jump to navigation

Novembre al Verano novembre 20, 2007

Posted by degradodiroma in Cimiteri, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Laura Battisti

la scala al contrarioMalgrado le recenti festività al Verano (cimitero monumentale di Roma) il degrado continua, a parte qualche aiuola in più nulla è cambiato. Nel “Nuovo Reparto, Altipiano Portonaccio”  dal mese di luglio la scala per arrivare ai loculi situati dal quarto piano in su, è stata montata al contrario, quindi inutilizzabile. Nonché fili elettrici scoperti o rappezzati con nastro isolante che penzolano ai piedi delle tombe, infatti l’erogazione di corrente elettrica, anche se regolarmente pagata è inesistente, nel mio caso malgrado i pagamenti risultino regolari  la luce alla tomba di mio padre è mancata da luglio 2006 a marzo 2007 e poi da luglio 2007 a tutt’oggi, dal call center dell’Acea rispondono, dopo ore di attesa, che il guasto non si sa quando potrà essere riparato. Inoltre nei viali secondari spazzatura di ogni tipo, soprattutto residui di materiali edilizi, risulta di tumulazioni o estumulazioni nuove, che finiscono sui loculi sottostanti e che nessuno rimuove (e pensare che la pulizia è il compito principale dell’Ama) provocando rotture di vasi, decapitazioni di statuine, ecc.  Addirittura in alcuni punti mia madre ha preso la scossa perchè i fili erano stati tagliati e non coperti. Per non parlare del problema zanzare, sia lo scorso anno che questo da aprile a tutto ottobre ci si recava al Verano muniti di antizanzare preventivo, spray insetticida per esterni e candele alla citronella… e non è detto che si riusciva ad uscire indenni da decine e decine di punture, d’altronde la fontana a cui si può attingere l’acqua è sempre piena di acqua stagnante fino all’orlo perché lo scarico è intasato da foglie provenienti da un albero sovrastante e altri detriti.
E’ cronaca quasi quotidiana di reati nel suddetto cimitero ma i controlli ai cancelli d’ingresso sono inesistenti: possiedo il permesso di circolare con l’autovettura ma nessuno mi ha mai chiesto di esibirlo, anche perché ai cancelli secondari, come quello di Portonaccio non c’è mai un addetto.

Advertisements

Commenti

1. fabio - novembre 20, 2007

Non è che sia montata male. Questa è una scala verticale, del tipo di quelle di emergenza. È stata adattata per quest’uso, così una scala che dovrebbe servire per la sicurezza diventa una scala dell’insicurezza.
La soluzione è quanto mai banale. Per la stratosferica somma di 40 euro si compra una scala di alluminio di quelle pieghevoli, che si sposta con un dito, ovunque ed in piena sicurezza.

2. Romina - novembre 20, 2007

Ti immagini le povere vedove salire sulla scala della foto?! Questa città è fatta per i giovani e per quelli che non hanno problemi di salute, quelli che possono salire su questa scala, che possono stare come bestie sull’autobus, quelli che si possono difendere dai balordi, quelli che si beano delle notti bianche, quelli che non devono rispettare un orario nel traffico ecc…

3. laura battisti - novembre 20, 2007

caro fabio, mi spiace contraddirti ma la scala è stata proprio montata al contrario, dopo le rimostranze e alcuni articoli che sono riuscita a far uscire, oltre che qui, su repubblica e il tempo, l’ho trovata rimontata nel verso giusto… prima non era proprio possibile salirvi oltre i primi due gradini… io sono giovane ma mia madre anche se in gamba non poteva.

4. paola - novembre 20, 2007

anch’io mi reco spesso al verano e lo trovo una delle vergogne di questa nostra città. il comune non può permettere che il luogo dove riposano i nostri cari e dove molti di noi vanno per trovare un minimo di conforto invece dobbiamo aver paura di ogni persona che si incontra. agli ingressi non ci sono mai i controlli: chiunque può entrare come e quamdo vuole, solo nel mese di novembre c’è un po’ di sorveglianza, per il resto dell’anno il nulla.

5. Sabrina - novembre 20, 2007

Sapete che al verano, come so che accade anche a prima porta i furti sono all’ordine del giorno. Ma nel mio caso ogni volta che metto un vaso per i fiori, del valore di pochi euro, lo rubano sistematicamente… difficile non pensare che qualcuno non li usi poi per rivenderli.. e deve fare un lavoro in grande scala altrimenti cosa guadagna???? L’ultimo l’avevo preso in un hard discount e l’avevo pagato 3 euro… dopo una settimana era sparito.. come si può anadare avanti

6. Claudio - novembre 20, 2007

sindaco sveglia!!!!!!! è anche dal rispetto e dalla sicurezza di questi luoghi che una città dimostra attenzione verso i suoi cittadini e le tasse comunali che pagano…

7. laura battisti - novembre 20, 2007

riguardo i furti anche a me hanno rubano alcuni vasetti di vetro e ai vicini anche i fiori artificiali, anche quelli del valore economico pari a zero….

8. fabio - novembre 20, 2007

Ma figurati, Laura B. dalla foto sembrava che i piani dei gradini fossero a 90° rispetto alla verticale. Invece c’è una leggera inclinazione. Restano scale insicure, perché una persona anziana potrebbe mettere il piede in fallo e per quest’altra faccenda si tratta di un problema generale.
Invece il fatto che sia stata montata al contrario la dice lunga sulla oculata scelta del Comune dei dipendenti appositi al’uopo (all’uopo?!?)

9. degradodiroma - novembre 20, 2007

Una Categoria apposita, sulla barra laterale, raccoglie tutti i post inerenti i “Cimiteri”.
Laura

10. MEREU Cyril - novembre 24, 2009

A tutti mio cugini di Roma !
Tu o tu? puoi aiutarlo. Voglio ottenere una fotografia delle sepolture di miei nonni. Il nome è MEREU.
– Cimitero di Flaminio – zona semicircolari ipogeo, blocco 1, numero5, fila01.
– Cimitero Verano, zona nuovo reparto, muro nuovo reparto destra, numero 6, fila 01.
> il mio mail è : cyril.mereu@numericable.fr
GRAZIE MILLE !


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: