jump to navigation

Più il Gabibbo che la Polizia Municipale novembre 26, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

La notizia di ieri 25/11/2007, raccolta su “Il Giornale” VIGILI, CATANZARO: “PENSO CHE IL PARCHEGGIO ERA REGOLARE” e a seguire … 

Segnalato da : Comitato Ostiense

Polizia MunicipaleLeggiamo increduli la vicenda del dott. Catanzaro, il capo dei vigili urbani di Roma, e comprendiamo perché tutta la città è nel caos più assoluto per la completa mancanza di controllo da parte della polizia municipale.

In particolar modo, volevamo segnalare la situazione di assoluto abbandono e estremo caos in cui versa il quartiere ostiense, a causa dell’inquinamento acustico-ambientale dovuto innanzitutto ai numerosi locali e alle decine di discoteche presenti.

Oltre al consistente numero – ad oggi almeno 15, di cui 12 concentrate in Via Giuseppe Libetta – volevamo segnalare la totale mancanza di controllo di tali “presunte” autorizzazioni, soprattutto da parte del corpo di polizia municipale che ne dovrebbe,  appunto, controllare  la regolarità.

Su tutti riportiamo un clamoroso esempio. La discoteca “45 giri”, collocata nella suddetta Via Libetta, non ha alcuna autorizzazione per svolgere attività di discoteca ma impunemente “fa discoteca”. Abbiamo provveduto a presentare formale esposto, sollecitando in primis il IV dipartimento – Ufficio Autorizzazioni Pubblico Spettacolo, il X dipartimento – Servizio prevenzione Inquinamento Acustico e il Municipio XI, per ottenere un’unica corale risposta:

rivolgerci direttamente al CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE , ma nessun loro rappresentante si è degnato di intervenire.

Siamo stanchi e esasperati, è una vergogna che in un paese civile risolva più casi il Gabibbo che un corpo di polizia municipale. Come potete ben vedere la situazione è ormai fuori controllo, e questo è solo uno dei tanti casi presenti nel nostro quartiere.

Commenti

1. Daniele - novembre 26, 2007

E allora vorrà dire la Polizia Municipale ci prende la mazzetta. E a chi prende la mazzetta… giù mazzate in testa 🙂

2. fabio - novembre 26, 2007

Non c’è più serietà. Ci si muove solo quando si sente il pepe a culo; si fa solo ciò che al limite permette di conservare il posto di lavoro, poiché nessuno dall’alto li obbliga ad andare a fare i controlli. e loro perché devono fare un lavoro in più, se non gli è richiesto, anche se è scritto nei doveri? Direi che da anni il menefreghismo la fa da padrona negli impieghi pubblici, a tutti i livelli.,.

3. Andrea Rossi - novembre 26, 2007

Il comportamento del comandante Catanzaro e’ gravissimo ed anche grave che non si sia dimesso volontariamente ma abbia aspettato una cacciata che non poteva non arrivara, il Sindaco Veltroni infatti in piena ascesa politica non poteva far finta di niente, la cosa grave e’ che fu Lui a nominare una persona simile a capo della municipale ed e’ ancora piu’ grave che questi provvedimenti vengano presi solo dopo le inchieste della stampa, mai una volta che si siano indagini interne serie e rigorose, e’ normale di conseguenze pensare a questo punto che il marcio sia piuttosto diffuso e che altrettanto diffusa sia l’omerta’, per il cittadino comune infatti che il corpo dei vigili non sia limpido e cristallino e’ del tutto ovvio, basta guardare le condizione della citta’ e fare due piu’ due, e’ amaro constatarlo ma in questo paese dobbiamo affidarci al Gabibbo, alle Iene o a Report, spero che prossimamente sputtanino l’Ama, l’Atac e tutti i politici e dipendenti comunali che non fanno il loro dovere.

4. Albert1 - novembre 26, 2007

Mah…
sarà.
Posso azzardare una previsione ?
Giusto il tempo che si raffreddi la storia (della quale peraltro sono contento anche se non stupito), e poi gli scenari possibili sono due:

1) Uscirà fuori che era tutto un abbaglio, che il Catanzaro lì ci poteva parcheggiare, che il permesso non c’entrava niente, che era tutto uno scoop montato da giornalistucoli in cerca di notizie: Tante scuse, reintegro, Catanzaro salva la faccia, Veltroni invoca la buona fede e utilizza l’espressione “atto dovuto”, tutti ci fanno bella figura e dei giornalisti non sappiamo manco il nome. Ottima pubblicità per Veltroni proprio al momento giusto: Lui, l’Uomo Retto.

2) Tutto vero, ma un escamotage si troverà, di nascosto il Catanzaro buttato fuori dalla porta rientrerà dalla finestra, magari in qualche posto tranquillo e fuori vista dove attendere serenamente la “meritata” pensione. Nessuno lo verrà mai a sapere, non credo che il Catanzaro non ci dormirà la notte, tutti ricorderanno solo il gesto del sindaco. Ottima pubblicità per Veltroni proprio al momento giusto: Lui, l’Uomo Retto.

Due possibili svolgimenti. un’unica soluzione. Sarebbe d’uopo tener d’occhio il seguito, anche le cose che non ci faranno sapere.

Oltretutto non capisco cosa ci dovrebbe fare con un permesso per invalidi uno che ovviamente invalido non è e che nemmeno trasporta invalidi (a meno che la biondona cotonata che siede dal lato del passeggero non abbia qualche problema, ma far entrare una carrozzina o anche solo due stampelle in una macchina così la vedo dura).

5. Albert1 - novembre 26, 2007

Ma poi, dico, in una città dove dei vigili urbani (e fossero solo loro) vengono indagati perchè chiedono le mazzette ai supermercati con la minaccia di farli chiudere, ma ci possiamo meravigliare che il loro capo parcheggi dove non si può ?

Al limite al limite, sarebbe da apprezzare che al ristorante c’è andato con la macchina sua (?) e non con l’autista parcheggiato fuori per tutta la cena col motore acceso per tenere calduccio l’abitacolo.

Non è poi così “accio” ‘sto Catanzaro, dai… 🙂

No, eh ?

Vabbè, è una me*da. Volevo essere carino, ma non ci riesco.

6. cp - novembre 26, 2007
7. Albert1 - novembre 26, 2007

Ecco, per esempio…
Questa è una possibilità.

8. fabio - novembre 27, 2007

Quella era una tipica auto modello: xxx che ho già fotografato qui, come avevo fatto notare a Laura.

fabio

9. degradodiroma - novembre 27, 2007

Leggendo quanto lasciato scritto da “cp” mi vengono in mente quelle trasmissioni televisive dove si “apre” un caso .. finto, architettato a dovere .. solo per fare trasmissione.
A questo punto pensare che sia tutta una montatura allo scopo di far fare una “bella figura” al “””””””nostro””””””” sindaco .. il passo è breve.
Laura

10. fabio - novembre 27, 2007

Io non credo, tanto più che era prossimo alla pensione. E comunque, l’errore c’è stato, agguato o non agguato. I provvedimenti di Veltroni sono secondari. Le giustificazioni dell’ormai ex comandante dei vigili sono penose, già uno come lui che dovrebbe avere un certo contegno, che se ne va in giro in centro come un pavone con una lussuosa auto di grido sportiva, come un qualsiasi sbruffoncello cafone romano: “A me chi me tocca. Io parcheggio drento al ristorante”, e vabbene che può fare quello che vuole, però ha una posizione e un ruolo di privilegio ed una responsabilità che gli compete, e pubblica. Se tanto mi dà tanto, immagino con quale criterio lavorava

11. rondoner - novembre 27, 2007

Non mi ha pubblicato nulla? 😦

12. rondoner - novembre 27, 2007

uffaaaaaaaa

13. rondoner - novembre 27, 2007

Dicevo:

Bravo Fabio! E’ questo il punto.

A me nemmeno frega tanto poi se c’è dietrologia, o perfino se esiste un motivo valido per quello che è successo.

Già mi fa schifo che il CAPO DEI VIGILI, con l’età che si ritrova, vada in giro con l’auto da finto biondo. E poi le risposte da “lei non sa chi sono io” o le scuse da “se poteva fà”. Quando tutti i romani sanno perfettamente che in quella zona incrociare un pizzardone è letale perfino in motorino.

Ma quando di renderenno conto che così facendo non potranno mai pretedendere l’incivilimento (avete mai notato l’amibiguità di questa parola? Leopardi sì..) del cittadino? Quando capiranno che se loro offrono un tale esempio il romano risponderà con altrettanta strafottenza. Parcheggiando dove può con astuzia e sotterfugi, con permessi finti, barbatrucchi per non pagare le multe. E’ ovvio. Così per tutta l’Italia dei furbi.

In un paese serio gli amministratori e i controllori del bene comune al ristorante ci devono andare in autobus, al massimo in taxi se piove. Perché così si conosce la città davvero, perché così si dimostra come rispettarla. Perchè dovrebbero amarla più di noi.

Il resto sono cazzate.

De Gasperi sarà stato pedante con la storia della “valigia di cartone”, ma forse quell’Italietta in fatto di dignità aveva qualcosa da offrire…

ps. sempre per fabio, ma la macchina della tua foto almeno ha dentro il conducente. O poi era andato a fasse un caffè?

14. superbisco - novembre 27, 2007

Secondo me, sotto sotto, c’è qualcosa di poco chiaro. Mi pare strano che per una stronzatina del genere un capo della polizia sia stato cacciato.

Molto più semplice che qualcuno abbia decido di sbolognarselo. Che tiri aria nuova (e speriamo pulita) ?

15. Albert1 - novembre 27, 2007

SB: se c’è qualcosa di poco chiaro non può trattarsi di aria pulita. Concordi ? 🙂
Dai, è chiaro che è propaganda: ripeto, se volessero veramente ripulire il corpo dei vigili urbani avrebbero tonnellate di pratiche da utilizzare contro operatori corrotti e concussi e indagati e via dicendo. Ricordo che i VV.UU. sono a Roma tra quelli che (in proporzione e a causa dei poteri loro conferiti) pigliano più mazzette di chiunque altro. Non perchè siano tutti infami, sia chiaro, ma in mezzo ce ne sono parecchi e l’occasione (si sa) fa l’uomo ladro.
A mio avviso i vigili dovrebbero limitarsi a dirigere il traffico e a fare contravvenzioni per strada (loro, non gli ausiliari), avrebbero meno “distrazioni”, sarebbero infinitamente più utili e farebbero meno danni.

16. Andrea Rossi - novembre 27, 2007

Superbisco ha in parte ragione, in effetti il comandante Catanzaro era ed e’ molto chiacchierato, forse c’e’ stato qualche suggeritore dietro il giornalista del messaggero, questo fa pensare che questa vicenda sia la punta dell’Iceberg, che ci sia molto di peggio sotto…

Leggendo molto spesso il messaggero cio’ che mi ha colpito nelle ultime settimane sono state le numerose inchieste volte a denunciare negligenze del comune di Roma, prima le inchieste sugli ambulanti, poi l’inchiesta sul Verano, ora questo scoop su Catanzaro, che Caltagirone abbia litigato con Veltroni ?

17. fabio - novembre 27, 2007

Rondo, il conducente della foto era un autista ed è rimasto lì, occupando con l’auto più della metà del marciapiede di corso Vittorio Emanuele II, per lunghissimo tempo, voglio dire che non ho appurato la sua andata, nè che qualche vigile si sia preso la briga di farlo sloggiare. dava un fastidio enorme ai passanti.

spaaaaaaaaaaammmmmmaamamamaammmm

18. Constantine - novembre 28, 2007

Ormai anche la Polizia sembra rassegnata

19. superbisco - dicembre 4, 2007

La polizia si mette tutti i giorni in doppia fila davanti il bar Il Pappagallo a Piazza Pio XI, bloccando la circolazione su tutta l’olimpica…

Bell’esempio del c***o. Mi fido molto dei poliziotti, sì sì sì

20. Romina - dicembre 5, 2007

Avete visto le puntate di Striscia di questi giorni? Si stanno occupando delle auto che usano impropriamente/abusano dei permessi per disabili. Ogni sera, incavolata, mi chiedo perchè Jimmy Ghione riesce a controllare e il vigile “mario rossi” NO.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: