jump to navigation

Parcheggi male ? .. perchè ? luglio 18, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Parcheggi.
trackback

Trovare un posto auto, consentito, regolare, a volte può assurgere ad un piccolo miracolo giornaliero. Quante volte sarà capitato anche a voi di rinunciare ad una uscita o preferirne una nei pressi di casa vostra pur di non dover cercare parcheggio sul luogo dove vi dovete recare o in quello dove dovrete tornare.

Non sto giustificando quei comportamenti che ci possono portare ad essere classificati come degli “incivili”, ma voglio semplicemente catalogare quelle “inciviltà” e per alcune di queste trovare le eventali cause che possono portare a quei comportamenti. Quindi sia che sia un posto auto o quello per una moto o di un motorino, e cercando di fare un pò di autocoscienza vediamo perchè noi stessi o “gli altri” parcheggiamo male.

Parcheggio male .. perchè pur mettendoci la più buona volontà, e quindi anche cercando in un luogo distante, .. non si trova nulla. (Era .. una strada)
Parcheggio male .. perchè non si vuole spendere molto tempo in una ricerca, se il tempo della sosta si pensa breve e momentaneo.
Parcheggio male .. perchè per necessità, devo recuperare una persona anziana, o devo scaricare  la spesa ..
Parcheggio male .. perchè nel quartiere sono state fatte delle opere che hanno prodotto una drastica riduzione degli spazi riservati. (Era .. una strada)
Parcheggio male .. perchè in zona c’è un cinema od un luogo di ritrovo che in certi orari crea un afflusso di persone superiore a quello che la zona può ricevere.
Parcheggio male .. perchè tanto il vigile non c’è e .. chissene.
Parcheggio male .. perchè ho l’amico che poi mi cancella la multa.
Parcheggio male .. perchè sono incivile e basta.
Parcheggio male .. perchè l’ora è tale che ormai tutti si sono “piazzati”.
Parcheggio male .. perchè non voglio “perdere di vista” la mia fiammante macchina o comunque voglio mostrarla ai miei amici.
Parcheggio male .. perchè in quel “posto” non da fastidio a nessuno.
Parcheggio male .. perchè quel “posto” pur essendo riservato .. è di persona che conosco.
Parcheggio male .. perchè sono un’autorità, (polizia, municipale, onorevole ..) ed a me è consentito.
Parcheggio male .. perchè nel mio furgone ho della merce che all’occorrenza devo poter prendere (venditori ambulanti).
Parcheggio male .. perchè … 
 
e poi … Una divertente carrellata

Laura

Commenti

1. Liliana - luglio 18, 2008

Il mal parcheggio e` uguale in molte grandi citta`. In New York molti abitanti fanno a meno dell`auto perche `pur avendo la possibilita` di parcheggiare in quei posti privati, molti sotto suolo, il prezzo e` salato.Quelli che sono costretti a trovare un parcheggio libero non si azzardono di parcheggiare male perche` il poliziotto c`e` e ti da una multa salatissima.Un amico o amica non si sogna neanche lontanamente di toglierti la multa se no anche lui o lei avrebbe una multa ancora piu` salata e magari chiamato in questura.
Liliana USA

2. Andrea Rossi - luglio 18, 2008

Si hai elencato tutte o quasi le motivazioni che spingono le persone a parcheggiare male, come risolvere questa piaga d’egitto ? Io tendenzialmente sono per la tolleranza zero ma poiche’ non si puo’ fare la rivoluzione in un giorno partirei col colpire severamente e prioritariamente chi parcheggia malissimo causando seri problemi di viabilita’ o mettendo in difficolta’ i piu’ deboli (anziani, disabili, passeggini etc etc),.

3. Albert1 - luglio 18, 2008

Ritengo di essere un automobilista quasi modello, mi rendo conto però che a volte la situazione imponga dei comportamenti non ortodossi. Magari cerco, se proprio devo fermarmi a cavolo, di rimanere in macchina e far fare quello che c’è da fare al passeggero di turno, oppure lasciare il passeggero in macchina per spostarla se necessario. Quello che è certo è che sono uno dei pochi capace di girare mezz’ora pur di parcheggiare regolarmente: il motivo per cui se ho un appuntamento alle 9 sono già lì alle 8. Magari poi sto mezz’ora a bighellonare, ma tant’è, mi leggo il giornale, mi prendo un caffè…
E’ proprio per questa mia attitudine che sono intollerante nei confronti di quelli che arrivano, sbattono la macchina dove capita, la chiudono e se ne vanno. Se mai vi è capitato di lasciare la macchina in doppia fila senza nemmeno un biglietto per più di mezz’ora e ritrovarla di traverso in mezzo alla strada, è probabile che mi abbiate incrociato: un paio di volte per uscire dopo averle provate davvero tutte ho dovuto spostare fisicamente la vettura in doppia fila. Non a mano, eh ? So’ grosso ma mica così grosso 😉 Basta appoggiarsi piano piano col paraurti di spigolo all’altezza di una delle ruote e spingere, la macchina gira a compasso che è una bellezza…
Allo stesso modo odio quelli che parcheggiano la macchina negli spazi dei motorini, è una cosa che non ho mai fatto, ma che purtroppo accade spesso. Però c’è anche da dire che ci sono motoscooterciclisti che fanno lo stesso: un bel parcheggio largo largo occupato da uno scooter piantato in mezzo. Vi è mai capitato ? E quanto rosicate ?

Bah. La soluzione è una sola: tutti a piedi. La macchina solo se si parte da un parcheggio e si va in un parcheggio.

4. degradodiroma - luglio 18, 2008

Sono una scooterista “quasi modello”. Lamento l’assenza dei parcheggi per motorini. Anche quando mi infilo tra una macchina e l’altra, mi sento “messa male” perchè ostruisco quel piccolo pertugio utile forse ad un passaggio di un pedone o di una carrozzina.
Comunque la prossima volta che rimango bloccata nel groviglio di macchine che comunque ignorano la presenza del motorino e quindi ne impediscono l’uscita, farò come fai tu, proverò con il motorino a spingere la macchina … che dici ci riesco ??? 😉 😀
Ciao.
Laura

5. Albert1 - luglio 18, 2008

Dipende dal motorino… 😀

6. Polìscor.net - luglio 18, 2008

Cara Liliana USA, se i taxi costassero a Roma quel che costano a NYC e se, soprattutto, di taxi a Roma ce ne fossero quanti a NYC, stai pur tranquilla che scene come quelle mostrate da Laura non se ne vedrebbero.

Ciao!

7. Liliana - luglio 18, 2008

I newyorkesi raramente si spostano in taxi, o camminano o con autobus cercando di evitare i subways :-((
E` facile camminare nelle strade di New York!! Liliana USA

8. maurizio - luglio 19, 2008

…i soliti 4 gatti che si ritrovano a disquisire – seppur in tono sommessamente propositivo e vieppiù romantico – di come vorremmo che fosse il nostro mondo asfaltato preferito. è sempre più frustrante leggere di auto in doppia fila parcheggiate a membro di segugio, di autobus che non rispettano le tabelle orarie, di taxi eccessivamente esosi ancorchè quantitativamente e qualitativamente inadeguati. tu poi albert mi fai proprio (e sempre) sorridere, anzi sghignazzare: dici di essere un automobilista modello. 🙂 e poi tomo tomo cacchio cacchio confessi che talvolta sei stato costretto dalle circostanze a piazzare il tuo calesse in mezzo alla strada. però siccome non lo hai lasciato incustodito, sei stato indotto a credere che non fosse d’intralcio. un par de pelotas! se sei dentro o fuori o sopra il tuo abituro gommato, ma decisamente malmesso sulle romane vie, gli zebedei li rompi sempre. a ciclisti scooteristi fuochisti macchinisti conduttori frenatori gente di fatica facchini , qualora si trovassero sulla tua traiettoria. essi bbono (come dicono a reggio calabria) e non lo fare più, non sta bene, suvvia! certe cose lasciamole fare ai maleducati, ai menefreghisti, ai prepotenti, agli impuniti, a quelli che non ci leggeranno mai insomma. non costringermi a darti il cartellino giallo… ed a proposito di cartellini, da qualche giorno a questa parte, sto attuando una sorta di elaborazione terroristica in formato cartaceo rigorosamente giallo. giro armato. armato di soli foglietti gialli. che spiattello su tutti i parabrezza delle auto in sosta d’intralcio. se camminando il mio percorso viene prepotentemente intralciato, scatta l’atto terroristico. “La prossima volta che trovo la tua casa-vacanze-a-4-ruote sul mio cammino, TI BUCO LE GOMME”. pare che con la signora “fintamente fisicamente menomata” che parcheggia la sua citroen (di cui ti manderò anche le foto che ne raccontano le mitiche gesta appena riesco a capire come fare per scaricare le foto dal cellulare) tutti i giorni sulle striscie pedonali abbia funzionato. vi terrò aggiornati.

statemi bene, folks!

9. degradodiroma - luglio 19, 2008

Da ieri sono in giro per Roma 387 nuovi vigili urbani …

Laura

10. Liliana - luglio 19, 2008

Speriamo che questi 387 vigili urbani si diano da fare e non cantino
” La Cicirignola !” Buon week end, Liliana USA

11. Les - luglio 20, 2008

Off-topic:
—-
Buonasera a tutti e in particolare al blogmaster
—-
Da quando ero piccolo detesto il degrado della nostra città, spesso ho pensato di entrare in politica per sollevare questo problema.
Il primo problema di una metropoli è la sanità, il secondo la casa, il terzo il decoro urbano.
A Roma il decoro urbano praticamente non esiste e chi ci vive lo sa.Senza voler esagerare posso dire che a Roma il rispetto dell’arredo urbano non esiste.
Ho viaggiato poco ma posso dire che Francia e Spagna sono un pianeta diverso rispetto a noi, sia per quanto riguarda l’atteggiamento dei cittadini che quello delle istituzioni.
Ormai temo che Roma sia diventata la capitale di un paese sviluppato più sporca del mondo.
Primo problema: i graffiti, anche questo caso unico in Europa e – forse – al mondo, con scritte che ricoprono la maggior parte dei muri pubblici e privati in tutta la città, dalle periferie al centro, compresi i palazzi delle istituzioni (bell’esempio che diamo ai più giovani).Due esempi in proposito: una tag sulle mura dell’Altare della Patria e una marea di firme incomprensibili sui muri dei vicoli adiacenti Via della Conciliazione.
Secondo problema: la quantità imbarazzante di cartacce e rifiuti abbandonati sui marciapiedi e per strada dai nostri incivili concittadini e mai rimosse dall’AMA.
Ci sarebbero tanti altri problemi (lavori pubblici svolti in maniera imprecisa, microvandalismo diffuso etc.) che però non approfondisco in questo messaggio.
—-
Arriviamo a noi.Oggi ho fatto una passeggiata al centro e come sempre sono tornato a casa disgustato dallo stato del decoro urbano in cui versa persino la zona più turistica della nostra città.
Indignato ho acceso il computer e mi sono messo a cercare qualche sito o blog che trattasse l’argomento del decoro urbano di Roma e vi ho trovato.
Sono stupito e quasi emozionato dalla scoperta di questo blog e faccio i miei complimenti più sentiti ai suoi curatori.
Per la cronaca, io ho sempre votato sindaci di centro-sinistra ma sono fermamente convinto che la problematica del decoro urbano non abbia colore politico.

12. degradodiroma - luglio 21, 2008

Ciao Les. Intanto benvenuto. Il degrado di Roma è certamente in tutto quanto hai elencato ma anche in molto altro.
Questo blog con i suoi 2 anni di vita ha testimoniato il “degrado” con foto e segnalazioni mie e delle persone che hanno voluto parteciparvi inviando, il loro materiale, alla posta del blog, segnalazioni a cui, in alcuni casi, ho voluto dar seguito, inoltrando o rafforzando proteste e comunicazioni agli organi preposti o ai giornali.

Oggi comunque siamo tutti in trepidante attesa perchè se può essere vero che “la problematica del decoro urbano non abbia colore politico”, il recente cambiamento alla guida della città ci fa ben sperare o se preferisci … “sognare”.
Ciao.
Laura

13. Albert1 - luglio 21, 2008

Maurì: vabbè, mi hai convinto. Da oggi cercherò in tutti i modi di evitare p.q.p. di mettermi in mezzo agli zebedei.
Oh, tieni conto però che quando dico che rare volte mi capita di sostare a pene di veltro, intendo comunque non in modo da intralciare il corretto (?) fluire della massa ferrosa. Nel senso, non costringo la gente a sensi unici alternati, magari mi schiaffo su un passo carrabile e se qualcuno deve usarlo parto, mi faccio il giro dell’isolato e torno.
Non puoi capire quanto ci sto attento, so quanto dà fastidio e sono più le volte che mi trovo “dall’altra parte” che quelle in cui mi prendo delle libertà.
Per il resto, sono un maniaco della striscia blu (o bianca, se c’è) sono proprio uno di quelli (modello “Furio” di Verdone) capace di parcheggiare, scendere, constatare che forse 5 centimetri più a sinistra è meglio per il vicino di sportello, risalire, aggiustare e riscendere. ‘nzomma, se dopo tutto ciò dovessi ancora meritarmi un post-it, vorrebbe dire che mi sono definitivamente rimbambito, o che la notte prima ho dormito veramente male…

14. Andrea Rossi - luglio 21, 2008

Albert1, se ti puo’ consolare sappi che anch’io sono un “Furio”, mia moglie mi chiama continuamente cosi’ ed il paradosso e’ che le rarissime volte ma ti giuro rarissime che faccio qualcosa di leggerissimamente e ti giuro leggerissimamente fuori le righe trovo sempre qualcuno/a che mi strombazza o m’insulta, ed allora piu’ che Furio mi sento Fantozzi.

Comunque sono forte del fatto che in circa 15 anni di guida ho preso solo 3 multe pur guidando molto (facendo i debiti scongiuri ovviamente).

15. degradodiroma - luglio 24, 2008

Riferito al mio commento 9, aggiungo
Ecco i nuovi vigili, 400 divise scendono in strada

Laura

16. Albert1 - luglio 24, 2008

Oh ! Proprio quello che ci serviva: altri 400 vigili.

Adesso sì che possiamo stare tranquilli… 😉

17. Loredana - agosto 28, 2008

Bè non parcheggiando proprio m’è in via di fatto preclusa la facoltà di parcheggiare male ))).
Dii solito parcheggio dove devo. Anche se come ho detto già, onoro anche il mio diritto di scendere dall’auto.Quindi dopo un’ora di giri può essere capitato che abbia messo la macchina dove potevo evitando di essere di intralcio. Questo sotto casa.
E naturalmente…io il box (che Notthingham ha voluto costruire per arrogare diritto a pochi in barba al diritto di molti,uh che bel principio altruistico) non lo prendo nemmeno se me lo regalano.
Se invece vado a fare spese in altre zone,o commissioni in genere, vedo se posso arrivarci con la metro,negli altri casi giro e giro fino a quando non posso fermarmi correttamente.L’auto in doppiafila non è una mia abitudine,a meno che non faccia in una “volata” come nel caso del Bancomat.
Insomma si,la civiltà prima di tutto.
Ne sono convinta,voglio difendere la mia sobrietà morale anche quando una egoistica vocina dentro urla “e chissene importa!”.
Ma ho anche adottato il principio di Laura. Voglio rompere le scatole!Voglio almeno provare a cambiare quello che ho intorno.
Una mattina mi sono scontrata verbalmente con uno che guidava il camion della nettezza urbana ed era rimasto incastrato tra auto parcheggiate a ridosso di recinzioni di lavori che si protraevano da un secolo. Voleva chiamare i vigili.Gli ho detto,si lei dal canto suo ha ragione,ma il cambiamento di questa situazione dipende anche da Lei. Quando le assegnano la zona da pulire lei riferisca che non ci si può passare perché da 4 anni ci sono lavori continui e la gente non ne può più!Sia di aiuto nello svolgimento del suo UFFICIO PUBBLICO.
E’ stato zitto,è rimontato sul camion,a fatica ha fatto manovra e se ne è andato.
Essere cittadini civili significa assumersi in prima persona la responsabilità di un comportamento corretto,ma anche assumersi il dovere (senza aspettare il muoversi delle folle) di fare qualcosa quando ci sono difficoltà concrete che riguardano il benessere di tutti.

18. Loredana - agosto 28, 2008

Ah…a proposito dei 400 vigili,chissà se tra questi c’è una mia conoscente che ha vinto il concorso anni fa e non l’hanno mai chiamata?

19. Paolo - gennaio 17, 2009

A proposito di parcheggiare male, segnalo una simpatica e civile iniziativa contro chi parcheggia senza curarsi degli altri:

Campagna per l’educazione stradale e il rispetto degli altri. Scarica qui il biglietto da mettere sul parabrezza degli automobilisti che parcheggiano selvaggiamente http://tiny.cc/parcheggio

20. degradodiroma - gennaio 17, 2009

Davvero carina 😀 … ora il mio “pacchetto” di messaggi per gli incivili cresce, e spero di non fare confusione nelle consegne … 😉
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: