jump to navigation

Inciampando nella mondezza dicembre 17, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ..., Sporcizia.
trackback

Segnalato da : Stefano

Quale servizio AMA ?

Camminare per Roma ed “inciampare” su della mondezza è un fatto frequente. L’AMA non riesce ad offrire un servizio di qualità e non riesce a coprire un territorio come Roma. Forse è una azienda che potrebbe andare ad offrire i suoi servigi in una cittadina, in un paese .. forse a fronte delle ridotte dimensioni dello stesso, potrebbe chissà servire ottimamente i suoi cittadini.

Quale servizio AMA ? Quale servizio AMA ? Quale servizio AMA ?

Advertisements

Commenti

1. Romina - dicembre 17, 2007

multe multe multe…. i miei nonni, i miei genitori mi raccontano che durante un periodo storico CHE ORA NON SI PUO’ NOMINARE, se un vigile ti beccava a calpestare un’aiuola o a gettare in terra anche solo un mozzicone ti faceva la multa…

2. Roma - dicembre 17, 2007

Forse i cittadini potrebbero anche essere più civili e gettare l’immondizia nei cestini… i secchioni troppo pieni sono colpa dell’AMA, ma la robaccia in terra è colpa dei romani.

3. manuele - dicembre 17, 2007

no ma è incredibile, qui sembra veramente di stare a calcutta ! (con tutto il rispetto per l’india.. )

4. Andoram - dicembre 17, 2007

Il problema è il basso livello di civiltà di molti cittadini che usano la strada come pattumiera.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti.

La responsabilità non è solo dell’azienda Ama ma purtroppo anche e sopratutto dei cittadini.

In città come Monaco, Vienna, Ginevra, Praga, ecc. se non funzionasse per una settimana il servizio di pulizia sicuramente queste città sarebbero ancora pulitissime, è sopratutto un fatto di educazione e senso civico non sporcare per terra, i muri e lasciare per terra le varie deiezioni canine.

Forse come blog dovreste prendervi l’impegno di denunciare il degrado civile di molti troppi cittadini.

5. Andrea da Milano - dicembre 17, 2007

Se va beh Romina..adesso dobbiamo rimpiangere un momento storico di dittatura (per essere più democratico aggiungo di dire che il mio discorso può esser esteso anche alle dittature rosse,verdi.a pois..ecc…) ,perchè a quei tempi non si potevano calpestare le aiuole…(e che poi è tutto da vedere)!
Comunque rispetto chi la pensa così come te…nulla da aggiungere!

6. claudias - dicembre 17, 2007

All’AMA mi hanno detto che a questo numero verde 800-867035
orario lun-gio: 8-17 e ven 8-14
è possibile segnalare i cassonetti troppo pieni e in generale problemi di pulizia delle strade. Non so dire i tempi se il servizio è fuznionante o meno.

7. degradodiroma - dicembre 17, 2007

Per Andoram : su questo blog il tema sporcizia è stato molte volte affrontato, esiste una Categoria apposita. Un post fra tutti : Roma è sporca perchè

Per Claudias : alcune volte ho stanchezza nel segnalare sporcizia e cassonetti stracolmi. Purtroppo vivo da 10 anni in una strada che non viene mai pulita a dovere. Ho protestato, segnalato, litigato, ma in10 anni nulla è cambiato, pulizia approssimata, scarsa, insufficiente e inesistente. La presenza dello spazzino la vivo come fosse un giorno di festa, poi però mi rattrista vedere come nonostante sia “passato”, rimanga in strada il 60% della mondezza.

😀 Laura

8. fabio - dicembre 17, 2007

Certamente da parte di molti cittadini c’è mancanza di educazione civica. Non per altro, direi, che altrettanta mancanza di educazione civica e quindi di responsabilità arriva da coloro che gestiscono il servizio di pulizia urbana.

9. Romina - dicembre 18, 2007

Per Andrea da Milano: no, il mio non voleva essere un incensamento del periodo in questione, che qui sarebbe fuori tema, ma un esempio per dirti che perfino in un periodo in cui le coscienze ambientali non erano mature e le attenzioni erano sicuramente rivolte ad altro, si riusciva a tenere alle proprie “cose” ed in modo deciso. Hai qualcosa da aggiungere ora?

10. Andrea da Milano - dicembre 18, 2007

Ma per me ognuno è libero di pensarla come vuole..ma ti vorrei contraddire quando dici “un periodo storico CHE ORA NON SI PUO’ NOMINARE”..
A me sembra invece che in Italia lo si possa nominare eccome…ma andando molto più in là, addirittura si possono fondare partiti che lo richiamano esplicitamente (vedi forza nuova,alternativa sociale),oppure vedere la nipote del Duce che urla strilla e fa la pagliaccia in tv….
Perciò puoi eccome scrivere FASCISMO…non saresti una mosca bianca.
Per quanto riguarda il nocciolo della questione dico che concordo con il tuo ragionamento,e che la mia intenzione non era quella di fare il moralizzatore,perchè come ho già detto prima, ognuno la pensa come vuole!

11. manuele - dicembre 18, 2007

beh, a vedere come Roma è stata irreversibilmente rovinata in 50 anni di “democrazia” non dico di rimpiangere il ventennio ma magari il periodo quando al potere c’era lo monarchia o il vaticano si !
almeno venivano costruiti bellissimi palazzi, monumenti, basiliche.. tutto ciò di cui ora andiamo fieri e che ci permettono di “vivere di rendita”..

12. Andrea da Milano - dicembre 18, 2007

Dovremmo rimpiangere quando governava la chiesa???
Ma lo sai che lo stato pontificio era più arretrato di quello borbonico del sud italia?????è stato l’ultimo in Europa ad industrializzarsi,e a costruire infrastrutture, prime tra tutte le ferrovie…..

Rimpiangi la monarchia???è grazie a questa che il nord ha potuto arricchirsi a discapito del sud e di certe zone del centro Italia,lasciando Roma a ruolo di città politica senza interessarsi a crearci al suo interno un tessuto economico dinamico…

Va beh…ognuno ha le proprie convinzioni storiche….ma queste che ho appena enunciato non sono miei pareri,ma fatti reali.

13. Albert1 - dicembre 19, 2007

Off Topic al volo:

apologia di reato o no, finchè qualcuno penserà di avere il diritto di dirsi “comunista”, fondando partiti che richiamano vagamente il concetto (che so, rifondazione comunista, comunisti italiani, cose vaghe così), credo proprio che non sia un problema parlare di fascismo.

Credo proprio di no.

E non c’entra con il post, solo coi commenti. Forse durante il ventennio Roma era più pulita semplicemente perchè eravamo meno zozzoni noi e soprattutto perchè c’era meno roba da buttare. E poi non erano ancora arrivati i “barbari” 😉

14. Andrea da Milano - dicembre 19, 2007

Ad Albert: la Repubblica Italiana nasce grazie al fatto che il regime fascista sia finito.Diciamo quindi che si fonda sull’antifascismo…e inneggiare al fascismo equivarrebbe ad inneggiare contro la repubblica.
Sul fatto dei partiti che richiamano al comunismo c’è da fare un distinguo tra il comunismo,quello BRUTALE sovietico e quello democratico europeo,in questo caso italiano.ANCHE il partito comunista ha fatto parte dell’assemblea costituente,che dà le basi alla nostra democrazia…banale dirlo,ma se i neo fascisti o Berlusconi possono governare è anche grazie alla VOLONTà dei comunisti del dopoguerra (cioè quella di creare una democrazia,in cui ogni fazione politica possa aver la possibilità di governare,a seconda della volontà dei cittadini).
Detto questo credo comunque che sia tempo che la politica cambi ,e sia meno nostalgica di vecchie ideologie, e che la falce e martello finalmente vengano tolte da certi simboli di partito.
Sono andato molto oltre le tematiche del blog, scusate….

15. Albert1 - dicembre 19, 2007

Andrè… vabbè che sei de Milano, però… 😉

16. claudias - gennaio 4, 2008

Volevo raccontarvi una storia….mi dicevano giusto oggi che in brianza la raccolta dei rifiuti presso le abitazioni private avviene così…l’azienda che si occupa dello smaltimento distribuisce alle famiglie i sacchetti colorati per la raccolta differenziata sui quali c’è il codice identificativo dell’utente, quindi della famiglia. Poi ciascuno smaltisce nel rispetto delle regole…e chi sgarra può anche essere identificato e sanzionato!
Lo sapevate?

17. Stefano - gennaio 5, 2008

Anche in Veneto. Ci fu un servizio molto interessante di Report a riguardo.
Si paga l’immondizia effettivamente prodotta dal nucleo familiare.

18. lor - gennaio 5, 2008

io rimpiango l’impero romano…se ci fosse lui (cesare ovviamente)

19. catenet - gennaio 6, 2008

per rispondere a chi asserisce che sembra di stare a Calcutta, cioè penso voglia dire in genere nel” terzo mondo”, faccio presente che in Thailandia se si getta per terra un mozzicone di una sigaretta fanno la multa. Una mia amica Thailandese è stata per un periodo qui a Roma e un giorno metre giravamo per le strade di Roma ha esclamato: ” ma come è sporca questa città!!!!!”
L’India non la conosco..perciò non posso esprimermi in merito, ma vi assicuro che le strade della Thailandia sono pulitissime!!!!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: