jump to navigation

X : Iniziative per contrastare pericoli e degrado febbraio 20, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Angelo Tantaro

da Abitare a Roma : Presentata una mozione al Consiglio del X Municipio per la l’illuminazione nel Parco e l’attivazione di un servizio di videosorveglianza nei punti di maggior criticità.

Iniziative concrete per contrastare pericolo e degrado nel Parco degli Acquedotti al X Municipio

Foto Fabio Piferi, vai al sitoCiclicamente avvengono fatti di cronaca consumati nel Parco degli Acquedotti. Accoltellamento di un uomo in pieno pomeriggio, tentativo di violenza da parte di un pedofilo. Sono gli ultimi fatti di cronaca di questi giorni. Avvengono per inesistenti controlli di sicurezza. I cittadini del Municipio sono esasperati. Frequentano il Parco con timore, si guardano intorno, sono pronti a fuggire al primo sospetto. Tutto sommato sarebbe ora di predisporre una qualche misura per una adeguata sicurezza.

Sull’argomento sembra che siano tutti d’accordo. Da anni. Ma ad oggi nulla di nuovo. Ecco che in questi giorni viene presentata una mozione al Consiglio del X Municipio, primo firmatario Umberto Matronola del PdL, per la predisposizione di un servizio di illuminazione all’interno del Parco nonché l’attivazione di un servizio di videosorveglianza nei punti di maggior criticità e isolamento o almeno una idonea illuminazione limitata al viale di accesso al Parco posto su via Lemonia con l’istituzione di un servizio di vigilanza h 24/24 all’interno del perimetro.

da : Umberto Matronola Consigliere X Municipio

Cara Laura ho letto la e-mail di Angelo Tartaro mio amico con il quale stiamo condividendo i tanti problemi che affliggono il nostro quartiere ed io in qualità di Consigliere Municipale del X sto tentando in tutti i modi di affrontarli con tutte le difficoltà stando all’opposizione di un Municipio che fino ad oggi è stato con gli occhi bendati. Ho presentato una mozione il 12 febbraio chiedendo con forza una attiva vigilanza nel nostro fratello Parco degli Acquedotti. Questa mozione sarà discussa in Consiglio Municipale giovedì 19 alle ore 17.00. SPERIAMO CHE VENGA APPROVATA.

Annunci

Commenti

1. Federico - febbraio 20, 2009

“No comments yet” … e che vuoi commentare? Abbiamo paura e non a torto. Questi sono i risultati della politica affidata a visionari che, in nome dell’umanità, hanno consegnato la cittadinanza alla mercè di disperati e talvolta di autentici bruti. E tutti pronti ad accusare di xenofobia chi invoca il diritto primario della sicurezza. Il drammatico è che la messe di casi di cosiddetta microcriminalità: violenze di ogni genere, rapine, scippi, tentativi di stupro, stupri, è talmente ampia che se la grande stampa dovesse riportarli tutti, ci vorrebbero edizioni apposite. Perciò, sarebbe molto più rappresentativo della situazione attuale, poter avere sottomano tutte le pubblicazioni locali, che vanno da quelle di quartiere a quelle di territori più allargati.
Perché, di fronte a quello che accade, non smettiamo di parlare di razzismo e cominciamo a denunciare al mondo intero che c’è, da tempo, una vera caccia alla donna italiana isolata , per stuprarla “per dispetto”? Silfo

2. Nic - febbraio 20, 2009

Veramente Roma intera è imbrattata da manifesti di Alemanno con scritte a caratteri cubitali “ROMA 20% DI REATI IN MENO”
Almeno mettetevi daccordo…

3. monuska76 - febbraio 21, 2009

Perchè non parliamo di quei zozzi italiani che nell’intimità delle loro case picchiano e violentano mogli e figlie perchè considerano la donna come un oggetto di loro proprietà? Perchè non parliamo di quei zozzi di italiani che si caricano le rumene per strada (facendosi complici se non primi fautori di un disgustoso commericio di schiave) o di quei cerebrolesi che comprano droga dagli africani (incentivando il traffico di droga e l’immigrazione clandestina), o di quegli onesti patrioti che comprano cianfrusaglie dai bengalesi (rimpinguando le casse di camorristi che le producono e distribuiscono) o di quei commercianti devoti alla cittadinanza che dimenticano ooops di darti la fattura (poi non piangete se la mammina muore per mancato arrivo dell’ambulanza).
Ah, vero, gli stranieri sono cattivi, mentre gli italiani brava gente…
Guardatevi allo specchio e soprattutto azionate il cervello per evitare di farvi abbindolare da qualche titolone da telegiornale!

4. degradodiroma - febbraio 21, 2009

Monuska76 .. a mio parere sei monodirezionale.

La violenza esiste da sempre, come da sempre esiste la prostituzione e quì non stiamo cercando chi detiene il primato, se Italiano o Romeno o Polacco o Bengalese o Cinese.
Se poi nei fatti di cronaca di questi ultimi anni alla ribalta ci sono sempre Romeni che dobbiamo fare ? dobbiamo evitare di dirlo ? per una questione di privacy non deve essere dichiarata la nazionalità del malvivente ?
Io non direi mai “ZOZZI ROMENI” o “ZOZZI ITALIANI” (come in questo secondo caso fai tu) direi piuttosto “ZOZZI DELINQUENTI” .. e questo perchè non guardo solo in casa mia.

S.P.Q.R. Sono Porci Questi Residenti

Laura

5. Federico - febbraio 21, 2009

A monuska76 – Febbraio 21, 2009

Bei concetti che per fortuna hanno fatto il loro tempo. E i loro gravi danni. I problemi citati, secondo Lei, andrebbero ignorati o magari incoraggiati ? Solo perché esistono problemi analoghi e pure maggiori in Italia come in tutto il mondo? I bubboni, caro il mio monuska e pensatori confratelli , se non si vuole cadere nella barbarie, vanno analizzati uno per volta, senza fare frittatine, ed enucleati.
Il problema delle violenze domestiche, dei consumatori di droga, come quelli delle cianfrusaglie oppure degli evasori fiscali. Vanno tutti arginati, in tutto il mondo civile, o cosa facciamo? Perciò reputo inqualificabile esprimersi in questo modo della gente del Paese che La ospita e che cerca di venir fuori da una situazione che potrebbe colpire anche Lei ed i suoi familiari, ammesso che ne abbia e che Le stiano a cuore. Infine: nessuno accusa gli stranieri in generale; solo i loro delinquenti, come quelli di tutte le razze. Italiani compresi!
In merito al meretricio esiste da sempre in tutto il mondo e, combattuti gli sfruttatori e l’ostentazione, non so che male Le causi.

6. monuska76 - febbraio 21, 2009

Lungi da me pretendere la censura, già ce n’è abbastanza in giro, ma ovunque mi giri sento solo gente che proclama la caccia all’extracomunitario. Qui in italia la gente ha la brutta abitudine di criticare, giudicare e condannare solo gli altri dall’alto della loro immacolata superiorità. Cosa assolutamente sbagliata, visto che se questo è ormai un paese di terzo mondo è in gran parte a causa degli italiani (aggiungo: di quale nazione sono quei costruttori che caricano quei poveracci in strada, costretti a lavorare per 10 ore senza contratto, precauzioni per la sicurezza,ecc. Chi ha messo in mano ai cinesi l’esquilino, lucrando sulla vendita di negozi ed appartamenti,? Chi affitta in nero ovviamente a decine di clandestini casa propria guadagnandoci migliaia di euro esentasse???).
E’ innegabile che gli stranieri stiano commettendo moltissimi crimini ignobili, ed io sono la prima ad ammetterlo ed odiare questa situazione. Ma demonizzare gli stranieri senza capire ed ammettere che noi non spicchiamo per civilità ed onestà, oltre a rivelarsi ingiusto, dimostra grande ottusità ed ipocrisia. Se solo noi cambiassimo i nostri stili di vita e il nostro atteggiamento verso la legalità, la microcriminalità svanirebbe da sola, ma fin quando saremo noi ad incentivarla e finanziarla (affitti in nero, acquisto di merci contraffatte, prostituzione, droga, elemosina a rom con bambini a tracolla, ecc.) questo degrado non cesserà mai!
I criminali vanno arrestati e mantenuti in prigione, ma lo devono essere tutti indistintamente, rumeni, africani, italiani, politici e preti che siano.

7. monuska76 - febbraio 21, 2009

Federico, vorrei sapere da quale grande perizia grafologica (virtuale per di +) o quale potere telepatico le ha fatto desumere il mio presunto status di OSPITE? E poi questa finezza che la qualifica solo per quello che è di augurare a me e alla mia famiglia di patire delle difficoltà?
Sbaglio o il fatto stesso che Lei mi attrubuisca una provenienza straniera conferma che un italiano non può pensarla al mio stesso modo (ovvero obiettivo, onesto ed autonomo)?
A parte il fatto che ho fatto fatica a dare un senso al suo discorso: sta per caso affermando che tutti i crimini che commettono gli italiani (evasione fiscale, sfruttamento dell’immigrazione clandestina, narcotraffico,ecc.), sono giustificabili perchè sono degli espedienti innocenti per rialzarsi dalla crisi??????
Tutto ciò in sostanza è a riprova della mia tesi: il problema sono sempre gli altri, noi anime candide mai!

“in merito al meretricio esiste da sempre in tutto il mondo e, combattuti gli sfruttatori e l’ostentazione, non so che male Le causi”.
Sono stati combattuti gli sfruttatori e l’ostentazione?? Davvero? Dove? Faccia un saltino a viale palmiro togliatti, alle fermate degli autobus e davanti alle scuole e poi mi dirà!
E comunque a me la prostituzione non darebbe alcun fastidio se fosse legalizzata (con donne padrone di sè stesse, contribuenti fiscali e protette dalle malattie e dai soprusi), ma mi rendo conto che chi riduce questo problema annoso (come Lei mi pare ?) di schiavitù, violenza sessuale perpetrata a fini coercitivi, ad un problema di minigonna ostentata non può vederla a modo mio.

8. degradodiroma - febbraio 22, 2009

Per Monuska76 : tu dici “Qui in italia la gente ha la brutta abitudine di criticare, giudicare e condannare solo gli altri dall’alto della loro immacolata superiorità”,
a me personalmente non risulta .. anzi io la vedo nell’esatto contrario.

Gli Italiani criticano se stessi e tutto tondo, sempre e molto più di altre genti di altre nazionalità. Poi ogni tanto riaffiora la questione “razzismo” quando “razzismo non c’è”, visto che siamo sempre a offrire con generosità sia ospitalità che aiuto ..

Laura

9. monuska76 - febbraio 22, 2009

Beh, su questo razzismo che non c’è ho da obiettare visto che i mass media e la politica aizzano all’odio razziale e le menti deboli recepiscono questo richiamo (ricordi i barboni dati alle fiamme, i rumeni bastonati da bande, gli indiani alla fermata di torpignattara picchiati ferocemente?).
Io penso solo che dovremmo imparare a comportarci con maggiore responsabilità, perchè tutto quello che diciamo e facciamo ha delle ripercussioni. Ed imparare a capirlo, invece di scaricare sugli altri i problemi (la pollitica, la società, gli insegnanti, la televisione, ecc.) sarebbe un ottimo punto di partenza per cambiare le cose.
Della serie, tutti si lamentano dei manifesti, adesivi su muri….ma poi nessuno (come invece facciamo noi di questo blog) si mette a staccarli. Ci si lamenta dei provvedimenti presi o no dai governi ma ci si limita a borbottare alla posta senza scendere in piazza a protestare. Ci scagliamo contro il commercio cinese, poi compriamo tutto made in china perchè costa meno. Non sopportiamo l’invasione di extracomunitari nelle nostre città poi compriamo la rosellina, gli diamo la nostra casa o li chiamiamo a rifarci il soffitto giustificandoci con il bisogno di arrotondare lo stipendio (federico docet). Deprechiamo il lavoro minorile, ma poi compriamo le scarpe made in thailandia, magari confezionate dalle mani di bambini, perchè fintanto che il risparmio e l’omologazione sono assicurati ci passiamo sopra. Io spero solo che questo paese possa tornare a ragionare indipendentemente ed in maniera responsabile, perchè ognuno di noi fa la storia.
Altrimenti, se non fosse così, neanche questo blog avrebbe ragione di esistere, perchè tanto l’opinione e le azioni di 4 ottimisti non cambiano niente.

10. Andrea Santosuosso - febbraio 22, 2009

quoto in pieno Monuska e non c’è altro da dire

11. Nic - febbraio 24, 2009

Eccoli gli onesti italiani che adesso partono per effettuare le ronde…

ROMA (24 febbraio) – Tre appartamenti-dormitorio scoperti, per un totale di 66 posti letto ognuno venduto fino a 200 euro al mese, e 30 bengalesi irregolari denunciati: questo è il bilancio dell’operazione nel quartiere Esquilino degli agenti della polizia municipale del I Gruppo in collaborazione con gli agenti dell’ufficio prevenzione della Questura di Roma. Gli appartamenti, individuati dopo diversi sopralluoghi, si trovano uno in via Principe Amedeo (di proprietà di un italiano e affittato a un altro italiano di Grottaferrata) e due in via Filippo Turati, tutti di proprietà di italiani, con contratti d’affitto intestati a bengalesi. L’introito stimato è oltre 100 mila euro l’anno. Molti dei denunciati hanno dichiarato di essere venditori ambulanti di bigiotteria.

12. degradodiroma - febbraio 24, 2009

Esulto all’arrivo del “Volontari per la sicurezza”. (I have a dream)

“C’è del marcio in Danimarca” .. diceva Amleto, bene tiriamolo fuori, ITALIANO e NON

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: