jump to navigation

La fretta è cattiva consigliera febbraio 5, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Giampaolo

Da AbitareaRoma : Appello alle forze politiche capitoline: non votate il nuovo piano regolatore!

Annunci

Commenti

1. Pablito - febbraio 5, 2008

Ciao
ho segnalato questo comunicato stampa per avvertitire tutti del rischio che stiamo correndo. Veltroni da sempre si è dimostrato sensibile alle tematiche dei palazzinari, la prova sono i cantieri che vedete per la città, e questa è sicuramente una possibilità per farseli amici…

Guardate inoltre vi segnalo questi 2 articoli molto differenti di 2 giornali differenti: uno e il tempo e l’altro il messaggero di caltagirone. Lascio a voi le valutazioni, ma una cosa me la chiedo possibile che la lobby degli ambulanti ha convinto tutto il centro sinistra alla regione….?
http://www.ilmessaggero.it/sfoglia_giornale.php?data=20080130&pag=38&dorso=NAZIONALE&sez=CRONACA&ediz=20_CITTA

http://www.patrimoniosos.it/rsol.php?op=getarticle&id=38080

2. degradodiroma - febbraio 6, 2008

Ricevo da Fabrizio Santori questo comunicato stampa che pertanto vi ripropongo per intero. Laura
———————————————-
Comunicato Stampa da : Fabrizio Santori

Varare in pochi giorni e in via definitiva lo strumento urbanistico che la città di Roma attende da oltre mezzo secolo, inseguito da oltre 7 anni, significherà escludere dal confronto finale le forze associative, le categorie e i cittadini e forzare un percorso ritenuto fondamentale per lo sviluppo della città” lo dichiarano con una nota Fabrizio Santori , responsabile di An Roma per le politiche municipali, Marco Palma , capogruppo di AN del Municipio XV e i vice capigruppo Augusto Santori (Municipio XV) e Antonio Aumenta (Municipio XVI) in vista delle possibili dimissioni del sindaco Veltroni e della sua giunta.

“Se il nuovo piano regolatore della città rischia di diventare merce di scambio in vista della prossima campagna elettorale e i cittadini essere esclusi da una reale partecipazione senza che abbiano più possibilità di essere ascoltati da un consiglio comunale ormai sciolto è un delitto che si commette ai danni della città, – denuncia la nota – abbiamo la timorosa preoccupazione che la Giunta, prendendo a pretesto l’urgenza imposta dalle scadenze elettorali, voglia nei prossimi giorni votare e approvare sia il nuovo Piano regolatore che decine di delibere ritenute fondamentali per il futuro della Capitale, senza dimenticare che si tratta di delibere passate già in Giunta senza che la maggior parte dei consigli municipali ne conoscano i contenuti oppure che hanno subito stravolgimenti mediante accordi di programma approvati in variante al piano regolatore stesso”.

“Non solo centinaia di Associazioni e di comitati di quartiere verrebbero calpestati da questo atteggiamento antidemocratico e antipartecipativo ma verrebbe meno lo status dei consigli municipali che in merito a numerose delibere sono obbligati per regolamento ad esprimere un parere, – conclude la nota – è evidente, come già accaduto in altre occasioni, che i consigli municipali esprimeranno la loro opposizione all’approvazione di atti che snaturano addirittura le scelte stesse del nuovo prg, per questo facciamo appello ai gruppi politici di opposizione che non si rendano complici di un’approvazione in via definitiva del nuovo piano regolatore di Roma, sia prima permesso un confronto con i consigli dei municipi ma se la forzatura avverrà siamo pronti a ricorrere al Tar del Lazio per annullare ogni decisione presa in spregio al tanto decantato decentramento e alla partecipazione dei cittadini”.

3. Pablito - febbraio 6, 2008

Ormai è chiaro a tutti chi è veltroni, o meglio cosa pensa di se stesso !
Ma d’altronde “degrado di Roma ” l’alveva gia indcato in un post passato con questa frase:
“Ma mi domando “Se questo è un uomo” (P.Levi), a questo l’Atto di dolore, glielo hanno mai insegnato ?. Io ho schifo di un uomo del genere, di un uomo che possa avere tanta convinzione di sè …”

veltroni dice: “tu resti, tu ti sposti, tu tE ne vai, tu resti ma ridimensionato, ho fatto questo…faccio quest’altro…e farò quest’altro ancora…!
Questo è il comportamento di un DIO… !!!

4. manuele - febbraio 6, 2008

il piano regolatore di roma e di qualunque altra città italiana è una grande presa in giro. tanto a dettare legge saranno sempre gli immobiliaristi/palazzinari che con i loro architetti devastatori continueranno sempre a costruire come, dove e quanto vogliono orribili caseggiati !
in Italia è anarchia edilizia sempre e comunque! ovviamente fino a 60 anni fa tutto questo non succedeva, perchè se fosse accaduto, i nostri centri storici, i nostri borghi e paesini non Esisterebbero !
Basta Scempi, Basta Costruire !!

5. Pablito - febbraio 7, 2008

OK come non detto ci siamo preoccupati troppo…veltroni ha detto che è un momento storico per Roma, atteso da un secolo! Ora ha risolto i problemi per i prossimi anni, tutelerà il verde e finalmente basta con questo cemento !
Ieri in TV ha citato ” I we can” con riferimento alle elezioni americane…a mio avviso preferirebbe dire ” I AM LEGEND “….

6. Pablito - febbraio 7, 2008

Comunque ecco il prg di veltroni…leggtevi questo articolo: deve essere ancora approvato e gia si fanno le prime “deroghe” (per le stesse persone…….a me dispiace solo per chi crede ancora a veltroni…)

http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20080207&ediz=20_CITTA&npag=37&file=E_913.xml&type=STANDARD

7. degradodiroma - febbraio 13, 2008

Ricevo da Fabrizio Santori ed Augusto Santori 2 comunicati stampa, attinenti il PRG, che pertanto vi ripropongo per intero. Laura
———————————————-
Comunicato Stampa da : Fabrizio Santori

“Una intollerabile forzatura che non ha precedenti nella lunga e importante storia del Comune di Roma” con questa nota Fabrizio Santori , responsabile di An Roma per le politiche municipali, l’approvazione del Consiglio comunale della ratifica del Prg che avviene “dopo 7 lunghi anni, con l’esclusione dal confronto finale delle forze associative, dei comitati e dei consigli municipali, con soli due giorni di dibattito, a poche ore dalle dimissioni del Sindaco in carica e a pochi mesi dal rinnovo del consiglio comunale”.

“Veltroni e la sua maggioranza hanno voluto approvare in via definitiva un piano regolatore, senza il parere obbligatorio dei municipi, perché il piano delle certezze, che sarebbe entrato in vigore successivamente, evitava la realizzazione di milioni di metri cubi di edilizia privata promessi da mesi ai poteri forti della città – conclude la nota – con questa maggioranza che con un blitz ha calpestato il decentramento e la partecipazione dei cittadini per meri interessi di edilizia speculativa era necessario giocare la loro stessa arma: a dimissioni del Sindaco rispondevano le dimissioni dei consiglieri comunali e il Prg saltava”.

———————————————-
Comunicato Stampa da : Augusto Santori

Il super progetto Millennio a Magliana e Muratella meriterebbe ben altra discussione, la volontà di chiudere così precocemente un dibattito che doveva risultare più ampio e di qualità lascia enormi dubbi sui reali interessi che la maggioranza in Campidoglio intende tutelare con questa sorta di blitz”, così ha dichiarato in un nota Augusto Santori, Vice Capogruppo di AN in Municipio XV a margine del dibattito sul NPRG in Comune.

“Si tratta di un progetto – prosegue la nota di Santori – che ha l’obiettivo di creare una nuova centralità urbana, con più di due milioni di cubature previste e uno sviluppo residenziale di enorme portata. La variante prevista, che cancella Mercato dei Fiori e Fonopoli, risulta preoccupante perché si rischia di non lasciare spazio ai servizi per il futuro quartiere e soprattutto perché prevede la presenza del grattacielo Rogers, che costituisce indubbiamente un elemento di impatto ambientale di rilevanti proporzioni e ad oggi oggetto di forte preoccupazione per gli attuali numerosi residenti della zona Muratella e Magliana”.

“La rilevanza del progetto – afferma ancora il consigliere del Municipio XV – avrà ripercussioni sulla quotidianità di tutta la zona circostante, addirittura fino al quartiere Portuense, e le infrastrutture risultano quindi indispensabili per evitare la totale paralisi dell’intero Municipio XV. Ma tali infrastrutture rischiano di non poter essere finanziate con gli oneri concessori dovuti dalla Lamaro, visto che tra le stesse sono previste una sopraelevata che collegherà Via Marchetti a Parco dei Medici, il raddoppio della stessa Via Marchetti, un sottopasso che attraverserà il GRA e numerosi altri interventi di urbanizzazione primaria”.

“Senza parlare del raddoppio di Via della Magliana – concludono Augusto Santori e Marco Palma – da tempo finanziato dal Comune ma ancora lontano dall’essere realizzato. I nostri rilievi in Municipio XV, che richiedevano un posto fisso di polizia nei pressi del fantomatico campo da baseball voluto dal Presidente Paris, non sono stati probabilmente neanche considerati dalla giunta Veltroni e questo rimane l’ennesimo colpo subito dal decentramento e dai cittadini residenti sul territorio, attuali e futuri”.

8. superbisco - febbraio 14, 2008

La sapete l’ultima? Su Italia Oggi è apparso un articolo dove si diceva che Caltagirone, che dal nuovo piano regolatore si è visto mettere in seconda luce rispetto da un altro concorrente – presumo Mezzaroma, ha deciso di non appoggiare la campagna del PD con il suo giornale “Il Messaggero”, anzi di mettere in evidenza le malefatte del sindaco.

Ma si può essere così, dico io? T’ha fatto magna’ per tutti sti anni a rotta de collo, ma statte zitto…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: