jump to navigation

Tempestività maggio 4, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Segnalato da ....
trackback

Questa sera andrà in onda la tanto attesa puntata di Report che avrà come argomento, Roma. In questi mesi è stata desiderara tanto, ed anche più volte annunciata (01/12/2007).

La puntata era “difficile” da preparare … bah !

Miracolosamente viene proposta questa sera (04/05/2008), programmata cioè dopo il ballottaggio Alemanno-Rutelli.
I paladini della comunicazione dimostrano la sapiente conoscenza dei tempi dell’informazione. 

Laura

Segnalato da : Pablito

Vi segnalo che domenica sera report parlerà di Roma , del piano regolatore e delle costruzioni abnormi di cui è stata vittima (attenzione questo è un tema scottante che la netta maggioranza dei romani ignora, la stampa pratica disinformazione quasi completa…credo sia inutile ad esempio ricordare chi è il proprietario del maggiore quotidiano della capitale…..!

Lo scorso febbraio, il consiglio comunale di Roma ha approvato il nuovo piano regolatore. Le previsioni parlano di nuovi edifici per 70 milioni di metri cubi di cemento su un territorio di 11-15 mila ettari.
Una nuova città, più grande di Napoli, che verrà costruita nelle campagne di Roma. Tutto questo nonostante la crescita demografica nella capitale sia vicino allo zero, esclusi i circa 200 mila nuovi residenti tra gli extracomunitari. Nel piano regolatore è stata prevista, dall’amministrazione comunale, la realizzazione di tante piccole città, denominate Centralità, tutto intorno all’attuale zona urbanizzata. Queste micro città verranno costruite su aree private che sono in possesso dei grandi costruttori: Toti, Scarpellini, Ligresti, Caltagirone, Santarelli, che chiedono già oggi di aumentare le cospicue previsioni cubatorie previste dal piano regolatore appena approvato. Lo strumento attraverso cui queste richieste possono realizzarsi è il cosiddetto “Accordo di Programma”.
Basta che un costruttore o un proprietario di un’ area chieda all’Amministrazione di andare in deroga al piano regolatore, che questa procedura sostituisce alla decisione pubblica un tavolo di trattativa tra le parti. è grazie a questa tecnica che molte regole urbanistiche possono saltare.
L’inchiesta mostra come funzionano invece le cose in altre due capitali europee: Parigi e Madrid.

 

Annunci

Commenti

1. Gualtiero - maggio 4, 2008

BLOG POLITICO ?

2. degradodiroma - maggio 4, 2008

Perchè questa domanda ? … comunque in questo blog ci sei anche tu con : Il mercato di Via Urbano II
ricordi ?
Laura

3. Gualtiero - maggio 4, 2008

Si e spero a questo punto di trovare lo stesso spazio di prima. Era una domanda non un offesa.

4. The Professionist - maggio 4, 2008

Bisogna però almeno apprezzare che un argomento così scomodo sia stato affrontato da Report (potevano benissimo risparmiarselo e nessuno avrebbe detto niente)

5. degradodiroma - maggio 4, 2008

Il 18/11/2007 non è stato risparmiato un altro argomento scomodo … “””Milano””” … guarda un pò il caso ! Ma comunque “meglio tardi che mai”.
Laura

6. fabio - maggio 4, 2008

Report è un programma inutile, non è mai accaduto nulla dopo ogni puntata. Gli unici che si scandalizzano siamo noi, che non contiamo un ca…volo.

7. Pablito - maggio 4, 2008

Report è un programma inutile, non è mai accaduto nulla dopo ogni puntata.

Per me invece ha una funzione di denuncia…facciamo sapere quello che è successo a Roma in questi anni con il piano regolatore!
Laura non ha tutti i torti, perchè non mostrare il lavoro di veltroni un paio di mesi fa ?

8. fabio - maggio 4, 2008

Le uniche denunce che contano sono quelle in carte bollate ai tribunali, il resto è acqua. Report ci farà il riassuntino di ciò che già sappiamo, sanno tutti, ora che niente può fermare quel treno impazzito che ha nome “SECONDO SACCO DI ROMA”. Le colpe dei primi cadranno su Alemanno. Oh, povera Roma, ti hanno fatto un mazzo così, con quel pertugio sfondato nel Pincio.

9. Pablito - maggio 4, 2008

Report ci farà il riassuntino di ciò che già sappiamo, sanno tutti, ora che niente può fermare quel treno impazzito che ha nome “SECONDO SACCO DI ROMA

Guarda non ci crederai ma queste cose le conosce un numero limitatissimo di persone…ad esempio non penserai mica che il messaggero si mette a fare un’inchiesta sul secondo sacco di Roma !
La bufalotta è un quartiere martorizzato dalla giunta passata…credimi i “senza casa” sbagliano sicuramente ad occupare ma non hanno neanche tutti i torti ( a Roma si è costruito troppo e troppo male )! Forse (anzi sicuramente) non cambierà niente ma questa sera guarda report e ringrazia Mastella: non so se il paese deve ringraziarlo…ma Roma sicuramente si (a prescindere da Rutelli o Alemano).

10. Andrea - maggio 4, 2008

Quando io e molti altri abbiamo fatto richiesta di un servizio su Roma subito dopo quello (estremamente allarmante) su Milano, la redazione ci aveva comunicato di averne l’intenzione ma che era necessario tempo per raccogliere i dati…hanno comunque fatto un ottimo lavoro, indicando esplicitamente responsabilità e amministrazioni…peccato che nella puntata abbiano omesso di inserire un’altra cosa che era stata loro indicata: il parcheggio che si sta realizzando sotto al Pincio, così come altri in giro per la città…argomento, quello dei parcheggi sotterranei, chiaramente indagato nel caso di Milano…

11. nicoletta - maggio 5, 2008

ma che si può fare per bloccare questa tragedia? gianni ci riuscirà? anche solo in parte? il programma è stato un pugno allo stomaco… in realtà queste cose si sapevano, ma vederle, e costatare la facilità con cui sono state perpetrate è stato devastante…

laura, complimenti per questo tuo blog! l’ho scoperto ieri e già mi sono appassionata! grazie anche a pablito per la segnalazione su “report”… confesso che non vedo mai quel programma, e che quindi me lo sarei perso.

felice notte!

nicoletta

12. degradodiroma - maggio 5, 2008

Anche io devo dire che saperle è un conto e vederle è un altro.

Mi sono sentita IMPLODERE dentro. Tutto è stato fatto “”””legalmente”””” ma tutto ai danni di Roma.

I 676.472 che hanno votato Rutelli al II turno, se avessero visto la trasmissione prima del ballottaggio “””””forse””””” avrebbero optato per Alemanno anche loro, vero Pablito ??? 😀
Laura

13. degradodiroma - maggio 5, 2008

Il video ancora non è on-line sul sito di Report-Rai3, quando lo sarà, lo linkerò per lasciarlo in visione ai posteri.

Intanto questa la chiusura della puntata :

MILENA GABANELLI IN STUDIO
Roma non è solo questo, è ovvio, e il Comune ha fatto tante cose, è cresciuta l’occupazione e il turismo, ma nella pianificazione dello spazio pubblico ha abdicato al suo ruolo. E si passa da una città che nel ’65 voleva portare tutte le funzioni pubbliche dal centro alla periferia, ad una diffusa edificazione. E là dove si dovevano costruire ministeri ospedali o la città della giustizia, il proprietario del terreno dice “io non ci voglio costruire uffici, ma case”. E nell’ultimo piano regolatore approvato a fine febbraio c’è scritto “appare difficile immaginare uno svuotamento del centro dalle funzioni forti né tale ipotesi sarebbe auspicabile”.

e quì il testo di tutta la puntata I re di Roma

Laura

14. superbisco - maggio 5, 2008

@fabio: forse potrà esserti di conforto la notizia che Alemanno ha presentato una commissione di saggi con Carlo Ripa di Meana che, per chi non lo sapesse, è stato insieme a Italia Nostra, uno dei più accaniti sostenitori del no-parcheggio del Pincio.

15. superbisco - maggio 5, 2008

oddio che italiano schifoso. scusate 😛

16. Pablito - maggio 5, 2008

Giusto Laura…anche se come ho detto più volte vedo in Veltroni il vero colpevole di questa situazione.
Ciao

17. Pasquale - maggio 5, 2008
18. Andrea Rossi - maggio 6, 2008

Io sono rimasto un po’ male dal fatto che abbiano mandato la puntata solo dopo le elezioni, di certo sarebbe stato sbagliato mandarla una settimana prima ma si poteva fare qualche mese fa facendo riflettere senza condizionare palesemente la campagna elettorale, ho trovato anche sbagliato il fatto che si sia puntato il dito piu’ contro i costruttori che contro gli amministratori della citta’, e’ infatti chiaro che le colpe degli amministratori sono molto ma molto maggiori di quelle dei palazzinari.

La puntata e’ stata comunque buona anche se non esaustiva per ovvi motivi di tempo, mi ha molto colpito il passaggio finale quando dopo aver mostrato le palazzine di via flaminia si e’ puntata la telecamera verso il vicino sentiero abbandonato dove fu uccisa Giovanna Reggiani, peccato davvero che una trasmissione cosi’ ben fatta sia arrivata cosi’ in ritardo e solo a giochi fatti.

Molte altre cose avrebbero potuto far vedere, il parcheggio del pincio, il parcheggio infinito di via oslavia e tantissime altre schifezze, ma tant’e’…

19. circondati - maggio 6, 2008

meglio tardi che mai.

20. smemo73 - maggio 6, 2008

VOGLIO ESPATRIARE !!!
VADO A VIVERE A BUCHAREST !!!

Questi due hanno devastato Roma negli ultimi 15 anni…….non oso immaginare cosa sarebbe successo se avesse vinto di nuovo Rutelli.
Ormai sarà difficile tornare indietro, i danni strutturali sono gravissimi!

Ecco la documentazione scioccante del programma Report di Rai3:

http://www.report.rai.it/R2_HPprogramma/0,,243,00.html

ed ecco il video, da guardare con attenzione:

mms://streaming.rai.it/raitre/report/inchiesta040508.wmv

(credo che se questo servizio fosse uscito prima delle elezioni, forse Alemanno vinceva tranquillamente al primo turno…..!)

21. manuele - maggio 6, 2008

ma questi pseudo architetti per costruire, ma anche solo per immaginare questi anonimi e squallidi palazzoni di cemento suddivisi in loculi che chiamano appartamenti (magari anche di lusso!!) o addirittura case, (un’altra assurdità: all’estero le normali case sono quelle che da noi vengono nominate villette..e, magari ce ne avessimo qualcuna di più!) dov’è che hanno studiato mi chiedo io ?? hanno preso la laurea frequentando le scuole serali di tirana o di bucarest ??
possibile che con tutti gli eccellenti esempi di magnificente architettura che abbiamo ereditato dal passato, delle menti perverse come gli architetti di oggi possano concepire delle forme architettoniche così mostruose ?? ma cos’è successo nella testa della gente ?
e perchè gli edifici belli, perchè costruiti come per secoli si è sempre fatto, cioè in stile; in questa strana epoca li si trovano solo all’interno dei villaggi outlet per lo shopping o nelle ricostruzioni di cinecittà??

Basta Scempi, Basta Cemento selvaggio,
BASTA CON L’ANARCHIA EDILIZIA !!

22. degradodiroma - maggio 7, 2008

Da Iltalentuoso ricevo ancora video ed impressioni sulla trasmissione Report di domenica
Laura
———————————————
da : Iltalentuoso
REPORT-I RE DI ROMA-Ex Fiera di Roma e Torri dell’EUR

Dalla trasmissione Report di domenica 4 maggio 2008 dedicata a “I re di Roma”, vera storia del c.d. Modello Roma, un illuminante servizio sulle vicende urbanistiche del comprensorio via Cristoforo Colombo-EUR, con l’imponente intervento di edilizia di alta fascia nell’area di proprietà pubblica dell’ex Fiera di Roma, intervento che verrà realizzato da un pool di imprese a cui l’area verrà venduta da parte dell’Ente Fiera, che raduna comune di Roma e Regione Lazio.
Nelle parole del giornalista di Report Paolo Mondani si tratta di un “caso più unico che raro in Europa, il comune che vende un’are di pregio ai privati a 500 metri dal Centro Storico”, che verrà a tradursi nella cessione all’imprenditoria privata anche delle inevitabili future fortissime plusvalenze, per il perseguimento di interesse pubblici di cui risulta ben difficile focalizzare natura e consistenza.
Tutto questo sta avvenendo nella più aperta violazione delle norme comunali vigenti in materia di partecipazione, contro la volontà della cittadinanza, e nonostante le fortissime proteste di comitati, associazione e di larga parte della popolazione di una delle zone della città più sacrificate dal punto di vista della carenza del verde
Nel controverso bando di gara, mandato avanti nonostante le proteste per forte impulso del sindaco di Roma e con il diretto intervento dell’assessore all’Urbanistica Roberto Morassut, è stata prevista la realizzazione di costruzioni per circa 288.000 metri cubi destinati ad uffici, negozi e 1.000 appartamenti (totale corrispondente a circa 50 palazzine di via dell’Arcadia o a 11 edifici di 15 piani), con stravolgente trasformazione di migliaia di metri cubi destinati precedentemente ad uso fieristico pubblico in altrettanti ad uso residenziale, con fortissimo ritorno economico per i privati interessati.
L’impatto di tali costruzioni sconvolgerà del tutto la qualità della vita degli abitanti delle zone limitofe in termini di luce, traffico, inquinamento e rumore, minacciando la salute dei residenti e la vivibilità di tutti quartieri circostanti, senza dimenticaree il fatto che l’intera zona risulta a tutt’oggi priva di un efficace sistema di trasporto pubblico.
Come evidenzia l’approfondito esame da parte dei giornalisti di Report di questo intervento e dell’altro imponente intervento delle c.d. Torri dell’EUR (addirittura fatto approvare al commissario prefettizio Morcone conto ogni regola che vorrebbe i commissari occuparsi solo di ordinaria amministrazione) si tratta di interventi assolutamente non sostenibili per l’assetto attuale di questa parte della città, in considerazione della situazione dell’asse Cristoforo Colombo ormai quasi al collasso, e dell’ulteriore appesantimento che appare già inevitabile in considerazione anche di altri progetti di cui è stata avviata la realizzazione, piazza dei Navigatori, via Giustiniano Imperatore, velodromo dell’EUR, oltre al nuovo intervento Campidoglio 2 sulla Circonvallazione Ostiense ed al Centro Congressi all’EUR.

23. Pablito - maggio 8, 2008

Segnalo che la giunta Veltroni (soprattutto l’ex assessore morassut) sta protstando contro la trasmissione report (minacciando anche querela).
http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=41124

La forza della giunta Veltroni è stata che non solo nega queste notizie ma non le fa neanche trapelare!
Ricordo che intorno a dicembre il passato sindaco ha preso una scuola alla bufalotta , gli ha dato il cambio di destinazione e l’ha “regalata” a qualche palazzinaro…qesta volta la mostruosità non è riuscita grazie al cuore del popolo (che ha occupato) appogiato da qualche consigliere del municipio, sia di centro destra sia della sinistra più estrema (hanno ricambiato il favore sulle unioni civili, bloccate dallo stesso Veltroni).

24. manuele - maggio 8, 2008

che schifo! ma non si rendono conto del danno epocale (ogni nostra azione ha conseguenze e ripercussioni oltre che nel presente anche e soprattutto nel passato e nel futuro..) che hanno e continuano a fare a Roma, alla sua storia, alla sua cultura, al suo glorioso passato.. alle sue magnificenze architettoniche ed urbanistiche del centro ??
come fanno a non sentirsi delle merde ??

25. ANNA - maggio 9, 2008

HO IL DOMICILIO IN ZONA PALMIRO TOGLIATTI(ZONA PISCINA AUGUSTEA) E PROPRIO SOTTO LA PISCINA, DENTRO UNA BUCA(PER NON ESSERE VISTI) VIVONO DEI ROM(PER ACCEDERE NELLA ZONA HANNO ROTTO DELLE RECINZIONI)HO FATTO DIVERSE SEGNALAZIONI AL MUNICIPIO 8° ,DA CUI DIPENDIAMO, E HO MANDATO ANCHE UNA E-MAIL AL NUOVO SINDACO DI ROMA.SPERO CHE QUALCOSA CAMBIO, PERCHE’ ROMA DEVE TORNARE AD ESSERE LA CITTA’ DI UNA VOLTA, SENZA PIU’ ESSERE INVASI DA QUESTI ROM ,CHE SI INSEDIANO DAPPERTUTTO.GRAZIE

26. manuele - maggio 9, 2008

ma perchè questi architetti e palazzinari non progettano quartieri con case uni e bifamiliari a uno-due piani.. vanno bene anche attaccate una all’altra (a patto di avere un piccolo giardino di fronte ed uno più grande sul retro) ma per favore basta con i palazzoni scatola e mega balconi in cemento armato !!!
dov’è il tanto declamato Buon gusto Italiano ??

27. degradodiroma - maggio 11, 2008

Il Giornale sul PRG e la trasmissione Report .. già pronta a GENNAIO ma mandata in onda solo dopo le elezioni … : I danni per i cittadini delle varianti al PRG
e da AbitareaRoma.net : Roma, bufera sull’urbanistica
Laura

28. Andrea Rossi - maggio 11, 2008

Ho letto l’articolo del giornale e condivido le critiche alla puntata in questione, si e’ puntato l’indice soprattutto contro i costruttori e solo di striscio contro gli amministratori, inoltre sono stati intervistati Angelo Bonelli dei verdi e l’architetto Fuksas tutti e due espressione della sinistra nostrana, credibile che nessun consigliere d’opposizione abbia in questi anni detto nulla contro questa cementificazione ? Evidentemente non e’ credibile e quindi significa che ancora una volta quando si e’ costretti a dare addosso alla sinistra raitre cerca di ammortizzare il colpo mettendo in atto tutte le strategie televisivamente piu’ subdole.
Report pur essendo comunque da salvare si e’ dimostrata una trasmissione fatta da giornalisti con una determinata idea e visione della vita molto simile alle idee della sinistra italiana.

29. Pablito - maggio 11, 2008

Purtroppo tranne qualche articolo isolato (su giornali liberi) sta finendo tutto nel dimenticatoio…oggi la repubblica parlava di degrado e si riferiva ai tavolini dei locali del centro storico , che sia chiaro vanno controllate anche queste situazioni e se uno fa il furbo ci vuole una multa. Ma il degrado vero è un’altra cosa, comincio a credere che il cemento selvaggio sia ormai endemico !!!
Alemanno riuscirà a difendere la città resistendo alle pressioni di certa stampa ??? Vediamo e speriamo bene.

30. Andrea Rossi - maggio 11, 2008

Alemanno purtroppo non riuscira’ a fermare il cemento, ammesso che ne abbia la voglia non ne avrebbe il potere, consideriamo il potere che hanno i palazzinari di manipolare l’informazione, i piu’ grandi quotidiani romani sono di proprieta’ di costruttori, inoltre c’e’ da considerare che l’edilizia da lavoro a migliaia di persone e non si puo’ fermare facilmente, purtroppo e’ un problema molto piu’ grande di quelli che un Sindaco puo’ risolvere, cio’ che potra’ fare Alemanno e’ indirizzare l’edilizia verso costruzioni piu’ umane e che diano quindi meno problemi di viabilita’ e di vivibilita’, si dovrebbe in sostanza costruire in zone gia’ urbanizzate e non aggredire ulteriormente la campagna romana, si potrebbero poi abbattere quartieri mostruosi e ricostruire, oppure costruire nei cosidetti lotti interclusi (gli spazi incolti tra un palazzo ed un altro), si dovrebbe altresi’ interrompere assolutamente la costruzione dei centri commerciali che stanno uccidendo oltre che il territorio il piccolo commercio che rende vive le nostre periferie.

In sostanza Alemanno non potra’ fare miracoli ma si spera ch emetta dei paletti ai palazzinari del tipo: “Costruite, ma come e dove lo decidiamo noi secondo criteri di buon senso, di logica e di trasparenza”, questo Alemanno credo che lo possa fare.

31. Pablito - maggio 11, 2008

si dovrebbe altresi’ interrompere assolutamente la costruzione dei centri commerciali che stanno uccidendo oltre che il territorio il piccolo commercio che rende vive le nostre periferie.

Non per niente a Parigi sono vietati!
Purtroppo anch’io non vedo nulla di buono, nelle periferie si continueranno a costruire quartieri dormitorio e alla fine anche il centro storico cadrà vittima di opere pubbliche indispensabili per le tasche dei soliti nomi….

32. degradodiroma - maggio 12, 2008

Pablito, io preferisco guardare in faccia la realtà. Quello che è stato approvato, secondo me farà il suo corso, magari con qualche piccola rettifica, ma comunque andrà per la sua strada. Per il “nuovo” ho più speranze … ma comunque in tutti e due i casi diamo tempo al tempo …
Laura

33. Renato - maggio 13, 2008

Mah, abbiamo in passato creato la Reggia e il Parco di Caserta, il Pantheon, la Basilica di San Marco, il Duomo di Siena, Stupinigi e… vabbè… mi fermo qui, ed oggi non siamo capaci di realizzare un gradevole quartiere residenziale sul modello – toh! – di quelli statunitensi… incredibile… assurdo… la nostra civiltà seppellita da dei palazzinari arroganti e cialtroni avallati da degli amministratori ignoranti e senza gusto… povera Roma… povera Italia…

34. f.solare - maggio 13, 2008

se intendi quartieri di villette con giardino….non credo che questa sia la nostra realtà, non mi sembra che in Italia ci siano molte città con questo tipo di quartieri…..
certo sarebbe auspicabile che finalmente si costruissero dei begli edifici, non troppo alti, quartieri con tanto verde, viali ariosi. Però mi chiedo, per chi? C’è davvero tutta questa “fame” di alloggi per necessità? O si tratta di speculazione ed investimento? Se ai costruttori gli rimanessero “sul groppone” tanti appartamenti invenduti forse forse…….

35. TG3 .. VERGOGNA ! « Il degrado di Roma - ottobre 17, 2008

[…] di Report su Roma, andò in onda DOPO le elezioni amministrative di Aprile, certo più che di tempestività a questi pseudo-giornalisti è molto più familiare il concetto di … […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: