jump to navigation

Regina reginella … giugno 30, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

C’era un gioco che facevo da bambina, che aveva una tiritera che suonava più o meno così :

Regina, reginella
quanti passi mi darai
per arrivare al tuo castello
con la piuma sul cappello ? …

Chi cantava la tiritera avanzava verso un fantasioso castello presieduto da una reginella, che stava di spalle, poi al termine della cantilena la reginella si voltava di scatto e assegnava “x” passi da formica (erano piccolissimi), o “n” passi da gambero (tornavi indietro), o “y” passi da leone (passi lunghi), a seconda che nel voltarsi ti aveva visto avanzare oppure no verso il suo castello, od anche in funzione di simpatie/antipatie tra  bambine, ma comunque l’obiettivo del gioco era riuscire ad arrivare vicino alla reginella e quindi prenderne il posto.

Beh ! l’avanzata di questi cassonetti mi ha ricordato quel gioco. Dove dovranno arrivare questi cassonetti ? sono oltre la metà della carreggiata .. forse arriveranno sul lato opposto ed entreranno, occupandolo, il negozio di fronte.

Capisco che la raccolta deve avvenire automaticamente .. ma questo posizionamento mi sembta un “tantino ESAGERATO” 

Laura

Commenti

1. Albert1 - giugno 30, 2008

Li ho visti pure io, però mi sa che hai sbagliato gioco…
Era notte, non c’era nessuno tranne i cassonetti, l’apetta che faceva da arbitro e due operatori AMA sul marciapiede di fronte che si godevano il freschetto. Giuro che li ho visti voltarsi verso il muro e li ho sentiti dire “Un…due…tre…STELLA !!!” girandosi di scatto.
Il secondo cassonetto da sinistra sta vincendo.

Testimone l’apetta.

Credo ci sia un revival di giochi dell’infanzia, sponsorizzato dall’AMA, io ho visto nell’ordine:

1) L’equipaggio di una spazzatrice a Magliana che giocava a nascondino;

2) Tre cassonetti della differenziata che di notte giocano ai quattro cantoni;

3) I vertici dell’AMA che giocano a rubabandiera.

Ah, e poi ho scoperto che le famose strisce blu (ma qui l’AMA non c’entra), quelle che appaiono e scompaiono, non servono per i parcheggi: immagini satellitari hanno svelato che si tratta di un grande gioco della “campana” per gli ausiliari.

2. degradodiroma - giugno 30, 2008

Oggi il gioco lo hai iniziato tu e lo hai vinto facendo “tana libera tutti” .. non è così frequente vederti così mattiniero, o forse hai tirato mattina giocando a campana .. dì la verità .. 😀
Laura

3. Albert1 - giugno 30, 2008

Mah… non so, è che oggi mi sono svegliato all’improvviso verso le 5 e non sono riuscito a riaddormentarmi: a casa mia una volta preso il caffè, dati i croccantini al gatto e passata la colazione ai cani non rimane molto da fare, quand’è così parto e “apro le danze” un po’ prima.
Cosa c’è di meglio in questi casi che “bloggare” un po’, dato che di mattina i commenti mi escono pure meglio del solito ? 😉

Modesto, io…

4. Liliana - giugno 30, 2008

Io invece anche mattiniera, guardo fuori disperata a tante di quella specie di lumachine che stanno devastando il grande prato ed il mio giardino. Prendo un pessimo caffe`, entro nel Cyber Space per un poco, poi mi accingo ad uscire e distruggere quelle orribili creaturine.
Un saluto ai miei amici romani. Liliana USA

5. Albert1 - giugno 30, 2008

Lily,
pensa che per non prendere il rischio di avvelenare i cani, non posso nemmeno usare il veleno per quelle bestie striscianti (che ad oggi mi hanno già distrutto due cespugli di margherite e un ibisco).
Devo, due volte alla settimana, farmi tutto il giro delle piante e del prato, raccoglierle, metterle in un sacco, e portarle fuori in un campo vicino.

Scusa off-topic, Laura 😉

P.S. se c’è qualche gourmet che le lumache se le fa col sugo, non deve che chiedere, ce ne ho veramente tante. Non garantisco sulla qualità, ma tante sò tante…

6. degradodiroma - giugno 30, 2008

Vale il proverbio : “chiodo schiaccia chiodo”.
Per Liliana e Albert1. Mettete nei vostri rispettivi giardini delle tartarughe da terra … e così spariranno le lumache. Ciao. 😀
Laura

7. Albert1 - giugno 30, 2008

mmm… uno dei due cani è un “killer”… mi sa che la tartaruga finirebbe male.
Buona idea, ma inapplicabile dal lato mio. Mannaggia. 😉

8. Liliana - luglio 1, 2008

Albert, non ho cani ne` gatti. Ho un acre di prato inglese, queste bestioline lo adorano. Povere le mie piante, gigli di ogni specie, hostas, rododendri, altre sempre verdi.Le prendo delicatamente una per una e poi zza! Ho potato la parte inferiore dei cespugli per evitare i luogi oscuri ed umidi. Ho letto su Internet che ai serpenti piacciono le lumachine, allora ne devo comperare un paio e li porto a guinzaglio in giardino. 😀
Chi ha mai detto che le lumane sono lente? Ciao Liliana USA

9. Liliana - luglio 1, 2008

Laura, buona idea un paio di tartarughe, ci provero`Liliana


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: