jump to navigation

Irritazione, rabbia ed indignazione giugno 4, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Stefano Giordano

Salve, dopo le ripetute e inutili segnalazioni sullo stato di degrado e sporcizia in cui versano le nostre strade (non faccio riferimento al solo IX municipio), piazze (piazza Ragusa e piazzale della Stazione Tuscolana) e le scarsissime aree verdi del quartiere, vorrei segnalare l’abitudine dei dipendenti AMA di frequentare la nostra via (via Verbania) solamente allo scopo di fare colazione o di prendersi una pausa sigaretta.

Mentre tutto intorno è un tappeto di giornali gratuiti, volantini pubblicitari, lattine e bottiglie di birra, UN CARRELLO DEL SUPERMERCATO, assi di legno, vestiti e chi più ne ha più ne metta, francamente, vedere i Vostri addetti che arrivano, fanno colazione e se ne vanno, mi indispone non poco! specie dopo aver ricevuto pochi giorni fa il bollettino per pagare la TARSU (senza citare le strisce blu!)

Il fatto che i nostri soldi (sudati perchè noi stiamo oltre 10 ore fuori casa e, quale ulteriore handicap dobbiamo raggiungere il posto di lavoro con i mezzi pubblici) debbano servire al solo scopo di pagare amministratori e dipendenti di società municipalizzate che NON forniscono alcun servizio è motivo di irritazione e rabbia: e l’assenza di un qualsivoglia segnale da parte della nostra amministrazione municipale ci fa ancora più indignare.

Non mi aspetto naturalmente che prendiate provvedimenti solamente riguardo alle tre persone che giravano (a vuoto) sul mezzo ritratto in foto (e di cui ho reso illegibile la targa) ma che si ponga un minimo di attenzione ai comportamenti GENERALIZZATI di una classe di (non) lavoratori privilegiati e che, soprattutto, da parte delle amministrazioni, si paghi solo in base all’effettivo risultato!!!

da degradodiroma : La lettera di Stefano è stata da lui stesso inoltrata agli organi preposti.

Commenti

1. degradodiroma - giugno 4, 2008

Tana … per gli operatori dell’AMA “NON VEDENTI E NATI STANCHI”
Laura

2. Degrado Esquilino - giugno 4, 2008

C’è davvero da fare una ampia e serena riflessione sul fatto che l’aumento dello sporco e della percezione di sporco è decuplicata con l’arrivo dei freepress. Analizzando la rumenta che si trova per le strade si ha gioco facile ad intercettare, in questa, un 70% di giornali gratuiti. Dobbiamo continuare a camminare nella merda per far fare soldi, altri soldi, a Caltagirone Editore ed altri?

3. Andrea Rossi - giugno 4, 2008

Brunetta facci sognare, cacciali via a calci nel sedere ! Questi ladri nullafacenti li voglio vedere disoccupati mentre voglio vedere tante persone volenterose e capaci lavorare al posto loro.

4. Ciceruacchio - giugno 4, 2008

Una vergogna… e ci dobbiamo pure sorbire lo “sciopero degli straordinari”. Questi è cosa rara pure che impieghino bene l’orario ordinario… se fanno sciopero dello straordinario tutto l’anno sai quanto risparmieremmo ?!?

Poi quando vogliamo aprire un capitolo sul Tribunale Civile di Roma, ho una bella testimonianza fresca fresca di questa mattina… la mia purtroppo -.-‘

5. Degrado Esquilino - giugno 4, 2008

Buffo però questo blog e la sua readership. Lo sporco un trimestre orsono era colpa di Veltroni, oggi è colpa dei nullafacenti. Bhe, un risultato Alemanno l’ha ottenuto.

6. Andrea Rossi - giugno 4, 2008

x degradoesquilino

Alemanno e’ al timone da troppo poco tempo per colpevolizzarlo, se fra un anno non ci saranno stati risultati ne riparleremo.

7. Albert1 - giugno 4, 2008

Buffo, eh ?
Mica male.
I ragazzi di oggi direbbero: “è ‘n tajo”!

Però, se ci pensi un attimo, la colpa è sempre stata data ai nullafacenti (o mangiapane a ufo), il punto è che Veltroni ricadeva nella categoria, di qui la colpevolezza.
Ora, se anche Alè-Manno si farà incantare dalle sirene capitoline e cederà alle tentazioni delle morbide poltrone e dei velluti, beh, vorrà dire che si etichetterà da solo e, state tranquilli, sarà mazzolato per benino (nel caso anche peggio, perchè da Veltroni ce lo aspettavamo, da lui no).
Solo dai tempo al tempo, piano piano le cose escono fuori…

Massimilià, dopo l’articolo sul Gay Pride me sei salito ‘na cifra, vedi che riesco pure a non trattarti male ?? 😀

8. k_t - giugno 4, 2008

Cominciano ad affiorare le prime “insinuazioni”. Alemanno, il sindaco non per caso, è lì da troppo poco per meritarsele. Ma non aspetteremo un anno per sputargli addosso, se sarà il caso. Tutti i romani sperano, non nel sindaco, ma nella svolta storica. E la Storia è stata impietosa, finora, con i romani.

9. degradodiroma - giugno 4, 2008

@5.
Sui “Nati stanchi e non vedenti” .. mio personale modo di chiamare gli spazzini nullafacenti, su questo blog c’è una intera bibliografia …

02/04/2008 Manca il Vesuvio

13/12/2006 Tra cani non si mordono

15/09/2006 L’operatore ecologico

06/09/2006 Il gran premio di Imola

04/07/2006 Nati stanchi

e solo per citarne alcuni …

Questo solo per renderVi edotto su quanto in questo blog si è scritto in passato sull’argomento e quanto è stato commentato dai lettori.

@Albert1 : Sono contenta per te che … ti è salito ‘na cifra.

@K_t : 1 anno ? e che è un mago ? ..

Laura

10. k_t - giugno 4, 2008

Un anno è un tempo lungo, se sai che cosa devi fare, è un attimo se non vuoi fare quello che devi.
Gli alibi non vanno bene per nessuno, soprattuto per chi ha attivato le aspettative di (quasi) tutti i cittadini.
Non serve mica un mago, serve uno con le palle, le idee chiare e pochi intrallazzatori intorno.
Un mio suggerimento: CHIUDERE il centro storico al traffico privato e potenziare le linee di bus elettrici.
Basta un attimo.

11. Albert1 - giugno 4, 2008

Non ti arrabbiare con me, ha acquistato credito (e ha visto cosa vuol dire avere a che fare con gente che spara a zero sul suo blog e sulle sue idee) quindi per un po’ reggerò sia la sua versione “Dr. Jekill” sia quella “Mr. Hyde”. 😉
In fondo è ‘nu bbravo guaglione… Eheheheh…

12. Andrea Rossi - giugno 5, 2008

x k_t

Roma e’ una citta’ enorme ed assai problematica, ricordo che quando Rutelli vinse la prima volta l’allora sconfitto Gianfranco Fini dichiaro’ onestamente che il traffico non si sarebbe risolto con un anno di lavoro (purtroppo non lo hanno risolto nemmeno in 15 anni), ora Alemanno e’ sicuramente una novita’, ci saranno alcuni provvedimenti che ricalcheranno la linea Rutelliana e Veltroniana (non tutto ovviamente era sbagliato), altri provvedimenti invece saranno di rottura netta col passato ma questi cambiamenti non potranno avvenire in poche settimane per motivi burocratici e tecnici, certamente il buongiorno si vede dal mattino ma ancora per dargli addosso e’ obiettivamente troppo presto, a meno che non si abbiano pregiudizi…

13. degradodiroma - giugno 5, 2008

Per Albert1 : Arrabbiata ? noooo, ti ho già detto .. “sono contenta per te che … ti è salito ‘na cifra”.
😀
Laura

14. f.solare - giugno 5, 2008

Sono daccordo con K_T.
Roma è certamente una città problematica se parliamo di grandi cose ma per far lavorare chi è pagato per questo basta poco, non un anno.
Non serve un Brunetta nuovo nuovo di zecca, basta applicare regole che certamente già ci sono e colpire chi non controlla i nullafacenti, esempio i loro superiori, i dirigenti, i direttori e via dicendo.
In Italia se non colpisci le persone “personalmente” non si risolve nulla!!!!!
Troppe assenze sui luoghi di lavoro? Chi autorizza o avalla queste assenze?

15. Andrea Rossi - giugno 5, 2008

Mi sono spiegato poco bene, e’ vero che ci sono alcune cose che si possono fare quasi subito e che non ci vuole un anno, ma e’ vero anche che per fare altre cose ci vuole almeno un anno, il buongiorno si vede dal mattino (ad esempio con Brunetta si e’ capito subito che si e’ cambiata rotta), pero’ nel complesso per giudicare l’opeato di un Sindaco nuovo nel suo complesso converrete che bisogna dargli un minimo di tempo che secondo me coincide piu’ o meno con un anno.

p.s.: Brunetta ha mille ragioni tuttavia bisogna ricordare che siamo in Italia e che i furbi cascano sempre in piedi, non vorrei che ci rimettesse il pollo di turno, bisogna anche sottolineare che spesso i nullafacenti sono anche iperaccomandati politicamente e che sono protetti quindi spesso proprio da colleghi di Brunetta, questo ovviamente non toglie nulla all’azione di Brunetta che definisco eroica, dirompente ed epica.

16. Luciano - giugno 8, 2008

Caro D.E.,
vorrei farti un appunto (mio, personale…l’ennesimo…).
Tu scrivi: “Dobbiamo continuare a camminare nella merda per far fare soldi, altri soldi, a Caltagirone Editore ed altri?”…ma poi ti candidi con rutello sindaco, RESPONSABILE della politica che ha permesso a Caltagirone & Company di lucrare MILIONI (di euro) A DANNO DI ROMA E DEI ROMANI TUTTI con una speculazione edilizia DI PROPORZIONI MAI VISTE FINORA!!!
Uhmmm…qualcosa non mi convince, nel tuo modus operandi…
Capisco però che le mie parole, ai tuoi occhi, “non facciano testo”, essendo lo scrivente uno SCHIERATO che ha ENTUSIASTICAMENTE votato per ALEMANNO SINDACO…

17. Siamo tutti visionari ? « Il degrado di Roma - luglio 1, 2008

[…] Questo è il seguito dello scambio epistolare tra Stefano Giordano ed il servizio Clienti Linea Verde che riferisce a quanto già proposto su : Irritazione, rabbia ed indignazione […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: