jump to navigation

Tornelli alla Stazione Termini dicembre 1, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Paola

mafalda3Anche questa mattina mi sono ritrovata “accompagnata” da un tipo ai tornelli della stazione termini. Meglio non replicare, la faccia non prometteva niente di buono. Ma perchè io pago un abbonamento annuale e mi devo portare dietro i furbi dei tornelli ? Cosa fa il personale della metro ? Ve lo dico io: gioca col cellulare, legge il giornale o non è proprio presente. E poi fa scioperi quasi ogni settimana … vergogna !!

da degradodiroma : Segnalazione inoltrata alla società MetroRoma

Advertisements

Commenti

1. Rondoner - dicembre 1, 2008

l’unica cosa che puoi fare per fregare il furbo è l’improvviso attacco di panico… un malore… comincia a urlare…

2. Andrea Rossi - dicembre 1, 2008

Non ho capito bene, cosa e’ successo precisamente ?

Un furbo ti si e’ infilato dietro dopo che tu sei passata al tornello scroccando quindi il viaggio ?

Certo la cosa e’ molto fastidiosa ma hai fatto bene a non reagire, io non sono Veltroni che invitava le persone a compiere atti d’eroismo invece di far lavorare la sua polizia municipale, c’e’ chi e’ pagato per controllare e non lo fa, pretendiamo da costoro la vigilanza ed il controllo che devono.

3. Nic - dicembre 1, 2008

#2 Comunque sei un vero fenomeno, sei riuscito a parlare di Veltroni anche se non ce ne era affatto bisogno, potevi anche accusarlo della violenta grandinata già che c’eri…

4. Andrea Rossi - dicembre 1, 2008

X Nic

Ma perche’ difendi tanto Veltroni ?

Comunque di Veltroni si dovra’ parlare per i prossimi 50 anni visto come ha ridotto Roma.

5. Andrea Rossi - dicembre 1, 2008

p.s.: e comunque lo accuso anche degli allagamenti dell’altro giorno visto che per 15 anni lui e Rutelli hanno pensato alle notti bianche invece di pensare a migliorare il sistema di drenaggio delle acque piovane.

Sono anni ed anni che ad ogni pioggia un po’ piu’ forte del solito la citta’ si allaga e cio’ non e’ normale (non siamo a Venezia).
Fra qualche mese le responsabilita’ passeranno ad Alemanno, oggi stiamo ancora pagando le incapacita’ di Veltroni ed anche di chi come te evidentemente lo ha votato.

Veltroni ed i suoi amici palazzinari hanno devastato Roma, lui e chi lo difende si dovrebbe solo che vergognare.

6. Les - dicembre 1, 2008

tombini e chiusini sono perennemente intasati dalle foglie e dai rifiuti (che l’Ama spesso non pulisce dalle strade), obiettivamente poco è stato fatto nei quindici anni di governo cittadino del centrosinistra.
Ora la palla passa al centrodestra, all’Ama e – credo – all’Acea.
Io qualche tombino “nuovo” l’ho visto ma probabilmente in molte zone di Roma non si è provveduto a ristrutturare la rete fognaria.
Andrea Rossi esprime un giudizio totalmente negativo sulle amministrazioni di centrosinistra, direi eccessivo.
Non so, forse avrebbe preferito come sindaco del Giubileo Pierluigi Borghini e come suo vice Teodoro Buontempo, sono gusti.
Però Andrea ha ragione quando dice che le giunte Veltroni hanno privilegiato l’immagine alla sostanza, tralasciando gradualmente le criticità della città.
Su questa storia dei palazzinari, però, occorre fare chiarezza.
Ogni giorno incontro molte persone che pur non seguendo la politica si lamentano dei “palazzinari”.Sempre a parlare dei “palazzinari” come del male assoluto e di Veltroni come il loro braccio destro.
Ebbene, le persone che inveiscono contro i “palazzinari” spesso buttano le sigarette e le cartacce per terra, non puliscono i bisognini dei loro amati cani, parcheggiano in tripla fila.
Magari se chiediamo un parere ai giovani graffitari che deturpano la nostra città anche loro avranno parole di fuoco contro quei capitalisti dei “palazzinari”.
Intendiamoci, non voglio generalizzare in alcun modo né difendere aprioristicamente la categoria dei costruttori edili, ci mancherebbe.
Però le strade non le fanno allagare i centri commerciali, che per inciso non mi piacciono e non frequento.
Insomma, vorrei capire perché tra i tanti problemi di Roma il tassista che ieri mi ha accompagnato a casa abbia citato quello dei palazzinari “che stanno rovinando Roma”.
Ah, si?
E le metropolitane da terzo mondo dove le mettiamo? E le strade piene di buchi? E le macchine in doppia fila? E i vigili che non fanno niente? E i palazzi e i monumenti imbrattati dalle tag?

7. Andrea Santosuosso - dicembre 1, 2008

Fra qualche mese le responsabilità passeranno ad Alemanno… ma in quale mondo vivi?

8. Andrea Rossi - dicembre 2, 2008

x Les

Caro Les, in realta’ anch’io devo fare mea culpa, infatti la prima volta votai Veltroni proprio per la pochezza del suo avversario, anzi ti diro’ di piu’ , mi sembra che l’opposizione a Roma per tanto tempo abbia voluto perdere le elezioni appositamente.

Non tutto cio che hanno fatto Veltroni e Rutelli e’ negativo ovviamente.

9. Andrea Rossi - dicembre 2, 2008

x Andrea Santosuosso

Perche’ mi dici : “in quale mondo vivi?”

Dopo 15 anni di centrosinistra vuoi incolpare Alemanno che e’ in carica da pochi mesi ? Ma tu dove vivi ? E’ ovvio che almeno un anno di rodaggio bisogna darglielo o fai come il quotidiano “la repubblica” che il giorno dopo la vittoria di Alemanno ha scoperto che a Roma c’e’ il traffico ?

10. Andrea Santosuosso - dicembre 2, 2008

Cosa faccia o scriva Repubblica sono problemi suoi, posso non leggerlo o meglio ancora non comprarlo, personalmente non influenza le mie analisi.
Quello che non accetto è il diffondersi di un meccanismo attraverso il quale qualcuno si sottrae alle proprie responsabilità in nome di un non meglio quantificato “periodo di interregno” una sorta di cambio della guardia, di zona franca durante la quale la responsabilità delle cose buone sia mia e quella di quelle cattive di chi mi ha lasciato in mano il timone.
Questo, secondo me, è un atteggiamento immaturo, immaturo politicamente.

11. alex - dicembre 2, 2008

mi pare che si stia un po’ divagando, torniamo al tema 🙂
l’introduzione dei nuovi presunti tornelli antifurbo fu salutata all’epoca come la soluzione definitiva, finalmente tutti avrebbero pagato il biglietto blabla etc.
in effetti (dati dell’azienda) l’evasione sembra un poco scemata, ma il punto è un altro. andate a parigi e guardate come sono fatti i passaggi: altro che tornelli… lì sicuramente i furbi hanno vita più difficile.
piuttosto, segnalo un altro problema. dopo l’introduzione di queste meraviglie della tecnologia capita spesso che gli abbonamenti annuali non vengano ‘riconosciuti’ dal lettore, e questo costringe a provarli tutti, finché non si accende la magica lucetta verde.
a volte non se ne accende nessuna, a volte si accende la lucetta rossa (al ladro! al ladro!).
questo capita in molte stazioni della linea b, mentre prima della messa in funzione dei nuovi tornelli tutto filava liscio.
ovviamente si tratta di sfortuna, non si possono addebitare questi problemi all’ex sindaco e al management delle municipalizzate che a lui facevano capo…

12. monika - dicembre 17, 2008

E’ vero, purtroppo è un fenomeno diffuso questo di imbucarsi dietro agli altri.
Io, nel vano tentativo di non farmi fregare, controllo prima se ho dietro qualcuno, poi una volta inserito il biglietto, passo con mooooooolta lentezza. Piuttosto che darla vinta ad un ladro truffatore, preferisco rimanere ghigliottinata dalle sbarre!
E cmq trovo ridicolo che, dopo l’introduzione dei tornelli, si facciano ancora i blocchi di 10 controllori sotto la metro. Non basterebbe un tizio x ogni stazione che si piazza davanti ai tornelli a controllare che tutto vada liscio?
E soprattutto? Vogliamo ancora parlare dei controllori che salgono sugli autobus§/tram solo quando ci 5 persone???
Voglio gli autobus euorpei, con unica entrata/uscita e autista/cassiere/controllore.

13. Nic - dicembre 17, 2008

Si, e pure io voglio gli Europei al posto dei Romani!!!
Voglio gente che si metta in fila, che sulle scale mobili se ne stia a destra, che non fumi nelle stazioni, che entri dalle porte anteriore e posteriore e scenda dalla porta centrale…

14. Gualtiero - dicembre 17, 2008

Io personalmente mi fermo e gli chiedo che cosa sta facendo?
e se gli sembra giusto non pagare il biglietto. Attendo reazione. Quello che avviene dopo e da valutare sul posto in base alla stazza del “portoghese”. Ovviamente scherzo Come si dice? “la madre dei cretini e sempre incinta”.

15. degradodiroma - dicembre 17, 2008

Segnalate anche voi a questo indirizzo e-mail questo fenomeno … :

urp@metroroma.it

se urliamo tutti insieme forse ci sentono !!

Laura

16. monuska - dicembre 23, 2008

Si, vero che per diventare una città europea dovrebbero tutti imparare un po’ di educazione e senso civico. Io, pure essendo una ragazza, mi “batto” anche contro beceri ignorantoni a quattro ante.
Quando vedo che qualcuno mi vuole superare per entrare nella metro mentre io sono di fianco alla porta per permettere l’uscita, prima lancio un’aocchiata assassina (che il 90% delle volte funziona), altrimenti mi metto in mezzo per impedirglielo.
Oppure quando quegli imbecilli che vogliono salire sul tram prima di avermi fatto scendere devono sopportare tutto il mio peso morto quando gli salto addosso!
Con i cavernicoli credo sia l’unico linguaggio comprensibile!

17. degradodiroma - gennaio 14, 2009

Volevo riferire 2 episodi accaduti proprio oggi alla fermata metro “Stazione Termini”.

1) Una voce femminile, imperiosa, dagli altoparlanti redarguiva un cittadino incivile in questo modo “Lei che in testa alla banchina della metro direzione “Vittorio”, Lei che sta fumando, SPENGA IMMEDIATAMENTE LA SIGARETTA, è DIVIETO DI FUMO ….”

2) Una voce femminile, ai tornelli di ingresso “Signora, Signora .. SIGNORA”, a quel punto tutte le signore si sono voltate in direzione della voce che aveva fatto l’appello, “SIGNORA, SI, LEI”, continuava, ma comunque la signora non ero io, ed ancora, “MI MOSTRI IL BIGLIETTO”. La signora fermata era passata senza obliterare il biglietto incollandosi cioè a chi la precedeva e munito di regolare tagliando di ingresso.

Inutile dirvi che vorrei che questi controlli si ripetessero in continuazione e che fossero attivi h24.

Laura

18. monica - gennaio 16, 2009

Peccato che questi controlli (ancora cmq troppo sporadici) possano avvenire solo nelle stazioni metro, mentre su autobus e tram la situazione è da far west. Stranieri carichi di borsoni enormi che ostruiscono gli ingressi (una volta non c’era la tacca che indicava il bagaglio consentito??!), gente che si accalca all’uscita appena scorge una divisa alla fermata, ignorantoni che poggiano i piedi sui sedili o che ascoltano la radio (senza cuffie) a tutto volume. Addirittura, purtroppo non è frutto della mia fantasia, ho visto una signora che si tagliava le unghie ed una ragazza, una sottospecie di bulletta, che sputava a terra, dentro al tram.
Io non so cosa diamine stia succedendo a questa città…..

19. degradodiroma - gennaio 29, 2009

da “Il Giornale” di oggi Controlli Agenti in metro e sui bus

poliziotti in abiti civili e in uniforme nelle linee delle due metropolitane e sugli autobus”.
Laura

20. monuska - gennaio 30, 2009

Sì, peccato che il giornale, sempre faziosamente e disonestamente abbia omesso di dire che l’atac, su richiesta del comune, ha disposto che le forze dell’ordine, purchè in divisa, possano viaggiare gratis sui mezzi.
Così sembrerà che comune e governo hanno davvero elaborato un piano sicurezza e stanziato fondi. Invece trattasi di semplice “due piccioni con una fava”.

Sia chiaro, ho accolto con grande piacere l’idea, ma se una volta tanto le autorità fossero intellettualmente oneste e non considerassero i cittadini come degli elettori rimbambiti da raggirare lo preferirei!

21. Andrea Rossi - gennaio 30, 2009

Comunque io sono anni che parlo di questa cosa (agenti e militari gratis sui bus purche’ in divisa) con amici, parenti e conoscenti, ebbene non ho mai trovato nessun contrario anzi sono sempre stati tutti entusiasti e questo al di la del loro “credo” politico, se la sinistra ha perso le ultime elezioni in maniera cosi’ clamorosa e’ anche perche’ non ha mai fatto queste elementari cose di assoluto buon senso.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: