jump to navigation

Welcome to Roma ottobre 22, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Claudio C.

antenne

Una presentazione … trovata in internet .. Non so perche’, ma la visione di quelle immagini non mi e’ parsa cosi’ aliena … Stiamo diventando, piano piano ed inesorabilmente, cosi’ anche noi ? Tra qualche anno una simile presentazione la potremo intitolare “Welcome to Roma” <– click

Advertisements

Commenti

1. fabio - ottobre 22, 2007

ah ah ah…
Laura , non c’era bisogno di andare in Romania, basterebbe girare un po’ (ma poco) per trovarle anche in Italia; queste sono uno stock di parabole a prezzo stracciato (zero euro), addirittura anche due per finestra; e pensare che io non ce l’ho.

ciao

2. Albert1 - ottobre 22, 2007

Concordo parola per parola con Fabio.
Non c’è nemmeno bisogno di aspettare qualche anno.
A parte alcune delle immagini, che sono spudorati montaggi di roba vecchia (già montata a suo tempo), posso trovarti una per una foto simili scattate a Roma e dintorni. Basta andare nei posti giusti.
Se vai oggi in Romania (paese peraltro degno di rispetto, il cui stato è ampiamente giustificato dal fatto di essersi scrollato di dosso falce e martello da troppo poco tempo), queste scene le vedi sempre meno: i responsabili delle schifezze mostrate li stanno pian piano eliminando, mandadoceli tutti qua. Mi chiedo se e dove mai potremo un giorno spedirli noi… 😦

3. kiocciol@ - ottobre 22, 2007

nel mio palazzo in molti hanno la parabola montata in balcone eppure alle riunioni condominiali si fa fatica a mettersi d’accordo per mettere quella centralizzata 😐
per meè una cosa allucinante, se passi per il quadraro troverai sicuramente situazioni simili 😉 nei prossimi giorni io ci passerò…farò qualche foto e te le mostrerò 😉

4. argentalico - ottobre 22, 2007

In quale paese è questo? Non sembra in Italia. 😦

5. mytwocents - ottobre 22, 2007

A me offendono ancora di piu` le bandiere arcobalene!
I miei due centesimi.

6. Constantine - ottobre 22, 2007

Ditemi che non sono state scattate in Italia…

7. degradodiroma - ottobre 22, 2007

No non sono scattate in Italia … ma maca poco. Io alcune cose le ho già viste a Roma. Ad esempio quella in cui si cuociono cibi usando il calore prodotto dal motore della macchina, .. in una versione modificata .. tale per cui nel cofano, pentoloni, mestoli, piatti di carta e distribuzione pasti a chi vuole mangiare, ma non sono i piatti caldi offerti dalla caritas ..

X Argentalico : Bentornato .. dopo l’oblio del tuo sito !!
Laura

8. Andrea Rossi - ottobre 22, 2007

Grande Laura, hai colto nel segno ancora una volta, le parabole stanno deturpando la gia’ deturpata Roma in maniera esponenziale, le gia’ brutte periferie sono invase da queste padelle oscene che fanno il paio con i condizionatori altrettanto brutti, in paesi piu’ civili (come la Svizzera) e’ vietato persino stendere la biancheria sugli stendini e questo per non offendere il decoro urbano, sara’ esagerato ma qui da noi e’ permesso tutto a tutti e cio’ contribuisce da degrado di Roma.
L’immigrazione poi sta aumentando la bruttezza ovunque, ricordate il condominio di via anelli a Padova ? Quello al centro delle liti circa il muro ? Era piu’ o meno come la foto che Laura ha messo nel post…

9. Constantine - ottobre 22, 2007

Alcuni angoli “pittoreschi” di Roma somigliano parecchio a quelle immagini

10. quartomunicipio - ottobre 22, 2007

Ottimo esempio di inquinamento visivo così come i cartelloni pubblicitari!

11. Constantine - ottobre 22, 2007

E meno male che c’è chi scambia la protesta contro il degrado a Roma per razzismo. Come se noi ne facessimo una questione di razza.

12. kiocciol@ - ottobre 22, 2007

questione di razza?
ma ke sono matti? qui è questione di decoro, se poi esistono razze divise in indecorosi e decorosi allora si è razzismo!!!
al diavolo…
vogliamo solo una città decente!

13. Elly - ottobre 23, 2007

Ormai in italia è così dappertutto. Nelle grandi città, nelle provincie e nei piccoli paesini. E in nome del buonismo i nostri governanti preferiscono far degradare ogni posto possibile.

14. Andrea Rossi - ottobre 24, 2007

Hai ragione Elly, la democrazia sara’ pur sempre il meno peggio dei sistemi possibili ma tra le sue conseguenze nefaste c’e’ che i politici diventano schiavi del consenso abdicando quindi al ruolo di guida morale, se in una citta’, regione, nazione, la maggioranza delle persone (o una minoranza agguerrita ed organizzata) installa parabole oscene che deturpano il paesaggio ai politici locali non interessera’ impedirglielo, perche’ questo farebbe perdere loro voti importanti per rimanere al potere.
Nessuna speranza quindi per la maggioranza silenziosa ? Poche, molto poche…


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: