jump to navigation

Basta ! marzo 16, 2008

Posted by degradodiroma in Elezioni / Affissioni, Le mie segnalazioni.
trackback

… Utile all’Italia … boh !

ma certamente tutto questo

NON UTILE A ROMA !

Elezioni 2008 Elezioni 2008 Elezioni 2008 Elezioni 2008 Elezioni 2008 Elezioni 2008 Elezioni 2008 

Advertisements

Commenti

1. Stefano - marzo 16, 2008

Questo spettacolo è ovunque purtroppo 😦
Ma la cosa più assurda (almeno nella mia zona) è che hanno bucato marciapiedi sani e in buone condizioni per “piantare” i cartelloni su cui appendere i manifesti!
Veramente no comment..
Dopo le elezioni tanto ci terremo i marciapiedi bucati..come al solito

2. The Professionist - marzo 16, 2008

Sai dove gleli farei io i buchi?

3. Andrea Rossi - marzo 16, 2008

Il bello e’ che se anche qualcuno li multa poi si fanno una legge che annulla le multe che dovrebbero pagare.

4. manuele - marzo 16, 2008

che schifo.. perchè non se li attaccano sui muri delle loro sedi di partito ?!

5. alessandro c. - marzo 17, 2008

“”””Il bello e’ che se anche qualcuno li multa poi si fanno una legge che annulla le multe che dovrebbero pagare.”””””

I partiti sono esente da multe di questo tipo…ma tanto non le fanno neanche agli altri…

alle ultime elezioni comunali, 600000 euro per pulire sto’ schifo….e chi li ha cacciati questi soldi?????

6. Kristian - marzo 17, 2008

Un saluto a tutti!
Di ritorno da un weekend in Umbria-Italia (!):
Cittadine visitate: Bevagna, Montefalco, e di passaggio, varie cittadine nella piana di Assisi.
Muri scarabocchiati: ZERO
Pubblicità elettorali: in ogni cittadina, max 2 per PD e PDL, in bacheche di 20*30 cm!
Bacheche metalliche improvvisate: ZERO
Manifesti elettorali sui muri: max UNO
Pulizia generale strade: buona/ottima
Cestini rifiuti: 1 ogni 100 metri, specie a Bevagna, comprensivo di getta mozziconi! Mai pieni
Cassonetti spazzatura: ZERO adesivi o pubblicità
…Sconforto totale al rientro stamane nella “Caput” (che coraggio!) Mundi…
Kristian

7. Gianluca & Kanako - marzo 17, 2008

Veramente senza parole….indegno per una capitale.

La cosa interessante è che esiste una legge che potrebbe sanzionarli, ma chi la fà applicare, quale forza dell’ordine sanzionerebbe un partito??

Da “IL TEMPO” del 20/01/07
All’insegna della tolleranza zero, inizia una nuova fase di lotta al manifesto selvaggio. Nessuna deroga: i primi imbrattatori nel mirino del Campidoglio sono i partiti politici, ma è guerra aperta anche contro i writers, agenzie immobiliare e locali. “Il tempo in cui ognuno poteva fare ciò che voleva, ormai è finita” , ha annunciato il Sindaco Walter Veltroni, tracciando il bilancio dei risultati ottenuti nel 2006 in materia di decoro urbano e lanciando importati sfide per il 2007. A decretare la “fine della pacchia” come l’ha definita il primo cittadino , una norma inserita dal governo nella finanziaria su proposta del Campidoglio, che prevede un’ammenda salata non per l’esecutore materiale dell’affissione abusiva, ma per il suo mandante. “Questa norma – ha spiegato il sindaco – ci permette di punire non l’immigrato che attacca il manifesto ma chi ne beneficia. Le sanzioni vanno dai 100 ai 500 euro fino ai 1.500 euro per i manifesti, a cuii vanno aggiunti altra novità i costi dell’amministrazione per la defissione e la pulizia dell’area ., A sanzionare chi non rispetta le regole sul decoro urbano non saranno più solo i vigili urbani ma anche gli addetti dell’AMA, come prevede una recente legge regionale.
OMISSIS
La battaglia per il Decoro Urbano ha già dato molti frutti , lungo l’elenco delle battaglie vinte : i manifesti 6 metri per 3 sono stati finalmente messi al bando e c’è stata una vera e propria bonifica lungo il Muro Torto. I piloni della sopraelevata sono stati rivestiti per non consentire affissioni. A importanti vittorie si accompagnano anche grandi costi : 4 milioni di euro per il decoro urbano spesi nel 2005 e altri 6 nel 2006.

parole..parole..parole..al vento

8. Pietro T - marzo 17, 2008

Secondo la loro logica, se qualcuno, mentre cammina per strada per i fatti suoi, incontra una serie di faccioni più o meno brutti in sequenza che ripetono frasi prive di qualsiasi contenuto sostanziale, dovrebbe essere indotto a votare per tale faccione di tale partito? Non credo. Evidentemente non è quello lo scopo! Vista la loro assoluta e dimostrata inutilità, l’unica ragione che giustifica tale schifo è il giro di soldi che corre dietro alle imprese che producono, stampano, distribuiscono e affissano (sovente abusivamente) questi manifesti elettorali. D’altronde, anche rompere la PAL alla gente contribuisce ad incrementare il PIL…

9. alessandro c. - marzo 19, 2008

“”””I piloni della sopraelevata sono stati rivestiti per non consentire affissioni”””””””

sì e sotto hanno lasciato i manifesti abusivi sena pulire niente…evdi articolo precedente sui piloni della tangenziale!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: