jump to navigation

Salvaguardare ciò che funziona settembre 29, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Questo post nasce a fronte di una segnalazione che mi è arrivata da Martina, del blog MiglioraRoma, che nella casa di cura Santa Famiglia ha messo al mondo, poche settimane fa, un bel bimbo, nuovo nuovo, dal nome Giacomo ed a cui rinnovo il mio “benvenuto nel mondo”.

Conosco personalmente la Casa di cura Santa Famiglia, in diverse occasioni utilizzata, una struttura ospedaliera dove, in tutte le circostanze, ho trovato un luogo sicuro e strano a dirsi molto accogliente e poi l’alta professionalità di tutti gli operatori, dei dottori, delle capo reparto, delle infermiere, di tutti .. ma proprio tutto il personale che con incredibile gentilezza, offre attenzioni e cure per i malati e/o le partorienti.
Una casa di cura convenzionata, che proprio nel reparto maternità, ha il suo fiore all’occhiello, ed è conosciuta nella città di Roma, ma che non lèsina la stessa accoglienza e lo stesso trattamento a chi si rivolge loro per questioni e momenti meno felici.
Se dovessi definire la casa di cura Santa Famiglia userei gli aggettivi efficiente, organizzata, pulita e dove il personale operante sembra un team della Ferrari.

La Santa Famiglia, insieme con altre case di cura private, a causa di un decreto emesso da Marrazzo l’11 settembre 2008, entro il 31 dicembre 2008,

chiuderà

A sostegno di una struttura ospedaliera veramente funzionante e veramente efficiente, a sostegno e difesa del lavoro di tutto il personale ivi operante, domani dalle 13 alle 18 ci sara’ un sit-in a Largo Chigi indetto dall’AIOP, Associazione Italiana Ospedalità Privata, per difendere le circa 30 strutture convenzionate ed i 2700 posti di lavoro, coinvolte.

Case di cura contro Marrazzo: Piano di rientro che ci affossa Il Giornale 18/09/2008

Laura

Advertisements

Commenti

1. Martina - settembre 29, 2008

grande Laura, grazie.

2. annalisa - novembre 1, 2008

mio figlio è nato 16 mesi fa alla santa famiglia ed io ho vissuto la mia gravidanza e l’esperienza di diventare madre in modo sereno e piacevole grazie ad uno staff altamente qualificato, sia tecnicamente, che umanamente. tutt’oggi la frequento visto che il pediatra e il mio ginecologo lavorano lì. La notizia mi lascia amareggiata e piuttosto incavolata. Il sit.in ormai l’ho perso, c’è qualcos’altro che posso fare per far sentire la mia voce?

3. degradodiroma - novembre 2, 2008

Al momento non ho notizie da darti, comunque mi informo. Ma potresti essere anche tu a fornirne visto che ancora la frequenti.
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: