jump to navigation

Aumentano il degrado ed i campi nomadi marzo 18, 2008

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Anna A.

Risiedo nella citta’ di Prato per motivi di lavoro e ogni fine settimana torno a Roma, la citta’ in cui sono nata e dove ho vissuto tanti anni, ma mi accorgo che ogni volta che torno,  la citta’ e’ sempre piu’  sporca, insicura con un traffico insostenibile. Inoltre nella zona in cui  ho il domicilio, e’ sempre in aumento il degrado a causa dei continui insediamenti abusivi dei nomadi.

E’ la stradaHo fatto diverse segnalazioni, ma non sono servite a nulla. Fate un giro sulla Palmiro Togliatti, da ambedue i lati, e noterete che all’altezza della “piscina Augustea”, lungo i parcheggi e fra i demolitori di auto, ci sono numerosi nomadi.

Spero che la situazione venga risolta perche’ ogni giorno questa gente brucia enormi quantità di rifiuti compresa la plastica sprigionando un fumo e un odore insorpottabile e altamente tossico.

Advertisements

Commenti

1. angelmclove - marzo 18, 2008

Oggi lo sport mediatico piu’ conosciuto e’ il vilipendio contro Napoli e la Campania.
Tutti dimenticano il grado di arretratezza del nostro paese, il degrado delle metropoli come Roma, la delinquenza che imperversa specie al nord, la crisi dell’Alitalia, Venezia che affonda, le fabbriche che chiudono.
Parlare male di Napoli fa comodo a molti specie a persone che orchestrano questo sciacallaggio economico per poi rilevare le aziende campane, i ristoranti, gli alberghi, gli allevamenti bufalini di questa terra per pochi soldi.

2. Albert1 - marzo 18, 2008

Angel: ma che (niente niente) scrivi da Napoli ?
Non è per dire, ma è la seconda volta che tiri in mezzo Napoli in articoli che non c’entrano un tubo.
Con tutto il rispetto per l’immondizia di Napoli, mi sembra che qui si parli d’altro, e che questo argomento non venga (se non in maniera periferica ed incidentale) nemmeno trattato.
Gettare il discredito sulle cose per poi potersene appropriare con due soldi è una pratica molto comune, ci siamo abituati, Napoli non è la prima vittima e non sarà l’ultima, quindi che ti agiti a fare ?
A Napoli avranno pure ” a munnezz'”, ma noi abbiamo gli zingari, mica siamo da meno !

3. alessandro c. - marzo 19, 2008

Tranquilli…Rutelli ha detto che chiudera casilino 900…e li metterà o sulla collatina o da un’ altra parte aggiungo io…Alemanno ugualmente ha dichiarato che pian pianino li eliminerà tutti….

tranquilli, ci pensano loro…chiunque vincerà. siamo in ottime mani!!!!

Rimarranno solo gli onesti lavoratori…tranquilli!

4. Ale - marzo 19, 2008

Il problema grave, a mio avviso,è che noi romani, e italiani in genere, ci lamentiamo soltanto, ma poi nel concreto non facciamo nulla contro tutto questo squallido degrado, la gente si muove solo per la Roma e la Lazio,ecc. Cosa intento per “concreto” ? Scendere in piazza ogni giorno, come nei mitici anni 70, fare le barricate, urlare in piazza tutta la nostra rabbia, astensionismo elettorale totale e poi vedi come i vari Veltroni o Rutelli che siano, cominciano a muovere il c*** e a non fare solo chiacchiere come hanno fatto finora.

5. peja - marzo 20, 2008

Ieri ho visto una cosa simpatica, che mi sarebbe piaciuto fotografare, ma purtroppo non avevo i mezzi… Vabbè..
Ero vicino Valle Giulia, all’angoo tra via Gramsci e via B.Buozzi, insomma stavo uscendo dal bar, quando in lontananza vedo dei personaggi non troppo simpatici che si stavano sbrigando ad affigere un cartellone elettorale…
Sarà stata un’operazione durata meno di 10 secondi, e fuggono…
Nemmeno aspettare un minuto, il tempo di attraversare la strada, e altri ragazzi ripetono l’operazione invertendo il segno politico del cartello. Io mi chiedo se tutto questo spreco venga finanziato da noi, ad ogni modo era bello vedere la paletta soccombere sotto il martellamento di lasagne elettorali…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: