jump to navigation

Smorz’ ‘e lights settembre 13, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Quest’anno come tanti piccoli paeselli alcuni Municipi hanno deciso di avere la loro specifica festa in ricordo del loro “fù Santo Patrono”, mi domando se porteranno in processione la statua del Santo martire, ma comunque per l’occasione ho rispolverato ancora il mio personale ex-santino.

Ancora la “Notte bianca”, ancora i nostri soldi spesi per … ??? boh !

In realtà la “Notte bianca” si è moltiplicata per 8, nello specifico 8 Municipi-paeselli (III, V, VI, IX, X, XI, XVI, XVII) accoglieranno manifestazioni teatrali e canore, giullari e persone seriose, e poi ancora profumi di cibi alla brace e balli di piazza e chissà forse anche i botti di mezzanotte. (Domani in 8 municipi una notte più rossa che bianca da “Il Giornale” del 12/09/2008)

Nel Municipio IV ci sarà la manifestazione “Notte in bianco…luci rosse spente” all’interno della quale ci sarà il convegno dal titolo “Dalla cultura delle Notti Bianche alla cultura della legalità” (Comunicato Stampa di Fabrizio Santori).

E per tutti gli altri ?

Una tranquilla e consueta “Notte di sonno” … e mi raccomando ..

“smorz’ ‘e lights”

Laura

Commenti

1. nicoletta - settembre 13, 2008

pure nel I ci sarà sta nottatina bianca… e io che pensavo di averla finalmente scampata 😦

ehy, passata dar transenna ho visto che siete finiti su repubblica…

2. Andrea Santosuosso - settembre 13, 2008

Per nulla d’accordo. E’ stato un grave errore cancellare questo tipo di iniziativa, al massimo si poteva provare a modificarla. Continuare a battere il tasto sulla legalità cosa c’entra? La notte bianca è un’iniziativa culturale e di apertura della città, non certo qualcosa di illegale o che stimoli l’illegalità.

Andrea

3. degradodiroma - settembre 13, 2008

Per Nicoletta : Veramente sul giornale c’era scritto che il I Municipio non aveva aderito .. bah ! .. per “Repubblica” tutto è partito dalla comunicazione di Andrea Rossi e quindi da quì

Per Andrea Santosuosso : Non ho mai approvato questa iniziativa nè la vedrò mai come una iniziativa culturale, piuttosto ripeto che per me trattasi di una spesa inutile per la città. L’idea di una conservazione della stessa, magari con altre forme e varianti, credo sia oggetto di analisi da parte della nuova amministrazione, così come si legge sull’articolo del Giornale proposto. Forse per dare un senso di discontinuità quest’anno non è stata riproposta secondo le vecchie modalità e comunque viene offerta a macchia di leopardo dai Municipi legati alla vecchia amministrazione.

Laura

4. nicoletta - settembre 13, 2008

Io so che stasera ci sarà qualcosa a Piazza Farnese… 😉

pure da queste parti, del resto, sono orfani…

nicoletta

5. fabio - settembre 13, 2008

Io sono d’accordo con “degradodiroma”. Non riesco a vedere il motivo per il quale si definisce questa come iniziativa culturale. La notte bianca ha avuto origine dallo scimmiottare quella parigina, e non per aspetti culturali identificativi della tradizione romana. Invece sarebbe molto più interessante ricreare, una delle manifestazioni che nei secoli passati erano tradizione romana, cambiandola di anno in anno. Per esempio, dico a caso, la corsa dei cavalli in via del Corso, la battaglia navale in piazza Navona (con alcuni accorgimenti spettacolari per non allagarla) e le tante feste di vendemmia e di raccolta. Questa è vera CULTURA, altro che caciara notturna.

6. fabio - settembre 13, 2008

OK, con l’esaurimento per oggi siamo a posto!

7. degradodiroma - settembre 13, 2008

Fabio hai ragione, non so perchè tutti i tuoi commenti erano finiti in spam, mi credi se ti dico che non so perchè ? Però ora ho solo ripristinato questi ed ho cancellato quelli che replicavano, più o meno spezzettato, lo stesso concetto. Mi dispiace.

Per ciò che attiene la Notte bianca del IX Municipio (il mio) .. ci saranno i fuochi d’artificio .. manco a dirlo …

“dalle ore 24.00 PARCO DI TOR FISCALE
Ingresso via di Torre Branca
Fuochi d’artificio di Roberto De Simone”

Laura

8. fabio - settembre 13, 2008

Va bene, Laura, quando c’è “OTTEMPERANZA…

9. degradodiroma - settembre 13, 2008

Sei passato indenne … bravo !
😀 Laura

10. Les - settembre 13, 2008

Buonasera a tutti,
io dico che la mini-Notte bianca dei municipi ci può stare a patto che ci siano soldi per la manutenzione della città.
Altrimenti già dall’anno prossimo facciamone a meno.
Ieri ho fatto un giro ai Giardini di Castel Sant’Angelo.Ho visto cartacce e rifiuti nei prati, una grossa scritta (tipo “Ale ’89”) mal cancellata e ancora visibile sulle mura del Castello (!) e i muri del Lungotevere di fronte imbrattati da tag, anche queste “cancellate” alla meno peggio.
Incredibile, mi sono detto, nemmeno questo meraviglioso angolo di Roma è stato risparmiato dagli incivili e dall’incuria del Comune.
D’altronde San Pietro non è risparmiata: una tag nera deturpa addirittura l’entrata di Via della Conciliazione (angolo Piazza Pia) e anche le traverse della stessa via – a due passi dalla basilica – portano i segni delle odiose firme.
Io continuo a dirlo, per il decoro urbano di Roma le tag e i graffiti sono oggi il problema principale perché il più visibile da tutti, cittadini e turisti, in ogni angolo della città, dalla periferia al centro.
Voi cosa ne pensate?
—-
Per Laura: se passi per il Lungotevere in direzione San Pietro dai uno sguardo ai muri dei palazzi e vedrai uno “spettacolo” unico, il lungofiume più imbrattato d’Europa, un chilometro e più di scritte su ogni muro – alcune enormi – di una delle strade più “tipiche” e trafficate del centro.
Una cosa da non credere ai propri occhi, specie se raffrontato con il Lungosenna di Parigi.
Ah, dimenticavo: lo splendido Ponte Sisto è di nuovo pieno di scritte e tag appena fatte.

11. Andrea Santosuosso - settembre 13, 2008

State confondendo un’iniziativa culturale con la maleducazione dei romani, la notte bianca viene proposta e realizzata in molti Paesi e anche da noi si è rivelata un successo. Criticarla a priori solo perchè è stata finora organizzata da un avversario politico significa essere miopi e intolleranti. Roma non ne ha bisogni (di miopia e di intolleranza)
Ciao e buona Notte Bianca a chi partecipa.

12. nicoletta - settembre 13, 2008

les,
come non concordare con te?
e in più:
“io dico che la mini-Notte bianca dei municipi ci può stare a patto che ci siano soldi per la manutenzione della città”

i soldi non ci sono… quindi… 😉

il fatto è che sennò gli amici-orfani del santo in questione come mangiano?? ipotesi azzardata???

13. degradodiroma - settembre 14, 2008

Andrea quì stiamo parlando di soldi, soldi che se ne vanno per pagare la macchina dell’organizzazione che in tutto o in parte è comunale, per pagare coloro i quali fanno spettacolo .. a più titolo .. pagare gli straordinari di coloro che dovranno fare pulizia (leggi AMA), coloro i quali fanno straordinari per implementare il numero delle corse dei bus, dei turni museali .. ecc .. se avessi una città “a quel dio biondo” allora potrei avere tutte le feste e le Notti bianche, gialle rosse e blu, che vuoi. Parli di successo della Notte bianca, ma se vuoi anche io lo metto nero su bianco, “si è un successo”, ed allora ? … allora stiamocene zitti e buoni se andiamo in giro con le scarpe rotte.
Laura

14. fabio - settembre 14, 2008

Andrea, ma è proprio come sono organizzate le notti bianche a creare trambusto e caos, la gente è costretta a muoversi in una situazione precaria. La concentrazione degli eventi costringe masse di spettatori a spostarsi da un punto all’altro della città, con grande disagio per tutti. E per che, per cosa e per quanto? Non è una questione politica, di idioti ce ne sono a sinistra e a destra.
Inoltre Veltroni non è di sinistra (quella REALE), appartiene a quella borghesia viziata, come Rutelli e gentile consorte, baciapile dei cardinali e per niente consapevole delle reali necessità della città di ROMA.

15. Les - settembre 14, 2008

Mi fa piacere che partecipi alla discussione Andrea Santosuosso, persona che mostra interesse verso le iniziative culturali.Perché anche io penso che la cultura sia molto importante e che serva ad “aprire” la mente delle persone oltre che a divertirsi.Io prediligo ad esempio la cultura che “intrattiene” ma ci sono persone a cui piacciono cose più intellettuali e trovo giusto che si pensi anche a loro.
La Notte Bianca in particolare non mi interessa ma a molta gente che lavora durante il giorno può far piacere un bagno di folla notturno per vivere una volta all’anno la città in maniera diversa.

Detto questo c’è bisogno però di una visione d’insieme.
La Notte Bianca è stata inventata a Parigi, una città le cui finanze comunali versano in condizioni migliori di quelle di Roma.
Qui da noi bisogna decidere delle priorità e visto che a Roma infrastrutture, decoro urbano e servizi pubblici sono insufficienti occorre utilizzare ingenti risorse per migliorare questi aspetti.
Visto che le risorse economiche del Comune di Roma sono limitate penso sia normale razionalizzare e “tagliare” da qualche parte.
Ora, Andrea, se non vogliamo che vengano drasticamente ridimensionati i fondi destinati alla cultura dobbiamo saper rinunciare a qualche evento messo in piedi negli ultimi anni.
Secondo me la Notte Bianca è uno degli eventi che può essere ridimensionato e infatti così è stato fatto.
Lo dico io che giudico la cultura importante e che ho sempre votato sindaci di centro-sinistra, rimanendo molto deluso dall’ultima giunta Veltroni.Il Veltroni-bis ha trascurato decoro urbano e sicurezza facendosi scudo con la cultura, utilizzandola in modo propagandistico, col risultato che oggi molti romani non ne vogliono più sapere di Notti bianche e feste del cinema.
E non sai quanto mi dispiace sentire tanti romani che maltrattano a parole la musica e il cinema, Andrea.

16. Andrea Rossi - settembre 15, 2008

Io credo che la notte bianca Veltroniana non era sbagliata in assoluta ma era sbagliata in considerazione di un contesto urbano degradato come quello romano, mi spiego meglio: se la notte bianca fosse stata fatta in una citta’ con una raccolta dei rifiuti eccellente, in una citta’ con dei trasporti pubblici efficienti, in una citta’ dove le strade sono tavoli da biliardo, in una citta’ senza problemi di sicurezza, in una citta’ con sufficienti asili nido, in una citta’ etc etc, ecco in una citta’ cosi’ ben vengano iniziative come la notte bianca che probabilmente danno visibilita’ alla citta’ (e quindi soldi), ma siccome Roma ha secondo me altre priorita’ la notte bianca Veltroniana mi faceva assai incazzare, detto questo spero che una volta che Roma abbia portato i suoi servizi pubblici a livelli decenti possa avere qualche soldo per ripristinare la notte bianca che puo’ (al di la del discutibile valore culturale) portare foraggio alle casse degli esercenti romani e quindi del comune.

17. Pablito - settembre 15, 2008

Non so se avete già letto la notizia…ma il caro Veltroni ha appena comprato una bella casetta per la figliola a manhattan…la manda a studiare cinema. Niente paura utilizza i soldi ricavati dalla vendita del libro …
http://www.corriere.it/politica/08_settembre_15/veltroni_compra_casa_a_new_york_2cff204c-82ec-11dd-a6c8-00144f02aabc.shtml

18. Andrea Santosuosso - settembre 15, 2008

Non mi sembra ci sia nulla di illegale, non capisco e personalmente non gradisco questo tipo di sarcasmo.

19. Pablito - settembre 15, 2008

Mi dispiace di aver urtato la tua sensibilità…magari se era Berluska che acquistava una villa in Sardegna avresti detto qualcosina e non saresti stato l’unico 😉

20. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

si vede che non mi conosci, e parti troppo prevenuto.
Un blog non è una gogna.
Ciao

21. Pablito - settembre 16, 2008

Certo che non è una gogna…chi ha mai detto il contrario…! Come dici tu ho fatto solo un pò di sarcasmo per una notizia riguardante un personaggio pubblico che tra l’altro ho appreso da un quotidiano nazionale .
Anche io se vogliamo non ci vedo nulla di male…però che almeno la piantasse di raccontarci che aiuta l’Africa…

22. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

Ma tu cosa sai della vita di quella persona e di come utilizza il suo denaro? Sei così sicuro che non abbia fatto donazioni per progetti in Africa? Io, anche se ho certo votato per il personaggio in questione, sono forse più documentato di te e mi permetto di contraddirti, se vuoi non esitare a contattarmi.
Il problema è che è sempre facile sparare sul bersaglio grosso e che queste non sono notizie, è becero gossip da 4 soldi, chiunque ne rimanga coinvolto.
Ciao

23. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

Pardon, un lapsus, io NON ho votato per il soggetto in questione…
Ciao

24. Pablito - settembre 16, 2008

Io non metto indubbio che ha realmente aiutato l’Africa…dico che potrebbe NON raccontarcelo ! Mentre che acquista una casa alla figlia a manhattan (e che tra l’altro ha gia lavorato per il mondo del cinema)…a questo ci credo senza problemi . Comunque ti ho solo riportato una notizia, se vuoi manda un’email al corriere e chiedi spiegazioni a loro.

Ciao

25. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

Allora grazie per averci riportato questa utilissima notizia. Continua così…

26. Pablito - settembre 16, 2008

Allora caro andrea santosuosso chiedo umilmente scusa per aver riportato una notizia appresa dal corriere della sera e ti prometto che non lo farò più…dirò solo frasi fatte e mi comporterò da perbenista in modo da incontrare i tuoi favori 😉
Continua cosi anche tu…

27. Andrea Rossi - settembre 16, 2008

Il fatto e’ che Berlusconi non e’ ipocrita come Veltroni, i soldi e le belle cose piacciono a tutti, ma la destra non e’ ipocrita come certi personaggi di sinistra che nei comizi coccolano i proletari e poi acquistano appartamenti a new york, vi ricordate la pessima figura della Melandri beccata al billionaire di Briatore ? Nego’ fino a quando non uscirono le foto sui giornali, che ridicola…

Veltroni disse su raitre da Fazio che avrebbe smesso la carriera politica e sarebbe andato in africa, purtroppo per noi invece non ha mantenuto la sua promessa, si e’ “sacrificato” conquistando un posto da “proletario” in parlamento.

28. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

Ma lo capisci o no che finchè rimarrai prigioniero di questa logica della presunta ipocrisia e dei giudizi personali non caverai mai un ragno dal buco? Dovrei mettermi a spiegare che forse c’è qualche ombra anche nel passato del “coerente” Presidente del Consiglio?
Se non cambiamo registro avremo sempre e solo un Paese peggiore.
E poi secondo me è ora di finirla di parlare di Veltroni che ormai “fortunatamente” appartiene al passato di questa città. Parlarne ancora ne fa crescere l’importanza ed è di una noia mortale.
Parliamo piuttosto del nuovo che deve essere realizzato, delle nuove idee, dei nuovi modi di interpretare uno stile di amministrazione della nostra città.
Il mio rilievo era rivolto ad un modo di fare notizia che non mi piace, non mi appartiene.
Cordialmente.

29. degradodiroma - settembre 16, 2008

Quando Pablito ha linkato il Corriere con la “notizia-gossip” su Veltroni, secondo me, ci ha voluto informare di un fatto comunque consultabile su di un giornale conclamato. Che poi la notizia fosse frivola, è indubbio, ma non certamente irriverente, poichè si tratta di un dato di fatto. Fortunatamente, e per me senza le virgolette, Veltroni appartiene al passato di questa città, ma le rovine che ci ha lasciato sono ancora sotto i nostri occhi, e ci rimarranno ancora per molto. Non credo che non parleremo più di Veltroni e/o di Rutelli, ancora oggi si narra di Nerone e delle distruzioni che ha fatto, ancora oggi si parla di Mussolini e di Via dei Fori Imperiali. I passaggi dei “governatori” di questa città sono tangibili e si sono sovrapposti nel corso della storia. Ognuno ci ha lasciato un frammento del suo passaggio. Anche “La Notte Bianca” rientra tra questi, e così se è vero che dobbiamo guardare al futuro, un’occhiata al passato va sempre data se non altro per non perdere di vista gli errori di quelli che ci hanno preceduto e di quì per non più ripeterli.
Laura

30. Andrea Santosuosso - settembre 16, 2008

Cara Laura, sarà che sento il bisogno di aria nuova ma ogni volta che vedo certi commenti mi viene l’orticaria.
A dirla tutta mi viene anche quando come secondo link del sito leggo scritto “Veltroni”, mi piacerebbe eliminarlo, se potessi, o sostituirla con un link “Alemanno” che illustri quali sono i cambiamenti posti in essere, la vicenda del Pincio potrebbe essere un primo risultato.
Non posso imporlo, comunque pensaci, potrebbe essere un’idea.
Ciao

31. degradodiroma - settembre 16, 2008

Nella cartella Veltroni ci sono, come avrai visto, alcuni “pezzi” storici cui tengo particolarmente. Avevo invece cominciato ad allestire delle “Categorie” che avrebbero dovuto classificare i post tra Veltroni, rappresentato nei diversi anni di amministrazione della città, ed Alemanno. Purtroppo riprendere in mano 643 post è una impresa titanica, avevo iniziato .. pensando che ce l’avrei fatta .. ma poi ho abdicato.
Comunque si, la cartella Alemanno la posso cominciare ad allestire, ed il Pincio sarà certanente tra le cose da annoverare. 😀
Laura

32. Pablito - settembre 16, 2008

Se sapevo prima quello che sarebbe successo non l’avrei mai postato quell’articolo…e comunque non ne voglio parlare più.
Quoto Laura perchè ha centrato il punto, Veltroni appartiene si al passato ma quello che ha fatto rimarrà per molti anni….


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: