jump to navigation

La seconda liberazione aprile 28, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Il 04/06/1944 le forze di liberazione, costituite dagli alleati Americani, entravano in Roma e la liberavano dal fascismo. Il senso di libertà tornava a rinascere nella capitale ed il clima di speranza per una nuova vita si mescolava al senso di oppressione lasciato in eredità dal fascismo. ( Roma è libera)

La seconda LIBERAZIONEIl 28/04/2008 il Popolo della Libertà, costituito da cittadini residenti in Roma, sono entrati nel Campidoglio ed hanno liberato Roma dalle giunte di sinistra.

Il senso di libertà torna a rinascere nella capitale ed il clima di speranza per una nuova vita si mescola al senso di sconquasso lasciato in eredità dalle giunte di sinistra.

Una nuova regia per RomaSperavo nel cambiamento, speravo in un “volta pagina”, ed ora è il momento della speranza che è sempre per me una costante di vita.
I Romani hanno visto, hanno capito, hanno avuto memoria, hanno mangiato per troppi lunghissimi anni la stessa minestra. Ora la zuppa è cambiata. Se ci vorranno anni non so, ma dopo aver raschiato il fondo del barile, bisogna avere un guizzo e dare un colpo di reni, per risalire dal profondo, cercare di riemergere .. insomma tornare a vedere le stelle.
Se questa è una speranza mal riposta o una falsa illusione è prematuro dirlo, e non si possono fare previsioni. Le persone che hanno accettato in tutti questi anni, il “Bordello Roma” spacciato per “Modello Roma”, non potranno ora urlare la loro rabbia nel vedere il degrado della città, così d’emblée, ma dovranno fare, almeno per coerenza, solo acqua in bocca e pesce in barile.

Laura

PS : Click su more, per vedere la foto prodotta da Emanuela, che è stata in Campidoglio, e riferita al commento 14.

campidoglio

Advertisements

Commenti

1. superbisco - aprile 28, 2008

Diciamo anche che il PD ha perso solo il campidoglio, mentre è rimasto ben saldo alla provincia e ai municipi.

E’ un giorno di svolta, sì, ma ricordiamoci che non ha vinto Alemanno, ma ha perso Rutelli.

Alemanno ora avrà un bel da fare per dimostrare di essere migliore di tutti i sindaci passati. Altrimenti la sinistra tornerà mooolto più forte e vigorosa di prima e la farà da padrone mooooto più di quello che s’è fatto finora.

Un po’ come Berlusconi III, ma al contrario. Stiamo attenti e sempre vigili.

2. Stefano - aprile 28, 2008

“Le persone che hanno accettato in tutti questi anni il Bordello Roma spacciato per Modello Roma non potranno ora urlare la loro rabbia nel vedere il degrado della città […]”

Esatto 🙂 e vuoi scommettere che da domani avremo molti ciechi in meno??
Ci metto la mano sul fuoco 😉

Piuttosto,speriamo che ora ci sia davvero una svolta
Sono fiducioso..anche perchè:

“Gianniiii,l’ottimismo è il profumo della vita” 🙂 🙂

3. Romina - aprile 28, 2008

La bellezza di Rutelli è sfiorita e i tanti voti del ’93 al sedicente SINDACO VERDE stavolta si sono rivolti a quella che ritengo persona seria. Forza Alemanno ora CAMBIA ROMA !

4. degradodiroma - aprile 28, 2008

Dal blog di Antonio Gurrado ( http://antoniogurrado.blogspot.com/2008/04/un-po-di-liveblogging-alla-romana.html )
carinamente minuto per minuto una giornata al cardiopàlma … ed estraggo … questo istante ..

“h 14:51 Se siete a Roma e volete impiegare utilmente questi ultimi nove minuti elettorali, prima andate a dare un’occhiata al sito Degrado Di Roma, dopo di che catafottetevi al seggio e votate Alemanno facendo una, dieci, cento crocette sul suo nome”

Laura

5. Anna - aprile 28, 2008

Alleluja, Alleluja…
siamo liberi, finalmente liberi…

Signori e Signore, voglio fare i miei migliori auguri di buon governo al mio sindaco!

ciao Laura….sono tornata 😉
Anna

6. Lo Schiavo di TqV - aprile 28, 2008

NOI SIAMO IL POPOLO DELLA LIBERTA’

7. degradodiroma - aprile 28, 2008

Ciao Anna, ben tornata .. sono veramente contenta di ritrovarti quì in questo momento di festa.

Io personalmente sono elettrizzata, mi sento in fermento. Poi in televisione non c’è nulla che contribuisce ad alimentare questo mio stato d’animo. Tutto parla del grande fratello e/o del nulla .. come se non sia accaduto un evento da magnitudo XII (la massima).
Vorrei andare in Campidoglio, oppure in giro a fare caroselli.
Approfitto di te per fare due confidenze, ma non ho voglia di trattenermi. Sono troppo, troppo euforica. Penso che questa sera per dormire prenderò qualche goccia di Lexotan (10-15-20 .. gocce .. poi domani se sarò un pò giù di tono .. chisssene ..)
Questo è un momento magico che vale la pena di essere fermato, vissuto, un momento che ROMA non aveva MAI VISSUTO e che i ROMANI come noi aspettavano da troppo, tanto, tempo.

Ed è ora, come giustamente Stefano suggerisce di dire :
Gianniiii, l’ottimismo è il profumo della vita !!

Laura

8. degradodiroma - aprile 28, 2008

Per Lo Schiavo di TqV : AMEN fratello AMEN !!
Laura

PS : da “Lo Schiavo di Tocqueville” ho rubato questo link : http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=HXBOA

9. RondoneR - aprile 28, 2008

è incredibile. solo chi è nato a Roma (non ieri) e ci è sempre vissuto, può capire il terremoto di questo giorno.

anche io smanetto la tv, inutilmente, c’è qualche telecicoria in lacrime ma nulla più.

a dir la verità ormai ho la sensazione che di politica non ci capisco proprio più tanto.

meglio così!

🙂

10. degradodiroma - aprile 28, 2008

Per Rondone. Mentre tu scrivevi qui, io scrivevo da te. Telepatìa !!
Ciao.
Laura

11. Andrea da Milano - aprile 28, 2008

Laura…ma poi se Alemanno fa troppo il bravo sindaco e mette in ordine Roma devi chiudere il blog…..,nooooooooooooooooooo!!!ehehehh

12. Cirilla - aprile 29, 2008

….mentre voi guardavate la TV, CIOE’ IL NULLA, io me ne andavo a festeggiare in Piazza del Campidoglio, contenta come un’adolescente. Con me mia figlia, al suo primo evento politico: aveva uno sguardo tra lo stupito e l’impaurito. Canti, slogan, bandiere ma la cosa più bella erano i visi, tutti esprimevano gioia, incredulità, voglia di rivalsa e la volontà di agire per iniziare a capovolgere le regole “storte” che ci hanno imposto per tanti anni. Che sbornia di contentezza!
Da oggi al lavoro. Al lavoro. Al lavoro.
Il blog non si chiude….ma si trasforma in uno strumento per il nuovo sindaco da cui possa trarre segnalazioni e stimoli provenienti da ogni più piccola parte di Roma.
Le cose si fanno insieme. Che ne dici Laura?

13. Romina - aprile 29, 2008

Quanno ar mattino Roma s’è svejata…
pare ‘n pavone quanno fà la rota…
pare ‘na pennellata,
fatta d’arcobaleno,
puro si piove pare ch’è sereno!
E gira gira e fai la rota,
nun te devi mai stancà.
E gira gira e fai la rota,
e nun falla mai fermà!”
……………………….
stamattina Roma mi pare così !

14. degradodiroma - aprile 29, 2008

… spero in una seconda festa, però la gioia è stata talmente forte che anche le gocce di Lexotan mi hanno fatto un baffo !
Non ho dormito quasi per niente ed anche questa mattina, nonostante la giornata si presenti uggiosa sono AZZURRA DENTRO !

Una foto che ho visto sul giornale, immortala uno striscione al Campidoglio con questa scritta :
VELTRONI
con le primarie hai fatto cadere il governo prodi
con le elezioni politiche hai cacciato i comunisti dal parlamento
candidando Rutelli hai perso Roma
WALTER SANTO SUBITO

Laura

15. Cirilla - aprile 29, 2008

Sinistra chic in lutto!
…………………………………….
Segnalo a tutti questo articolo:
http://www.corriere.it/politica/08_aprile_29/addio_roma_piaciona_2ef7afc2-15b9-11dd-acde-00144f02aabc.shtml
Cirilla

16. romacogitans - aprile 29, 2008

783.225 volte Grazie Roma!

17. Enzo - aprile 29, 2008

Caro Andrea da Milano, non ti preoccupare che Laura non chiuderà questo Blog, anzi speriamo che tenga gli occhi sempre aperti perché il degrado ci sarà ancora per molti anni, almeno una decina (purtroppo le rivoluzioni hanno bisogno dei loro tempi SOPRATTUTTO IN PERIFERIA).
E’ bello vedere che il popolo ha il suo potere e lo ha esercitato con il voto.
Per noi di Abitare A non cambia nulla, scriveremo di FATTI come al solito dal 1987. 🙂

18. romacogitans - aprile 29, 2008

Laura, mi sa che il link sulla funivia a Magliana devi spostarlo nel reparto “grandi promesse da NON realizzare”… dai una occhiata qui:

http://nuke.iltrenino.info/Progetti/CabinoviadellaMagliana/tabid/75/language/it-IT/Default.aspx

Però che brava che era la sinistra… quante cose prometteva… un po’ quelle vaccate ci mancheranno, no? 😛

19. alex - aprile 29, 2008

ieri sera rientrando a casa mi frullavano in testa queste parole: “roma è libera”.
ho stappato un barbaresco e mi sono versato un bel calice.
quanto ho dormito bene…

20. Andoram - aprile 29, 2008

Speriamo che nel frattempo sia maturato e abbia le capacità di governare bene Roma.

Dopo tante parole speriamo che arrivino in fatti.

Certo che il suo passato non è dei migliori…..

Si è fatto qualche mesetto di galera nel 1982, perché andò a tirare molotov contro l’ambasciata sovietica per protestare contro l’invasione dell’Afghanistan .

Prima ancora, fu arrestato nel novembre 1981 per aver partecipato insieme ad altri quattro componenti del Fronte della Gioventù all’aggressione di uno studente di 23 anni. (Ansa, 20/11/1981). Scontò 8 mesi di carcere a Rebibbia.

Il 29 maggio 1989 viene arrestato a Nettuno per resistenza aggravata a pubblico ufficiale, manifestazione non autorizzata, tentato blocco di corteo ufficiale, lesione ai danni di due poliziotti, in occasione della visita del Presidente degli Stati Uniti d’America, George H. W. Bush, al cimitero di guerra americano. Gli saranno poi concessi gli arresti domiciliari (Ansa 29 e 30/05/1989)

Porta al collo una croce celtica e ha fatto benedire dal prete con l’acqua santa lo studio da ministro dell’ambiente al ministero di via 20 Settembre perché prima era occupato dal bisessuale Pecoraro Scanio.

Basta? No?

Ha fatto assumere vagonate di amici suoi nella guardia forestale, magari in attesa di riportarli a Monte Mario come fece Borghese e si è pappato un viaggetto da 30.000 euro con la Parmatour dopo aver dato il nulla osta per il famoso “latte fresco per 30 giorni” (una “sola”), anche se dopo ha pagato in fretta e furia la fattura (un proverbio di strada dice: “se devi rubà, ruba un miliardo no mille lire, chè in galera ci vai uguale”).
In particolare, nel marzo del 2004 il nome di Alemanno compare nei verbali di Tanzi all’interno del caso Parmalat. Il ministro è in una situazione difficile, perché l’inventore di Parmalat mette in collegamento diretto i soldi dati con un favore preciso ottenuto dal gruppo di Collecchio: il via libera ministeriale al latte Frescoblù, il prodotto varato da Parmalat tra molte polemiche. “Su Alemanno”, ha detto il 24 gennaio del 2004 il patron della Parmalat, “sono intervenuto anche personalmente e, inoltre, tramite Bernardoni ho erogato allo stesso delle somme di denaro. Ho anche attivato il ministro Enrico La Loggia perché intervenisse su Alemanno, altresì provvedendo a finanziare La Loggia attraverso una consulenza legale conferita dalla Parmalat”. Alemanno tuttavia viene prosciolto dalle accuse nel gennaio del 2007
(ANSA 6/03/04, 11/01/07).

21. degradodiroma - aprile 29, 2008

Rutelli : L’onestà “al primo posto”.
L’uomo (???) che intervistato dalla Repubblica, 02/12/1993 disse : “Voglio vedere Craxi consumare il rancio nelle patrie galere”. L’uomo che poi è stato condannato dalla Corte dei Conti nel processo di Primo grado a restituire, insieme ad altri membri della giunta, 2.238.664.265 Lire. In Secondo appello il danno è poi stato quantificato in 1.090.547.564 di Lire di cui 301.674.228 Lire a carico di Rutelli ancora rimasti sulla carta.

Ma oggi come oggi non me ne importa un fico secco nè della scheda personale di Alemanno, quella da te gentilmente offerta, nè della scheda appena appena abbozzata di Rutelli e da me proposta.

Questa è la PRIMA VOLTA che un uomo di centro destra governa questa città ed è tutto ancora da disegnare, siamo alla pagina bianca.
Ci rivediamo tra qualche anno per giudicare il suo operato.

Laura

22. Andrea da Milano - aprile 29, 2008

Essere troppo sicuri del futuro operato di Alemanno porta sfiga…eheeh…come dici te, è bene giudicare tra un po’ di anni!

e cmq….la “seconda liberazione” di Roma è stata enfatizzata (da un gruppo) attraverso bandiere e inni, riconducibili a “QUELLA COSA” chiamatasi nazi-fascismo, contro cui gli americani e gli alleati avevano combattuto e che aveva causato la prima liberazione…ma va beh…!
La storia del resto è ciclica…e tutto può tornare (anche se in modi diversi)…

23. Romano sì, Itagliano mai! - aprile 30, 2008

Un fascioterrone nazionalista italiano che pensa all’unità d’Itaglia. Roma ha eletto un suo nemico. Questo penserà al bene dell’entità fasulla italiana piuttosto che all’interesse di Roma. Il bene di Roma sarà sacrificato per accontentare i territori dell’entità itagliana.

Fiumicino dà fastidio a Malpensa? Chiudiamolo. La Festa del Cinema, che porta 100 milioni di indotto a Roma, dà fastidio a Venezia? Chiudiamola. Può darsi che i prossimi terribili 5 anni per la città di Roma sveglieranno i romani dal loro sonno. Forse capiranno qual è la strada di Roma. Fora nazionalisti itagliani fascisti! Roma Libera, Romana e Indipendente!
Chiudiamo tutto. Roma deve diventare provinciale. La Festa del Cinema c’ha le pajettes, non era mica su tutti i giornali del mondo a promozionare Roma. A che serve? A me mica mi so arrivati i soldi? Ce stanno le buche. E Milano che rosicava sulla Festa del Cinema, gongola. Roma ridimensionata che pensa all’Itaglia mentre Milano difende i suoi interessi con una Milanese vera e ci sfonda.

Questo non è di destra o di sinistra. E’ italione, non Romano. Con in testa la lobotomizzazione naziunalista italiana. Un classico fascioterrone che con gli interessi di Roma non c’entra nulla e che solo quella fascia di popolazione non europea, stupida ideologizzata di Roma può ritenere utile per Roma. Perchè ce stanno le buche. Addio crescita dell’economia e turismo romano.

Lo capirete mai che quelle non sono pajettes, ma promozione, pubblicità quindi soldi? Le grandi città vivono di questo. Fatevi un giro a Parigi, New York e non solo a Bari. La vostra cultura spiccia, senza visione, itagliana terra terra causerà disastri.

100 milioni di indotto e noi lo chiudiamo perchè siamo in mano a Er Pecora, al fascio terro.ne Squitieri che sono bestioline itagliane che non dovrebbero nemmeno avvicinarsi ad un gioiello come Roma. E Venezia gode. Poi facciamo godere anche Milano con Alemanno italione che esulta quando Fiumicino ridimensionato perchè Alitalia è itagliana e deve restare tale. Lo vedi che si sgola “italia, italia, italia, alitalia italia”. Questa è gentaglia con in testa la rivincita del loro stupido concetto naziunalista itagliano. La paghiamo noi sulla nostra pelle la rivincità di questi te.rroni naziunalisti itagliani.

Romano sì, Itagliano mai!

24. Andoram - aprile 30, 2008

Giusto Laura, bisogna vedere avanti e giudicare l’uomo sui fatti.
Staremo a vedere, e speriamo di vedere cose buone e giuste.

25. degradodiroma - maggio 7, 2008

Un video de “Iltalentuoso”
Modello Roma – le ragioni di una disfatta
Ma poi vi invito a guardarli un pò tutti, sono uno meglio dell’altro !!
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: