jump to navigation

Un CAMPING devastato dal crollo novembre 4, 2007

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Le mie segnalazioni.
trackback

Sulle Mura di Viale Pretoriano .. in questo blog c’è proprio tutta una bibliografia. Per me quell’area, più volte denunciata, è sempre stata vista e fotografata come un CAMPING a cielo aperto, una baraccopoli perenne. Pensate che è stata la mia personale cartolina a casa del sindaco Veltroni, poi a seguito della telefonata dell’Ufficio del Gabinetto del Sindaco ci fù la conversione all’indirizzo lavorativo (Piazza del Campidoglio) … ricordate ?? (Bricolage)

Bene (male)  quelle mura sono crollate a seguito delle recenti piogge (01/11/2007). Non ci sono state vittime in quanto nel dormitorio, forse a causa del tempo, non c’era nessuno. Forse il CAMPING ha finito di esistere. Ora nascerà sicuramente una recinzione, fatta di reti, lamiere, transenne, cicoria rampicante e monnezza che si accumulerà per anni .. anni .. anni .. Vorrei non essere così caustica ed anche così maleddettamente realista, vorrei tanto essere smentita da fatti … e  spero il tempo non mi dia ragione.

Bibliografia Mura Aureliane
Te piace u presepe ?
Attico su due livelli
Ha riaperto la lavanderia
Eureka .. è stato pubblicato

Laura

Commenti

1. fabio - novembre 4, 2007

Io non capisco una cosa, come possano delle Mura che hanno quasi 2000 anni crollare proprio ora, in seguito ad una pioggia qualunque. No, perché in 2000 anni ci sarà stato qualche diluvio ben peggiore di questo, qualche inondazione, qualche terremoto, qualche guerra., qualche vandalismo di barbari calati, qualche sbocco di sangue… eccheca..o! Possibile?? Cioè possibile che questo tratto di mura Aureliane crolli proprio ora?? Ma davvero, nessun buzzurro dei secoli scorsi gli aveva rotto i co…joni, i pastori passavano, al più gli facevano una pisciatina e andavano, che poi non era neanche sotto la tutela dei beni culturali e del Comune di Roma. Qualche contadino poteva pensare: quasi quasi gli faccio due picconate e ci appendo l’aglio, prelevo qualche pietra per delimitare il mio orto, tanto a me chi mi controlla? ma che ne so? ma allora la sensibilità di Costui ed il Suo stato di guardia sul territorio Comunale è inferiore alla sensibilità di un Unno incazzato come un toro al quale gli è stata tolta la vacca da sotto… non so se rendo l’idea…

2. Stefano Cola - novembre 4, 2007

speriamo che quell’imbecille di Veltroni se ne vada.. Amo Roma..la città più bella del mondo ma è in degrado completo..c’è bisogno di un uomo con il pugno di ferro.. Speriamo in Fini…Se ci fosse lui in un mese le baraccopoli non esisterebbero più e il centro storico sarebbe meglio tutelato…altro che le feste del cinema con brad Pitt…Veltroni vattene!!!

3. degradodiroma - novembre 4, 2007

Per Stefano Cola : La vedo dura … e riusando il pezzo di prima “ci vorranno anni .. anni .. anni .. Vorrei non essere così caustica ed anche così maleddettamente realista”, e poi il pugno duro avrebbe a che fare con “i tanti SE ed i troppi MA”. Già sento le voci in piazza, già vedo lo sventolio monocromatico di bandiere …
😀 Laura

4. alessandro c. - novembre 4, 2007

Speriamo in Fini…Se ci fosse lui in un mese le baraccopoli non esisterebbero più …….

ti ci giochi qualcosa?????

io spero che tu abbia ragione al “””””””100000000X100″””””””!!!!!!

5. Romina - novembre 4, 2007

PIU’ CHE I BARBARI POTE’ VELTRONI…

6. Daniele - novembre 4, 2007

Non è solo colpa della pioggia, ma della casa settecentesca che ci sta attaccata. Fate un salto, ci sono radici di piante che hanno minato la solidità delle mura, assieme all’acqua, ma non solo piovana, bensì di innaffiamento…

7. romacogitans - novembre 5, 2007

Laura, l’ho appena scritto sul blog di Daniele: che siano crollate le mura aureliane, proprio quelle mura che i nostri Padri avevano issato per proteggerci dai barbari, lo vedo come un triste presagio… o forse una conferma, dopo che quella poveraccia è stata così brutalmente ammazzata a Tor di Quinto…

Il destino delle volte fa strani scherzi, ma altre forse ci comunica qualcosa, e sta a noi carpire i messaggi dal fluire degli eventi… Mettere la testa sotto la sabbia non è stupido, è atrocemente deleterio!


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: