jump to navigation

Ascolta .. si fa sera febbraio 25, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Sabato sera, al PalaEur, alias PalaSport, alias PalaLottomatica, Enrico Brignano mi regalava 2 ore di risate a crepapelle, se Domenica mattina fossi andata in quello stesso luogo, in occasione dell’avvio della campagna Veltroni-pro-Rutelli, avrei sicuramente pianto per 2 ore, e quel che ho ascoltato in diretta tramite SkyTg24 ne aveva tutte i presupposti. Intanto Roma è tappezzata di manifesti pubblicitari con la scritta ..

“Roma merita ascolto”

Sono poster pubblicitari di Rutelli anche lui in corsa (da solo ?) … ma verso il Campidoglio. Io allora sono entrata sul suo sito e visto che si chiede agli ospiti esplicitamente :

“Come vorrei Roma : inviaci il tuo racconto”

 io ho lasciato questo messaggio :

Il racconto si legge sul blog : http://www.degradodiroma.wordpress.com. Laura

Il sito però impedisce la visione dei messaggi lasciati, o forse saranno offerti in un secondo momento dopo un attento vaglio, ma il mio gesto non l’ho fatto per fare pubblicità al blog, ma semplicemente per vedere quanto c’è di vero dietro questa facciata, “L’ascolto” e poi per aiutare ad una più rapida e presa visione dei problemi di Roma e delle ceneri fumanti lasciate da Veltroni. Ma :

  • Dire che Roma merita ascolto significa a mio avviso dire che Veltroni non lo ha fatto e non lo ha saputo fare.
  • Dire che ora con un tour visiterà le periferie di Roma, significa ammettere che lui è un altro marziano.
  • Piazzare manifesti pubblicitari di 12mq, imitando il gesto di un “non nominabile”, e dopo averlo ampliamente criticato, significa non avere coerenza.
  • Dire che si debbano candidare persone immacolate e vergini quando poi esistono agli atti, condanne della Corte dei Conti indirizzate a Rutelli e la sua ex-giunta, significa non avere una faccia

Laura

  

Commenti

1. fabio - febbraio 25, 2008

Avrebbe voluto scrivere: Roma, rialzati!
Però, gli hanno fatto capire che così avrebbe fatto capire che con Veltroni Roma era caduta con le chiappe a terra, con le brache calate (ai costruttori).
E quindi si è chiesto? Come imposto la mia campagna se non posso dire che io farò meglio del mio predecessore?
Poi il lampo di genio.
“Il Sindaco di prima ha fatto cose buone, io come valore aggiunto ci metto… la faccia (da c..lo)”.

2. fabio - febbraio 25, 2008

Laura, te lo metto in conto… che mi ‘hai costretto’ a dare una sbirciata nel sito di cicciobello.
Mi hanno colpito le parole della Melandri, la città è cambiata in meglio ma ci sono ‘nuovi’ problemi da affrontare.
Un genio di dialettica… e quali sarebbero questi ‘nuovi’ problemi, sorti naturalmente appena Veltroni ha lasciati il Campidoglio?
Un’invasione aliena di burini marziani?
Un’invasione di pantegane barbare?
Un’invasione di zoccole negli studi di cinecittà?
Un’invasione infestante di cicoria?
Eh, sì… l’ultima piaga solo Rutelli la può risolvere.
In tal caso la Melandri ha ragione.

3. Albert1 - febbraio 25, 2008

Se la matematica non è un’opinione, i manifesti sono di 6×3=18 metri quadri, mica 12… 😉

Cerca di essere precisa, Laura, altrimenti continui a fare la figura di quella che scrive faziosamente tanto per scrivere e senza documentarsi…

E che te devo dì tutto io ? Mannaggia, Laurè, mannaggia…

C’è da dire che mentre Veltroni amava dirsi “uomo di borgata” (che poi non ho mai capito perchè) e soleva affermare che per lui le periferie non avevano segreti, il povero Rutelli, in quanto animale radical-chic da centro storico, dovrà necessariamente farsi un bel giro alle pendici del GRA. Per lui la periferia non esiste, perlomeno finchè non trova un bello spiazzo per tirar su un albergo.

4. fabio - febbraio 25, 2008

Mi immagino Rutelli grufolare con il mascellone volitivo sulle sponde del Tevere in piena emergenza cicoria…

5. degradodiroma - febbraio 25, 2008

Per Albert1 : Nel citare le dimensioni massime di un impianto pubblicitario, ho ahimè considerato quanto viene stabilito dal nuovo codice della strada, e quindi ho poi fatto riferimento alla normativa ANAS in termini di esposizione su strada della cartellonistica pubblicitaria bifacciale fino a 12mq.
Altre disposizioni vengono date in merito all’argomento, dai Comuni, ed a quelle avrei dovuto fare riferimento in quanto i cartelli, le insegne di esercizio e gli altri mezzi pubblicitari installati entro i centri abitati sono soggetti alle limitazioni dimensionali previste dai regolamenti comunali.
Chiedo ancora venìa. 😀
Laura

6. Albert1 - febbraio 25, 2008

Vabbè, visto l’impegno e la pubblica ammenda, per stavolta sei perdonata… Ma non ti ci abituare, eh ? Non sarà sempre così.

7. fabio - febbraio 25, 2008

1) Pare che Totti abbia trovato beneficio dall’amministrazione veltroniana. Forse che vivendo in un nido blindato e dorato non si sia accorto del degrado intorno? Forse che i suoi parenti non lo abbiano avvisato? Sarà per caso a cavoli suoi?
2) Albert1, tu creeedi che Laura abbia fatto ammenda…
Non ti sei accorto della subliminale lettura del suo scusarsi. Infatti ha scritto: “Chiedo ancora venìa” .

8. Pablito - febbraio 25, 2008

“Pare che Totti abbia trovato beneficio dall’amministrazione veltroniana.”

Totti è stato il primo a beneficiare delle riforme veltroniane…la suocera ha trovato lavoro come vigile urbano (anzi se conoscete qualche cinquantenne disoccupato ditegli che i vigili assumono….) 😉

9. degradodiroma - febbraio 25, 2008

Per Fabio : L’età avanza ed il rimbambimento pure … vènia ..vènia 😀
Laura

10. fabio - febbraio 26, 2008

Leopardi, Alla Luna (l8l9)

O graziosa luna, io mi rammento
che, or volge l’anno, sovra questo colle
io venìa pien d’angoscia a rimirarti:
e tu pendevi allor su quella selva
siccome or fai, che tutta la rischiari.
Ma nebuloso e tremulo dal pianto
che mi sorgea sul ciglio, alle mie luci
il tuo volto apparia, che travagliosa
era mia vita: ed è, né cangia stile,
o mia diletta luna. E pur mi giova
la ricordanza, e il noverar l’etate
del mio dolore. Oh come grato occorre
nel tempo giovanil, quando ancor lungo
a speme e breve ha la memoria il corso,
il rimembrar delle passate cose,
ancor che triste, e che l’affanno duri!

11. degradodiroma - febbraio 26, 2008

Grazie di questo gentile omaggio, e grazie per aver rispolverato questa poesia che nel “tempo giovanil” avevo studiato.
😀 Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: