jump to navigation

Riserve naturali e sgomberi dicembre 11, 2008

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Buone notizie.
trackback

Segnalato da : Fabrizio Santori (Presidente della Commissione Sicurezza Urbana del Comune di Roma.)

Sono iniziate all’alba del 09/12/2008 le operazioni di sgombero delle baraccopoli presenti all’interno di quattro riserve naturali della città di Roma: Monte Mario, Pineto, Valle dei Casali, Tenuta dei Massimi.

L’intervento ha visto impegnati con grande professionalità più di 100 uomini guidati dall’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Roma, diretto da Raffaele Clemente, insieme con il Comando Provinciale del Corpo Forestale dello Stato, a sei squadre della Brigata Folgore dell’Esercito Italiano, ai Guardia Parco della Regione Lazio, agli uomini dell’Ufficio Decoro del Gabinetto del Sindaco e ai Servizi Sociali del Comune di Roma.

Dopo un’intensa attività di monitoraggio e censimento delle aree verdi si è proceduto a rilevare 200 baracche nelle quali trovavano alloggio circa 600 persone. 

Ringraziamo per gli interventi in corso la Questura di Roma, il Corpo Forestale e gli uomini dell’Esercito Italiano, impegnati nelle operazioni che proseguiranno anche nei prossimi giorni. Esprimiamo la nostra più viva soddisfazione per le attività di sgombero che stanno riportando decoro, sicurezza e serenità in zone fino a ieri completamente abbandonate dalle Istituzioni.

romanaturada degradodiroma : il link al sito dell’ Ente Regionale per la Gestione del Sistema delle Aree Naturali Protette nel Comune di Roma.

Advertisements

Commenti

1. Albert1 - dicembre 11, 2008

Bene. OK. Bravi. A+

Però…

però mi sa che qui qualcuno ancora non ha capito bene.

Perchè tra “censire”, “rilevare” e “sgomberare” corrono alcune sottili ma sostanziali differenze. Io, da bravo cittadino, aggiungo oggi quanto segue (posto che l’ho già fatto da tempo presso le adeguate sedi, ma repetita iuvant):

Via Luigi Ercole Morselli, Parco dè Medici, Magliana Vecchia, Roma. Venendo dal maledetto ponticello dell’ospedale, andando verso la stazione Muratella, ad un certo punto sulla sinistra (subito dopo il vivaio) è facilmente visibile tra le frasche un bel piazzaletto (pieno di schifezze varie) da cui parte una vera e propria strada che si inoltra nei campi. Fino a due mesi fa la strada in questione era un sentierino scavato a forza di camminarci, oggi è larga come via del Corso e ci manca solo l’asfalto. Ci passano i furgoni, li ho visti io. Alla fine di questa strada (per chi avesse il coraggio di percorrerla come ho fatto io) esiste un’accampamento costituito da circa 50 baracche (un po’ più delle 20 censite l’anno scorso) abitate da più o meno 180 anime.
Adesso, anche un cieco senza cane vedrebbe che il numero sta salendo esponenzialmente anche a seguito degli sgomberi circostanti. In pratica stanno andando tutti là. La mattina e la sera, ovviamente, è un viavai di gente a piedi da e per la stazione più quelli con i carrellini che vanno a fare rifornimento d’acqua sull’altro lato della strada dove, per loro fortuna, sgorga un’ottima sorgente. Forse un po’ contaminata dallo stirolo della discarica anni ’80 che c’è più su, ma non fa niente, dicono che non sia nella loro cultura preoccuparsi del lungo periodo.

Allora, dicevo, qui abbiamo un problema.

Se si tratta di un’azione consapevole, come credo (come voglio credere), atta a concentrare temporaneamente tutti lì per poi gestire al meglio la situazione, va bene. Ho fiducia.

Ma se qualcuno per caso stesse anche solo pensando all’opportunità di spostare il problema lì solo perchè è una zona lontana dai grandi insediamenti abitativi della collina Alitalia o di Altamira e quindi di minor impatto sull’opinione pubblica, solo nel caso, questo qualcuno sta sbagliando parecchio. E lo dico qui, tra gente che per la maggior parte la pensa come me, per non fare troppi danni.
Ma lo devo dire.

E’ opportuno sottolineare che in quella parte di Magliana, il fatto che non ci siano condomini non è una buona scusa per ipotizzare un insediamento di quel tipo e questo per diversi motivi:

1) Ogni giorno, centinaia e centinaia di persone percorrono a piedi quelle strade: tutti lavoratori che usano il treno e si dirigono agli uffici di Parco dè Medici. Parliamo di gente che va tutelata in ogni modo e che già deve sfidare la sorte per mancanza di marciapiedi, voragini, buche con e senza acqua, passaggi di macchine raso gomito e via così.

2) La stessa strada serve l’ospedale dei Cavalieri di Malta che di tutto ha bisogno tranne che di zozzoni e zozzerie attorno.

3) Quei quattro gatti che invece ci abitano sono sì quattro gatti, ma non sono animali da condominio. Si tratta di uno zoccolo duro, gente che per la maggior parte sta lì “allo sprofondo” da oltre 40 anni e che è abituata a cose ben peggiori degli zingari. Adesso non voglio fare il Bossi della situazione, ma lì sotto non c’è una casa senza un fucile. Suona qualche campanello lassù ai piani alti ? Spero di sì.

Quindi io ringrazio l’attuale Giunta comunale a partire dal Sindaco perchè comunque le cose si stanno muovendo nel verso giusto, ringrazio ancora e abbraccio i fratelli Fabrizio e Augusto Santori, che nello specifico si adoperano sul territorio per il territorio e che dimostrano ogni giorno che passa di meritare la fiducia che ho riposto in loro, ringrazio tutti gli operatori (guarda, anche i Vigili, oggi sono particolarmente buono 😉 ) che stanno lavorando per questa causa ma contestualmente chiedo di non abbassare la guardia: ancora c’è tanto da fare, e l’errore è sempre dietro l’angolo.

2. Polìscor - dicembre 11, 2008

Appoggio in pieno l’appello di Albert1, passo per quel disgraziato tratto di Roma praticamente tutti i giorni e le cose non stanno messe proprio bene.
Aggiungo che – anche se è OT – quello scandaloso ponticello ( http://i34.tinypic.com/120qrgo.jpg ) va in qualche modo… “risolto”.

3. Les - dicembre 11, 2008

Emergenza pioggia.
Non capisco se la colpa è delle precipitazioni più intense o dei tombini romani ormai completamente otturati.
Magari sono vere tutte e due le cose.
A Monterotondo una donna è deceduta nella sua macchina sommersa dall’acqua in un sottopassaggio.
Pace all’anima sua, ma com’è possibile che accada una cosa simile?
Non capisco ma evidentemente è possibile, causa zone mal costruite e perdipiù soggette a smottamenti e inondazioni.
In tutto questo il “mio” candidato alle ultime elezioni, Rutelli, parla di giunta incapace.
Dichiarazione intempestiva ma si sa, un’opposizione allo sbando dice questo ed altro.

Come sapete leggo Rep. perché dà spazio alla cultura ma oramai condivido ben poco della linea politica del giornale
Oggi ad esempio c’è un articolo troppo ridicolo per essere vero.
Antefatto: in un incontro all’istituto San Leone Magno uno studente ha chiesto ad Alemanno di dare un voto al comportamento dei romani e il sindaco ha risposto che la media non è altissima.
Risposta condivisibile al 100% .
Beh, da questo spunto la Repubblica ha indetto un sondaggio sul sito in cui chiedeva ai suoi lettori di dare un voto al sindaco.
Indovinate il risultato?
Bravi, avete indovinato.
Voto insufficiente per il 76% dei lettori che si lamentano, ebbene si, del traffico e della sporcizia per strada.
Eh, la faziosità!

4. Albert1 - dicembre 11, 2008

Un tempo (tanto tanto tempo fa) usavo leggere “Ripubblica” anche io.
Un’amica, francese da poco in Italia a quei tempi, mi chiese “ma perchè leggi questo giornale” ?
Ci pensai un po’, cercai le parole giuste in francese (che purtroppo non ho mai imparato abbastanza) e risposi: “perchè è piccino, entra comodo nella borsa e per leggerlo in autobus non ho bisogno di sbatterlo in faccia a chi mi siede vicino”. Non rise, disse solo “Ah, bien. Capisco”.

Oggi, con Leggo, Metro e persino il Tempo in formato tabloid non c’è più nemmeno questa scusa. 😀

5. Andrea Rossi - dicembre 11, 2008

x Les

Cio’ che hai scritto su “Repubblica” lo condivido in pieno, Repubblica e’ di fatto il vero quotidiano del partito democratico, l’Unita’ (ma anche Liberazione ed il Manifesto sono in via d’estinzione), ma la cosa grave e’ che di una faziosita’ piu’ unica che rara, criticare il Sindaco Alemanno per aver detto la verita’ e cioe’ che i romani in quanto a senso civico sono alquanto scarsi, incredibile ma vero, anzi Alemanno e’ stato troppo buono io hai romani in media do un 4.

Sugli allagamenti di oggi diciamocelo, la giunta Alemanno non ha fatto di certo una bella figura, e’ vero che sono solo pochi mesi che si e’ insediata, e’ vero che Rutelli e’ l’ultimo che puo’ parlare, e’ vero che il nubifragio di ieri notte e’ stato straordinario, e’ vero che anche sotto Veltroni le strade si allagavano ad ogni pioggia, ma e’ vero anche che tenere in efficienza tombini e chiusini fa parte dell’ordinaria amministrazione e che Alemanno si dovrebbe distinguere da Veltroni proprio su questi temi che hanno contribuito alla sconfitta di un centrosinistra panem et circensens.

Su Repubblica disse bene Laura, non e’ buona nemmeno per incartarci le uova.

6. Andrea Rossi - dicembre 11, 2008

p.s.: caspita nel post precedente ho fatto dei banalissimi errori d’ortografia e di grammatica !
Si vede che la scuola italiana e’ proprio un disastro…
A proposito dell’Unita’ intendevo dire che ormai non conta piu’ quasi nulla e non rappresenta piu’ la sinistra italiana (posto preso da Repubblica)
Me ne dolgo.

7. degradodiroma - dicembre 11, 2008

Per Albert1 : Il tuo commento 1 l’ho “girato” a Fabrizio Santori.

Per la questione pioggia, ragazzi vorrei far notare che questi eventi metereologigi sono davvero straordinari. Sono 50 giorni che piove .. stiamo aspettando l’onda di piena sul tevere nella notte, e quì i tombini contano veramente poco, le alluvioni non possono passare attraverso il pertugio di un IMBUTO.
Che Rutelli, Repubblica&co in queste situazioni trovino il tempo per giocare a rimpiattino e/o ai test, beh ! si rendono ancor più ridicoli e dimostrano ancora una volta di non avere il senso della realtà e quindi ribadisco quanto già ricordava Andrea .. io con questi giornali ci posso incartare le ‘ova.

Piuttosto nel post I have a dream in un mio commento scrivevo : Se il Tevere stesse tracimando non andresti ad aiutare per metterti nella catena degli uomini che si passano il sacchetto di sabbia ? .. bah ! spero che non si avveri un evento di questo genere, ma laddove dovesse accadere … io ci sarò.

Laura

8. degradodiroma - dicembre 11, 2008

E così .. tanto per fissare con un’immagine, questa “pioggerellina” .. da “Il Giornale” Roma allagata: il Tevere rischia l’esondazione
e poi il video tratto da “Repubblica” .. eh .. eh ..Roma vista dall’alto
Laura

9. Les - dicembre 11, 2008

So che in un momento difficile per la città mettersi a fare polemica politica non è il massimo, è che l’articolo in questione è l’emblema della faziosità che anima la cronaca di Roma di Repubblica.
Ma non credo che Rep. sia l’unico giornale a essere fazioso, non voglio immaginare cosa scrivevano Il Tempo, Libero o il Giornale ai tempi di Rutelli e Veltroni.
Ma Repubblica è il miglior giornale “generalista” che c’è in Italia, è meglio del Tempo e del Giornale e se la gioca con il Corriere della Sera in quanto ad autorevolezza, e si meriterebbe una cronaca politica più seria e coraggiosa.
Il problema è che la Rep. è ormai un giornale-partito che sostiene il Partito Democratico e addirittura lo scavalca, dettando l’agenda politica di Veltroni.
Insomma Repubblica ha sostituito l’Unità nel suo ruolo di organo ufficiale della sinistra, di questo bisogna essere coscienti quando lo si legge.
Nonostante tutto rimane un buon giornale e se Andrea ci incarta le uova vuol dire che c’ha pure una sua utilità extra-informativa!

10. smemo73 - dicembre 13, 2008

x Andrea Rossi

Direi che in questa circostanza alla Giunta alemanno ci sia poco da criticare.

I problemi che sta vivendo Roma in queste ore non sono certo dovuti alla scarsa pulizia dei tombini e delle strade. qui si parla di una alluvione, di rischio esondazione del Tevere……

Alemanno si è già attivato per riorganizzare la pulizia e la manutenzione delle strade in modo più efficiente e meno costoso, che altro poteva fare in questo poco tempo?
Ho visto oggi una buona organizzazione e coordinamento negli interventi e nei pattugliamenti delle zone più a rischio.

Direi invece che nulla è stato fatto negli ultimi 15 anni per prevenire simili pericoli. Dovrebbe vergognarsi Rutelli ad accusare oggi il sindaco.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: