jump to navigation

I have a dream maggio 9, 2008

Posted by degradodiroma in Idea, Le mie segnalazioni.
trackback

Una frase storica di Martin Luther King pronunciata in occasione del suo discorso del 28 agosto del 1963 davanti al presidente Lincoln.
Ma io ho un sogno e voglio quì raccontarvelo.
Solitamente sono breve, oggi non posso scrivere meno delle righe che verranno e quindi mi scuso anticipatamente per la lungaggine anche se spero di non annoiarvi.

Paradise dream - Cebarre

Partirò da lontano 😀 con queste semplici domande.

  1. Se voi foste tifosi di una squadra di calcio e vi dicessero “Da oggi, quando vuoi, potresti per necessità, essere l’autista del pullman della tua squadra del cuore che porterà i giocatori in trasferta”, voi accettereste ?
  2. Se voi foste appassionati di arte, di cucina, di cucito, di teatro e vi dicessero “Da oggi, se ti va, puoi passare una intera giornata accanto al tuo “maestro” per aiutarlo a svolgere il suo lavoro, magari solo per passargli gli attrezzi del suo mestiere”, voi accettereste ?
  3. Se voi foste appassionati della Ferrari e vi dicessero “Da oggi puoi aiutare, se vuoi, i meccanici del team per passare loro chessò .. il cacciavite”, voi accettereste ?
  4. Se voi foste innamorati di Roma e vi dicessero “Roma deve essere ricostruita, c’è stato un terremoto, vuoi essere un volontario per Roma”, voi accettereste ?

Per come la vedo io anche se non ci sono state delle reali scosse telluriche, Roma è distrutta e va ricostruita, ed allora perchè non essere, per questa emergenza, “Volontari per Roma” ?.

Ora questo mio sogno sembra “fare scopa” con l’iniziativa attuata a Parma dal sindaco Pietro Vignoli “Volontari per la sicurezza”, ma in realtà quando rimuginavo questo sogno della proposta di Parma ancora non ne sapevo nulla ma in ogni caso questo mio sogno non contempla solo il tema sicurezza. Il mio sogno arriva da lontano, era il 13/07/2006 Che fine hanno fatto i vicini vicini

Ma poi lo so che i cittadini pagano le tasse per avere dei servizi e so anche che ci sono delle amministrazioni preposte per farlo.

Ma quì siamo al dopo terremoto e non dobbiamo aspettare gli aiuti dallo stato. Quì ci si deve rimboccare le maniche per ricostruire Roma e per aiutare Alemanno nella difficile e temeraria impresa.

Questo sogno si potrebbe concretizzare con una lista di “Volontari per Roma” a disposizione del Comune, tramite i Municipi. Ognuno potrebbe offrire una quota parte del suo tempo libero per svolgere quelle attività a lui/lei più consone e/o più adatte.
Una persona che ha nozioni su un determinato lavoro o che ha una qualche attitudine a quello, potrebbe mettersi a disposizione del Comune, attraverso il Municipio, offrendo la sua disponibilità  a svolgere saltuariamente quella/e mansioni.

Le aree di interesse sarebbero molteplici : Il giardinaggio, la pulizia, la potatura, la ripulitura di aree di interesse storico, la sicurezza, la vigilanza, l’ispezione sugli autobus, sulle metro .. e chi più ne ha più ne metta, tutto questo comunque sotto il pieno coordinamento delle persone incaricate a quel servizio e preposte a quella mansione in ambito municipale. MAANCHE (reminiscenza di Veltroniana memoria) i Writers “doc” potrebbero avere un ruolo facendo squadra con i ragazzi che “Volontari per Roma” potrebbero ripulire la città e contemporaneamente imparare a distinguere il bello, il brutto e la mondezza dei tag.

In pratica una “Protezione civile” a livello città con un nuovo, clonato, Bertolaso come coordinatore.

Questo sogno nasce dal fatto che poichè vorrei come per incanto veder Roma rifiorire, e poichè sono anche conscia del fatto che ci vorranno anni ed anni .. perchè questo si avveri, penso che allora ognuno di noi potrebbe essere chiamato a fare la propria parte, mettendo le proprie forze a disposizione diventando, per questa emergenza, “Volontario per Roma”.

Di questa idea ne ho accennato, in posta, qualche giorno fa, con Fabrizio Santori, eletto al Comune, ora la propongo quì per rafforzarla e vedere gli umori che girano, e facendo due conti della serva, se sono stati 783.225 gli elettori che hanno votato Alemanno, facendo una stima all’0.1% delle adesioni ci sarebbero 783 persone MAANCHE fosse lo 0,05% sarebbero 391 .. insomma a mio avviso la voglia di rendersi parte attiva c’è, basta saperla canalizzare e convogliare, insomma usciamo dalle nostre case e riprendiamoci la nostra città.

Se questo sogno si dovesse avverare .. mi prenoto per essere la matricola N.1

Grazie 😀 per l’attenzione e la pazienza 😉 che avete dimostrato leggendo .. fino alla fine.

Laura

P.S. : In data 19/05/2008 questo documento Volontari per Roma – sviluppo di una idea è stato consegnato, grazie ad Emanuela, nelle mani di persona autorevole, di cui non voglio fare il nome.  Non posso dire se ci saranno esiti immediati o futuri, nè posso sapere se ci saranno sviluppi. Per me è stato come consegnare un “regalo per Roma”, .. bisognerà ora solo aspettare per vedere la fine che farà.

P.S. Aggiornamento del 13/06/2008 : Leggere il commento 41.

Advertisements

Commenti

1. Cirilla - maggio 9, 2008

I sogni tante volte possono diventare realtà!
Noi italiani siamo disincantati, increduli, individualisti pronti a farci sempre i nostri comodi, se ci conviene, però siamo anche generosi, ci facciamo coinvolgere dalle belle azioni, abbiamo bisogno di “passioni” da vivere. Se qualcuno ci dimostrasse di saperle ben utilizzare le nostre passioni potremmo anche donarle con slancio. Il nuovo sindaco è riuscito a catalizzare gli entusiasmi e perchè non donargli le nostre energie per fare insieme a lui una grande catena umana che abbracci la nostra amata Roma?
Io credo nel “potere” della forza della passione, tanto forte da produrre i cambiamenti. La città siamo noi!
Vorrei adornare di fiori la mia città, accendere i suoi colori, vi ricordare “il pavone che fa la ruota”? Vorrei renderla gioiosa e piena di armonia con la natura, vorrei che tutti quelli che la visitano possano pensare che sia un giardino e allora mi offro come giardiniera!
Mi prenoto come matricola numero 2!
Dai Laura i “sognatori” hanno fatto le rivoluzioni.

2. Romina - maggio 9, 2008

bella idea !!! Magari si potrebbe studiare qualche dotazione, in modo da dare maggior efficacia: cellulare e linea dedicata FUNZIONANTE per chi si occupa di sicurezza, linea diretta con servizio giardini a pronto-intervento per chi si occupa di verde pubblico, canale privilegiato con ditte per la riparazione delle strade, pronto-intervento dell’ama per chi si occupa di rifiuti/degrado…
Matricola N.2 bis Romina !

3. RomaCogitans - maggio 9, 2008

Ti consiglio di confrontarti con RondoneR, che ha idee simili (o per lo meno comparabili), anche se lui – a mio giudizio molto opportunamente – non parla di un “gruppo di volontari” bensì di una rinascita del senso civile, che sgorghi in una serie di piccole iniziative utili alla comunità.

Vai a vedere il suo ultimo articolo:

http://transenna.splinder.com/post/17028523/Prima+Proposta+Modesta

Ciao

4. degradodiroma - maggio 9, 2008

Risvegliare il senso civico è questo l’unico denominatore comune, per il resto mi sembra che siano due proposte molto diverse.
Laura

5. RondoneR - maggio 9, 2008

Eccomi, in effetti la mia prima mediocre proposta è meno coraggiosa di quella di Laura.

Anche perché io punto più ad incentivare tutti i romani a poter fare piccole cose anche con l’ausilio della patacchina, del premio.

Il progetto di Laura prevede un vero spirito di adesione che ho il sospetto alla lunga possa essere perduto. Accade ogni volta che cominci un nuovo lavoro e poi sul lungo termine ti accorgi che nessuno intorno a te almeno ti riconosce lo sforzo (per non parlare della retribuzione).

Ad ogni modo io mi candiderei anche come volontario, però ci devono dare potere d’azione.

E comunque non credo si debba dividere ancora la popolazione tra votanti o tifosi.

6. degradodiroma - maggio 9, 2008

Per Rondone : Non ho parlato di retribuzione, perchè a mio avviso il “Volontariato” non ne ha e non ne deve avere.
La scelta poi di un volontariato legato ad una emergenza, risponde proprio a quella cosa cui tu accenni, ossia a poco a poco le forze si disperdono perchè l’emergenza finisce e si ricomincia a vivere nella normalità.
Per la questione politica-votanti-tifosi .. beh ! ho premesso che ho voluto “fare i conti della serva”, e come tale mi sono affidata solo ai soldi che ho nel portafoglio, ma figurati, se l’adesione fosse avulsa da qualunque colore politico sarebbe un (sogno)² !! 😀

Laura

7. nicoletta - maggio 9, 2008

Considero Romina la matricola n° 3, e quindi mi candido come matricola n° 4!

Laura e RondoneR: due proposte diverse, ma ugualmente importanti, ed entrambe improntate al risveglio del senso civico. L’una rimanda all’altra.

Io ci sto…

Nicoletta

8. fabio - maggio 9, 2008

Non è facile, perché il Comune dovrebbe aprire le casse comunque. Anche i volontari costano, in termine di materiale d’uso. A meno che, Laura, tu non intenda che il volontario debba sborsare di tasca propria queste cose, materiali per il giardinaggio, diluenti e spazzole, rastrelli… Oltre a dover pagare i mezzi pubblici, per giungere nel luogo del volontariato (grande controsenso), se non con mezzo proprio.

9. fabio - maggio 9, 2008

Dovrebbe essere fatto, un registro dei volontari che intervengano in situazioni eccezionali, ma anche di normale amministrazione, sotto un supervisore e avvisatore. In cambio, l’uso gratuito dei mezzi pubblici, per tutto il tempo in cui si rientra nella lista.

10. degradodiroma - maggio 9, 2008

Per Fabio. Tu dici : “Anche i volontari costano, in termine di materiale d’uso”, si perfetto, ma un “soccorso” in cambio di nulla penso sia comunque a tutto vantaggio dell’amministrazione.

Se il Tevere stesse tracimando non andresti ad aiutare per metterti nella catena degli uomini che si passano il sacchetto di sabbia ? ma poi i sacchetti di sabbia li metterebbe il Comune .. non certo tu.

Ci sono associazioni di volontariato per gli animali, volontariato negli ospedali, volontariato nelle strutture della Caritas, … ora sarebbe un Volontariato per Roma, una città gravemente ammalata, cui occorre fare delle flebo per toglierla dal reparto cure intensive, e riportarla in corsia. Tutto quì.
Laura

11. Andrea Rossi - maggio 9, 2008

A me piacerebbe moltissimo poter fare qualcosa per Roma tuttavia al tempo stessa l’idea di dover fare un lavoro che dovrebbero fare i dipendenti comunali e delle municipalizzate mi farebbe alquanto incavolare.
Perche’ in questo strano paese e’ cosi’ difficile licenziare in tronco i dipendenti pubblici ladri ed assenteisti ed al tempo stesso assumere gente con voglia di lavorare che lavorerebbero gratis per la propria citta’ ?

Comunque nonostante tutto aderirei volentieri al gruppo di volontari, certamente sarebbe difficile fare un opera di controllo senza avere strumenti di difesa efficaci, se pensiamo al fatto che anche gli agenti di polizia municipale vengono aggrediti figuriamoci dei volontari inermi.

12. Cirilla - maggio 9, 2008

Potrebbero esistere delle formule già sperimentate del tipo “adotta un giardino” “adotta una strada” o che so altro, i volontari potrebbero anche cercare degli sponsor tra gli abitanti del quartiere o tra i negozianti. Lo scoglio più grosso per noi sarebbe quello di superare la soglia del “senso del ridicolo” che scatta nel momento in cui ti “impicci” di qualcosa che non ti compete, come ruolo o come status. Ma se si fosse in molti e se ci fosse un avallo o un caldeggiamento dell’Amministrazione Comunale potremmo avere un sorta di tutela “informale”.
Poi le questioni di principio rimangono tutte, se parliamo di giardini dov’è il servizio giardini? Se parliamo di pulizia perchè gli operatori ecologici prendono il fresco e non raccolgono i rifiuti? Vi assicuro che facendo volontariato su tutto, in parrocchia, nei canili e perchè no sul buon convivere civile, basta poco per stupire gli altri ed ottenere dei risultati.
Dovremmo preoccuparci di avere un buon marketing iniziale che chiarisca le nostre finalità e miri a sviluppare la partecipazione degli altri. In fondo le giornate ecologiche, quelle di pulizia a 360°, le hanno già inventate……non ce le possono “smontare”.
Dobbiamo uscire alla grande con una iniziativa che colpisca e ci lanci come tipo di esperienza.
Io propongo la pulizia del Gianicolo! Pulire i busti di marmo dalle scritte, sistemare le aiuole ed i giardini, eliminare i rifiuti. Magari ci facciamo aiutare dal “comitato pro gianicolo” che ha fatto un egregio lavoro per far conoscere l’importanza storica di questo colle. Magari ci mettiamo delle magliette con scritto “Gianicolo libero!” così lo facciamo per la seconda volta…

13. f.solare - maggio 9, 2008

io sono daccordo sull’idea del volontariato, ancor di più perchè vuol dire risvegliare il senso civico in ognuno di noi ed anche in quelli che passano, guardano e magari si sentono in colpa se hanno appena buttato una carta per terra…..
solo una domanda (e non voglio innescare una polemica, giuro!):
perchè solo ora?
veltroni era solo da demonizzare, alemanno è da aiutare.
non mi sembra corretto.
comunque: matricola n. 5!

14. degradodiroma - maggio 9, 2008

No f.solare, .. questo blog ha una storia lunga quasi 2 anni, ed è tutta improntata sui verbi : sollecitare, chiamare, telefonare, scrivere, segnalare .. proporre .. purtroppo nessuno ha mai voluto ascoltare, vedere, leggere, interessarsi.

Ma comunque in questo blog nel lontano 20/01/2007 partì una iniziativa Aiutaci a pulire la tua strada che comunque è cosa BEN DIVERSA da questa che propongo oggi.

Torno a dire, questo deve essere un “Volontariato” che in quanto tale si lega al Comune e al Municipio e questo perchè non sia uno fenomeno spot, di una giornata, che fa clamore, con 10-30 persone che fanno una azione dimostrativa. Quì si fa volontariato continuativo, là dove il comune intende avere un aiuto, lì dove c’è necessità.

Domandi : “Perchè solo ora?”
Risposta : Perche questo sogno ? Perchè nell’aria c’è comunque qualche cosa di nuovo, di impalpabile, .. un fermento, un risveglio, una voglia di cambiare che sembrava sopita. In realtà c’era la brace sotto la cenere, ed oggi dopo aver mangiato per tanti anni la zuppa, ho deciso di cuocerci su, una bella bistecca.

Laura

15. Andrea Rossi - maggio 9, 2008

Sono d’accordo con Laura, io al ballottaggio ho annullato la scheda ma la vittoria di Alemanno non mi dispiace affatto, Alemanno ora rappresenta comunque un cambiamento e quindi una SPERANZA, magari sara’ vana ma comunque c’e’ ancora la possibilita’ di sperare in una Roma migliore.

16. andrea m. - maggio 9, 2008

Seguo da poco il blog ma lo trovo molto interessante. Ho vissuto per alcuni mesi a Madrid, dove la gente è molto più civile che qui, dove i servizi pubblici funzionano e dove tutto è pulito e ordinato. Tornare a vivere a Roma è stato un brusco risveglio da un bellissimo sogno, al punto che ormai ogni volta che esco di casa mi innervosisco nel vedere l’incuria e il degrado in cui è lasciata la nostra città. E siccome ho poche speranze che anche il cambio di amministrazione possa portare a grandi miglioramenti, bèh credo proprio che noi cittadini che amiamo Roma siamo l’unica speranza che ha questa città di tornare ad essere un pò più vivibile…consideratemi arruolato!!

17. degradodiroma - maggio 9, 2008

Io vorrei ancora fare un pò di chiarezza.

Sembra che a questo sogno si siamo fantasiosamente arruolate diverse persone e questo rafforza un pò quelli che erano i miei “conti della serva” ma a prescindere da ciò già questa mattina presto questo post lo segnalavo ad alcuni giornali per darne diffusione e così allargare l’idea in modo da trovare i canali giusti per vederne una possibile realizzazione.
Io non ho conoscenze tali da poter dire se si realizzerà oppure no. Diciamo che ce la metterò tutta ma i miei limiti potrebbero essere superati se tra voi ci fossero delle persone che attraverso un passa-parola potrebbero portarlo all’attenzione della “persona giusta”.
Insomma forse tutto ciò è realizzabile ma mi occorre il vostro aiuto 😉
Laura

18. nicoletta - maggio 9, 2008

brava laura per la diffusione ai giornali. ottima mossa.
io direi, se sei d’accordo, di aspettare qualche giorno e vedere come va con le “adesioni”, e poi ci muoviamo col “passa-parola”. se ci presentiamo in 10, tempo che non ci darà ascolto nessuno…

vedo che tra i tuoi link c’è radiotiricordi. sei anche tu un’ascoltatrice di luca casciani? potremmo rivolgerci a lui, ad esempio, e chiedergli di pubblicizzare l’iniziativa in radio.
che dici?
nicoletta

19. degradodiroma - maggio 9, 2008

Brava Nicoletta .. anche se ribadisco che più che un’iniziativa è un’idea che deve arrivare al Comune .. 😀
Laura

20. smemo73 - maggio 9, 2008

Ci sono anche io!

Occore, come si diceva, risvegliare il senso civico e di responsabilità dei romani, che negli ultimi 15 anni è andato perso…….
Non più rassegnazione all’immobilità e inefficenza veltroniana e rutelliana, ma partecipazione attiva al miglioramento della propria città e del proprio quartiere.

21. johnny - maggio 9, 2008

“Occore, come si diceva, risvegliare il senso civico e di responsabilità dei romani, che negli ultimi 15 anni è andato perso…”

Questo smemo73 è un altro del battaglione prosciutti :
1)Come era amministrata roma prima dei 15 anni maledetti che dice lui??
2)Prima dei 15 anni famosi i romani avevo piu senso civico??

Ari ripeto…non sto lodando il duetto sindaci in questione affatto…
ma come dice un grande scrittore italiano “l’italia è il paese dei lotofagi “(mangiatori di loto dell’odissea) mangiano il loto e dimenticano tutto.

Bella iniziativa il volontariato..ma ci vuole partecipazione e d impegno e francamente in giro se ne vede sempre meno…

e il gemellaggio con napoli …lo vedremo non troppo tardi…

22. fabio - maggio 9, 2008

johnny, il gemellaggio con Napoli ci sarà, in un futuro non prossimo, quando le due grandi metropoli si salderanno. E poi, si sa, Roma è maschia, da Romolo, e Partenope è femmina, e che femmina, dalla sirena Partenope. Roma è tutto istinto e forza e Napoli, adagiata nel golfo è passionalità e bellezza. Questo matrimonio si farà.

23. nicoletta - maggio 10, 2008

mi permetto di rispondere a johnny: non si tratta di demonizzare cip e ciop (= rutelli e veltroni, per chi non l’avesse capito) e di voler far qualcosa per roma solo oggi che c’è alemanno.
ma è innegabile, come ha detto laura, che in città e fra noi che lo abbiamo voluto sindaco, ci sia un’atmosfera nuova, una gran voglia di darsi da fare per il bene comune.
prestare le proprie energie a chi ha sempre sfruttato roma per i propri comodi non è molto invogliante, o no? lo si deve fare in nome di cosa?
tutti noi amiamo visceralmente roma, e credo che lo abbiamo dimostrato e lo dimostriamo tutti i giorni attraverso il RISPETTO COSTANTE nei suoi confronti.
né rutelli, né veltroni l’hanno mai rispettata! anzi, l’hanno usata e spremuta senza dignità. cosa ho io da condividere con questa gente? cosa ho io da dare a questa gente? il mio tempo? perché dovrei, torno a dire, donare anche solo un secondo del mio tempo a siffatti personaggi? per aumentare il loro prestigio? per sentirmi parte di COSA? se l’avessi fatto mi sarei sentita complice loro. e mi sarei vergognata immensamente per aver tradito la mia unica e meravigliosa città.
quanto al senso civico assente, o latitante… purtroppo è vero. ma sperare che le cose cambino e impegnarsi in questa direzione è doveroso. se non si parte non si arriverà mai da nessuna parte…

24. degradodiroma - maggio 10, 2008

Se “oggi” esistesse un “Volontariato per Napoli” .. certamente non sarebbe nelle condizioni in cui è !!
Laura

25. degradodiroma - maggio 10, 2008

Avete presente chi era Nanda Diotallevi, detta ‘Fortunella’ ?

Era Giulietta Masina nel film “Fortunella”, appunto, che in piedi su di un banco robivecchi del mercato urlava “OGGI SO’ MATTAAAAA !!!”.
Avrei voluto proporre il link al pezzo del filmato ma non l’ho trovato.

Beh ! OGGI SO’ MATTAAAA IO …
Ho scritto alla rubrica del tg5 condotta da Barbara Palombelli, la moglie di Francesco Rutelli, segnalando questa “idea”.

da oggi .. Laura LA MATTA !

26. nicoletta - maggio 10, 2008

GRANDE LAURA!!! però che dici? la Palombella ti darà voce?? E COME?

27. Cirilla - maggio 10, 2008

PASCARELLA dedicava questi versi ad altri VOLONTARI…..che hanno dato la “pelle” per ROMA.

“Er vostro sentimento
Lo conosco e nun c’è da avè pavura;

però, dice, compagni! Ve rammento
che st’impresa de noi nun è sicura,
e Roma la vedremo p’un momento
pe’ cascà morti giù sott’a le mura.

Per questo, prima de pija’ er fucile,
si quarcuno de voi nun se la sente,
lo dica e sòrta fora da le file. –

Dice: – Nun c’è nessuno che la pianta? –
E siccome nessuno disse gnente,
dopo pranzo partissimo in settanta” (Villa Gloria)

Noi non siamo ancora “settanta” e non abbiamo come prospettiva …la morte, ma solo quella dell’IMPRESA, cioè la voglia di agire e di concretizzare questo “spirito” nuovo che si sprigiona dalla nostra Città per curarla, migliorarla, coccolarla…..
….e PARTISSIMO!!!!

28. fabio - maggio 10, 2008

Non lo so, Laura, non lo so…

29. manuele - maggio 12, 2008

io faccio volontariato per la mia città, varese, da 4 anni.
dei miei amici mi hanno soprannominato “lo squadrista del bello”, “il giustiziere della notte” (perchè soprattutto all’inizio agivo di notte), “il paladino della giustizia per il decoro”,ecc.. mentre un giornale locale (finalmente qualcuno si è accorto di me) mi ha chiamato “il supplente”.. nel senso che dove il comune è assente, ci penso io a segnalare, denunciare, suggerire ed intervenire 🙂

30. degradodiroma - maggio 12, 2008

Si Manuele .. ma secondo me se l’azione è lasciata all’iniziativa del singolo, non si arriva da nessuna parte e poi “forse” Varese non ha l’emergenza di Roma, … ma non conosco la città.
Forse gli Italiani, e quindi i Romani, che dimostrano di avere un grande cuore quando si trovano di fronte a situazioni che contemplano azioni di volontariato e/o beneficenza per sostenere cause oltre confine, con un “Volontariato per Roma” sarebbero capaci di dimostrarne anche un “pezzettino” per i luoghi dove vivono.
Laura

31. degradodiroma - maggio 12, 2008

Ricevo dalla Posta del TG5 in riferimento al mio commento 25, questa risposta.
Laura
———————–
Rubrica Barbara Palombelli
grazie della segnalazione, appena avrete magari precisato la vostra missione cittadina…. vi ospito volentieri.
a risentirci
b.pal

32. nicoletta - maggio 12, 2008

ma davero????
tocca dasse da fà sur serio mo’!

grande laura!

33. degradodiroma - maggio 12, 2008

La mia risposta alla rubrica di Barbara Palombelli.
——————————–
Intanto la ringrazio della cortese risposta.

Quando ho avuto modo di vedere la sua rubrica, ho riscontrato in questa un invito affinchè i suoi ospiti offrissero proposte, sogni, idee ..

Quella che le ho indicato come segnalazione, non è una iniziativa, ma un’idea.

L’idea è quella che attraverso un volontariato temporale, offerto dai cittadini al Comune, oppure offerto più direttamente al proprio Municipio di zona, questa città, Roma, riceva le prime cure, quelle di cui ha bisogno per uscire dall’emergenza degrado.

Quando dico offerto al Municipio di Zona è perchè penso a quelle persone che o per giustificato interesse o per impossibilità potrebbero voler curare il proprio quartiere piuttosto che quello altrui anche se credo che un volontariato vero dovrebbe superare anche queste limitazioni.

Forse sarebbe più giusto che questo “Volontariato per Roma” fosse coordinato da un’organizzazione quale la Protezione Civile, visto che questa ha una notevole esperienza in termini di gestione delle persone che offrono gratuitamente la loro opera, ma al momento non ho che da mettere in campo questa idea perchè si sviluppi e possa diventare una cosa concreta.

Laura

34. nicoletta - maggio 12, 2008

mi piace!

35. Volontari per Roma « Il degrado di Roma - maggio 15, 2008

[…] I have a dream […]

36. degradodiroma - maggio 17, 2008

Ricevo in posta questa “adesione all’idea” …
Laura
—————————-
Mi metto a disposizione del XXo municipio per fare parte dei”Volontari per Roma”.Ho già contribuito in certe situazioni a prendere l’iniziativa di inoltrare servizi fotografici e petizioni al Comune di Roma e ai municipi competenti.ll canale preferenziale è quello che concerne l’abusivismo sia esso commerciale che logistico.Zone dove il livello di degrado è tale da richiamare interventi dell’AMA e delle ASL. Gianfranco Buonarroti

37. rondoner - maggio 17, 2008

Sei un genio Laura la matta!!!

La Palombella Rutellica dovrà dimostrare che ti offre spazio e promuove la tua idea, sia per mostrare all’azienda e all’Italia quanto sia democratica, sia per prendere le distanze dal marito perdente (non solo virilmente..), ma soprattutto per poter ri-prendersi un cappuccino in santa pace a Roma senza ‘prendersi’ gli insulti dai romani…

Forza Laura!!! Facci sognà!!!

ps. Esquilotto non rosicare…mi raccomando!;)

38. degradodiroma - maggio 17, 2008

😀 … il sogno sta facendo qualche timido germoglio … chissà !!!
Ciao.
Laura

39. Stefano - maggio 18, 2008

Sono d’accordo con questa iniziativa 🙂 come ero d’accordo anche alle altre che avevano come fine quello di pulire le strade di Roma.
Se la cosa dovesse andare in porto, spero però che l’amministrazione fornisca gli strumenti minimi, non molti in fondo. Si parla solo di guanti, scope,palette e delle sacche dove mettere tutto quello che si raccoglie.
🙂

40. I nostri sogni per la città « Il degrado di Roma - maggio 30, 2008

[…] mio sogno più grande già l’ho esposto in I have a dream, con “I volontari per Roma”, ed ancora a quello guardo con rinnovata speranza, ma quì […]

41. degradodiroma - giugno 13, 2008

In data 05/06/2008, scrivevo alla Protezione Civile questa lettera.
————————————-
Da: “degrado diroma”
A: infosito@protezionecivile.it

Il messaggio contiene allegati : Il mio sogno per Roma.doc (65 KB)

Vorrei proporre quì un’idea che potrebbe essere accolta nell’ambito della Protezione Civile, e seppur sviluppata per Roma, oggi qualora fosse stata attiva su Napoli, avrebbe potuto già dare i suoi frutti

https://degradodiroma.wordpress.com/2008/05/09/i-have-a-dream/

in allegato lo sviluppo più dettagliato del “mio sogno per Roma”.

Laura
————————————-
ed ora Rifiuti, lo sbarco dei 1000 da Repubblica di oggi.

42. nicoletta - giugno 14, 2008

Laura, ma lo sai che quando ho sentito dei volontari per Napoli ho pensato che qualcuno potesse averti rubato l’idea… o, diciamo: essersi ispirato a te?

Nicoletta

43. degradodiroma - giugno 19, 2008

Ricevo da “RomaPedala” l’e-mail che ripropongo di seguito ..
Laura
—————————–
Vorrei segnalare, in relazione al post “I have a dream”, una piccola iniziativa che sta prendendo piede sul blog Romapedala, in seguito alla proposta di un suo lettore: la pulizia, da parte di volontari, della pista ciclabile lungo via della Moschea.

Ho letto il post “I have a dream” e certamente l’idea dei “Volontari per Roma” è diversa, ma credo che questa nostra piccola esperienza sia interessante dal punto di vista del “volontariato per la città”, sebbene in forme differenti da quelle auspicate dal blog Degradodiroma. Spero comunque che possa essere di conforto per quanti credono e sperano in una Roma più pulita, più curata, più civile: più bella.

qui il primo appello :

http://www.romapedala.splinder.com/post/17352964/Ciclopulizie+in+Via+della+Mosc

i risultati della prima sessione di lavoro :

http://www.romapedala.splinder.com/post/17471123/Mattinata+di+sfalcio

il prossimo appuntamento :

http://www.romapedala.splinder.com/post/17528926/Continuano+le+giornate+di+sfal

Cordialmente,

viviciclica, dal blog Romapedala
—————————–

44. Cesare - luglio 2, 2008

Nel tuo appello hai scritto “Quì ci si deve rimboccare le maniche per ricostruire Roma e per aiutare Alemanno nella difficile e temeraria impresa.”

Cioè fammi capire, …quando il sindaco era Veltroni dovevamo stare seduti a criticare questo e quello, e ora che c’è Alemanno dobbiamo andare tutti in strada a fare i spazzini per aiutarlo?

Ahaahaha, bella paraculata!

Ma li pagasse lui i spazzini coi soldi del comune.

Giusto Libero te poteva pubblica na cosa del genere.

45. degradodiroma - luglio 3, 2008

Per Cesare :
Quando si passa su di un blog, e di quello non se ne conoscono i contenuti, sarebbe cosa buona e giusta, non lasciare commenti ..
Quando si legge un post, e di quello non si leggono tutti i commenti che seguono, allora, ancora una volta, sarebbe cosa buona e giusta, non lasciare commenti.

In passato su questo blog sono partite iniziative per aiutare la città e quindi il sindaco di turno, leggasi Veltroni.

Nel post non si parla di spazzini.

Tu non sei stato conteggiato nella mia pur sommaria divisione di chi voleva ipoteticamente includersi in questo mio SOGNO.

Libero non è il Manifesto, infatti con quest’ultimo io ci incarto le uova.

Laura

46. Albert1 - luglio 3, 2008

Io invece l’ho conteggiato nella somma dei rompiscatole.

47. monuska - settembre 11, 2008

Ciao a tutti,sono venuta a conoscenza della vostra esistenza grazie ad un articolo su Repoubblica. Sono contentsissima di sapere che non sono l’unica illusa e pedante amante di questa città. Viaggio fin da bambina all’estero ed ogni volta confrontarmi con questa realtà fatta di inciviltà, egoismo, furbizia e disorganizzazione mi angoscia e mi indispettisce.
Ho scritto a tutti i reparti del comune, ai vari uffici delle circoscrizioni per esporre il problema del degrado imperante qui: cartaccia, volantini, giornali, mozziconi ad ogni angolo; escrementi nauseabondi, scritte e adesivi su ogni muro, parchi ridotti a zone desertiche. Io in sostanza vorrei fare qualcosa per la città + meravigliosa del mondo. Non voglio che un branco di ignoranti possa distruggerla e a costo di sembrare ridicola (ma poi sn io o gli zozzoni ad esserlo?) voglio attivarmi concretamente.
Organizziamoci, seriamente e compattamente per dare una svolta.
Piacere di avervi trovato,
Moncsi.

48. Loredana - settembre 11, 2008

Bella l’iniziativa e lo slancio.
Per il momento mi astengo. Vorrei per ora vedere come se la cava il nuovo sindaco e come questa ventata di novità ,che – devo dire – anch’io sento, si trasformerà in fatti.

49. monuska - settembre 12, 2008

Credo che se hai questa fiducia nei confronti del sindaco dovresti aiutarlo a risolvere i tanti problemi della città.
Dobbiamo attivarci tutti e non stare a guardare con le mani in mani, altrimenti il mondo non cambierà mai!

50. degradodiroma - dicembre 21, 2008

DECORO, ALEMANNO: A GENNAIO GIORNATE VOLONTARIATO PULIZIA CITTÀ

“la Repubblica” Ecco i comandamenti di Alemanno
VOLONTARIATO “Da gennaio lanceremo le giornate cittadine del volontariato: un giorno puliremo tutti quanti la città, un altro giorno ci dedicheremo al sociale e assisteremo i disabili, gli anziani e le persone bisognose”. Il sindaco, rivolgendosi agli studenti, ha lanciato l’invito ad “affrontare i problemi della città tutti insieme con l’obiettivo di risolverli”

Laura

51. monuska - dicembre 23, 2008

Beh, spero sia una promessa più che uno slogan.
E spero soprattutto non si riduca ad una gita per studenti, ma coinvolga tutti i cittadini volenterosi (pochi ma gagliardi!) di questa città.

52. daniela - dicembre 24, 2008

Se veramente queste giornate del volontariato saranno istituite sarò ben lieta di parteciparvi, penso sia doveroso per ognuno di noi contribuire al giusto decoro della propria città e della propria nazione.

Posso però lanciare una provocazione?
Per pulire la città ci sono persone pagate, è il loro lavoro e dovrebbero svolgerlo al meglio.
C’è forse qualcuno che un giorno promuoverà la giornata del volontariato per venirmi ad aiutare a sbrigare le pratiche accumulate sulla mia/nostra scrivania?!?

Per tornare alla mia prima affermazione: ognuno di noi deve comportarsi in maniera corretta per mantenere pulita la città,ma visto che le tasse le paghiamo più o meno tutti dobbiamo anche pretendere che i servizi siano resi dalle amministrazioni. Per riprendere un tormentone di RDS su Rosa Russo Jervolino: “che gli spazzini facciano gli spazzini, che i cittadini facciano i cittadini”.

53. monuska76 - dicembre 24, 2008

Già, queste affermazioni mi ricordano lo sguardo stupido e stupito di due spazzine che prestavano servizio di vigilanza alla panchina fumando mentre io strappavo volantini ea desivi dal muro!
Il problema di questa città è che gli addetti ai lavori non lavorano!
Nel mio quartiere c’è il comando dei vigili….e sulla loro strada ad ogni ora del giorno ci sono 100 metri di macchine in doppia fila.
Dietro casa mia c’è l’ufficio AMA, tutto il quartiere è una discarica, ma le uniche tute arancioni che vedi fanno bella mostra dai tavolini del bar!!!
Possibile che non ci sia un superiore, un responsabile che controlli il loro operato?

54. Bertolaso … lascia « Il degrado di Roma - novembre 13, 2009

[…] Bertolaso … lascia Novembre 13, 2009 Posted by degradodiroma in Segnalato da …. trackback Non è consuetudine del blog trattare questioni “diverse” da quelle che hanno per argomento Roma … ma Bertolaso ce l’ho nel cuore tanto da menzionarlo quale “persona da clonare” (I have a dream). […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: