jump to navigation

Voce del verbo : riqualificare febbraio 29, 2008

Posted by degradodiroma in Ex-giardini, Le mie segnalazioni.
trackback

Piazza Ragusa oggi

Piazza Ragusa oggi

–> 29-02-2008 <–

Riqualifica partecipando oggi

Quando la Piazza è vissuta in questo modo, direi che più “partecipata” di così non si può.

 

 

–> 12-12-2006 <–

Riqualificazione Piazza Ragusa
I cittadini sono invitati alla presentazione del progetto di riqualificazione di Piazza Ragusa.
Martedì 12 dicembre 2006 ore 17.00 presso sala Consiglio municipale di Via Tommaso Fortifiocca 71.
Intervengono Dario Esposito Assessore alle Politiche Ambientali e Agricole, SUSANA FANTINO Presidente del Municipio IX.

–> 15-11-2005 <–

Riqualificazione Piazza Ragusa
L’Assessore alle Politiche Ambientali ed Agricole del Comune di Roma Dario Esposito e il Presidente del Municipio IX Maurizio Oliva invitano i cittadini a discutere insieme la riqualificazione dell’area verde di Piazza Ragusa 15 novembre 2005 ore 17.00 Sala del Consiglio Municipio IX Via Tommaso Fortifiocca 71. (Prima della riqualificazione)

Laura

Annunci

Commenti

1. zonalais - febbraio 29, 2008

Che vergogna… questo Populismo elettorale.

2. Stefano - febbraio 29, 2008

La verità fa male?
O forse dobbiamo ritoccare le foto per non scontentare nessuno?

Che vergogna…questa indifferenza

3. degradodiroma - febbraio 29, 2008

Dal risponditore automatico e per il commento numero 1.
“La ringrazio per aver lasciato il suo commento e/o grazie per aver contattato il blog che dal 06/2006 espone giornalmente foto del “degrado di Roma”, ma questo è niente .. rimanga sintonizzato.”
Laura

4. zonalais - febbraio 29, 2008

Che tu e/o questo blog facciate Populismo elettorale dal 2006 non cambia i fatti.

Per i pasdaran del blog:
quale e’ la verita’ ?
quella di un disgraziato buttato su una pachina ?
quella della sporcizia in terra ?

Magari, come succede SEMPRE a via Nocera Umbra,
dopo che e’ passata l’AMA il giorno prima.

Piazza Ragusa purtroppo e’ aperta, se fosse recintata sarebbe piu’ protetta come succede a Villa Fiorelli o a Villa Lais, ma i vandali ci sarebbero lo stesso.

La nostra non e’ indifferenza, l’abbiamo ampiamente dimostrato, e non e’ schieramento politico che nel caso ha poco senso.
Ma come scritto piu’ volte il vostro modo di identificare sempre e comunque le istituzioni come colpevoli del degrado, non fa altro che creare alibi a chi non fa’ NULLA per il proprio quartiere e che pensa che la colpa sia sempre degli altri.

5. massimo - febbraio 29, 2008

la vera vergogna è l’indifferenza di persone ignoranti che non hanno mai messo piede fuori dal loro paese.siete mai andat all’estero?

6. degradodiroma - marzo 1, 2008

Dal risponditore automatico e per il commento numero 4.
“La ringrazio per aver lasciato il suo commento e/o grazie per aver contattato il blog che dal 06/2006 espone giornalmente foto del “degrado di Roma”, le manifestazioni di pregiudizio ostile e delirante nei confronti di questo blog sono sempre bene accolte.”
Laura

7. Degrado Esquilino - marzo 1, 2008

Situazione di questo tipo meriterebbero la messa in mora della città e del paese da parte dell’unione europea. Se tenere il verde pubblico in condizioni di degrado significasse pigliare delle clamorose multe secondo me tante cose non succederebbero.

8. fabio - marzo 1, 2008

Dicesi risponditore automatico una vocetta registrata o elettronica che ripete una frase standard. Il tuo risponditore deve essere difettoso, va a modo suo o sei in possesso di un modello evoluto.
Un ripetitore automatico ha frasi di questo tipo:
“Il numero da lei selezionato non è al momento disponibile, il telefono è spento o l’utente sta al cesso, e comunque non sono casi vostri”, più o meno così…

9. degradodiroma - marzo 1, 2008

Per Fabio. Il mio risponditore automatico è di nona generazione, quello cui tu fai riferimento è quello di quarta. Ancora devo studiare bene le istruzioni ma so che mi riserverà tante sorprese. 😀
Ciao.
Laura

10. Albert1 - marzo 1, 2008

Io questi fascisti che non ti lasciano fare del sano populismo e ti contestano ogni articolo perchè non è in linea coi loro sistemi non li reggo… Come ? Ah, loro non sono fascisti ? Accidenti, mi sono sbagliato.

Come dici ??

Siamo noi i fascisti ? Ah davvero ? Mah.

11. fabio - marzo 1, 2008

A parte le cose serie, le voci memorizzate sono cose serie.
In questo blog di Laura si fotografa il degradodiroma, che ci sia un’amministrazione di sinistra o di destra a me poco importa. Si auspicherebbe solo maggior presenza da parte delle istituzioni.
I barboni sono la costante di r in tutte le metropoli del mondo, la nostra società capitalistica non consente di ‘salvare’ persone ‘non produttive’.
Questa situazione di degrado permarrebbe anche con una ipotetica amministrazione di centro-destra, a meno che non usino dei metodi anti-costituzionali. Sono certo che anche con uno schieramento opposto all’attuale, Laura continuerebbe a sondare il degrado a Roma con occhi oggetti. Altrimenti le presto i miei.

12. fabio - marzo 1, 2008

occhi oggettivi… però anche l’occhio oggetto non è male ah

13. degradodiroma - marzo 1, 2008

Guardare queste foto e cogliere “solo” l’uomo che dorme sulla panchina credo che sia abbastanza riduttivo.
C’è mondezza, tanta, c’è un contenitore “facente funzione” di secchione, ma che secchione non è, ci sono scritte sui muri .. e poi un un uomo che dorme. Poi ci sono state “tante” ma “tante” chiacchiere in passato per definire il progetto di riqualificazione della piazza. Raduni partecipati che hanno fatto lievitare i costi del progetto. Incontri ed assemblee. Ed allora il senso è questo. Ad una riqualificazione deve poi seguire la costanza di una manutenzione.
Laura

14. fabio - marzo 1, 2008

Non saprei dirti quanto riduttivo, le altre panchine coperte di giornali fanno intendere che più uomini scelgano sovente il giardino della piazza come tranquillo dormitorio. Sulle scritte non c’è molto fare, considerando che se le si cancella, qualche notte successiva ricompaiono. Sul parlare e parlare a vuoto ti do pienamente ragione, almeno farebbero meno figuracce se stessero zitti. Una riqualificazione della piazza parte da una progettazione seria a prova di degrado e di insufficienza di controllo degli enti preposti alla manutenzione e al controllo.

15. fabio - marzo 2, 2008

…progettazione mirata, che suonerebbe superfluo perché ogni progettazione deve essee mirata. Ma non è sempre così, spesso sono realizzazioni astratte che non mettono in conto le esigenze e le urgenze dei luoghi, le priorità.
In alcune periferie di Napoli l’arredo urbano deve essere progettato a prova di scasso.
Qui si deve prendere atto che panchine tradizionali vengono utilizzate da dormitorio, si fa in altra maniera. I muri, le pareti lisce diventano attrattiva per i pittori di strada, dunque o si fa in modo di agevolarli, realizzando una parete palesemente libera di essere interpretata dai writer (i manifesti elettorali negli appositi spazi li considero più aberranti), oppure si fa altro.

16. Marco - marzo 4, 2008

Carissimi, sono un ammiratore di questo sito di cui mi piace sia l’impostazione che i contenuti.
Chi segue il sito avrà in passato letto dei miei commenti e saprà certamente che la lotta per una Roma migliore è da sempre una priorità per me.
Però giorno dopo giorno, mi rendo conto che è sempre più difficile ottenere dei risultati decenti per le nostre battaglie.
QUESTO MI RENDE PERTICOLARMENTE NERVOSO PERCHE’ DA UNA PARTE SONO CONSAPEVOLE DELLA MIE MOTIVAZIONI MA DALL’ALTRA VEDO CHE POCHI, POCHISSIMI, HANNO LA CAPACITA’ DI COMPRENDERE LA GRAVITA’ DELLA SITUAZIONE.
Sabato e domenica ho aiutato in un gazebo del PDL per Alemanno Sindaco…….. ci sono molte persone che si lamentano della situazione…… ma in percentuale si tratta del 15 per cento al massimo…….. MI CHIEDO SE QUESTO QUALUNQUISMO E BUONISMO SIANO GIUSTIFICATI……..
LE PERSONE SONO DIVENTATE CIECHE E SORDE DI FRONTE A TUTTO……. ORAMAI SI COLTIVANO SOLO GLI INTERESSI EGOISTICI….. TUTTO IL RESTO è ININFLUENTE.
Detto questo…. ho espresso il mio pensiero a lungo celato….


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: