jump to navigation

Piazza Dante all’Esquilino febbraio 8, 2008

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni.
trackback

Piazza DantePiazza Dante è una piazza nel cuore del quartiere Esquilino. La storia l’ha resa famosa per la presenza nel suo sottosuolo di un rifugio anti-aereo della seconda guerra mondiale. Dei racconti di mia madre rievoco quello che più di ogni altro me lo fa immaginare. Le sirene dell’allarme anti aereo risuonavano nell’aria e dalle scale dei palazzi vicini uscivano a frotte soprattutto i ragazzi ed i giovani con indosso strati su strati di abbigliamento cui poi aggiungevano il cappotto pesante nel cui orlo avevano già in precedenza cucito quello che a loro avviso era ancora di un qualche valore, piccoli oggetti d’oro, poche monete.
Gli anziani, i malati, le nonne rimanevano in casa, magari avrebbero trovato  “riparo” sotto un antico arco di un muro maestro, oppure più semplicemente aspettavano il loro destino. Intanto le persone che avevano optato per il rifugio, si disponevano nei soliti posti, ognuno a raccolta con le persone di sua conoscenza, chi parlava, chi taceva, chi giocava una partita a carte. Tutto in una luce fioca che bastava essa stessa ad intimorire e mettere tristezza. Mia madre era l’unica della famiglia a scendere ma in quei luoghi trovava comunque persone con le quali scambiare due parole e ragazze della sua età che probabilmente avvertivano molto meno il peso di quei momenti, per cui per lei e/o per loro tutto si risolveva come un divertimento ed un diversivo.  Poi intorno al 1980 la Piazza è stata smantellata ed il rifugio anti-aereo in buona misura è stato destinato ad accogliere una centrale dell’ENEL. In quella occasione la Piazza cambiò volto, da piazza aperta, diventò piazza recintata, molti alberi secolari furono abbattuti, e dopo molti molti molti anni fu restituita finalmente ai cittadini, e da allora nessuno più a messo mano alla piazza per opere di manutenzione o per migliorie fatto salvo l’introduzione di qualche gioco per bambini .

Piazza Dante Piazza Dante Piazza Dante

Piazza DanteIn tutti questi ultimi 18-20 anni anni  è rimasta immutata anche la presenza di un uomo che vive in situazione disagiata sotto una rientranza di un finestrone del limitrofo Ufficio delle Poste. Vive in quel suo riparo da 20 anni. Forse Italiano, decoroso e gentile,  se gli offrirete qualche cosa, soldi, abbigliamento, cibo, lui la riceverà con cortesia. Il quartiere lo conosce e lo “assiste” a distanza, così come lo “assistono” opere di carità. Al mattino si veste, si cambia di abito, poi gira per il quartiere o rimane nei pressi del suo dormitorio, a volte mangiando una pizza oppure camminando su e giù per il marciapiede.  A volte si reca sui gradini della chiesa di Sant’Anna in Via Merulana, per chiedere l’elemosina, offre anche piccoli servigi ai negozianti  in cambio di qualche spicciolo. Se passate per Piazza Dante avvicinatevi a lui ed offritegli una moneta, vi risponderà con un bel sorriso.  

Laura

Annunci

Commenti

1. RondoneR - febbraio 8, 2008

la cosa più incredibile sono i serpenti di pietra nel giardino..assolutamente assurdi.

ora ti cerco le foto!

2. cinzia - maggio 21, 2009

Ciao Laura,
vivo nelle vicinanze di Pza Dante da luglio 08.
Non molto tempo ma la situazione mi sembra molto triste…
che ne dici di adottare il parco o anche solo qualche aiuola e piantarci melanzane e zucchine?

Caro Rondone,
andrò a cercare i serpenti di pietra nel giardino…

un saluto
ci

3. Romina - maggio 21, 2009

Ho frequentato di rado quando i bambini erano più piccoli piazza Dante. Purtroppo l’idea di piantarci qualcosa mal si sposa con l’abitudine di un manipolo di bivaccatori di bere birra-urinare-bere birra-urinare-bere birra-urinare. Se riuscite a bonificarla, il mio plauso.

4. degradodiroma - maggio 21, 2009

Per Cinzia : Sotto ed al centro della piazza c’è una centrale ENEL, non credo che le zucchine sarebbero molto biologiche 8)

Hai ragione Romina. Io ne ho beccati già 2 e se avessi avuto un machete glielo mozzavo .. 😀
Ma il bello è che quella Piazza è crocevia di Carabinieri (Via Tasso), Polizia (Via Petrarca) e Vigili Urbani (Via Ferruccio), .. ma quelle persone non hanno paura di niente e di nessuno. Uno l’ho sorpreso mentre urinava sul muro del palazzo della Polizia, mi sono messa ad urlare, “ZOZZONE”, “ZOZZONE”, “ZOZZONE” si sono affacciati i poliziotti, quello intanto urinava correndo ed imprecando al mio indirizzo, quindi un poliziotto l’ha inseguito ma non credo lo abbia raggiunto .. si era dileguato !

Laura

5. Un giaciglio per una notte lunga 20 anni « Il degrado di Roma - ottobre 26, 2009

[…] di questo luogo, Piazza Dante, l’ho già raccontata qualche tempo fa e in quella sede (Piazza Dante all’Esquilino) precisai che un uomo da quasi 20 anni viveva lì in una rientranza dei finestroni del Ministero […]


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: