jump to navigation

Volere è potere settembre 25, 2007

Posted by degradodiroma in Accampamenti, Le mie segnalazioni, Parcheggiatori e lavavetri.
trackback

A volte ci sono delle notizie che non vengono ampliamente diffuse, ed altre che assurgono alle cronache dei giornali e dei media per giorni e giorni e ci vengono propinate ad intervalli regolari di due ore tutti i giorni per almeno due settimane.
Ad esempio sulla questione “sicurezza” tanto si sta dicendo e tanto si è detto, ed accolgo di buon grado il fatto che se ne parli così diffusamente visto che l’argomento era tabù fino a qualche tempo fa.

Comune di Pavia

Molto spesso poi questo argomento è stato relazionato al fenomeno dei “lavavetri” ed alle misure adottate dal sindaco di Firenze nel mese di Agosto, ma nulla o poco si è detto in relazione all’altra misura presa dal sindaco di Pavia, Piera Capitelli (DS), sulla quale non ho trovato molte notizie e comunque trafiletti a volte più a carattere locale che non nazionale e quindi vi invito a leggere i seguenti articoli : Ho cacciato i Rom, la legge dice così recuperata da “Il Giornale” di Sabato 08/09/2007 o Pavia: rom, il Prc lascia la maggioranza da radiolombardia.

(vedi anche su questo blog il post del 07/07/2007 I Rom si possono allontanare)

  • Mi sembra che nella diffusione delle notizie siano adottate tecniche del tipo : “due pesi e due misure”.
  • Forse non è bene diffondere notizie del genere.
  • Forse poi altri sindaci verrebbero messi con le spalle al muro.
  • Forse i cittadini potrebbero cominciare e domandarsi “e perchè non da noi”.

Beh ! intanto un campo nomadi è allestito al confine tra il comune di Roma e quello di Ciampino, ma su suolo romano. La palla è stata sapientemente lanciata a distanza ma nel campo di gioco, il tiro è regolamentare, e tutto per non incorrere in contestazioni, che però a mio avviso dovrebbero esplodere, ad opera dei cittadini del comune limitrofo.

Purtroppo la soluzione adottata dal sindaco di Pavia noi romani ce la possiamo soltanto sognare perchè a Roma i campi Rom continuano solo a proliferare.

Laura

Commenti

1. Romina - settembre 25, 2007

A questo proposito voglio segnalare un editoriale de “Il Messaggero” di domenica u.s., nel quale, ( addirittura) da una testata amica di Veltroni, si prende coscienza del problema accoglienza-sicurezza.
http://www.ilmessaggero.it/view.php?data=20070923&ediz=01_NAZIONALE&npag=1&file=POMBENI_27.xml&type=STANDARD

2. Daniele - settembre 25, 2007

Noi purtroppo abbiamo un imbecille come sindaco, che pensa ad apparire in tv come un leader, a fare comizi per i suoi fini privati.
Ho letto quelle leggi, in pratica se venissero adottate Roma verrebbe finalmente ripulita da rom e altri stranieri sfaccendati e delinquenti.
Ma scordatevelo pure, noi abbiamo un’amministrazione che accoglie tutti a braccia aperte, in modo che possano distruggere e disintegrare per sempre il nostro popolo e il nostro paese.

3. anna - settembre 25, 2007

shhhh io non posso parlare, a me il campo rom me lo hanno tolto da “sotto”casa…era quello di via di tor pagnotta, andare a fare la spesa all’ardeatina o a panorama li era diventato pericoloso e insano!
certo però che non serve a nulla sposstarli da A a B sena nessun criterio!
quando ero più giovincella ho fatto una giornata di volontariato all’interno del campo di tor de cenci…ho provato ad abbattere le mie barriere mentali contro i rom, ho passato 3 ore li dentro..il risultato è stato che sono dovuta andare via per non fare stragi…
mi hanno trattato di merda, a me ke ero li per dare una mano…
mi hanno insudiciato i vestiti che avevo…mi hanno fatto dispetti incredibili…
uno ci prova ad accoglierli, ma se non si voglio far accogliere e non si vogliono integrare caiser loro!

4. Daniele - settembre 25, 2007

Anna l’unico criterio intelligente è spostarli dal territorio italiano a quello romeno da dove provengono.

5. Albert1 - settembre 25, 2007

Che faccio, mi ripeto ?
Ma si, repetita iuvant…🙂
E’ vero, le leggi ci sono.
E’ vero, i mezzi ci sono.
E’ vero, i motivi non mancano.
E’ vero, la volontà non c’è.
E perchè ?
Perchè questo substrato melmoso di “poveri cristi”, con tutto ciò che comporta, annessi e connessi, è un ottimo mezzo per il raggiungimento di almeno due scopi principali:

Scopo n. 1: Abbassare il livello di intere zone, quartieri, quadranti, al fine di (per esempio) costringere la gente a mollare e andarsene a ramengo in qualche bel neo-quartierino residenziale a 5.000 Euro al metro quadro. Quanta gente è scappata dal centro di Roma o da Trastevere perchè esasperata, magari svendendo la casa di famiglia ?

Scopo n. 2: Farci abituare al pericolo, all’insicurezza, allo schifo ben oltre i livelli normalmente tollerabili (perchè è vero, l’essere umano si abitua a tutto). Questo serve a far passare per “svolte” incredibili delle azioni, intraprese al momento politicamente giusto, che se ci pensiamo un attimo sarebbero di ordinaria amministrazione, nonchè DOVUTE.

E qui mi dilungo: con tutto il rispetto per il lavoro di chi lavora, mi spiegate perchè dovrei sentirmi moralmente obbligato a manifestare la mia gratitudine (al limite della commozione) verso dei poliziotti che sgomberano un campo nomadi ? E’ roba che qui a Magliana le pattuglie della PdS che hanno partecipato allo sgombero ormai mi conoscevano tutte, ho ringraziato, stretto mani, offerto caffè, mi hanno preso per scemo.

E sono scemo sì, loro pensavano “ma è normale, stiamo solo facendo il nostro lavoro” mentre io ero talmente esasperato e stanco di tutto lo schifo che solo in questa zona avevo mandato giù per anni che mi sembrava mi stessero facendo la grazia.

Scemo, OK, ma non al punto di ringraziare Veltroni per questo.
Eppure, è a questo che si punta facendo queste azioni: solito sistema, crea il problema e poi fai finta di risolverlo.

E’ come se io puntassi uno ed ogni mattina gli facessi trovare una ruota a terra, senza farmi mai beccare: poi, dopo un mese, arrivo, mi presento e gli dico: “Aho, ho beccato uno che ti stava bucando una gomma, gli ho dato tante di quelle mazzate che credo non si farà più vedere”. A quel punto, credo che una cena me la offrirebbe.

Un po’ semplificato, ma il concetto è quello.

6. Romina - settembre 25, 2007

Io sono daccordo con Albert1, (tranne il definirli “poveri cristi”). in effetti quello che si è fatto è rovinare-rovinare-rovinare in modo che anche la più piccola azione sembrasse straordinaria.
Ad esempio una conoscente tempo fa ha avuto il coraggio di dirmi “hai visto LA PISTA CICLABILE di via grottaperfetta, beh ringrazia Veltroni”.
In Spagna abbattono quartieri interi per costruirli meglio e qui un po’ di colore e due strisce ci sembrano cose eccezionali.

7. degradodiroma - settembre 25, 2007

Vedi Albert1 io credo che se la situazione è arrivata al punto in cui siamo, è perchè siamo stati cresciuti a pane e “BUONISMO”, a pane e “MENEFREGHISMO”, ed a pane ed “INDIFFERENZA”. Poi se da una parte è arrivata la grande Oriana Fallaci, che ci ha dato la sveglia, dall’altra sono arrivate frotte di zingari, rom ecc.. da tutte le parti .. tanto quì li accettavamo senza batter ciglio, ed abbiamo cominciato a soffrire questa forzata coabitazione.
Poi Wanter Veltroni per dare un colpo al cerchio ed uno alla botte ha voluto incipriarsi il naso ed ha voluto offrire queste “false” operazioni di rimozioni, già perchè tu stesso qualche tempo fa asserivi, più o meno : “ora queste persone si sposteranno in altre zone della città” , beh ! forse il Sindaco la domanda neppure se l’è posta sottovalutando così completamente il problema. Quanto costa una notte bianca ? beh ! con la stessa cifra spendo per un reimpatrio. Questa è la soluzione, che è poi quella espressa da Daniele.
Ciao.😀
Laura

8. anna - settembre 25, 2007

@ romina, conosco quella pista ciclabile, e sinceramente mi sembra un po’ rinseccolita, be,stando a quello che dice la tua amica allora dobbiamo dire grazie a veltroni ogni volta ke fanno finta di riparare una buca?!!!!
non riesco proprio a trovare nulla di cui ringraziare il sindaco, ogni cosa che viene fattami sembra rientri nella normale amministrazione.
io passo molto tempo in quel di latina, una città con molti problemi, relativamente nuova ha circa 70-75 anni, li molti miei amici si lamentano dell’amministrazione comunale; per carità non è delle migliori, ma io almeno li non trovo cacche di cani sui marciapiedi cartacce a rotta di collo, secchioni strapieni di zozzerie, li un po’ ovunque c’è già la raccolta differenziata, anche per chi vive in campagna. certo Latina è una città piccola, microscopica in confronto a Roma, è come se fosse l’appio-latino per estensione popolazione, ma sinceramente è più pulita.

9. Albert1 - settembre 25, 2007

Laura: sarà che sono cresciuto a pane e “SALAME” (e puranco a pane e “NUTELLA”, e strano ma vero a pane e “FORMAGGINI MIO”), ma la mia pazienza già di per se’ scarsina è finita da un pezzo. Altro che buonismo… tanto più che, come avrai potuto vedere dai vari appelli dal XV e XVI Municipio le mie funeste profezie si sono tutte puntualmente avverate: prima avevamo un concentrato di cacca, adesso dopo il maxisgombero dei miei zebedei abbiamo cacca spray. Bah.

Romina: che mi hai detto… la ciclabile di Grottaperfetta !!!! Aaaaaargh!!! devi sapere che fino a due anni fa il sottoscritto abitava suo malgrado in uno di quei cosi a 8 piani di via Giuseppe Berto e che ancora oggi, per vari motivi si trova a passarci ogni paio di mesi.
Beh, giusto l’altra settimana passo e cosa ti vedo ?
LA CICLABILE, nuova nuova, lungo la medesima via Berto. Oh wow, che goduria.
Allora, io in bicicletta posso venir fuori dal nulla in un punto imprecisato di via Grottaperfetta, pedalare lungo il marciapiede facendo lo slalom tra le paline delle fermate, i lampioni, i pensionati, le mamme coi passeggini, le uscite dei benzinai. Poi posso imboccare la predetta Via Berto, continuare lo slalom, una discesa, un curvone (cieco), una salita, due rampe di parcheggi condominiali da cui escono come proiettili e poi… E POI MI FERMO. E torno indietro.
Mi sembra come quando da ragazzino pedalavo nel cortile del condominio, tipo topino nel labirinto, ci avevo messo pure il contachilometri alla bicicletta: in un pomeriggio 15km fatti tutti in 2000 metri quadri di lotto condominiale.
Oddio, magari a Grottaperfetta non corri il rischio che ti riempano di mazzate mentre pedali per fregarti la bici.

10. degradodiroma - settembre 25, 2007

Ricevo in posta e propongo qui di seguito quanto già annunciato nella locandina azzurra posta sulla barra laterale ed afferente la “Manifestazione per la sicurezza” di sabato 29/09.
Laura
———————————————-
Abbiamo paura di continuare a vivere nell’insicurezza per l’aumento indiscriminato di scippi, furti negli appartamenti, rapine, spaccio di droga, ambulanti abusivi, lavavetri e accattoni, aggressioni, scassi, sfregi alla proprietà, violenze, angherie gratuite che hanno colpito la nostra città ormai senza controllo” lo denunciano con una nota congiunta Roberta Moriccioli, figlia di Luigi Moriccioli, ancora in coma dal 17 agosto a seguito di una violenta aggressione avvenuta sulla pista ciclabile di Tor di Valle, Giuliana Fiani, presidentessa dell’associazione dei commercianti dei Colli Portuensi, Rina Sgarra, in rappresentanza dei commercianti di Piazza Pietro Merolli e Via Isacco Newton, Laura Conti, presidentessa del comitato di quartiere Alberese, Villa Bonelli, San Pantaleo che annunciano per domani la conferenza stampa di presentazione del Corteo per la Sicurezza che si terrà sabato 29 settembre alle ore 10 a Largo Nostra Signora di Coromoto.

Roberta Moriccioli

11. Daniele - settembre 25, 2007

Avete visto il servizio di Striscia la Notizia?
Alla Fontana di Trevi è pieno di rom, zingari o come volete chiamarli che rubano le monete… e i vigili che non intervengono…
Mi sa che mi faccio una passeggiata da quelle parti…

12. alessandro c. - settembre 25, 2007

L’ ho visto pure io il servizio…qui mi sa che la passeggiata tocca farsela fuori Roma ed emigrare verso lidi più “puliti”…perchè se aspettiamo i nostri politici o i nostri concittadinizozzichebuttanoilpacchettodisigarettedalfinestrinoepoidiconocheècolpadeituristiecc.ecc.ecc………….qui non cambierà mai niente!

13. degradodiroma - settembre 26, 2007

Si, Striscia è stata grande … però mi aspetterei un seguito … ossia che Striscia portasse un TAPIRO al “””””””nostro””””””” sindaco chiedendo rendiconto.
Ciao.
Laura

14. Daniele - settembre 26, 2007

Anche a Touadi va il tapiro, è l'”assessore alla sicurezza”…

15. degradodiroma - settembre 27, 2007

Ieri sera su “La7” la trasmissione L’Infedele di Gad Lerner affrontava il tema dell’emergenza sicurezza, dei rom, degli zingari .. insomma della presenza di persone di “diversa etnia”, e questa definizione la si è ripetuta fino all’esasperazione nella logica che con questo termine non sarebbero stati tacciati, lui e gli ospiti presenti nello studio, come razzisti. Tra gli ospiti, il sindaco di Pavia, Rosy Bindi ed altri sindaci ed assessori.
Partendo da una frase di Amato che suona più o meno come un annuncio di una attesa di “invasione” di romeni, Gad Lerner diceva, “ma l’invasione è nel nostro immaginario, o è reale nelle nostre città ?”, rispondeva la Bindi “è nel nostro immaginario, anche perchè alcuni partiti politici fanno leva sulla paura della grande minaccia, ma non dimentichiamoci che i romeni sono cittadini Europei. Ci attende una sfida nuova e quindi legalità ed integrazione, la nostra sarà una società interculturale”. Poi un ragazzo in studio interveniva “Ma è proprio vero che sono così diversi ?. Se non lavorano non è per loro causa … ma per i fenomeni di discriminazione”. Poi un’antropologa asseriva “Dov’è la legalità nella costruzione di campi nomadi ?, molte PATOLOGIE nascono dalle segregazioni”. Tutto questo si svolgeva nel rispetto di colui che in quel momento faceva le sue affermazioni, Gad Lerner ascoltava così come il pubblico in sala. Poi è stata la volta del sindaco di Pavia, che ha cercato di parlare, Gad Lerner infatti come fosse un doppiatore, le parlava sopra come fosse una doppia traccia, il sindaco di Pavia asseriva “Pavia non ha scaricato queste persone ai comuni limitrofi. L’annuncio era stato dato, ma sia le istituzioni che i comuni sono stati assenti. I sindaci sono lasciati soli di fronte a queste emergenze. Pavia aveva annunciato l’ospitalità, in un campo, per 200 persone. L’integrazione la si può affrontare per piccoli gruppi. Le masse fanno paura”. Tutto questo con la voce di Gad Lerner sopra, e poi che concludeva “Lei ha avuto il suo spazio per dire ciò che pensava” .. ed io l’ho SPENTO !!
Laura


Sorry comments are closed for this entry

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: