jump to navigation

Copiare Parigi gennaio 22, 2009

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Writers.
trackback

Segnalato da : Manuele Mariani

0018534

Ecco perchè Parigi è linda e ordinata. Settimana scorsa mi è capitato di seguire su Mtv un programma che parla di Rap e street life, la puntata era da Parigi e mentre il presentatore era ad intervistare alcuni artisti, essi intanto lo portavano in giro per le strade del loro quartiere, ed è venuto fuori durante la chiacchierata che le loro opere di street “art” se vogliono che durino un pò di tempo, le devono fare sui già esistenti pannelli pubblicitari (che tra l’altro sono molto pochi rispetto qui da noi)  perchè se anche volessero fare un graffito su un muro sanno già per certo che nel giro di 2 settimane verrà cancellato ! e non erano nemmeno in centro capitale, ma in un quartiere semi periferico ! eccola qui la politica della tolleranza zero ! è così che si deve fare !

Ovviamente di imbrattare e/o “decorare” cabine telefoniche, segnali stradali, cassette della posta o treni e fermate della metropolitana nemmeno se ne parla, e nemmeno gli passa per la testa sia a questi “artisti” urban, ma scommetto nenche ai teppistelli delle banlieus francesi

Advertisements

Commenti

1. Les - gennaio 22, 2009

Manuele mi ha dato un assist mica male, qui tutti voi sapete che il mio “pallino” in negativo sono graffiti e tag.
Soprattutto le tag, quelle orrende firme che imbrattano il 90% delle superfici verticali (e non solo) della Capitale.
In centro come in periferia, sui muri dei palazzi fino al primo piano, sui muri esterni delle scuole e dei ministeri, sui ponti (anche quelli di interesse storico-artistico) e – cosa sbalorditiva – persino sui nostri meravigliosi monumenti.
————————
Teoria personale: dall’aspetto esterno dei nostri palazzi deriva anche il rispetto che la gente ha per gli altri e per lo Stato.
————————
Da molti anni sostengo che il giorno i cui la politica italiana – locale e nazionale – deciderà di occuparsi seriamente del fenomeno dei writers, sarà il giorno dell’inizio di un nuovo modo di vedere le cose da parte degli italiani.
La mancanza di senso civico dei nostri concittadini ha ormai raggiunto livelli auto-distruttivi, la politica ha il dovere di intervenire.
————————–
Non è un caso che uno dei provvedimenti che sta incontrando le maggiori difficolta di approvazione all’interno del governo stesso è la nuova legge contro chi scrive sui muri.

2. daniela - gennaio 23, 2009

Il problema è che a “quelli della politica” non gliene frega proprio niente del decoro urbano, è l’ultimo dei loro pensieri! Quanto al senso civico…..si è perso nella notte dei tempi! Io nel mio piccolo sto cercando di intervenire educando mio figlio al rispetto delle cose comuni, facendogli notare i comportamenti sbagliati di chi imbratta, insudicia e danneggia. Forse, così facendo, le prossime generazioni cresceranno con un pò più di educazione….

3. alex - gennaio 23, 2009

va detto che a parigi ci sono molti meno sgorbi che a roma.
più di una volta ho dolorosamente commentato la differenza con mia moglie, parigina.
la quale aggiunge che la moda di sgorbiare qualunque centimetro quadro disponibile è in calo da diversi anni.
allora, combattere nel frattempo e aspettare che questa moda balorda passi…?

4. Les - gennaio 23, 2009

alex, sono d’accordo con te.
Di questo ne parlo nel topic successivo, quello su Piazza San Giovanni.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: