jump to navigation

Via della Bocca di Rosa gennaio 9, 2008

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Franco

Prostituzione nel XVIII MunicipioOrmai via di Castel di Guido dovrebbe avere un nome nuovo dall’Ufficio toponomastica del Comune di Roma e cioè :

Via “BOCCA DI ROSA”.

La “monnezza” c’è ed è tantissima, il degrado del Casale della Bottaccia è risaputo, documentato scritto e riscritto ma non interessa a nessuno che ricopra incarichi istituzionali forse perché questa è terra di confine. E’ strano che di Castel di Guido le istituzioni si ricordino solo quando individuano siti per la costruzione dei campi nomadi, forse diranno ”lì è terra di confine, quindi, è il posto ideale”. Ma se fosse solo questo il problema di Via Castel di Guido, già Via Aurelia, si potrebbe risolvere. Noi Cittadini quante volte ci siamo sostituiti alle istituzioni pulendo a spese nostre questa via..

Prostituzione nel XVIII MunicipioUn fatto è certo: Via Castel di Guido non è più una strada secondaria, ora questo tratto della vecchia Aurelia è diventata una strada super trafficata, perché vi stazionano circa 36 (trentasei) Signore che occupano postazioni strategicamente studiate … per procurare incidenti stradali.

Prostituzione nel XVIII MunicipioForse, visto che la strada non è illuminata, qualcuno ha “pensato” che queste “lucciole” “illuminino questa vecchia via consolare” in modo che chi “poeticamente” la percorre possa trovare e provare suggestioni assimilabili a quelle che provava l’Imperatore Antonino Pio quando la transitava con la biga, Marco Aurelio, che pure ha passeggiato su questa via, è ora fermo a piazza del Campidoglio, peccato che abbia un cavallo senza motore!

Leggi tutto su : http://www.aureliabocceacasteldiguido.it/art2.html

Commenti

1. Andrea Rossi - gennaio 9, 2008

Si di questa parte di Roma si parla solo quando si discute su eventuale nuovo mega campo nomadi, tutta la zona e’ fortemente degradata, il capolinea di Malagrotta e’ terra di nessuno dove prima o poi accadra’ (speriamo di no) qualcosa di brutto, le strade inntorno a Castel di Guido e Pantan Monastero sono attraversate intensamente da tir e camion di tutti i tipi mettendo in grave rischio pedoni ed automobilisti, inoltre la presenza di queste signorine peggiora ulteriormente la situazione.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: