jump to navigation

A 4 mani ottobre 11, 2007

Posted by degradodiroma in Le mie segnalazioni, Pezzi di ricambio, Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Andrea, Edoardo, Laura, Rossella

CasalottiPer Andrea :

si tratta di un tipico scorcio della periferia romana, si potrebbe anche chiamare “cassonetto con frigo…” un po’ come se fosse un’ opera d’arte, una natura morta o qualcosa del genere.

Lavatrice Lavatrice

Per Edoardo : Non hanno usato l’anticalcare giusto e la lavatrice ha fatto questa fine.

CarrozzeriaPer Laura : Carrozzerie in zona non ce ne sono, deve esssere un caso tipico del “fai da te”. Ma i 30 nuovi operatori AMA preposti per contrastare questo genere di fenomeno ancora non hanno preso servizio ? Comunque io non ho mai assistito ad un gesto d’inciviltà come quello di veder lasciati in strada pezzi di arredamento. Non mi è mai capitato, presumo che questi gesti, ripeto d’inciviltà, avvengano la notte. Ma in quelle ore chi è che effettua le multe ?

Zona PiramidePer Rossella :

Roma la RIPULISCONO e la zozzano gli zingari, dopo un pò questo scaldabagno è stato portato via .. forse per recuperarne materiale da rivendere .. bah !

 .

.

Advertisements

Commenti

1. Andoram - ottobre 14, 2007

Certamente sono gli zingari, ma anche molti romani contribuiscono alla sporcizia generalizzata!!!

Vediamo di non dare sempre la colpa a qualcuno (extracomunitari, zingari, turisti…) per scaricare le nostre responsabilità, a partire dall’ AMA dove credo lavorano dipendenti per lo più romani.

Poi i cittadini stessi che diciamocelo francamente molti di loro non sono esempio di civiltà sporcano ed imbrattano la città (cacche dei cani, muri imbrattati carte e cartacce in ogni dove ecc. ecc.).

Anche in altre grandi città del nord (Londra, Parigi, Berlino ecc. ecc.) hanno molti extracomunitari però le loro città sono molto ma molto più pulite della nostra….

2. Andrea Rossi - ottobre 15, 2007

L’Italia ovvero la “vigna dei coglioni”

Bisogna che noi cittadini rispettosi ci mettiamo in testa una cosa, la colpa principale della sporcizia e del degrado e’ sempre del comune, dare la colpa ai cittadini serve solo ai politici incapaci per mischiare le carte in tavola, i cittadini vanno educati e nel caso puniti, ma se non si educa e tantomeno si punisce il cittadino fara’ sempre cio’ che gli pare, le regole sono fatte per evitare la giungla, se ci sono persone incivili queste vanno punite da chi di dovere; ma qualcuno di voi ha mai visto qualcuno vigilare i cassonetti ? Qualcuno ha mai visto multare una persona (zingari o romani cambia poco) che imbratta, sporca o butta un frigorifero sui marciapiedi ? Io mai eppure ho una buona vista e giro molto la citta’, le altre citta’ europee sono molto piu’ pulite perche’ li’ se solo pensi di fare cose simili gia’ ti purgano (e fanno bene), qui da noi invece e’ la cosidetta “vigna dei coglioni” dove ognuno fa cio’ che vuole, figuriamoci gli extracomunistari…

3. Andoram - ottobre 15, 2007

Andrea è pur vero che serve assolutamente una normativa severa e giusta che sanziona gli incivili e su questo non c’è il minimo dubbio.

Ma pongo una domanda: perchè in altre città nonostante che non vi siano sanzioni per chi sporca sono molto più decorose e pulite?

Ad esempio città come Bologna, Firenze, Milano, Verona, Torino ecc.

Non credo che sia opera solo dell’efficienza delle varie società di gestione della pulizia ma anche e sopratutto del maggiore senso civico dei cittadini che vi abitano.

Con questo non si vuole giustificare le responsabilità dell’amministrazione e dei vari enti preposti alla pulizia e manutenzione ordinaria e straordinaria, ma non facciamo il solito gioco dello scarica barile.

Tanto sono sempre gli altri e la colpa è sempre di qualcuno.


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: