jump to navigation

Forse ho capito tutto ottobre 7, 2007

Posted by degradodiroma in Divertenti, Le mie segnalazioni, Perle.
trackback

Dunque questo blog si chiama “Il degrado di Roma” e sottotitolo “con gli occhi di chi guarda“, bene .. leggendo la prefazione di Walter Veltroni al libro “La piazza e la città”, ho capito che devo andare a ripassarmi la grammatica e studiare di punteggiatura.
Già.

Laura

Prefazione de il libro “La piazza e la città”

… Mi piace pensare all’immagine della città come quella di un discorso: la città è una trasmissione di messaggi, che vanno letti, interpretati. Per vedere una città non basta, dunque, guardarla con gli occhi. Bisogna entrare dentro la sua scrittura, prestare attenzione alla sua punteggiatura. Rispettarne la grammatica. Ogni città ha, un suo carattere, un “senso”, direi una sua anima implicita che in qualche modo la distingue dalle altre. Spesso, in una stessa città, si sovrappongono città diverse e, nella sua storia, si succedono diverse città. Il nostro compito, il compito di tutti i soggetti coinvolti, è quello di non perdere di vista questa anima, di continuare a “leggerla”, a raccontarla, per tessere la trama di una ritrovata immagine di città moderna.

Walter Veltroni

Commenti

1. Luciano - ottobre 7, 2007

Vorrei sommessamente rispondere al sindaco di Roma da questo spazio.

Egregio signor sindaco, per fare il SINDACO (tutto MAIUSCOLO) occorre non tanto

“non perdere di vista quest’anima” […] “continuare a ‘leggerla’, a raccontarla per tessere la trama di una rinnovata IMMAGINE di città moderna”

QUANTO badare alla SOSTANZA dei problemi, CONSIDERARE il fatto che Roma è la capitale europea ed occidentale con le PEGGIORI INFRASTRUTTURE di mobilità pubblica (DOV’E’, signor sindaco, la linea C della metro che lei PROMISE QUASI PRONTA PER LA FINE DEL SUO 1° MANDATO???), che Roma sia città INSICURA poiché INVASA da DELINQUENTI alloctoni ed autoctoni, che NON E’ CERTO una festa del cinema, una notte bianca o due spolveratine di polvere d’oro a far diventar oro ciò che oro NON E’!!!
Infine, ma rischio di ripetermi, NON SONO CERTO ‘L’IMMAGINE’ O ‘L’ANIMA’ DI UNA CITTA’ COME ROMA, DA NON PERDERSI DI VISTA, MA I SUOI VERI E PESANTISSIMI PROBLEMI CHE lei, sindaco, NEGLI ULTIMI SEI ANNI HA SOLTANTO CONTRIBUITO A FARE INCANCRENIRE!!!

TUTTO CIO’, OVVIAMENTE, potrebbe costituire un concisissimo vademecum per colui il quale aspiri a fare il SINDACO DI LUNGO CORSO (MAIUSCOLO) anziché, come lei è, il sindaco (minuscolo) di piccolo cabotaggio elettorale …

Infine le chiedo: a 355 giorni dalla morte di Alessandra Lisi nell’incidente di Piazza Vittorio, QUAL E’, OGGI, LO STATO DI SICUREZZA DELLA METROPOLITANA DELLA CAPITALE D’ITALIA, DA lei governata??? QUALI i lavori di miglioramento fatti al sistema automatico di rilevamento treni e controllo del traffico??? Quali e quanto POTENZIATI i CONTROLLI DI SICUREZZA, installazione – DOVEROSA – dei varchi antiportoghesi ESCLUSA???

Per concludere: NESSUNA “immagine” (per quelle, parla AMPIAMENTE questo blog), signor sindaco, NESSUN “discorso”, NESSUNA “grammatica”, MA VOGLIA DI FARE E PRAGMATISMO: PROPRIO LE CARATTERISTICHE CHE, ORMAI E’ ACCLARATO, NON le SONO AFFATTO PROPRIE!!!

Luciano.

2. Romina - ottobre 7, 2007

BRAVO LUCIANO e pessimo sindaco Veltroni !

3. Albert1 - ottobre 8, 2007

“Giunta comunale di Roma (soggetto) : hai rotto (predicato verbale) le palle (complemento oggetto)”.

Giunta = sostantivo (nome collettivo)
comunale = aggettivo qualificativo
di = preposizione semplice
Roma = nome proprio di città
hai = voce del verbo avere modo indicativo tempo presente 2 pers. singolare
rotto = participio passato del verbo rompere
le = articolo determinativo
palle = sostantivo plurale

Questo per quanto attiene alla grammatica.

“Nun ve s’aregge più”. Punto.

Questo per la punteggiatura.

Per soddisfare gli occhi, ce n’è a iosa.

4. Romina - ottobre 8, 2007

Mi dispiace fare commenti brevi tipo “bravo”, “daccordo” o “tutto ok”…che fra l’altro non aggiungono niente al post, ,ma Albert1 mi ha fatto tanto tanto ridere, perciò anche a lui devo dire BRAVOOOO !

5. kiocciol@ - ottobre 8, 2007

oh quanto sono soddisfatti i miei occhi…
soddisfattissimi…così soddisfatti che li chiudo per non vedere altro…

mi sono stufata di sentire sciocchezze
stufata di vedere il marcio qui
stufata di tutto….

in particolar modo di veltroni e della sua giunta!

6. Albert1 - ottobre 8, 2007

Romina: ‘gnittanto ce vole, pe ‘ttirasse ‘npo’ su… 🙂

Al solito, più la situazione è triste, più cerco di “ridere per non piangere”: io sono estremamente felice di avere un sindaco che “ha studiato”, uno a cui piace leggere, financo scrivere, che ama il cinema e azzecca i congiuntivi. Sono contento che vada in giro per il Paese portando in mostra la sua faccia buona e rassicurante (anche se lì era meglio Rutelli, che perlomeno aveva un suo charme).
Per quanto riguarda la forma siamo a posto.
E’ nel merito che casca l’asino. Parlar bene e non fare un tubo, o peggio parlar bene per coprire il fatto che non si faccia un tubo, quello è grave. La parola (per quanto corretta, fluida e financo colta), quando non è seguita dall’azione conta meno di un piffero.

La cosa che mi agghiaccia è che la gente ancora ci casca, ancora si fa incantare da queste baggianate. “Quello ha scritto un libro ? Mmmmmh, come è colto, come è ‘struito, me sa che cià pure la lanvrea. Stallo a sentì, che quello ha studiato”!

E intanto mentre loro “bla, bla, bla, cinema, notte bianca, bla bla, nella misura in cui, bla, a livello di presa di coscienza, bla, sediamoci attorno ad un tavolo, prendiamo atto, bla bla”, noi stiamo qua in mezzo alla monnezza.

Scusate, quando mi prende l’emicrania divento più logorroico del solito…

7. degradodiroma - ottobre 8, 2007

Un regalo per Albert1
Ciao. 😀
Laura

8. Albert1 - ottobre 9, 2007

Visto in ritardo!!
Che bello, grazzieee!!! Pare vera, mo’ posso di’ che ciò la LANVREA puro io ? 😀


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: