jump to navigation

Via di Brava aspetta ancora luglio 31, 2008

Posted by degradodiroma in Degrado, Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Federico Armeni

Ieri, (ndr. qualche tempo fa), in mezzo alle sterpaglie di Via di Brava – segnalate da almeno 10 anni senza che nessuno (nessuno) faccia mai qualcosa (chissà che i propositi della nuova amministrazione Alemanno si occupino finalmente dello scandalo di via di Brava?) – è divampato un incendio, causato dal forte sole e quasi sicuramente da un mozzicone di sigaretta. Grazie al tempismo di un abitante di Colle Aurelio, che ha chiamato subito il 115, il potenziale incendio è stato spento sul nascere.
L’episodio riporta all’annosa questione della zona che va dalla Maglianella alla Pisana, che connette tre municipi, che è svincolo di importanza strategica per il grande raccordo anulare, per l’Aurelia, la Portuense, la Pisana e Casal lombroso, che è oggi anche via di passaggio per le centinaia di ville nuova costruzione concesse dal Comune con Walter Veltroni.
Via di Brava continua ad essere strada stretta senza illuminazione, senza marciapiede, senza segnaletica, con prostitute ai lati della strada durante il giorno (d’altronde di notte è buio, non essendoci le luci…), con sterplaglie alte e mai tagliate, e con calcinacci ai lati della strada mai portati via.
Il problema è stato sottoposto dai singoli cittadini prima, dal Comitato di Colle Aurelio poi, sia al Municipio 16 (da Bellini a Geraci, da Santori a Aumenta, tutti sanno del problema), che al Comune di Roma (dove Santori, ora entrato grazie alla vittoria di Alemanno, potrebbe finalmente fare qualcosa, e dove Patanè prima era stato l’unico al Comune a occuparsi della scandalosa vicenda di via di Brava).
Attenderanno, i nostri amati politici, di aspettare altri morti su via di Brava, o già quelli che ci sono (le lapidi sono 3, e pesano sulla coscienza di tutte le amministrazioni degli ultimi 15 anni) non bastano per annoverare via di Brava tra le urgenze massime della città di Roma ?

da degradodiroma :

Questa lettera è tratta dal sito di Fabrizio Santori, cui Federico si era rivolto qualche tempo fa per segnalare la situazione di Via di Brava. Ieri  ho riproposto allo stesso Fabrizio Santori questa stessa richiesta di intervento, perchè se oggi Santori è Presidente della commissione capitolina per la Sicurezza Urbana, saprà che la sicurezza passa anche attraverso l’illuminazione oltre tutto il resto .. ovviamente.

La segnalazione è stata poi inoltrata ai Municipi XV e XVI per competenza.

Advertisements

Commenti

1. Les - luglio 31, 2008

Off-topic:
“stiamo perdendo tempo ad esaminare proposte passate che non avranno futuro (mi riferisco allo pseudo programma descritto nelle slides del PD). E non capisco neanche che senso abbia ancora parlare della campagna elettorale (siamo a luglio, ormai è acqua passata)”.Questo l’ha detto Andrea ed era il senso del mio discorso, non ho messo in discussione il contributo che Fabrizio Santori da OGGI al comune di Roma e al blog ma il fatto che si rivangasse nel passato.Con questo chiudo la polemica, per quanto mi riguarda.
Anzi a Santori e a tutta la nuova giunta auguro buon lavoro.

2. Andrea Rossi - luglio 31, 2008

Conosco via di brava ed il parcheggione che si trova da quelle parti, e’ una zona dove da moltissimi anni i ragazzotti nostrani vanno a testare i loro bolidi, ero ragazzino quando sentivo parlare delle corse e delle prove fatte a via di brava, poi negli anni si e’ sviluppata anche la prostituzione (grazie a Dio non ci facciamo mancare nulla), per chi non si accontentasse della prostituzione e delle corse c’e’ comunque il cavalcavia della Massimina dove si possono provare delle emozioni forti grazie ai nomadi che spadroneggiano indisturbati, insomma la solita zona abbandonata da Dio e soprattutto dagli uomini.

3. Albert1 - luglio 31, 2008

Andrè, se dici il parcheggione sotto la BNL alla Vignaccia sei rimasto bello indietro !! 😉

Sono quasi vent’anni ormai che lo hanno “rovinato” con degli spartitraffico che impediscono qualsiasi tentativo corsaiolo…

Mannaggia, era divertente !

4. Andrea Rossi - luglio 31, 2008

Si vede che sto diventando vecchio intendevo proprio il parcheggio che hai citato, ma deduco che anche tu hai passato parecchie primavere…!

5. Albert1 - luglio 31, 2008

Beh, ne ho viste 39 finora, ancora non sono negli ‘anta, ma quanto ci sto vicino…

Il “parcheggione”: era il mio banco di prova per qualsiasi cosa avesse un motore… e la domenica mattina un tripudio di marmitte: si cominciava presto con i pischelli in motorino che poi a metà mattina cedevano il campo a quelli più “grandi” con le moto (uno per tutti, il famigerato “CIROOOOO !!!” Il figliolo della Milo con il suo RG Gamma 500 che faceva cose folli). Poi, verso ora di pranzo arrivavano le macchine: un mucchio di Golf, “Peugeottini” 205 Gti, e penso che si siano squagliate più testate li che a Vallelunga.

Ricordo che poco prima che chiudessero tutto, aveva cominciato a farsi vedere anche il porchettaro col furgone all’ingresso (oh, c’erano spettatori pure sulla scarpata di fronte).

Che cosa mi avete fatto ricordare… Ammazza come passa il tempo.
E’ roba che non mi ricordo più l’ultima volta che ho superato i 120.

Bah. 😉

6. degradodiroma - luglio 31, 2008

E tu caro nipotino 😀 scavezzacollo quali spericolate acrobazie prediligevi ?
Meno male che poi crescendo hai messo la testa a posto ! .. forse ..
Laura

7. Albert1 - luglio 31, 2008

Nonnina… Vabbè, zietta… Eheheheh !!!! Dai, famo “sorellona”, che ci stiamo più vicini 😉

Io amavo percorrere l’intero parcheggio sulla sola ruota posteriore di mezzi a due ruote (coi motorini riuscivo a fare anche la curva e tornare indietro, con la moto no), poi più tardi, con la macchina, mi sono specializzato in testacoda senza usare il freno a mano (che è difficillimo ma gustoso e spettacolare), e in retromarcia (altrettanto spettacolare ma pericolosissimo).

Credo di esser stato traviato da Holer Togni: ho visto un suo spettacolo quando avevo 8 anni e non mi sono mai più ripreso.

Adesso sono un rispettosissimo e prudentissimo utente della strada, non tocco una moto o un motorino da anni, giro con un carro armato che al massimo fa 100 all’ora e mi sono scordato tutto. Forse.

8. farmeni - agosto 2, 2008

le lapidi di via di brava gridano ancoroggi vendetta.
ma i politici siedono ancora su quelle poltrone.
e bellini è stato anche confermato….
u premio per ciò che ha fatto…. tra abusivismo, prostituzione e mancanza di diritti ai suoi cittadini,……

aspettiamo ancora un segno da santori e alemanno.

9. duccio - agosto 31, 2008

Ben tornata!
😉 duccio

10. degradodiroma - settembre 1, 2008

@Duccio : Grazie 😀

Ho ricevuto alcune risposte dai Municipi cui avevo inoltrato questa segnalazione, che quindi propongo di seguito.
Laura
————————
Dal Municipio XV
Via di Brava – [Cod.: 31.7.2008-8.47.48] : Vi invio la segnalazione in quanto Via di Brava non ricade nel XV Municipio
Saluti
U.R.P. XV Municipio
————————
Dal Municipio XVI
Con riferimento alla segnalazione del 31.07.2008 del Sig. Armenni Federico, trasmessa dallo scrivente Ufficio al Dipartimento X, all’AMA, al XVI UOPM ed al Servizio Tecnico del XVI Municipio, si trasmette la risposta del XVI UOPM: “Si rappresenta che su Via di Brava esiste segnaletica di limite di velocità a 30KM e segnaletica di strettoia in corrispondenza delle stesse (ponticelli)”.
Distinti saluti URP Municipio Roma XVI
————————
Dal Corpo di Polizia Municipale XVI Gruppo

CORPO DELLA POLIZIA MUNICIPALE
U.O. XVI GRUPPO SEZIONE SEGRETERIA
Via di Donna Olimpia 43
00152 – ROMA Tel. 0667696602/3 Fax 0658205747

RECLAMO N. 7025 Prot. n. 42777/RHQAA coll. 39835
Egr. Sig. Federico ARMENI, in esito al suo reclamo, premesso che le problematiche segnalate nella sua e-mail esulano, in buona parte, da quelle che sono le competenze dirette di questa U.O.di P.M., Le rappresentiamo che su Via di Brava esiste segnaletica indicante il limitedi velocità a 30 km/h, oltre a segnaletica relativa ai pericoli generici e specifici esistenti sul suo tracciato (serie di curve, strettoia – in corrispondenza dei ponticelli -ecc.,).
In ogni caso copia della sua segnalazione è stata trasmessa anche alla U.O.T. del XVI Municipio per quanto di sua competenza.
E’ grata l’occasione per inviare cordiali saluti.

f.to Il Dirigente
Dott. Pietro DI GIROLAMO

11. Federico Armeni - settembre 2, 2008

Egregi,
non capisco come il fatto che si sia un cartello che dice che il limite sia di 30km h, possa esulare le vostre responsabilità dalle problematiche di via di brava.
tutt’altro, ne amplifica la gravità: come potete fare passare un autobus (il 906), su una strada che – come dite voi- è “estremamente pericolosa”? Come avete fatto a costruire 926, sottolineo 926, abitazioni lungo una strada di simil vergogna?
Come potete dimenticare la gente morta su questa strada? Come potete ignorare che in corrispondenza delle fermate degli autobus non c’è marciapiede?
Come potete esimervi dal commentare i calcinacci, le lavatrici e le puttane ai lati della suddesttra strada?
Ah…c’è un cartello……………
quando metterete il cartello: STRADA MORTALE NONOSTANTE 926 ABITAZIONI E UN AUTOBUS, forse potrete dire: “lo avevamo detto”.

In inglese c’è una parola che riassume tutto:
SHAME.

Federico Armeni.

12. farmeni - settembre 5, 2008

Colle Aurelio: non comprateci casa! Municipio XVi disastroso. Veltroni indifferente.
Scritto il 19 Novembre, 2007 in Società | Modifica

Dai rilevamenti fatti dagli abitanti di Colle Aurelio, che da 3 anni vivono in queste condizioni “da rom”, la zona del Municipio XVI (Bellini presidente, Contrasto vicepresidente, Geraci presidente del consiglio, Maranzano assessore all’ambiente, di centro sinistra) del Comune di Roma (Sindaco Walter Veltroni, neo candidato premier alle prossime elezioni con il partito democratico), sono risultate mancanze sul diritto alla persona che vanno dalla strada all’immondizia, dalla sicurezza al degrado, dall’illuminazione alla mancanza di trasporto pubblico.

colleaurelio.jpg

Situazione della zona urbana di Roma Ovest “via di Brava – Colle Aurelio – via della Maglianella”, dallo snodo Via Aurelia uscita via di Brava – Maglianella all’incrocio con via della Pisana.

In data 20 Settembre 2007, nella zona in oggetto si rilevano le seguenti mancanze legate all’ordine, al decoro pubblico, e al diritto al cittadino:

* Dallo snodo della via Aurelia uscita “Via di Brava – Maglianella”, percorrendo via di Riserva della Torretta, e svoltando a sinistra verso via di Brava, percorrendola fino all’incrocio con via della Pisana:

assoluta MANCANZA DI REGOLARE PULIZIA URBANA, con buste, cartacce, rifiuti di ogni sorta fermi da alcuni mesi (al momento la giacenza dei rifiuti è attestata al Dicembre 2006, fotografati da Federico Armeni).

* Per lo stesso percorso, quindi da Via di Riserva della Torretta, per tutta Via di Brava, fino a Via della Pisana (circa 6 chilometri):

MANCANZA DI MARCIAPIEDE, impossibilità di percorrere pedonalmente la strada.

* Per lo stesso percorso in questione:

MANCANZA DI MANUTENZIONE STRADALE, dalle sterpaglie ai lati (rischio incendi e limitazione visibilità) al manto stradale sbriciolato e pieno di buche, non curato da mesi.

* Per lo stesso percorso in questione:

MANCANZA di SEGNALETICA STRADALE sufficiente, con linee di “Stop” e di indicazione di corsia del tutto scolorite e di notte quasi invisibili, rese fittizie dalla mancanza di illuminazione.

* Dall’imbocco in via della Maglianella da Riserva della Torretta, in direzione di Via di Brava, fino all’imbocco di Via della Pisana:

MANCANZA di SEGNALETICA STRADALE e di LINEE DI SEPARAZIONE di CORSIA. D’inverno, in caso di nebbia, è assolutamente impossibile mantenere la propria corsia stradale. Si ricorda la presenza di lapidi di giovani che hanno perso già la vita in questo tratto stradale.

* Nello stesso tratto:

MANCANZA COMPLETA DI ILLUMINAZIONE, anche minima.

* Da Via di Brava altezza edificio “Polizia Penitenziaria”, fino a via del Ponte Pisano:

PRESENZA DI PROSTITUTE, solo di giorno.

* Per tutta via di Brava:

presenza di calcinacci, rifiuti ingombranti, scarichi illegali; sporcizia causata dalla presenza delle prostitute, come bottiglie di plastica e cestini da pranzo. Foografati il Dicembre 2006.

romaaprile07137.jpg

* Per i residenti nel nuovo comprensorio residenziale “Colle Aurelio” si lamentano:

– il MANCATO DIRITTO ALLA MOBILITA’: assenza di marciapiede, impossibilità di prendere per via pedonale via di brava, sia per una passeggiata, sia per raggiungere qualsiasi attività commerciale o servizio pubblico;

– il MANCATO DIRITTO AL DECORO URBANO: presenza di rifiuti ingombranti ovunque, manutenzione stradale nulla, polvere che si alza davanti alle nostre case ad ogni passaggio di automobile, allagamenti in casa di pioggia. Asfalto completamente andato, con presenza di brecciolino sfranto ovunque.

– il MANCATO DIRITTO AL SERVIZIO PUBBLICO DI RACCOLTA RIFIUTI: lontananza di cassonetti per l’immondizia, non raggiungibili pedonalmente, cassonetti vecchi e inadatti, sempre pieni e con rifiuti al di fuori dei cassonetti, ritardo nello svuotamento dei raccoglitori di rifiuti differenziati.

– il MANCATO DIRITTO AL SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO: impossibilità di raggiungere una fermata dell’autobus: ne è presente solo una e in una sola direzione; questa fermata non si può nemmeno raggiungere per la mancanza di marciapiede che va dall’uscita da Colle Aurelio (Via Filippo Grispigni) alla fermata in via di Brava; se si arriva comunque alla fermata (rischioso, si cammina in mezzo alla strada, ad alta percorrenza), impossibilità di starci in caso di pioggia, a causa delle inondazioni causate dal passaggio delle macchine, troppo vicine all’esiguo piedistallo fuori norma dove è situata la fermata;

– il MANCATO DIRITTO ALLA SICUREZZA: nessuna macchina della polizia municipale è mai passata nella zona Colle Aurelio, né è previsto un servizio di pattuglia, anche sporadico, nella zona. Lamentiamo numerosi furti a automobili e case nella zona.

La zona in questione riguarda principalmente il Municipio XVI (Colle Aurelio, Via di Brava dal sottovia fino all’incrocio con via della Pisana), ma anche Municipio XV (via Ponte Pisano), Anas (svincolo via Aurelia e il sottovia),e Municipio XVIII (via della Maglianella).

La situazione andrebbe affrontata a livello comunale oltre che municipale, vista la gravità della situazione e l’assoluta mancanza del rispetto di qualsiasi diritto per il cittadino. Si rammenta che per le abitazioni di Colle Aurelio, il Comune ha incassato la tassa di Urbanizzazione, venendo però meno alla stessa e ai normali servizi di trasporto pubblico, pulizia, sicurezza.

Siamo in stato di diritto, preghiamo di affrontare punto per punto tutti gli inaccettabili disagi ai quali siamo costretti, in maniera assolutamente urgente.

Siamo pronti ad esporre la mancanza del rispetto dei nostri diritti e alla richiesta di risarcimento dei danni subiti questi mesi, presso la Procura della Repubblica e a qualsiasi organo competente.

Grazie al Comitato della zona per l’accurato reportage.

13. David - settembre 8, 2008

bellini magnaccia

14. claudio - febbraio 6, 2009

volevo di ad albert che fà un po’ di confusione! ai parkeggioni era famoso il pallesecche e sull olimpica CIRO MILO!! ma ke ne sai?? scusa anke se in ritardo!

15. Albert1 - febbraio 6, 2009

Nessuna confusione, Clà… è che il pallesecche era una realtà locale e lo conosciamo solo noi de “bravettapisanabocceaedintorni”, mentre CIROOOOOO era una celebrità, e quando si affacciava alla Vignaccia era festa ! 😉

16. Albert1 - febbraio 6, 2009

(e adesso facciamo Carramba sul blog di Laura)…

Claudio, scusa, ma mica sarai Claudio il fratello di Fabio di via dei Trinci che poi siete finiti a Cinecittà lasciando orfana la comitiva (io, er Candela, er Buco, er Sisco, er Pera, er Dadda, er Candy, er Celerino – che lo possino, e compagnia bella)?

No, perchè er pallesecche non è che se lo possono ricordare in tanti…

Scuuuuusa Laura, lo so che per queste cose c’è Facebook, ma non ho resistito… 😀

17. degradodiroma - febbraio 6, 2009

Tranquillo Albert1 .. se questo Claudio fosse una tua vecchia conoscenza ne avrei piacere, e la statistica di queste “carrambate” salirebbe a 3.

Laura

18. GIGGI PLAYMOBIL - settembre 30, 2009

Pallesecche me lo ricordo pure io! non era quello classe 1968 con il Gamma 500 scarenato che faceva i numeri al parcheggio dell’Aurelia? era il 1987-1988 se non ricordo male.. quando riuscivo a svegliarmi in tempo partivo col mio SI’ da piazza Bologna e me li andavo a vedere tutti..

19. claudio - novembre 28, 2009

Pallesecche stava al parcheggine con il gamma 500 mentre ciro milo sull olimpica con l rd 500!!! confermo! hihihihihi


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: