jump to navigation

Si può .. copiare marzo 28, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Sembra che questo video sia in giro da molto tempo, ma io non ne ero a conoscenza e non so voi. Io l’ho rintracciato grazie a  Nicknamemadero e vi invito a visionarlo su Il Corriere della sera.it.

Lo slogan di Veltroni, “Si può fare“, potrebbe reinventarsi come, “Si può copiare“, forse lo faceva spesso a scuola e non ha perduto il vizietto o forse più semplicemente si tratta di assenza di creatività e peccato che il motto della sua campagna elettorale non lo abbia usato ai tempi del suo incarico a sindaco di Roma … per fare .. fare … e dimostrare così di saper fare !
E poi prese in giro e critiche a valanga per Berlusconi&C. quando usò per primo i manifesti 6×3, o quando propose l’inno di Forza Italia, o quando inventò i Circoli della Libertà, o quando adottò l’inno di Mameli, o quando scelse nel logo la componente del tricolore .. ed ora questo video … insomma anzichè
Veltroni - La scoperta dell’acqua calda

“La scoperta dell’alba”,

titolo del suo ultimo libro, Veltroni fa

“La scoperta dell’acqua calda”

 

 

poi almeno per par condicio vedetevi questo pezzo di storia : Youtube – Forza Italia

Laura

Commenti

1. Romina - marzo 28, 2008

lo voglio imparare a memoria per cantarlo al prossimo che scimmiotta ” eforza italiaaaaa….”. scommettete che presto wolter si metterà la bandana?!

2. Albert1 - marzo 28, 2008

E’ uno scherzo.
Non può esser che uno scherzo.

Non ci credo, manco se lo rivedo.
Oltre ad essere la peggior cover in assoluto di YMCA, ci hanno riunito delle facce talmente improbabili (e perlopiù fuori sincrono), che non può essere veramente il prodotto di un ufficio propaganda elettorale che si rispetti.

Nel caso sia vero, spero che i Village People gli scatenino addosso un intero studio legale e gli si pappino tutto il budget per la campagna elettorale.

Che roba.

3. RondoneR - marzo 28, 2008

mmhh… sai che dopo questa canzoncina… quasi quasi…

…voto il nano..?

4. Albert1 - marzo 28, 2008

Ragazzi, posso lanciare una provocazione ?
Colgo l’occasione, così, al volo.
L’idea me la dà Rondone con la sua battuta:

Posto che secondo la mia personalissima opinione oggi come oggi un voto al PdL è un voto “di protesta”, visto come stanno le cose, mi direste così, al volo, a livello di sentimento personale:

“Ma a voi, come singoli, Silvio Berlusconi che cosa ha fatto di male“?

Cioè, per esempio, vi ha deluso, ingannato, presi in giro, tolto qualcosa, infranto sogni, cose così ?

Sono curioso, perchè io è un po’ che me lo chiedo e che lo chiedo in giro, ma di risposte sensate non ne ho. Spero nella Rete.

5. fabio - marzo 28, 2008

Lo slogan di Veltroni, lui che è cinefilo, mi ricorda tanto l’urlo del dottor Frankenstein, dopo aver letto gli appunti lasciati dal padre per fare la CREATURA: “Si può faaaaareeeee!!!”

Albert, il problema non è che ci ha fatto Berluskaizer, il problema è che non ci ha fatto proprio niente.
E se ha fatto qualcosa è per chi gli abbia assicurato un utile a lui medesimo. Il resto è elemosina paternalistica che dura il tempo di un voto.

6. Albert1 - marzo 28, 2008

OK. Come prima risposta non c’è male.
Comunque mi confermi che a te (in quanto te) non ha fatto nulla di male, giusto ? Chiedo conferma perchè non vorrei fare la figura di quello che fa dire agli altri cose che non hanno detto…

Aspetto un altro po’ di commenti, poi vi spiego dove voglio andare a parare… 😉

7. fabio - marzo 28, 2008

Ed inoltre ho capito che, sebbene sia tentato di non andare a votare, il vero voto utile può essere quello dato ai due estremi (ma anche al centro indipendente), per opporre una piccola resistenza a quella che si prospetta come un’egemonia di stron.ate bipartisan.

8. Pietro T - marzo 28, 2008

Bah… per Veltroni sarebbe stato sicuramente molto meglio un altro tipo di cover dei Village People, ad esempio “è un magna magna man”…

9. Romina - marzo 28, 2008

no, lo conoscevo già e conoscevo anche le “prese per il c..o” dei benpensanti che leggono Repubblica.

10. nicknamemadero - marzo 28, 2008

Grazie Laura per la citazione (non ce n’era bisogno, per altro). Visto che siete in tanti rimasti sorpresi da “I’m PD”, vi sottopongo altre iniziative interessanti e di pregio del buon Walter (che magari vi sono sfuggite):

E dopo la catena di S’Antonio http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/politica/200803articoli/31237girata.asp
ecco i gadget!
http://ecommerce.partitodemocratico.it/adon.pl?act=idx&sid=6
Ma non sono straordinari?
Senza contare (per chi avesse l’intestino un po’ affaticato…)
http://fermentidemocratici.ilcannocchiale.it/

Ciao a tutti voi di degradodiroma

11. Paolo - marzo 28, 2008

Forse vi siete persi il singolo
“Meno male che Silvio c’è”

12. Albert1 - marzo 28, 2008

Vedi, anche in questo si nota una piccola ma significativa differenza:

“Meno male che Silvio c’è”: una str*nzatina musicale che si palesa subito per quello che è. Apprezzabile comunque lo sforzo di creare una musica originale.

“I Am P.D.”: una str*nzatina musicale che sfruttando il lavoro altrui (spero dopo aver pagato i dovuti diritti) si insinua nelle orecchie con l’inganno sin dalle prime note.

Queste musichette sono la “pars pro toto” dell’intera condotta politica dei rispettivi movimenti. No ?

13. The Professionist - marzo 28, 2008

A parte il video che mi ha fatto morire dalle risate (un po’ come il PD…)

per rispondere ad Albert mi associo a quanto detto da Fabio: ha promesso un’Italia nuova, migliore, una seconda repubblica diversa dalla prima, ma ha pensato solo ai fatti suoi, finendo per essere assolto in quanto il fatto non commette più reato (sai cosa vuol dire che il falso in bilancio non è più reato? Questo si che è un danno).

Se poi non vogliamo parlare di come si è fatto i fatti propri, allora ti dico che il fatto di essere stato al governo per tutto quel tempo e non aver fatto niente (per niente intendo niente in confronto a quanto poteva fare, perchè qualcosa in verità ha fatto) per me vuol dire aver fatto qualcosa di male.

14. degradodiroma - marzo 28, 2008

Vi segnalo i commenti 9 e 12 perchè rimasti in coda di moderazione.
Laura

15. degradodiroma - marzo 28, 2008

Per NicknameMadero : Ma questo tuo “nick name” sta per “de’ Roma” ? comunque prima di entrare nei siti da te suggeriti dovevi consigliare … “Fate un bel respiro per rimanere in apnea” 😀
Ciao.

Per Albert1 : Secondo me non troverai mai le risposte che cerchi … Silvio Berlusconi poteva anche costruire ponti d’oro, magari quello dello Stretto, ma quando alla base c’è antipatia/odio per la persona … non avrai risposte significative. 😀

Per The Professionist : Della XIII Legislatura (9 maggio 1996 – 9 marzo 2001), Governo Amato II, Governo D’Alema II, Governo D’Alema, Governo Prodi
cosa ricordi ? o questi 5 anni di governo sono già passati “in gloria” ?

Laura

16. Albert1 - marzo 28, 2008

The Professionist: scusa, ma torno a puntualizzare.
La domanda era: “cosa ti ha fatto di male, personalmente”? Non intendo ovviamente un rapporto uno a uno, intendo cosa hai avuto di male tu come persona, dal governo Berlusconi.
In altre parole, cosa te ne frega a te del falso in bilancio ? 😉
E poi, per favore, (non ce l’ho con te in particolare, sia chiaro) lasciate perdere per un attimo beppegrillo, aprite gli occhi, basta cercare “falso in bilancio” su Wikipedia.
NON E’ VERO che non è più un reato.
E’ un reato, solo per alcune circostanziate e specifiche casistiche depenalizzato ad illecito amministrativo (si paga invece di andare in galera). Fidatevi, funziona molto meglio così. Rimane il fatto che se dal falso in bilancio consegue un danno ai risparmiatori (al pubblico), hai voglia a depenalizzare, si paga *E* si va al gabbio, senza passare dal via.

17. The Professionist - marzo 28, 2008

Per Laura: mi spiace contraddirti, ma almeno per quanto mi riguarda non è affatto così.
Ho sempre stimato Berlusconi come imprenditore, mi stava e continua ad essermi simpatico come persona, e inizialmente mi piaceva anche come politico, ma quando vado a vedere i fatti, il ponte d’oro sullo stretto non l’ha fatto, mentre il falso in bilancio l’ha depenalizzato.
Potrei parlarti di come sono state modificate alcune leggi che ben conosco perchè riguardano il mio lavoro, e ti assicuro che non ha fatto molto per migliorare alcune situazioni tutte Italiane.
Non sto dicendo neanche che sia peggio di altri, anzi, ma non credo neanche che si sia distinto per meriti particolari.

18. The Professionist - marzo 28, 2008

Rispondo pure ad Albert che non avevo visto prima il suo commento (sorry).

Continuo a ribadire che hai chiesto di Berlusconi e di lui ti parlo, forse se mi avessi chiesto cosa mi ha fatto Veltroni avrei avuto ancor più cose da dire, ma visto che vuoi sapere se proprio Berlusconi mi ha fatto qualcosa di specifico, ti dirò.
Correva l’anno 2002 e il suo governo pubblicò la legge 166, che andava a modificare la legge 109/94 (che per fortuna adesso è stata del tutto abrogata, sempre da lui, nel 2006, ma per quattro anni è stata legge). Tra le tante modifiche apportate ha innalzato la soglia di incarichi di progettazione di opere pubbliche per via fiduciaria da 40.000 euro a 100.000 euro. Ora non voglio fare un trattato su cosa sono gli incarichi fiduciari perchè non mi sembra il caso, ma il significato di questa modifica vuol dire che incarichi molto importanti potevano essere affidati dalle amministrazioni a chi gli pareva senza dare giustificazione a nessuno.
Per chi fa il mio lavoro e come me non ha i famosi agganci politici questo vuol dire essere tagliato fuori da qualsiasi incarico che invece dovrebbe essere affidato con trasparenza e meritocrazia.
La Comunità Europea segnalò tutto ciò al nostro paese e obbligò lo stesso governo a modificare la legge, che poi venne abrogate ecc ecc.
Poi ha fatto anche delle cose positive, ma tu non me le hai chieste.
Scusate se sono stato un po’ prolisso ma con meno parole non ce l’avrei fatta.

19. johnny - marzo 28, 2008

Pre 1: mi associo alle parole seguenti
“Continuo a ribadire che hai chiesto di Berlusconi e di lui ti parlo, forse se mi avessi chiesto cosa mi ha fatto Veltroni avrei avuto ancor più cose da dire, ma visto che vuoi sapere se proprio Berlusconi mi ha fatto qualcosa di specifico, ti dirò.”

Pre 2: Il conflitto d’interessi e le raccomandazioni clienterali sono il vero “nodo” italiano e coinvolge TUTTO l’arco costituzionale dei partiti e non verrà MAI affrontato…chi dovesse affrontare questo cambierà il paese facendolo diventare “stato moderno”…passando alla storia.

“un imprenditore che và al governo è motivo di aspettativa per tutti di taglio netto sulle spese e riforme di legge per cambiare il paese
ed invece:
– aumentato il numero dei ministeri
– aumentato il numero dei ministri
– aumentato il numero delle relazioni clientelari sulle assunzioni para-parlamentari
– nessuna legge di contenimento di spesa pubblica
– apertura dei cantieri italiani opere pubbliche SENZA COPERTURA FINANZIARIA

…di contro varate invece le leggi vergogna ad personam ed in penale dalla corte costituzionale europea:
– la depenalizzazione del falso in bilancio (legge n. 61/2002)
– la legge sulle rogatorie (legge n. 367/2001)
– l’introduzione dell’impunità (divieto di sottoposizione a processo) delle cinque più alte cariche dello Stato tra le quali il presidente del Consiglio in carica (“Lodo Schifani”, 140/2003)
– la “legge Cirami” sul legittimo sospetto (Legge n. 248/2002)
la riduzione della prescrizione (che cancellava gran parte dei fatti oggetto di contestazione nel processo sui diritti TV verso Berlusconi) (“Legge ex-Cirielli”, 251/2005)
– l’estensione del condono edilizio alle zone protette (legge delega 308/2004) (comprensiva la villa “La Certosa” di proprietà di Berlusconi)
il ricorso del governo contro la legge della regione Sardegna al divieto di costruire a meno di due chilometri dalle coste (ricorso n. 15/2005 alla legge regionale 8/2004) (che bloccava, tra l’altro, l’edificazione di “Costa Turchese”, insediamento di 250.000 metri cubi della Edilizia Alta Italia di Marina Berlusconi)
la modifica del PAI (Piano di assetto idrogeologico) dell’Autorità di bacino del fiume Po che permette la permanenza de “la Cascinazza” (estensione di oltre 500.000 metri quadrati) di proprietà della IEI di Paolo Berlusconi (PAI del 2001)
– l’introduzione dell’inappellabilità da parte del pubblico ministero per le sole sentenze di proscioglimento (DL n. 3600)
la legge Gasparri sul riordino del sistema radiotelevisivo e delle comunicazioni (Legge 112/2004)
la norma transitoria della Legge 90/2004 che consentì a Gabriele Albertini, sindaco di Milano non più rieleggibile, di essere candidato alle elezioni europee senza dover dare le dimissioni da sindaco.
Alcuni costituzionalisti hanno anche definito “legge ad coalitionem” la legge elettorale del 2006[2] che, data la morfologia delle formazioni politiche all’atto delle elezioni governative, si riteneva dovesse permettere ai partiti della coalizione di centrodestra di ottenere un numero di seggi fortemente superiore rispetto a quanto sarebbe avvenuto con la precedente normativa.
– Legge Fini-Bossi sull’immigrazione (inapplicabilita documenti, aumento degli irregolari per conflitti burocratici)

Situazione internazionale DISASTROSA:
– In Francia odiato e carichi per Telecinq (fallimento)e le tasse,
– In Spagna a giudizio per Telecinco e le tasse (giudice garcon)
– Bruxelles con processo al Iberian,
– In grecia LO ODIANO con la sproporzionata appoggio alla Turchia per il controllo del bosforo,
– Il turchia gaffe per il baciamano(vietato dall’islam) con la figlia del premier Erdogan
– Inghilterra con lo scandalo Mills (scandalo economico nazionale)
– Germania lo scontro sul nazismo in corte europea
– La Finlandia sul cibo, litigato col il primo ministro

continuo??? QUESTI SONO FATTI se volete cito le fonti….(basta vedere wikipedia)

…in un altro paese sarebbe cacciato..quà osannato!!!TRISTISSIMO

^ritorna alla premessa sù..pre1

20. fabio - marzo 29, 2008

Immaginavo che lo avessero già messo su YouTube

21. fabio - marzo 29, 2008

Laura cara: “quando alla base c’è antipatia/odio per la persona … “. Solo? sei stata piuttosto riduttiva, antipatia ed odia sono parolone grosse. Mi limiterei a dire semplicemente mancanza di stima.
Come politico deve essere giudicato, come dice lui, da quello che ha fatto come imprenditore. Come imprenditore di che? quale industria? quali prodotti made in Italy famosi nel mondo? Si è appropriato delle frequenze impunemente, solo lui, grazie al suo grande amico che ora sappiamo essere stato meglio di lui, lasciando gli altri impresari delle tv private con le chiappe a terra, ed ha incominciato a vendere lo spazio dell’etere mediante il mercato della pubblicità. Un genio sicuro, nel commerciare quello che non era di nessuno, aria. Ha creato posti di lavoro? Distruggendo la concorrenza ne ha impediti molti di più. A questo punto mi auguro che la Rai diventi privata per una leale concorrenza.

22. degradodiroma - marzo 29, 2008

Per Johnny: Che sia scritta su Wikipedia, in formato bignami, la storia del governo Berlusconi non mi stupisce, mi stupirei invece di trovare un equivalente pezzo, sul governo Prodi appena trascorso o sul governo del 1996-2001, e se riesci a proporla, anzi, te ne sarei debitamente grata.
La profiferazione di testi di sinistra contro Berlusconi, riempie la biblioteca nazionale, peccato però che in alcuni casi la storia che ci è stata raccontata la si è dovuta riscrivere per assenza di veridicità o presenza di lenzuolate su fatti storici scomodi accaduti.
Se il governo Prodi riteneva che quelle leggi, che tu citi con tanta acredine, erano sbagliate, .. poteva rimuoverle, MA NON LO HA FATTO, pur avendone il tempo.
La priorità del governo Prodi doveva essere la legge elettorale, che andava cambiata nei primi 100 giorni insieme alla legge sul conflitto di interessi, … stiamo ancora aspettando !

Quello che invece non abbiamo aspettato è ….

da : Il Giornale – Emanuela Fontana – Camera, spreco di 15 milioni firmato Bertinotti
È inutile parlare di tagli alla Camera, quando per una «deroga» benedetta dal presidente Bertinotti si spendono circa 15 milioni in più nell’arco della legislatura. È quanto costano cinque partiti che non avrebbero potuto costituire un gruppo parlamentare perché non avevano i numeri per farlo. Ma che grazie a una decisione del presidente della Camera e della maggioranza di governo possono godere di uffici, di impiegati e di onorevoli segretari, con tanto di indennità aggiuntiva, che affiancano Fausto Bertinotti nel suo lavoro. Una struttura che costa.

Per Fabio : Grazie per il filmato, non lo ricordavo !

Laura

23. Albert1 - marzo 29, 2008

Vedo che ancora, (a parte The Professionist il quale mi ha dato un esempio concreto che probabilmente tocca la sua persona, ma c’è da distinguere anche lì) ci si ostina a tirar fuori il “manuale del partito” piuttosto che rispondere alla domanda specifica.
Johnny, come al solito hai studiato bene, bravo, sei preparato sul serio, ma finchè ci mettiamo ad elencare questi “fatti” non andiamo lontano. Se qualcuno (come Laura ha solo iniziato a fare) volesse ribadire con analoghi elenchi visti dall’altra parte finiremmo fra dieci anni. E’ ovvio, rebus sic stantibus, che chiunque prenda il potere lo userà a suo vantaggio: è ovvio per le destre, per le sinistre, per i centri, per gli estremi, per i preti e per gli indemoniati. Siamo adulti, non ci scandalizziamo… Ma a TE, ripeto, Berlusconi cosa ti ha fatto ? Inutile nascondersi dietro un dito, tutti alla fine guardiamo a noi stessi ed ai nostri interessi, e allora ? Per esempio ti dico: a ME, Prodi (insieme a D’Alema) ha tolto la casa. Non che Berlusconi me ne abbia data un’altra, certo, ma Prodi mi ha scippato quella che avevo. Non parlo di Prodi in persona, ovvio, ma sai che nella casa dove abitavo io adesso ci va a vivere un suo parente ?
Rilancio quindi la domanda di cui sopra…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: