jump to navigation

Alle assemblee ed alle riunioni preferisco le decisioni ottobre 18, 2007

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Parcheggi.
trackback

RiunioneCalma, calma non vi scatenate nella rissa ed almeno ascoltate le mie ragioni e per far questo comincerò con un esempio banale.
Se i miei amici organizzano una gita a Frattocchie, non sto li a disquisire .. “beh! forse è meglio ad Ariccia”, “oppure perchè non andare a Velletri”.
No, accetto la proposta se mi va, e neppure la metto in discussione, poi però mi piace anche che accada il contrario, ed anzi quando ciò non avviene questo produce quasi sempre in me una reazione negativa nei confronti della persona. Detto ciò, oggi invece tutto si deve discutere ed a questo discutere segue puntualmente il nulla.
Il Comune da un pò di tempo si è inventato “il Comune partecipato”, dove i cittadini nei vari municipi si riuniscono per “partecipare” magari alla realizzazione di un progetto.
Piazza Scipione Ammirato (Appio-Latino), a fronte di questa partecipazione , è venuta su un ABOMINIO, ed oggi grazie a questo scarica barile, “non c’è più 1 unico responsabile”. Già responsabili di questa piazza d’armi, che ha rimosso, forse, e mi tengo bassa, 60 posti auto in un quartiere sofferente di parcheggi, che ha creato un marciapiede, la cui pendenza allagherà le cantine del supermercato accluso alla piazza, che ha creato “sentieri” a fronte del restringimento della sede viaria, che ha creato aiuole dove è previsto che venga seminata “gramigna e festuca”, si avete letto bene e ripeto “gramigna” = “cicoria”, dicevo, i responsabili di questo, ripeto, ABOMINIO, sono i cittadini partecipandi.

Bella coperta che si è tirata su il IX Municipio.
Ma se ci sono dei rappresentanti eletti, che motivo c’è, se non quello addotto, di chiamare i cittadini ?
I responsabili eletti, facciano i responsabili, altrimenti che responsabili sono ? E poi nei Municipi non esistono degli uffici tecnici appositi con tanto di persone qualificate e preposte ?
Troppo facile assumersi delle responsabilità percependo stipendi direttamente proporzionali ad un ruolo e poi non essere in grado di svolgerlo.
Essere eletti significa sapere chi e cosa ci si appresta a rappresentare, cosa è bene per un quartiere, perchè lo si vive, ascoltare le critiche per poter far meglio, .. ma poi decidere, sapendo realisticamente che comunque ogni decisione scontenterà molti, e non sarà stata certo un assemblea a diminuire il numero di questi.
La chiamata dei cittadini è a mio avviso un modo per imbellettarsi con la cipria della democrazia, e poi aggiungerei .. si, ma quali cittadini ?
Già, chi è che partecipa a queste assemblee ?
I ragazzi ? : NO, quelli sono al Mc Donalds
Le mamme ? : NO, quelle sono a preparare la cena
I negozianti ? : NO, quelli sono dietro al bancone
Gli impiegati ? I tassisti ? Gli autisti ? … : NO, quelli sono sul posto di lavoro
Beh ! rimangono fuori, i pensionati ed i sindacalisti, ed i primi con delle esigenze più che specifiche, i secondi … lasciamo correre.
E se si teneva così tanto alla partecipazione, perchè non offrire attraverso i moderni sistemi informatici l’acquisizione delle opinioni ? O perchè non procedere a dei sondaggi di quartiere ?
Ma allora, se questo campione non può dirsi rappresentativo, che senso ha “aprire l’ennesimo tavolo” per il dibattito ? sostengo e ripeto : “PER SCARICARE, SOLO E SOLTANTO, RESPONSABILITA'” .. chi è alla guida deve dimostrare di saperlo fare e se ciò non accade dimostra tutta la sua inadeguatezza dell’incarico assunto.

Laura

(segnalazione inoltrata il 13/10/07 alla Presidente del Municipio IX – Susi Fantino)

Annunci

Commenti

1. catenet - ottobre 18, 2007

anche il XVI Municipio sta adottando questo sistema, è stata fissata per oggi una riunione con con i cittadini .
Infatti, secondo me, scopo della riunione: “scarica barile”

2. Albert1 - ottobre 18, 2007

Una bella lezione di democrazia ogni tanto ci vuole.
D’altra parte, un’amministrazione “decisionista” corre dei rischi immensi, primo fra tutti quello di essere additata come dittatoriale.
Il punto (che hai colto perfettamente) è questa tecnica di “allargamento del bersaglio”: se una decisione viene presa da una sola persona viene facile individuare il responsabile di eventuali conseguenze negative, se invece alla stessa partecipano mille persone, la ricerca diviene sostanzialmente impossibile.

Quello che mi rattrista è che questa cosa succede a tutti i livelli: in tutte le mie “battaglie” (ti assicuro tante) con le cosiddette istituzioni, la parte più difficile è sempre stata l’individuazione del responsabile.
C’è sempre qualcuno “sopra” o “di fianco” che guardacaso in quel momento non è al suo posto e quindi ripassi domani, grazie.

E’ anche vero che quando le decisioni le vogliono prendere per conto loro, trovano il modo di non farti nemmeno avvicinare. (Ti invio per e-mail un’eloquente immagine da me scattata due anni fa all’Ufficio Speciale Condono Edilizio in via di Decima, quando hai tempo se vuoi allegala al commento, c’è di che ridere 🙂 )

da degradodiroma .. ecco la foto di Albert1 : Foto

3. Matteo Barboni - ottobre 18, 2007

A proposito di “imbellettarsi con la cipria della democrazia”, se ti và, leggi cosa ho scritto tempo fà, in occasione di una delle “chiamate a participazione” dei Cittadini del Municipio XVII
http://romadellevittoriechenonva.blogspot.com/2007/06/rapporto-alla-cittadinanza.html

Ciao

4. Andrea Rossi - ottobre 18, 2007

Laura ha colto nel segno, questa “partecipazione” serve solo a deresponsabilizzare gli amministratori e soprattutto ad “ammantarsi” col mantello della “democrazia” “(mai parola fu piu’ abusata), chiaramente poi ti fanno partecipare solo su quello che pare a loro.
E’ anche vero poi che a queste riunioni partecipano sempre i soliti noti, ovvero comitati di quartiere politicamente amici o pensionati che pur essendo a volte lodevoli hanno pero’ una visione parziale, e’ altrettanto vero che i giovani ahime’ stanno al mcdonald…
Cio’ che e’ gravissimo invece e’ che questa logica della deresponsabilizzazione la si applica ovunque, anche in tema si sicurezza, ricordate cosa dissero quando Vanessa Russo fu uccisa nella metropolitana ? Dissero che la colpa era della gente rimasta inerte, capite che faccia tosta ? Non solo non hanno fatto e non stanno facendo nulla ma pretendono che i cittadini si trasformino in eroi, in novelli giustizieri della notte, inaudito poi cio’ che disse il prefetto Serra che propose ai negozianti di assumere vigilantes privati per tutelarsi…
Il servizio dell’Ama e’ scadente ? La colpa e’ dei cittadini sporcaccioni…
I marciapiedi sono invasi dagli abusivi ? La colpa e’ di chi compra…
Il traffico e’ caotico ? La colpa e’ della gente che non prende l’autobus…
Insomma la colpa cosi’ e’ sempre della gente e mai dell’amministrazione e delle municipalizzate, quando mai sentiremo un Sindaco dire ad esempio che rendera’ la vita dura ai dipendenti fannulloni o i dirigenti corrotti ?
Mai perche’ ha bisogno dei voti di questa gente e pazienza se l’etica passa in secondo piano.

5. degradodiroma - novembre 6, 2007

Oggi è giornata di risposte … forse è un nuovo ordine di scuderia … dopo i recenti fatti di Tor di Quinto. Bene questa la risposta del Municipio IX per conto della Presidente Susanna Fantino, e se la mia lettera è stata considerata “anonima” io considero la loro risposta “senza faccia”, alla risposta segue subito dopo la mia e-mail :
——————————
La Presidente del Municipio Susana Fantino ha ricevuto la sua e mail, purtroppo anonima, e la informa che i lavori di ristrutturazione della piazza sono stati progettati, realizzati e finanziati dal Dipartimento XIX. Entrando nel merito della sua segnalazione i posti auto “persi” sono stati recuperati con l’introduzione dei parcheggi a spina in via Pasquale Tola e in un tratto di via Benedetto Varchi. Per quanto riguarda la pendenza dei marciapiedi, in prossimità del supermercato sono state incrementeate le caditoie proprio per evitare il rischio allagamenti. Per la sede viaria è responsabile il Dipartimento VII mentre nelle aiuole è prevista la posa di prato a rullo.
Nella speranza di averle fornito informazioni utili le invio cordiali saluti
Vanessa Ansini
staff Presidenza Municipio Roma IX
——————————
da : degradodiroma
L’ABOMINIO che si sta realizzando in Piazza Scipione Ammirato, è ahinoi, sotto gli occhi di tutti.
Una piazza d’armi, i cui lavori di sistemazione hanno rimosso, forse, e mi tengo bassa, 60 posti auto in un quartiere sofferente di parcheggi, che ha creato un marciapiede, la cui pendenza allagherà le cantine del supermercato accluso alla piazza, che ha creato “sentieri” a fronte del restringimento della sede viaria, che ha creato aiuole dove è previsto che venga seminata “gramigna e festuca” .. si insomma cicoria.
Possibile che questo lo si debba chiamare “restyling” quando ripeto trattasi di ABOMINIO ?

http://www.degradodiroma.wordpress.com
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: