jump to navigation

Torniamo a bomba febbraio 14, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Sporcizia.
trackback

Mini Pubblicità

Mini pubblicità lasciate sui tergicristalli delle macchine, sui parabrezza o sulle selle dei motorini o distribuite brevi mano in strada, tutto per pubblicizzare cose che un numero minimo di persone prenderà sul serio ed in considerazione e che nella stragrande maggioranza dei casi finiranno in terra per mancanza di educazione e di senso civico delle persone che le hanno ricevute in un modo o in un altro. Nulla di più inutile, nulla di più devastante per il decoro della città. Su alcune di queste mini pubblicità c’è scritto a caratteri Small-font 5- , “Rispetta la tua città non buttarmi“, bella come iniziativa ma utile per chi ha la lente di ingrandimento al seguito. Sono poche e rare le persone che depositano nei cestini questi fogliettini, altre poi finiscono dapprima per riempire il cestino più vicino al punto di distribuzione e successivamente in terra nei pressi del medesimo, troppa fatica trattenerlo in tasca.

E quindi torniamo a bomba, nessuno educa gli incivili con delle sane e rigorose multe.

Comunque alcune sere fa camminava davanti a me una ragazza, sui 25-28 anni, carina, ben curata, camminava alla maniera della “solessalatè” (tradotto “solo essa la tiene”), modo di dire abruzzese quando una ragazza si muove come se fosse l’unica sulla faccia della terra .. ma a prescindere da ciò, .. si avvicina alla sua smart parcheggiata, prende dal tergicristallo la pubblicità e la getta in terra. Non ci ho visto più, e questa è stata la nostra conversazione.

Io : “Beh ! perchè l’hai buttata in terra ?”
Lei, mi guarda e dice “Era una pubblicità”.
Io : “Brutta zozzona, c’è il cestino a poca distanza”
Lei, entra in macchina, e mi guarda come fossi una pazza
Io : “Brutta zozzona, raccoglilo, … brutta zozzona ignorante e maleducata”.
Lei parte e se ne va.   

Laura

Commenti

1. Gianluca & Kanako - febbraio 14, 2008

Laura,
in giappone ed in molti paesi d’europa il volantinaggio è vietato e/o limitato in alcune zone concordate.
Ci sono due aspetti:
-quello legale
Chi viene sorpreso al volantinaggio selvaggio viene richiamato dalle forze dell’ordine e la società che appare sul volantino dovra pagare una multa salata.Non parliamo poi della pubblicità nelle cassette delle lettere che va concordata con l’equivalente del municipio e con i cittadini CHE DEVONO APPROVARE l’assenso a tali società per riceverle
– quello educativo
gettare a terra un volantino e non magari nel secchio a pochi centimetri è non capire di equiparare di sputarsi ..sulle scarpe.
Il suolo a terra è di tutti e la cosa divertente è che magari quella
persona sarà la prima a lamentarsi che la gente è zozza od il comune non pulisce.

Hai toccato un tasto dolente….siamo anni luci luci lontano….dalla civiltà purtroppo…ed anche dalla legalita perchè esiste già un decreto per punire le società che volantinano selvaggiamente..ma chi lo fà applicare???

Un saluto
G&K

2. RondoneR - febbraio 14, 2008

un giorno Laura, a quelli come noi, faranno la festa…

ps. meglio i flyers comunque delle lasagnone elettorali…
ps2. a proposito costruiamo un loghetto anti spam elettorale, non so se vi siete resi conto che nella blogosfera siamo a saremo sommersi dopo l’epifania grillica…

3. Romina - febbraio 14, 2008

L’appunto che ci fanno TUTTI gli stranieri (fattomi anche da un’ucraina… e l’idea che ho dell’ucraina non è proprio del Paese ordinato!) è che noi italiani, a casa siamo iper-puliti, fuori casa sporchissimi.Ed è vero!
La gente NON VEDE PIU’ la mondezza sulla quale cammina.

4. Albert1 - febbraio 14, 2008

“solessalatè”… 😀 ! Quanto tempo che non la sentivo.
Sei grande, sempre più grande !

Da precisare che il modo di dire si accompagna alla cadenza del passo (genericamente “sculettante”), in questa maniera:

“sòlessa” sull’appoggio (pesante e marcato) del tacco sinistro;
“la-tè” su quello del destro.

Che poi mi chiedo, avete notato che i ragazzi che infilano i volantini sotto i tergicristalli, quando vedono che stai aprendo la macchina, la saltano e passano alla successiva ? Come se si sentissero in colpa, se sapessero che la cosa non è gradita.
Per quanto mi riguarda, ho il sedile posteriore praticamente coperto di foglietti, fanno la gioia del cane che si diverte a strapparli a striscioline: poi a casa, nel weekend, una bella botta di bidone aspiratutto e passa la paura. Non ci vuole poi tanto…

5. superbisco - febbraio 14, 2008

Aggiungerei anche in una buona percentuale dei casi il volantino rimane per giorni attaccato al parabrezza e si incrosta irreparabilmente dopo due gocce d’acqua.

Un casino insomma…

6. Roma vissuta - febbraio 14, 2008

Ammazza che attacca-brighe che sei! 🙂

Scherzo, hai fatto bene.
Una volta un’anziana mi ha fatto i complimenti perché ho gettato nel cestino un pezzetto di carta…

7. degradodiroma - febbraio 14, 2008

Per Gianluca & Kanako : Come possiamo sollecitare il nostro Comune ad imitare queste nazioni ?
Per Rondone : Si .. prima o poi mi suoneranno come una zampogna.
Per Romina : Anche io ho ascoltato una identica opinione.
Per Albert1 : Mi fa piacere averti ricordato un “motto”.
Per Romavissuta : Io invece .. in qualità di anziana … l’ho rimproverata a dovere.
😀 Laura

8. Luca - febbraio 14, 2008

cara Romina,
puoi dire alla tua amica ucraina che a contribuire a sporcare Roma ci sono anche tantissimi stranieri maleducati come anche tantissimi turisti stranieri. In Italia non si fanno applicare le leggi e tutti ne approfittano..anche gli stranieri che poi ci fanno la paternale..Gli ucraini per giunta che hanno riempito l’Italia di prostitute..ma per favore…

9. Romina - febbraio 15, 2008

Il mio intervento, Luca, era proprio dello stesso “tenore” del tuo, forse non si è capito. Era proprio per dire che tutti ( proprio tutti!) ci accusano, ma molti cittadini ( specie quelli con la maglietta “Modello Roma” addosso) non si accorgono neanche dello schifo su cui camminano.

10. RondoneR - febbraio 15, 2008

attenzione al volantino virtuale elettorale… siamo incudine… alè!

11. Andrea Rossi - febbraio 16, 2008

Sono d’accordissimo con Laura, troppe volte si sente dire :” la colpa e’ dei cittadini sporchi…”, no ! la colpa e’ sempre dell’amministrazione che non educa e che non fa rispettare le regole del vivere civile, io in 33 anni non ho mai visto qualcuno multare chi sporca, dico MAI ! Ma allora perche’ pagare i vigili urbani e gli addetti ama ?
La realta’ anche se puo’ non piacere ci dice continuamente che il miglioramento civile si ottiene piu’ che con l’educazione con la repressione dei comportamenti incivili (la patente a punti fu un sempio eclatante in tal senso, il giorno dopo l’entrata in vigore di questo provvedimento il 90 per cento degli italiani portava le cinture di sicurezza), se domani si dicesse che ci sara’ tolleranza zero verso chi sporca con multe severe io sono arcisicuro che Roma sarebbe immediatamente piu’ pulita, quindi in definitiva la colpa e’ sempre dell’amministrazione che non fa rispettare le regole.

12. Salvo - marzo 19, 2008

Vi do Perfettamente ragione, vivo in Germania da 20 anni ne sono nato nel 1967 in Sicilia, bella la Sicilia direi unica, mare, sole, paesaggi stupendi purtroppo deturpati dall’inciviltá di molte persone.
Dicevo da 20 anni vivo in Germania ho parecchi amici tedeschi che vorrebbero fare le ferie in Sicilia, beh se devo essere sincero cerco di evitare perché mi vergogno, ogni anno sempre la stessa storia, ho addirittura l’impressione che stiamo peggiorando.
Cosa fare?
Multe salate solo cosi impareranno a non sporcare.
Cosa possiamo fare noi per bombardare i comuni o le provincie per far prendere provvedimenti!
Qualcuno ha una idea?
Cordiali saluti da Warnemünde
Salvatore


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: