jump to navigation

Sconcerto a Piazza Navona ottobre 21, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Alessandro un VVF

Volevo segnalare una cosa che alcune sere fa mi ha lasciato sconcertato …
Ma è mai possibile che una delle piazze più belle del mondo, Piazza Navona, la sera sia ridotta a parcheggio ??
Mi sembra che solo fino ad alcuni anni fa fosse impensabile lasciare l’auto in sosta proprio dentro piazza Navona, soprattutto nel lato dell’ambasciata Brasiliana (Palazzo Pamphilj) ed invece l’altra sera, e chissà da quanto tempo ormai, oltre a quell’obbrobrio delle transenne infinite per i lavori alle fontane ci è toccato ammirare anche quest’altro schifo ! … poveri turisti … e che gli rimane da fotografare nella piazza ?? …. forse l’ultimo modello di Audi cabrio proprio davanti alla Nostra Signora del Sacro Cuore ?
Rimango a dir poco sconcertato.

da degradodiroma : segnalazione inoltrata ai Vigili urbani del I Municipio

Advertisements

Commenti

1. laura r. - ottobre 21, 2008

ciao! mi permetto di segnalare un evento in linea con il vostro essere ambientalista. buon lavoro!e grazie!
la presentazione di un libro!:

Lo Stivale di Barabba è un saggio collettivo di molti autori appena uscito per Arianna Editrice.
(fra i molti: Tamino, Salvador, Pallante, il PM di Terni Massini, Ruzzenenti, Cedolin, Paul Connett,la Dott.ssa Gatti -senza voler far torno a tutti gli altri validissimi esperti del settore-)

Il saggio è stato curato da Stefano Montanari che ne è anche l’ideatore.

L’importanza e l’ambizione di questo libro è tentare di evitare disastri come in Campania, semplicemente illustrando fatti e non opinioni (oltre 2000 Comuni in Italia applicano già la migliore gestione dei materiali post utilizzo, e più i Comuni sono “bravi” meno pagano i cittadini come tariffe).

L’incenerimento, tanto “spinto a media unificati” è puramente profitto privato con denaro pubblico.
Senza incentivi occulti (e contro la direttiva 2001/77/ce) nessuno si sognerebbe di adottare una tecnica così immotivata, anacronistica e pericolosa.
Non è ozioso ricordare, che questa vera e propria truffa è costata ai contribuenti 53 miliardi di euro dal 92 al 2007 e che non è stata affatto fermata.
Anzi, prosegue in accordo “bipartisan”.

Con la dovuta competenza e volontà politica di rispettare leggi, normative e interessi collettivi questo libro sarebbe del tutto inutile.
In questo Paese invece, un libro come questo è importantissimo: è una speranza di cambiamento.

Verrà presentato il
29 ottobre al Caffè Fandango,
nella centralissima Piazza di Pietra a Roma,
alle 17:30.

Contestualmente al lancio della petizione contro il costosissimo vicolo cieco del ritorno al nucleare, promossa dal movimento politico Per il Bene Comune, e ad un pezzo teatrale del Collettivo Kipiùnehapiùnemetta dal titolo molto esplicativo a livello locale:

“Malagrotta, no!”

Poi, per chi si vorrà fermare, aperitivo e buffet a 10 Euro.

2. k_t - ottobre 21, 2008

Ottimo! Condivido le opinioni anti inceneritori e anti nucleare.
Bello vedere che le buone idee si trovano a gouche et a droite.
Quanto allo scempio delle piazze romane, ma anche delle strade del Centro, la soluzione ci sarebbe, ma nessuno la vuole applicare.

By the way, l’era Alemanno è cominciata bene secondo Voi?

C’era una Lista delle Pretese in attesa di essere spuntata…

3. degradodiroma - ottobre 21, 2008

C’è un post in cui si è affrontato l’argomento “ambiente”, ed è questo :Educhiamoli

Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: