jump to navigation

2 caffè ai vigili, prego ! settembre 26, 2007

Posted by degradodiroma in Segnalato da ....
trackback

Segnalato da : Gilberto Di Lorenzo – Cittadino Romano

Caro Sindaco,
dire che sono rimasto allibito è dir poco!
Anita Ekberg - La dolce vitaNon so come si sia potuto sentire Lei, come Sindaco di una delle città piu’ belle e piu’ ricche di opere d’arte nel mondo, nell’assistere allo scempio che diversi romeni (guarda caso, degli stranieri !!! Poi uno dice che e’ razzista…) fanno e continuano a fare presso la Fontana di Trevi, mentre i vigili e la polizia municipale rimane a guardare, senza fare nulla.
 
Se se lo è perso, La invito ad andarselo a vedere:
http://www.video.mediaset.it/video.html?sito=striscia&data=2007/09/25&id=5738&categoria=servizio&from=striscia

Mi sento umiliato nel vedere il desolante stato di attenzione che si presta attorno ad uno dei piu’ bei monumenti della capitale.
Che figura ci facciamo, di fronte ai tanti turisti che vengono a farsi la foto e a visitare la nostra bella città?
 Anche a loro dobbiamo purtroppo dare la stessa impressione e sensazione di ‘abbandono a sè stessi’, ed assistere impotenti mentre pochi si dilettano ad infrangere la legge proprio davanti chi dovrebbe vigilare?
La invito a passeggiare, da solo, o meglio ancora, in compagnia di qualche suo amico straniero, che visita la città, e a recarsi presso la Fontana di Trevi, e poi mi dica, come ci si sente !
Diamo la possibilità ai vigili di esercitare il loro dovere, diamo loro pistole e manganelli, se serve davvero a far rispettare l’ordine !
 
La prego e La invito ad intervenire quanto prima, per evitare che si debba chiudere e transennare uno dei piu’ bei monumenti di Roma, per colpa – come al solito accade – di pochi.

Annunci

Commenti

1. Gilberto DL - settembre 26, 2007

Grazie mille per aver pubblicato il mio post. Spero che intervengano le autorita’ quanto prima.

E pensare che io volevo portare a vedere la fontana a dei miei amici americani… Il solo pensiero di quello che potrebbero trovarsi davanti, della potenziale sregolatezza e violenza, di questi stranieri, mi fa vergognare !

Povera Roma… Povera Italia !

E intanto, a “Palazzo”, magnano e dormono ….

2. Sessorium - settembre 26, 2007

Pistole e manganelli subito.

3. Costantino - settembre 26, 2007

Tutto vero, solo un appunto: Roma è “LA” città più ricca di opere d’arte al mondo, non “una delle”. E detto questo, a maggior ragione va curata, tutelata, e pulita!

4. Daniele - settembre 26, 2007

Gilberto hai ragione, è uno schifo, ma sor veltroni se ne frega, pensa alle festarelle, ai concertini, a parlare dal podio per il partito democratico, e intanto Roma è in mano alla delinquenza straniera.

5. massimo cerbone - settembre 26, 2007

Offeso, deluso e mortificato

Sono rimasto veramente offeso, deluso, mortificato non ho parole per descrivere la mia rabbia, vedendo ieri sera il servizio di Striscia la notizia sul saccheggio indisturbato delle monete a Fontana di Trevi in pieno giorno e sotto gli occhi di migliaia di persone incredule, da parte dei soliti vagabondi romeni. Ci rendiamo conto che per vedere la Fontana di Trevi ci vengono da tutto il mondo, ma che figura ci facciamo? E’ mai possibile che questi individui agiscano indisturbati sotto gli occhi della polizia municipale che invece di fermarli chiacchierano tra di loro e vanno a prendere il caffè al bar? ( le immagini amatoriali lo hanno dimostrato) Il capo della Polizia Municipale cosa fa? La polizia, i Carabinieri, il Sindaco, il Prefetto, cosa fanno?

L’unica persona che ha provato a redarguire i delinquenti, un turista, è stato inseguito e minacciato dagli stessi senza che nessuno muovesse un dito. Al delinquente che lo inseguiva ha osato dire : ora chiamo la polizia! Sapete cosa ha risposto con scherno il delinquente? ” sì, la polizia, ma quale polizia…” Come per dire, tanto non mi fanno niente. Siamo nel paese dei balocchi. Che scena triste. E’ mai possibile che il cittadino si debba sostituire alle autorità preposte, a rischio della propria incolumità? Sono anni che i cittadini romani sopportano e subiscono una presenza di delinquenti extracomunitari e non, divenuta ormai insostenibile.

I cittadini di Roma adesso hanno perso la pazienza. Siamo stanchi di non essere ascoltati, stanchi di essere derubati, stanchi di essere aggrediti, stanchi di pagare le tasse a dispetto di chi non le paga, stanchi di vedere aree pubbliche abbandonate e utilizzate come accampamenti, stanchi di vedere il menefreghismo delle istituzioni e l’inoperosità delle forze dell’ordine.

Massimo Cerbone
Roma

6. Albert1 - settembre 26, 2007

Non ho capito se pistole e manganelli sono da dare *ai* vigili o *sui* vigili. 🙂
Al solito, con tutta quella gente che era lì, solo uno ha avuto il coraggio di alzare un dito (per poi vedersi prendere pure in giro).
Ci chiediamo ancora come sia possibile ?
Scusate, ma con tutta l’antipatia che provo per Weltronio, anche qui non ci vedo il nesso.
Qui abbiamo nell’ordine:
1) dei morti di fame che fanno il comodo loro
2) dei turisti increduli che pensano “sarà normale”, e comunque credono che sia compito dei nativi romani prendersene cura
3) dei nativi romani che pensano “ecchè je devo da fà” e comunque sono convinti che sia un problema dei vigili
4) dei vigili che stanno lì a grattarsi le *CENSURA* e a pensare come arrivare alla fine del turno, magari scroccando il caffè al bar all’angolo che qualche problema con la ASL ce l’avrà pure e quel tavolino sul marciapiede magari dovrebbe levarlo ma non fa niente, pure lui deve lavorà
E Vater è l’ultimo dei problemi.
Armare la Polizia Municipale ? Per carità. Ma questo è un discorso a parte: io sarei per armare i cittadini.
Questa cosa mi ha fatto venir voglia di passare un’oretta seduto sul bordo della Fontana. Organizzo un bel campionato di tuffo lanciato, aspetta che me ne capita a tiro uno.
Mi scuso in anticipo con quei 24 (ventiquattro) vigili romani onesti e perbene che potrebbero offendersi per questo post: tranquilli, non ce l’ho con voi.
Tra l’altro è un bene che non girino armati, visto che per come vanno le cose, se sparano in aria qualcuno potrebbe denunciarli per disturbo della quiete pubblica e se nonsiamaiddio fanno secco un rom-zingaro-romeno va a finire che li ingabbiano grazie alla denuncia di qualche opera nomadi.

Non cerchiamo il responsabile, non serve a niente.
Chi ne ha la forza, i mezzi e la voglia agisca in prima persona: ma io dico, il tizio ti si appoggia per arraffare la monetina ? Tu non ti muovi. Insiste ? Lo butti in acqua. Vedrai che qualcun’altro una mano te la dà. Se stai pensando “chi me lo fa fare” sei sulla buona strada per il prossimo concorso per “50 posti per Vigile Urbano”.

7. Daniele - settembre 26, 2007

Albert1 era quello che avevo in mente 🙂
Prendere per i piedi uno di quei ladri e mandarlo a finire dentro.

8. Costantino - settembre 26, 2007

Le Forze del Disordine a Roma sono note per la loro inefficienza.
Non mi si vede il video chi me ne fa un rapido sunto?

9. Smemo73 - settembre 26, 2007

E’ uno scandalo!

MA siamo sempre alla solita storia: gli onesti cittadini/turisti non possono muovere un dito che subito vengono redarguiti e multati dai solerti vigili.
I ROM sono sempre liberi di fare ciò che vogliono, possono muoversi indisturbati, tanto nessuno gli dice niente.

Ha ragione qualcuno a dire di armare i cittadini e non i vigili. Ma qualche romano disperato che ha avuto una reazione violenta contro i rom ora è ricercato. Nessuno però dice nulla sulle baraccopoli e su tutto quello che succede al loro interno e fuori, per le strade.

Nel caso specifico la complicità dei vigili urbani è evidente. Erano un gruppo numeroso, avevano mezzi e possibilità per intervenire.
Ma certo, fischiare a qualche turista americano o giapponese è senz’altro più comodo!

Grazie Walter!

10. Andrea Rossi - settembre 26, 2007

Ho visto anch’io ieri sera striscia la notizia e per una volta sono stato contento nel vedere una brutta notizia, finalmente qualcuno ha il coraggio di attaccare il Messia Veltroni, quei vigili in un paese normale verebbero come minimo “mandati in Sardegna” qui a Roma invece verranno probabilmente premiati e questo perche’ non sono un eccezione ma la regola, mi chiedo a che scopo pagare le tasse per dei nullafacenti.
Non ce la prendiamo troppo con Veltroni sara’ impegnato all’Auditorium o nella preparazione delle liste del partito democratico.

11. degradodiroma - settembre 26, 2007

Rispodo a Costantino : Sinteticamente. Nel video Fontana di Trevi con i turisti assiepati sul bordo a lanciare monetine porta-fortuna in acqua. Alcuni “sinistri personaggi” raccolgono le monetine finite in acqua, con delle canne calamitate. Un ragazzo interviene indignato. Un losco figuro, che comunque raccattava le monete, lo insulta e gli corre dietro. Il ragazzo si rivolge ai vigili urbani che fortunatamente sono sul piazzale. Questi non intervengono, ma entrano nel bar .. probabilmente ad ordinare due caffè (di quì il titolo al post).
Ciao.
Laura

12. Costantino - settembre 26, 2007

Grazie Lau 😉

13. Stefano Cola - settembre 27, 2007

Povera Roma..come ti ha combinato quel deficiente di Veltroni. Purtroppo questo idiota vuole candidarsi a guidare il Paese..chissà come diventerà l’Italia…poveri noi… Meno male che nell grandi città del Nord governa la destra e da un po’ di tempo i rom sono diminuiti…Che dire spero con tutto il cuore che Veltroni si dimetta dopo essere diventato presidente del Partito Democrati e che le elezioni amministrative del 2008 vedano vincente Fini o un altro esponente di destra.. sono pugliese abito a Milano e amo Roma..mi viene da piangere a vederla..cosi…

14. Romina - settembre 27, 2007

Allora, mi arrabbio!
Il punto NON E’ che tirano fuori le monetine ( cosa esecrabile oltre che illegale) e che facciamo una brutta figura con i turisti ma
– che lo fanno in barba alle autorità e sotto gli occhi di tutti CON GRANDE ARROGANZA, certi che nessuno dirà nulla,
– che se qualcuno dice qualcosa lo rincorrono per pestarlo (e deve aver paura),
– che, come fanno con Fontana di Trevi, fanno con le nostre case (furti ecc…), nel traffico(incidenti mortali ecc…), nella società (aggressioni, soprusi di ogni genere), con le donne (stupri, riduzione in schiavitù ecc…).
Quindi se mi chiede come risolvere io dico : le pistole le usi chi è addestrato per farlo, i manganelli , sì, li devono usare i vigili (PER NON ESSERE SOVERCHIATI) con certi individui oppure vogliamo continuare a “produrre carta” facendo a questi ceffi le “multine” con cui, per decenza, non ti dico cosa ci fanno. CI VOGLIAMO RENDERE CONTO O NO CON CHI ABBIAMO A CHE FARE?

15. dott104 - settembre 27, 2007

Sono pienamente d’accordo sul fatto che bisogni fare qualcosa e anche al più presto! Ma pensare subito a “pistole” e “manganelli”!!! Che vuoi fare metterti a sparare alla Bruce Willis in mezzo alla folla???

Anche io, da turista (sono napoletano!!!), sono rimasto incredulo quando sono arrivato alla fontana di Trevi! Un “coso” al momento opportuno tirava fuori una canna con calamita e zappete, si fregava sistematicamente 1 e 2€!!!

Ripeto, mi trovo d’accordo sul fatto di dover assolutamente risolvere la cosa, perchè è na figura di “merda” per l’Italia tutta! Ma da qui alle pistole ce ne vuole! Bastasse solo che li arrestassero! Anche se poco ci fai, perchè dopo 2 giorni escono! 😦 Bha! Cmq questa è una fotografia di tutta l’Italia, mica solo di Roma, che vi credete!

16. Daniele - settembre 27, 2007

Brava Romina.
Non basta arrestarli, bisognerebbe cacciarli dall’Italia e fare delle multe severe con sanzioni dure al paese di provenienza.

17. Gilberto Di Lorenzo - settembre 27, 2007

Brava Romina, è quello che dico anche io.

Il fatto e’ che questa gente, ormai, non ha paura dell’autorità: come dici tu, sanno solo che possono fischiare, redarguirli, ma non usare mani o altro.

E’ come quando la maestra dice allo scolaro di non farlo piu’: e tu ci credi?

Ma di fronte a degli strumenti validi, dei mezzi di persuasione efficaci, ritengo che ci penserebbero due volte a mettersi in mostra con tanta arroganza e inciviltà.

Ci sono stranieri che a San Pietro infastidiscono turisti e romani, che di fronte ai vigili fanno muro comune, li affrontano e per giunta, senza che nessun romano faccia nulla per muoversi.

E chi si muove, se questi hanno anche armi o oggetti con cui difendersi.

L’autorita’ preposta, per far rispettare l’ordine, deve avere anche dei mezzi di persuasione adeguati. in primis devono essere mezzi di difesa, e secondo, mezzi di intimidazione.

Non dico che si debbano mettere a sparare in mezzo alla folla… assolutamente no. Ma diamogli loro delle “armi” piu’ efficaci della pennina e del blocco notes, per contrastare il non piu’ arginante fenomeno di intrusione e spavalderia dei rom, romeni, e tutti coloro che sembrano infischiarsene delle autorita’ preposte !

Gilberto

18. Claudio - settembre 27, 2007

Concordo con quanto letto fin qui. In estrema sintesi:

1) Pistole e manganelli ai vigili sono una pessima idea, sia perche’ non potrebbero usarle, sia perche’ un vigile urbano “medio” armato e’ piu’ pericoloso di un albanese ubriaco in macchina di notte

2) Uolter non ha forse una responsabilita’ diretta, ma si “adagia” dietro a tutta la demagogia inerente agli zingari.

3) Se non esiste un regolamento, una legge che consenta di prendere a calci in culo questi individui, i punti 1 e 2 sono irrilevanti

4) Buttare uno zingaro in una fontana significa quantomeno inquinarla e non risolve il problema

5) Sono pienamente d’accordo con chi propone di essere NOI i primi a dare due randellate a questi zozzoni.

Anche se siamo onesti cittadini rispettosi e (ultimamente) apolitici, rasiamoci la testa, mettiamoci gli anfibi e cominciamo a distribuire schiaffoni. Tanto la stampa di regime ci definira’ comunque fascisti o nazisti… Faremo risparmiar loro tempo prezioso.

19. Gilberto Di Lorenzo - settembre 27, 2007

Esatto, sono d’accordo con Romina.

Ormai i vigili con le loro pennine e carta bianca non fanno paura piu’ a nessuno , o meglio:

* fanno rabbia solo agli italiani che ricevono le multe.

* fanno nessuna paura agli extra-comunitari che intanto non sono riconoscibili, o non hanno fissa dimora, e non hanno paura di essere espulsi.

C’è troppo permissivismo oggigiorno… Avoja a dire controlli, e tutto il resto. Ma oramai, si vede benissimo, dalla metro, alla stazione, ai luoghi turistici, che agli stranieri e’ concesso fin troppo.
E loro se ne approfittano.

Tanto, un pezzo di carta cosa può fare?

Bene, allora iniziamo a dare ai vigili anche le “armi di dissuasione”: diamo loro la possibilita’ di proteggersi, in primis, dagli attacchi in massa che fanno gli aumbulanti a via della Conciliazione;

Diamo ai vigili la possibilita’ di “difendersi” quando la gente non dimostra loro rispetto alle autorita’…

Qualcuno dira’: poi i vigili inizieranno ad abusare del manganello: può essere, sicuramente anche tra loro qualche pecora nera c’è…

Ma io mi chiedo: è meglio avere troppa autorita’ che troppo poca?
E’ meglio lasciare che le cose continuino così, e che gli stranieri si sentano liberi di fare il loro porco comodo, come se fossero nella “stalla” di casa loro, oppure provare a cambiare il sistema?

A voi la scelta …

Gilberto

20. Costantino - settembre 27, 2007

Raga, non vi sembra di esagerare? Io non ho visto il film, ma in questo caso (in questo caso) cosa c’entra Veltroni? Lì sono da prendere a calci i vigili, che hanno visto e non hanno fatto niente. Poi ci andrei piano con le parole. Gli SCANDALI sono ben altri, se un morto di fame si prende qualche monetina dalla fontana, beh, questo può essere una scena misera, ma uno SCANDALO no.
Gli scandali in Italia (e anche a Roma) sono ben altri.

21. Gilberto Di Lorenzo - settembre 27, 2007

Caro Costantino… se qualcuno venisse a rubare a casa tua, con tanto di “guardoni”, e la polizia sotto casa che si prende un caffe’, come lo chiameresti?

Morti di fame?? ma stiamo scherzano??
Pensa a qualche anno fa, alle migliaia di polacchi che si sono riversati in Italia, grazie a Papa Woytila… hai mai visto una cosa del genere?

Lo SCANDALO sta nel fatto che quella cosa e’ commessa sotto gli occhi di tutti . Che tutti se ne fregano (I turisti a ben vedere: perche’ immischiarsi, e rischiare di prenderle, se non ci pensa la polizia locale)…

Pero’ poi al ritorno, immagina i commenti: “I was in Rome, beautiful … magnificient… but in Fontana di Trevi, very funny, there were some people fishing money and nobody said a word…”

Cosa diresti tu, se andassi a Londra, e mentre ti riposi a Trafalgar Square, ti capitasse una cosa così? Diresti che Londra sarebbe una citta’ sicura? E se accadesse a Parigi ? o a New York?

Insomma, lo scandalo risiede nel fatto che :

a) quesi agiscono indisturbati sotto gli occhi di tutti… e non uno, ma a dozzine per volta! Non di notte, non per fame… ma proprio per la sfrontatezza per far capire che sono i padroni

b) che le autorita’ non fanno niente, e lasciano capire ai turisti che questa gente, se fa queste cose, può farne benissimo anche di peggiori… Insomma, senso di sicurezza e attenzione: ZERO !

c) pensare che lo fanno perche’ non hanno soldi? OOOOOOHHH poveretti: e’ la scusa piu’ cretina che abbia mai sentito… Stanno diventando i padroni, e vogliono farcelo capire, con le buone ma soprattutto con le cattive.

Questo è lo SCANDALO !

A questo, il Sindaco e le Autorita’ Preposte sono chiamate a rispondere !

22. Andrea Rossi - settembre 27, 2007

Ragazzi io direi di non esagerare, cio’ che abbiamo visto su striscia la notizia sarebbe scandaloso in qualsiasi paese civile, ma qui da noi e’ purtroppo la regola, sottolineo che lo scandalo non e’ tanto il comportamento di quei due accattoni ma il comportamento negligente dei vigili, questi si che andrebbero licenziati in tronco, ma siccome non sono due marziani ma due vigili come ce ne stanno tantissimi state sicuri ch enon succedera’ nulla, cosa c’entra Veltroni ?
Veltroni cosi’ come i suoi predecessori e’ il responsabile politico di quello che fanno i vigili urbani e dovrebbe essere lui stesso a sollecitare una punizione esemplare, purtroppo e lo ripeto ancora una volta bisogna ricordarsi che i vigili urbani lassisti cosi’ come molti cittadini incivili votano e fanno piu’ rumore questi di tante persone miti e silenziose.
Io ci andrei piano anche col dagli all’immigrato, e’ vero che l’immigrazione selvaggia ha portato e porta gravissimi problemi ma non e’ che gli italiani siano dei santi, ad esempio chi parcheggia in doppia fila causando disagi a volte molto gravi e’ spesso italiano e quando li si multa c’e’ sempre qualcuno pronto a difenderli.
Io sono e lo ripeto per una tolleranza zero a prescindere dalla nazionalita’ o dal colore della pelle, chi sbaglia deve pagare, il guaio e’ che in questa citta’ cosi’ come in Italia non si punisce mai nessuno.

23. Daniele - settembre 27, 2007

Oggi Striscia ha fatto sapere che secondi i vigili quello di rubare monete dalla fontana non è reato. Al massimo li possono multare, ma tanto essendo stranieri non pagano la multa…
Traete voi le conclusioni.

24. Stefano - settembre 27, 2007

Suppongo che anche andare al bar durante l’orario di servizio non sia reato…

25. Costantino - settembre 27, 2007

Gilberto, permettimi di insistere: gli scandali sono ben altri. Questo è un episodio che in un paese civile non si dovrebbe vedere, ma non è uno scandalo. Ripeto, non ho visto il filmato, ma mi guarderei bene dall’accomunare un episodio di accattonaggio con i veri scandali cui in Italia siamo abituati. Quale sarebbe lo scandalo se 4 vagabondi si fregano qualche moneta dalla fontana? Questo è un caso di degrado urbano e sociale, nulla più. A cui va certamente posto rimedio, ma che non va confuso con gli scandali veri. Perchè nessuno ha aperto bocca quando si è saputo che Valentino Rossi ha evaso miliardi di tasse? Eppure lui non lo ha certo fatto per necessità, visto che coleziona ville e auto di lusso.

@ Daniele: benissimo, se i vigili no fanno il proprio lavoro perchè “tanto quelli la multa non la pagano”, i vigili non servono. Rispediamoli a casa calci in culo.

26. Andrea Rossi - settembre 28, 2007

Questo discorso del “tanto la multa non la pagano…” e’ inaccettabile cosi’ come e’ inaccettabile il comportamento di quei due vigili che se ne vanno al bar, una frase come questa l’ho gia’ sentita una volta da un controllore di un autobus che rispondendo ad un utente indignato per la maleducazione e per l’evasione del biglietto di alcune persone straniere rispose : “lei ha ragione ma che ci posso fare io, al massimo li posso far scendere e chiamare la polizia ma poi anche la polizia li deve rilasciare subito…”, ci sono cose piu’ gravi ? Certamente c’e’ sempre qualcosa piu’ grave, c’e’ un omicidio ? Ci sono cose piu’ gravi… c’e’ una strage ? Si ma ci sono i terremoti…ci sono i lavavetri che molestano ? Si ma prima c’e’ il racket, insomma tutte scuse per coprire incapacita’, negligenze e lassismo.
Ripeto, se i vigili non possono fare nulla che ci stanno a fare ? Allora mandiamoli a pulire le strade visto che sono sporche.

27. degradodiroma - settembre 28, 2007

Per Andrea Rossi : concordo in pieno … è dalle piccole cose che si comincia …
Laura

28. Albert1 - settembre 28, 2007

Costantino: sia chiaro, lungi da me l’idea di entrare in polemica, ma il motivo per cui Valentino Rossi (che tra l’altro mi sta violentemente sui marroni) o Pavarotti o chi vuoi tu riescono a “fare scandalo” nasce proprio da quello stesso germe che ci fa rimanere indifferenti davanti allo schifo.
E’ sempre un “problema altrui” c’è sempre “qualcun’altro” che se ne deve fare carico, e intanto tutti fanno come gli pare, nel bene e nel male.
Poi nello specifico si apre tutto un discorso a parte (tipo ma perchè devo pagare le tasse se poi non mi danno quello che mi spetta) ma qui andiamo totalmente off-topic e Laura mi tira il collo.

29. peterstride - ottobre 3, 2007

SE POSSO….ALCUNI ANNI FÀ, PARLIAMO DELLA METÀ DEGLI ANNI ’90, C’ERA UNA BANDA DI ITALIANI CHE SPADRONEGGIAVA SU FONTANA DI TREVI.
ERA CAPITANATA DA ROBERTO CERCELLETTA, IN ARTE DARTAGNAN, ANCH’ESSO ASSURTO ALLE CRONACHE SIA DALL’INTERVENTO DI STRISCIA LA NOTIZIA CHE DALLA SUA MANIA DI SGARRARSI LA PANCIA CON LE LAMETTE CHE, COSTANTEMENTE, TENEVA NASCOSTE IN BOCCA.
LAZIONE DI AUTOLESIONISMO VENIVA PRATICATA PER SCHIZZARE IL SANGUE NEI CONFRONTI DEL PERSONALE DELLA POLIZIA MUNICIPALE.
CERCELLETTA RIFERÌ AL GABIBBO DI TURNO (IN PRIMA SERATA) CHE SE IL COMUNE GLI DAVA 1000 (DICASI) MILLE EURO AL MESE, LUI AVREBBE SMESSO DI INGAGGIARE LE SUE SCARAMUCCE CON LA POLIZIA MUNICIPALE.
CERCELLETTA VENNE PIÙ VOLTE DENUNCIATO PER QUELLO CHE FACEVA, FINO A QUANDO LA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI ROMA, COMPETENTE PER SOSTENERE L’ACCUSA IN GIUDIZIO, RITENNE CHE QUEL COMPORTAMENTO NON INTEGRAVA LA FATTISPECIE DEL FURTO, ESSENDO LE MONETE CONTENUTE NELLA VASCA ASSIMILABILI ALLE RES NULLIUS O RES DERELICTAE.
IN SOSTANZA, ERANO COSE DI NESSUNO E, PERTANTO, SE NON NE DERIVAVA DANNO AL BENE MONUMENTALE, CHIUNQUE AVREBBE POTUTO “PESCARLE” (IL CERCELLETTA USAVA UNA SCOPA ED UN SECCHIO).
LA PROCURA RILEVÒ PERÒ A CARICO DEI VIGILI CHE AVEVANO DENUNCIATO IL CERCELLETTA IL REATO DI OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO, RITENENDO CHE, DI GUARDIA ALLA FONTANA DURANTE LE ORE NOTTURNE, NON AVESSERO OPPORTUNAMENTE LETTO NELLA SUA MENTE PER PREVENIRNE IL COMPORTAMENTO CHE, COME DETTO, LO STESSO MAGISTRATO RITENEVA NON PERSEGUIBILE PENALMENTE ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !
VI MERAVIGLIATE ORA CHE SI ASTENGANO DALL’INTERVENIRE?
PERCHE’ DOVREBBERO METTERE A RISCHIO LA PROPRIA INCOLUMITA’ PER UN COMPORTAMENTO CHE LA NS. MAGISTRATURA HA RILEVATO NON ESSERE DEGNO DI NOTA?????????
E’ BENE RICORDARLO: QUELLE MONETE NON SONO DI NESSUNO ! ! ! ! ! ! ! !
ALMENO IL CERCELLETTA DI GIORNO NON ROMPEVA I CO…..NI AI TURISTI !
HO SENTITO DIRE CHE IN PAESI PIU’ CIVILI DEL NS. ORGANIZZAZIONI GIOVANILI DI PARTITO HANNO PROVVEDUTO A “SEDARE” COMPORTAMENTI DI QUESTO TIPO CON CALDI INVITI AI PESCATORI DI ALLONTANARSI………………………


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: