jump to navigation

Paladini dell’ambiente ? settembre 23, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Alex

E’ possibile che il duo Valeriani-Esposito abbia qualche ragione nel criticare le scelte ambientali di Alemanno-De Lillo, ma ergersi a unici paladini e difensori dell’ambiente rivendicando meriti inesistenti, o quantomeno dubbi, mi sembra un po’ troppo.

Perché dico questo ? Prima leggiamo insieme la notizia di agenzia che segue,  un po’ lunga forse ma ne vale la pena …

ROMAPERKYOTO, VALERIANI-ESPOSITO : AMMINISTRAZIONE LONTANA DA OBIETTIVI (OMNIROMA) Roma, 18 set – “Oggi si è tenuta la conferenza conclusiva del progetto ‘Roma per Kyoto’, un progetto finanziato dalla comunità europea con i fondi Life, al quale Roma ha aderito 4 anni fa.  È imbarazzante commentare come la nuova Amministrazione sia così tanto distante dagli obiettivi del progetto, visto che le misure adottate dalla Giunta Alemanno sono agli antipodi di una cultura di innovazione necessari per aggredire gli squilibri ambientali presenti in tutte le grandi aree urbane”. Lo dichiarano, in una nota, Massimiliano Valeriani e Dario Esposito, esponenti del Pd. “Sintomatico è come l’Amministrazione capitolina – proseguono – non abbia sentito l’esigenza di aderire alla settimana della mobilità sostenibile apertasi lunedì scorso, o se lo ha fatto nessuno lo ha saputo. Appuntamento annuale al quale Roma aveva aderito portando, come contributi concreti, le misure che negli anni passati le amministrazioni di centro sinistra hanno adottato su questo tema. Oggi Roma è la città delle auto e basta. È sufficiente guardare i provvedimenti di limitazione della Ztl, l’abolizione delle strade verdi dedicate al solo trasporto pubblico, le nuove misure sulla tariffazione delle strisce blu pensate non come strumenti di regolazione della mobilità privata per incentivar il trasporto pubblico, ma fatte per ottener l’obiettivo opposto; e ancora l’abolizione delle domeniche ecologiche, per inaugurare le mitiche domeniche pic-nic che serviranno a portare i romani nelle ville storiche della città, ma in macchina. Insomma, visto lo scenario, il prossimo anno, forse si dovrà pensare al progetto Kyoto per Roma per salvare la città eterna dalle scelte di questa amministrazione”.

Mentre tralascio il commento su Roma che “oggi” sarebbe città delle auto, chissà negli scorsi anni dove stavano, e registro un diffuso rosicamento (es.per  l’abolizione delle domeniche c.d. ecologiche), è istruttivo visitare questa pagina, che elenca le città partecipanti negli anni alla Settimana europea della mobilità : Mobilityweek

Controllate pure, e vedrete che dal 2002 al 2008 Roma compare solo una volta, nel 2007, e nemmeno come partecipante. Certo, nel 2007 Roma ha “aderito”, ma qualcuno lo ha saputo ?; ma cotante ‘good practices’ degli anni passati non avrebbero meritato una maggiore enfasi, tale da proporle all’ammirazione della platea continentale ? O non erano abbastanza good ? O non erano neanche practices ? Le passate amministrazioni, invece, quanto si sono avvicinate ai mitici obiettivi di Kyoto ? Disinformazione, semplicemente ?

Annunci

Commenti

1. Polìscor - settembre 23, 2008

…comunisti… :->

2. Manfry - settembre 23, 2008

Quante bugie….
http://www.italiaroma.it/ambiente/roma-per-kyoto-realizzato-il-primo-bosco-di-piante-secche/

Questa è la situazione di un anno fa. Ora è anche peggio.

3. pippo.arturo - settembre 23, 2008

Ma che ipocriti. Viale Eritrea e Viale Libia strade verdi sono state realizzate nell’estate 1999 e pubblicizzate in pompa magna come soluzione innovativa e definitiva. Rimasero esperimento solitario e fallimentare. Le auto sostavano in doppia fila per andare a far shopping, i vigili se ne fregavano, gli ausiliari e la sta si arricchirono con i parcheggi blu. Le vie circostanti (asmara e nemorens) invase dal traffico, acuito da parcheggi blu creati ad hoc quando prima erano libere.
Le domeniche a piedi….altra buffonata….spesso rinviate per andare allo stadio.
Saluti

4. giulio - settembre 23, 2008

assolutamente daccordo..hanno fatto le strade verdi su una via di negozianti mandando tutta la zona in crisi, un’idea assurda e in più fare le domeniche a piedi facendo tornare il lunedi l’inquinamento come sempre è assurdo!

5. Andrea Rossi - settembre 23, 2008

A livello di traffico e di inquinamento Roma faceva schifo e fa schifo tuttora, certo ci vuole una bella faccia tosta ad accusare Alemanno che e’ da pochi mesi Sindaco, in 15 anni hanno fatto aperto solo 5 stazioni della metro A, le piste ciclabili sono pochissime ed adatte solo per le scampagnate domenicali per non parlare del lassismo dei vigili urbani che c’e’ sempre stato abbondantemente durante l’era Rutelli-Veltroni.

6. Andrea Santosuosso - settembre 29, 2008

Indubbiamente è stato un colpo di genio quello di abolire i corridoi verdi, leggete “Il Corriere della Sera” in Cronaca di Roma del 29 settembre per vedere cosa si è prodotto con questa decisione a Viale Libia. Sempre se non avete occhi per andarci di persona.
Però adesso i commercianti saranno contenti e questo ci basta vero Giulio? In fin dei conti servono i voti…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: