una foto.
Noi ci impegnamo a inviare le foto che pubblicherai al sindaco, al prefetto e alla procura della tua città. A intentare cause legali contro i partiti, e se necessario contro il comune.

Fermali con una foto su

www.fainotizia.it

da degradodiroma : questo il mio contributo .. per il momento ..

Advertisements

Commenti

1. daniela - maggio 11, 2009

però mi sorge spontanea una domanda:
com’è che su 13 foto 9 sono di candidati PD o Rifondazione?
siamo in campagna elettorale, c’è la par condicio……..
dubito che tu nel tragitto non abbia trovato manifesti del PdL perchè anche dei loro – abusivi quanto gli altri – ne è piena Roma.

2. Les - maggio 11, 2009

Sono d’accordo con Daniela.
Premesso che le foto ritraggono la brutta realtà, non mi pare giusto presentare una slide con tutte foto del centrosinistra.
Perché lo sappiamo tutti:
i più grandi imbrattatori di muri sono i partiti di centrodestra.
Capiamoci, il PD e la sinistra antagonista sono ugualmente incivili ma è davvero assurdo nascondere la realtà.
Chi abita a Roma non può non accorgersi che i partiti di centrodestra hanno sempre avuto il record delle affissioni abusive.
Sarebbe giusto che inserissi più foto del PdL, Laura.
——–
In questo topic non sono inclusi i manifesti neo-fascisti presenti in molti quartieri.
Quelli addirittura pubblicizzano idee anti-democratiche, ma per lieto vivere nessuno dice niente.
Il Comune dovrebbe fare qualcosa ma se non danno il buon esempio i partiti liberali di maggioranza e opposizione sarà molto difficile.

3. Nic - maggio 11, 2009

come si chiamava quel famoso post…? ah, si, fette di prosciutto…

4. Albert1 - maggio 11, 2009

Eh si, Laura… dovresti smetterla di frequentare solo i municipi di sinistra, mannaggia… 😉

Poi, questa che il primato dell’attacchinaggio abusivo spetta al CDX è nuova davvero… e secondo quali criteri ?

Se è vero come è vero che la slide dell’articolo è “leggermente” sbilanciata, non ci stiamo a raccontare che la norma è affissione sevaggia = centrodestra, perche Les, con tutto il rispetto, mi pare una frescaccia. Come è noto, l’affissione selvaggia non ha colore: c’è e basta, in egual misura. Riescono ad risultare abusivi anche quelli dell’UDC e i Radicali, figurati tu.

5. Andrea Rossi - maggio 11, 2009

Non pensavo che arrivassero a portarsi appresso le pistole…

Comunque in quanto a manifesti abusivi mi sembra che non ci siano differenze importanti, imbrattano tutti i partiti dal piu’ grande al piu’ piccolo e tutti non pagano dazio.

6. Armando - maggio 11, 2009

Siamo sempre a dividerci tra destra e sinistra….quando finiremo di contrapporci forse andremo avanti sulle cose reali da fare.

I manifesti abusivi ci sono giusto?

Alemanno aveva dichiarato che voleva una città decorosa e che avrebbe combattuto il degrado generale in cui versa la città, prendiamo atto che su questo versante non viene svolta quella politica tanto dichiarata e quasi mai fatta della tolleranza zero.

In questo, tutti i partiti, possiamo dirlo ad alta voce, ci prendono per i fondelli sporcando per primi la città senza ritegno alcuno.

Comunque sarebbe lecito sapere chi sporca di più.

Solo chiacchere sanno dispensare e poi alla prova dei fatti sono delle nullità.

Vedi le multe che non vengono fatte, oppure poi annulate o ridotte in maniera tale da risultare ridicole.

Vergogna e l’unica parola che molti troppi politici non hanno nel loro vocabolario!

7. Les - maggio 11, 2009

Albert1, per me i partiti (liberali) sono tutti sullo stesso piano.
Però è impossibile non accorgersi dello “sbilanciamento” a sinistra della slide.
E allora mi sento in dovere di dire ciò che penso e cioè che A.N. è stato il partito che più ha imbrattato i muri di Roma dagli anni ’90.
Adesso che c’è il PdL mi aspetto una maggiore attenzione al decoro urbano ma finora non è cambiato molto.
Comunque, Albert1 e Armando, non voglio fare classifiche.
Voglio soltanto che i partiti liberali la finiscano di permettere lo scempio dei manifesti abusivi.

8. Armando - maggio 11, 2009

“Voglio soltanto che i partiti liberali la finiscano di permettere lo scempio dei manifesti abusivi.”

Pienamente daccordo con te Les, il problema e che tutti i politici e tutti i partiti si riempiono la bocca di belle parole e promesse e poi il sottovuoto…..

Mi piacerebbe sapere se vi sono dei dati per verificare nelle altre campagne elettorali e anche in questa qual’è stato ed è il partito più “illegale” sul fronte affissioni.

9. degradodiroma - maggio 11, 2009

Le foto che sono state proposte rispondono ai miei personali requisiti :

1) Nel mio tragitto ufficio-casa visito il I ed il IX Municipio, e le foto interessano questi Municipi, di sinistra. Immortalati in giorni diversi anche se con affissioni della stessa matrice politica.

2) Nella segnalazione sono sotto il mirino i manifesti abusivi che afferiscono alle elezioni europee, non quindi 25 Aprile, o notizie dalla giunta Alemanno, o dei raduni degli Alpini.

3) Per me manifesti abusivi sono quelli soddisfano questi criteri : affissi su muri, cabine telefoniche, cassonetti, ascensori metro, segnali stradali e di indicazione … ossia su tutto quello che è “la cosa pubblica”

4) Per me le affissioni accolte nei porta manifesti S.P.Q.R. o sui totem pubblicitari, pur essendo abusivi, in quanto non paganti alcun canone al comune, non rientrano nel mio criterio di imbrattamento della città. Se il Comune rinuncia ad una entrata pubblicitaria è un fatto che per il tema che stiamo trattando non mi interessa immortalare. L’abusivismo può coincidere con l’imbrattamento della città oppure no, e quelli che occupano detti spazi comunali rientrano, per me, nella seconda categoria e quindi non degni di nota.

Sono 3 anni che sento citare l’ “imparzialità” .. ma il problema è che con questo sostantivo molti ci si sciacquano solo la bocca .. ed azzardo una ipotesi : forse perchè il prosciutto era troppo salato ?

Laura

10. degradodiroma - maggio 11, 2009

Romina ci manda questa foto

Laura

11. Les - maggio 11, 2009

Morale della foto: pure in Spagna non vogliono le affissioni abusive.
Gli unici a volerle, a quanto pare, sono gli italiani.
Politici in testa.

12. Armando - maggio 11, 2009

Il rispetto delle regole è a geometria variabile a seconda delle convenienze del momento.

Sarebbe semplice sanzionare chi affigge manifesti abusivi, ma non vogliono….cane non morde cane.

Alemanno potrebbe fare un’ ordinaza su misura su questa problematica, come del resto è stata fatta in altre occasione con successo come ad esempio contro la prostituzione e la relativa giustissima sanzione pecuniaria al cliente.

O meglio il parlamento dovrebbe approvare una legge nazionale che vieti e sanzioni chiunque imbratta le città in maniera incivile e indecorosa.

Mi auguro che i politici sensibili a queste tematiche, e faccio appello al Sindaco, di lavorare al fine di combattere questa piaga che affligge in particolar modo Roma.

13. fabio - maggio 12, 2009

Che deve fare Alemanno? Li conosce bene i metodi e conosce anche le sqadrette che imbrattano, ma questa è la prassi. Lex sed dura lex dell’attacchinaggio. E non li chiude gli occhi, lo lascia fare a quelli della sua parte e ovviamnete lo DEVE lasciar fare a quelli dell’altra parte, altrimenti si incazzano.

14. daniela - maggio 12, 2009

Cara Laura, chiarisco il concetto.
Sono daccordo con te in merito alle affissioni abusive, sono orribili, deturpano la vista, non vengono rimosse da nessuno e spesso creano cumuli e cumuli di cartaccia per terra. Quindi un plauso al tuo post.
Però non ho potuto fare a meno di notare che erano tutti del PD-Rifondazione.
E siccome dalle mie parti ne vedo ANCHE del PDL-UDC-Italia dei Valori, ecc….

15. Nic - maggio 12, 2009

è che le fette di prosciutto sono sempre più spesse

16. Massi - maggio 12, 2009

Roma si fa e si anche peggio !! Ogni elezione è un autentico flagello per questa citta’ !! La vergogna continua anche quest’anno…..

17. Andrea Rossi - maggio 12, 2009

Io sono contro l’astensionismo, tuttavia si puo’ anche prendere in considerazione l’ipotesi di non votare i partiti e/o i candidati che sporcano la citta’ (certo poi ci sono anche altre considerazioni…)

18. Armando - maggio 12, 2009

Ecco la classifica dei partiti che hanno deturpato di più Roma nelle precedenti politiche.

http://politica.excite.it/news/8636/Comunali-Roma-classifica–multe-per-manifesti-abusivi

Se ne salva solo uno!!

Vergogna è una parola che molti troppi politici non conoscono!

Comunali Roma: classifica – multe per manifesti abusivi
10:23 mar 15 aprile 2008

Centrodestra al 40,44%, centrosinistra al 38,22%: lo spoglio per il comune di Roma deve ancora avvenire, ma nella Capitale c’è già un verdetto che può essere emesso, ovvero quello delle multe elevate ai partiti politici per le affissioni abusive dei manifesti elettorali. In questa non meritoria classifica, che si basa sulle multe elevate dai vigili urbani fino al 6 aprile scorso, il triste primato spetta proprio al centrodestra, con il Pdl su tutti, partito nei confronti del quale sono state accertate 1.467 violazioni, per un totale di 11.743 manifesti abusivi defissi.

Sempre all’interno del centrodestra, il Movimento per l’Autonomia ha preso 97 multe (462 manifesti abusivi), An 57 multe (536 manifesti), il Popolo della vita per Alemanno 51 multe (428 manifesti), il Comitato elettorale Alemanno sindaco 30 multe (171 manifesti), la Lista civica per Alemanno 8 multe 65 (manifesti), la Democrazia Cristiana 3 multe 20 (manifesti). In Totale, dunque, il centrodestra dovrà pagare 1.713 multe, essendo giudicato responsabile dell’affissione di 13.425 manifesti abusivi.

Passando poi al centrosinistra, il partito meno diligente e’ il Pd, che ha preso 986 multe, per aver affisso 8.050 manifesti abusivi. Proseguendo si passa alla Sinistra L’Arcobaleno, con 375 multe (2.532 manifesti abusivi). Quindi la Lista civica per Rutelli, con 152 multe (1.151 manifesti), l’Idv con 53 multe (408 manifesti), i Moderati per Roma al centro con Rutelli con 24 multe (168 manifesti), gli Under 30 per Rutelli con 18 multe (126 manifesti), la lista civica per Zingaretti con 6 multe (60 manifesti), l’Unione democratica per i consumatori con 4 multe (29 manifesti), Rifondazione comunista con 1 multa (2 manifesti). Il centrosinistra totalizza dunque 1.619 multe, per 12.526 manifesti abusivi.

Anche tutti gli altri partiti, però, secondo i dati forniti dai vigili urbani, sono stati indisciplinati. Gli unici a non comparire nella lista nera delle affissioni abusive sono i membri della Lista Bonino, che per primi avevano denunciato “manifesto selvaggio” e rinunciato ad affiggere i loro manifesti.

Tra gli altri partiti, invece, La Destra-Fiamma tricolore prende 360 multe (2.551 manifesti abusivi), l’Udc 232 multe (2.066 manifesti), la Rosa bianca 208 multe (1.583 manifesti), Forza nuova 51 multe (309 manifesti), il Partito socialista 45 multe (359 manifesti), Sinistra critica 5 multe (33 manifesti), il Movimento sicurezza 2 multe (12 manifesti). In tutto le multe elevate fino allo scorso 6 aprile sono dunque 4.235, per un totale di 32.864 manifesti abusivi rilevati dalla Polizia municipale.

Poi si sono fatti la legge per condonare e pagare solo 1000 €.

Bravi!!

19. degradodiroma - maggio 12, 2009

Senza nulla togliere alla classifica ed al suo valore statistico-numerico, c’è però un difetto di fondo che balza agli occhi e cioè poggia sul numero di multe elevate e non sulla reale presenza di materiale abusivo.

Vi ricordate qualche anno fa i manifesti che con la scritta “ABUSIVO” ? venivano affissi sopra materiale certamente abusivo ma legato all’area politica di destra e MAI di sinistra.

Laura

20. Armando - maggio 12, 2009

Hai ragione Laura infatti la classifica si base solo sulle multe e non sulla reale presenza di materiale abusivo e allora?

Sempre di abusi si tratta è non voglio pensare che dei vigili urbani abbiano fatto distinzioni di sorta tra i vari partiti.

Poi del resto è sotto gli occhi di tutti lo scempio che viene fatto a danno della città ad opera di tutti i partiti, e sinceramente non mi importa molto se le percentuali di affissioni abusive del partito X o Y sono del 30, 40 o del 50% sempre di illegalità si parla.

Non è un caso se il problema non viene risolto alla radice, perchè se il Parlamento volesse potrebbero emanare nel giro di poco tempo leggi su questa materia, ma come possiamo purtroppo constatare questa tematica viene trascurata e dimenticata.

Cane non morde cane……….

21. Albert1 - maggio 13, 2009

Abbiamo sicuramente dimenticato:

Ar sole se sta bbene ma all’ombra fa freschetto;
tanto è tutto ‘n magna magna;
nun ce sta ppiù a mezza staggione;
‘sti ggiovani nun cianno più rispetto;
tanto ggira ggira, la carota va sempre ‘n c**o all’ortolano;
fanno finta de litigà ma poi dietro sò tutti d’accordo;
se stava mejo quanno che se stava peggio;
‘na bbella dormita te rimette ar monno…

certamente qualcos’altro mi sfuggirà, ma confido che tutti assieme riusciremo senz’altro a completare l’antologia 😉

22. fabio - maggio 13, 2009

O sta a destra o sta a sinistra sempre de monnezza se tratta.
Disse la volpe al corvo”… e mò basta. Me stai a roppe li co…”
Tanto va la mosca al lardo che… alla fine te magni pure quella.
Quanno non c’è trippa pe’ gatti, vor di’ che ner piatto ce sta la trippa der gatto.
Da cosa nasce casa (al 20%).
Chi va piano va sano e… non si sfracella in una buca.
A pagar e morir c’è sempre tempo, solo che è sempre troppo poco.
Chi rompe al museo paga e i cocci manco sono suoi.
Chi tardi arriva alloggia gratis.
Chi troppo vuole… diventa politico.
Lupo non mangia lupo…
una mano lava l’altra e (con tutte e due Alemanno ci si lava il viso) tutte e due incollano i manifesti…
Le via dell’Inferno sono lastricate di buone intenzioni e stanno tutte a Roma.
L’acqua del cesso corre al mare.
La verità come la m. viene sempre a galla e tutti i pidocchi vengono al pettine.
Scherza coi fanti e lascia stare i “papi”.
Tutte le strade portano a Roma… se ci arrivi.
Non c’è pane senza pene, secondo l’attuale politica berlusconiana.
In dito medio stat virtus sed dolorosissimo.

23. Armando - maggio 13, 2009

Bella l’antologia di luoghi comuni e detti popolari.

Certamente ci ricorda una cosa importante: che non riusciamo a “cavare un ragno dal buco” . 🙂

24. degradodiroma - maggio 13, 2009

Per Armando : al commento 8 dicevi : Mi piacerebbe sapere se vi sono dei dati per verificare nelle altre campagne elettorali e anche in questa qual’è stato ed è il partito più “illegale” sul fronte affissioni., poi nel commento 18 hai offerto la classifica che tu stesso cercavi, … bene .. ma se è basata su di un campione statistico non valido e distorto non so che farci .. e la mia è una semplice constatazione.

Per Albert1 e Fabio : Se volete creo una apposita cartella in cui contenere tutte queste vostre chicche .. 😀

Laura

25. zonalais - maggio 14, 2009

A nostro parere il problema non sono i partiti politici, ma i singoli componenti e gli attacchini.
I singoli sono veramente imbarazzanti alcuni addirittura appartenenti alla commissioni per il decoro, come il nostro amatissimo Tredicine che ogni volta che si muove tappezza il IX (Laura questo lo conosci ?), per fortuna che non partecipa alle Europee.
Anche il Municipio IX a volte è imbarazzante perchè consente l’affissione selvaggia a chi demanda la diffusione dei suoi manifesti.
Quelli che sono più fastidiosi sono i politici locali (a livello di municipio) quelli dei fustigatori del degrado, che a quando pare non riescono a tenere a bada i propri attacchini.
Il massimo si è raggiunto nell’occasione dei manifesti commemorativi degli attacchini: ovviamente in affissi fuori dagli spazi…
http://zonalais.altervista.org/comments.php?entry=entry080328-172211&y=08&m=03
In questa tornata elettorale si sta’ distinguendo la “sinistra” PD & co per l’assurdo spam elettorale sui muri e sugli arredi urbani.

26. Lorenzo - maggio 15, 2009

Invito chiunque a farsi un giro nel nono municipio, ogni anno, prima della commemorazione della strage di H larentia, per vedere cosa riescono a fare quelli di “ordine e disciplina” imbrattando i muri di tutto un quartiere

27. zonalais - maggio 15, 2009

ahh dimenticavamo di ringraziare quel “signore” che ha deciso di ringraziare Alemanno per la strada intitolata a Craxi, imbrattando la cabina telefonica (davanti alla scuola media Petrarca) che era appena stata ripulita dagli operai della telecom…

28. degradodiroma - maggio 15, 2009

Alla pratica dei suoi ringraziamenti può unire quelli che Lei deve alla Presidente del IX Municipio, Susana Fantino, che in occasione del 25 Aprile ha reso partecipi tutti i cittadini del quartiere dei suoi acuti pensieri ed ha imbrattato con i suoi manifesti, muri e segnali stradali ancora vergini.

Laura

29. Lorenzo - maggio 16, 2009

Visto che il post, da un grido di denuncia contro il degrado da manifesto selvaggio, si è trasformato in una caccia alla parte politica che imbratta e insozza di più.. considerato che i manifesti vengono di volta in volta coperti da altri, per cui, suscettibili di continue variazioni, (anche se un occhio persino poco attento, può valutare repentinamente a chi appartiene la maggior parte degli abusi ai danni dei beni collettivi). Invito i più, per farsi un idea della provenienza di siffatta forma di degrado, a fare riferimentoi a ceri “elementi” (molto presenti.. più di qualunque altro simbolo sui nostri muri) anche più indelebili; appunto: le CROCI CELTICHE.

30. zonalais - maggio 18, 2009

Laura ma sei talmente presa dal tuo furore “ideologico” che non leggi neanche piu’ i commenti ?
Abbiamo scritto:
“Anche il Municipio IX a volte è imbarazzante perchè consente l’affissione selvaggia a chi demanda la diffusione dei suoi manifesti.”

Abbiamo addirittura pubblicato le foto dei manifestini abusivi che furono affissi quando la Fantino era ancora Assessore alla Scuola e Sport.

Insomma forse dovresti essere un po’ meno schierata…

Ultime notizie l’Onorevole Tredicine e’ sceso in campo anche stavolta solo che lo fa per sponsorizzare due candidati del PDL…
… poveri noi…

31. degradodiroma - maggio 18, 2009

Lei mi insegna, Lei mi indica la via, Lei mi chiede di leggere e di essere meno schierata. Io pendo dalle sue labbra e dal suo modo di essere così attento nella lettura e così apolitico che non ho come raggiungere questa sua perfezione.

E forse questo maestro di saggezza e di attenzione dovrebbe indicarmi la via, magari la via del link dove posso leggere quello che Lei ha scritto ALLA Susy Fantino e non ciò che Lei ha scritto SULLA Susy Fantino, per dimostrarmi la sue doti con i fatti e non con le chiacchiere.

Un esempio può servirLe ?

Laura

32. zonalais - maggio 19, 2009

Seconde te conta più quello che abbiamo scritto in privato di quello che le contestiamo pubblicamente sul sito ?
E sentiamo quante e-mail dovremmo averle inviato per poter assurgere al ruolo di fustigatori ?
Scendi dal piedistallo…

33. Lorenzo - maggio 25, 2009

http://www.facebook.com/ext/share.php?sid=79359656529&h=-l1wv&u=tSyNT&ref=nf

ecco come si fa campagna elettorale nei paesi civili, tralasciando i sogetti dei “manifesti”.. per non cadere nella polemica destra sinistra. Queste immagini sono la dimostrazione che anche un paese antropologcamente simile all’Italia .. si possono attuare politiche di decoro tedesche. Qui in Italia il primo partito è sempre quello della pagnotta.

34. Se la città tutta chiede decoro è OTTUSITA’ non saper ascoltare « Il degrado di Roma - febbraio 12, 2010

[…] – Report 29/03/2008 – PiazzaBlog 18/04/2009 – Le Iene 11/05/2009 – RadioRadicale 01/02/2010 – […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: